1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3407459
    La legge di Moore parla di 18 mesi, ed ha ancora ragione... la reale potenza di calcolo raddoppia ogni 18 mesi, dove il raddoppio non è solo teorico ma sensibile. In altre parole, mettendosi di fronte a pc nati ad un paio di mesi di distanza, sono uguali. Con 18 mesi, no. Questo, per quanto il marketing cerchi disperatamente di dimostrare che la vita di un sistema è di 6 mesi :)

    Ed è giusto che sia così: il mercato ha una soglia di tolleranza ben precisa, come stanno scoprendo i principali costruttori di elettronica, e tirare troppo la corda può essere un boomerang molto pericoloso. Non credo che si arriverà al collasso, quanto piuttosto alla disaffezione verso l'ultima novità: le soluzioni per l'utente in una condizione simile sono acquistare un pc entry-level all'anno, ovvero una macchina da 1 milione capace di tirare tranquillamente avanti per 1 anno, oppure prendere un buon pc ogni 2-3 anni e sfruttarlo a dovere... ma i soldi che finiscono nelle tasche dei costruttori sono sempre quelli, e non ci piove. :)

    Del resto, è un discorso che va avanti da anni, già lo sentivo ai tempi della migrazione 386-486...
  2. Account abbandonato. Fade to black.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #3407460
    Beh, penso che tutti noi qui ci si attenga ad una regola semplicissima: prendi il miglior sistema che ti puoi permettere e poi lo aggiorni con cadenza di 1/2 mesi. Periodicamente ti imponi delle esigenze impellenti rispetto ad altro e le osservi. Ti stà stretto l\'HD? Lo cambi con uno da 75GB (IBM docet) e aspetti il mese dopo per aumentare la RAM. Il mese dopo la priorità và alla RAM e succesivamente puoi pensare alla scheda video o audio se dovessero sussistere dubbi sulle loro capacità.
    Poi puoi anche seguire la strada che dopo l\'acquisto del PC attendi la sua morte naturale senza cambiare nulla e successivamente cambiare ancora completamente sistema, ma i soldi che si perdono con questo sistema lo rendono improponibile (ma c\'è gente che lo fa) in quanto con un\'aggiornamento lento ma costante non rischi di perdere le cose buone che si sono acquistate fino ad ora...

    [Modificato da Dypa77 il 7/3/2001 22:58]
    "A te t'ha rovinato il team corse" (C) 2004 AlGaloppo
  3.     Mi trovi su: Homepage #3407461
    Beh io me la sono sempre cavata con un upgrade all'anno, ma ultimamente noto che questo è sempre meno necessario...
    Prima di natale sono passato dal mio preceddente Athlon 550>700, GeForce1 DDR, ad un Thunderbird 1200, GeForce2 64mb(usata) ma non è che ne sentissi proprio il bisogno... più che altro l'ho fatto per cambiare quel cesso di Asus K7N con una abit, e per mettermi un paio di HD in Raid0.

    La scheda video l'ho cambiata perchè ho venduto bene la mia, ed ho comprato altrettanto bene la Ge2, ma comunque nei giochi non ci vedo molta differenza...
    Avrei potuto tranquillamente andare avanti ancora un'annetto.

    Se si parte con una buona configurazione, e non si è schiavi dei benchmark, sono convinto che un sistema possa anche reggere 3 anni prima di necessitare di un'aggiornamento.
  4.     Mi trovi su: Homepage #3407462
    Filippo Caprioli ha scritto:
    La legge di Moore parla di 18 mesi, ed ha ancora ragione... la reale potenza di calcolo raddoppia ogni 18 mesi, dove il raddoppio non è solo teorico ma sensibile. In altre parole, mettendosi di fronte a pc nati ad un paio di mesi di distanza, sono uguali. Con 18 mesi, no. Questo, per quanto il marketing cerchi disperatamente di dimostrare che la vita di un sistema è di 6 mesi :)

    Ed è giusto che sia così: il mercato ha una soglia di tolleranza ben precisa, come stanno scoprendo i principali costruttori di elettronica, e tirare troppo la corda può essere un boomerang molto pericoloso. Non credo che si arriverà al collasso, quanto piuttosto alla disaffezione verso l'ultima novità: le soluzioni per l'utente in una condizione simile sono acquistare un pc entry-level all'anno, ovvero una macchina da 1 milione capace di tirare tranquillamente avanti per 1 anno, oppure prendere un buon pc ogni 2-3 anni e sfruttarlo a dovere... ma i soldi che finiscono nelle tasche dei costruttori sono sempre quelli, e non ci piove. :)

    Del resto, è un discorso che va avanti da anni, già lo sentivo ai tempi della migrazione 386-486...
    Si, scusa, forse ho esagerato con il tempo!!! :) Cmq condivido la tua opinione, anche se penso che se una persona vuole essere all'avanguardia deve spendere una barca di soldi!!! :)
  5. Fondatore  
        Mi trovi su: Homepage #3407463
    Filippo_ ha scritto:
    Si, scusa, forse ho esagerato con il tempo!!! :) Cmq condivido la tua opinione, anche se penso che se una persona vuole essere all'avanguardia deve spendere una barca di soldi!!! :)
    Non necessariamente: partendo da una buona base puoi aggiornare.

    Io per esempio di recente con i soldi di un PC top o quasi ho rinnovato un PC (Athlon 1GHz 80 GB di HD ecc. ecc) e ne ho tirato fuori un'altro di potenza media da attaccargli in LAN.

    Se cmq avessi voluto rinnovare solo un PC e non avessi ecceduto con gli HD avrei speso davvero pochissimo: la chiave è essere un minimo lungimiranti.

    Per esempio se dovessi comiciare da zero oggi comprerei solo piastre molto recenti ma affidabili, scommetterei sulle memorie DDR e magari m'installerei tutte le periferiche possibili su FireWire.

    Ovviamente tutto questo è fattibile assemblando e quindi potendo poi aggiornare splo singole parti.
    Io l'ho fatto con un negoziantre di fiducia che ha un buona garanzia. (no assemblati tarocchi)

    Ciao
    Mat
    "Oro e fiamme"

  Potenza

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina