1.     Mi trovi su: Homepage #3411846
    Anni fa le fiere erano pieni di strani, ingombranti e costosi apparecchi per la realtà virtuale... ma allora la tecnologia era quella che era, e la qualità visiva era veramente scarsa.

    Ma come mai questa tecnologia si è fermata subito?
    Oramai un moderno PC sarebbe in grado di gestire i 2 schermi di un caschetto senza grossi problemi, anche i costi della tecnologia LCD si è molto diffusa, e quindi un buon caschetto potrebbe costare come un monitor di fascia media...

    Sarebbe bello un GT in cuo possiamo ruotare liberamente la testa per vedere le auto che ci stanno sorpassando, l'interno dell'auto, o un FPS in cui ci sentiamo davvero all'interno dell'arena, o perchè no, anche un Black & White in cui possiamo guardare dall'alto la mappa, e spostare la visuale semplicemente spostando la testa...

    Eppure nessuno si sta muovendo in questa direzione... per quale motivo secondo voi??
  2.     Mi trovi su: Homepage #3411849
    Beh una volta i costi erano sicuramente elevati, ai tempi delle prima macchine virtuali la grafica 3d non era ancora diffusa, quindi necessitavano quelli che allora erano super computer, e la grafica restava comunque molto scarsa.

    Ma al giorno d\'oggi sono convinto che un buon PC o anche una buona console non avrebbero troppi problemi a gestire un caschetto virtuale, e il caschetto con l\'attuale tecnologia LCD, credo che potrebbe costare anche sotto il milione.
    Secondo me il più grosso limite degli attuali videogames è proprio il monitor.

    [Modificato da Cecil Harvey il 10/4/2001 2:08]
  3.     Mi trovi su: Homepage #3411851
    Cecil Harvey ha scritto:
    Anni fa le fiere erano pieni di strani, ingombranti e costosi apparecchi per la realtà virtuale... ma allora la tecnologia era quella che era, e la qualità visiva era veramente scarsa.

    Ma come mai questa tecnologia si è fermata subito?
    Oramai un moderno PC sarebbe in grado di gestire i 2 schermi di un caschetto senza grossi problemi, anche i costi della tecnologia LCD si è molto diffusa, e quindi un buon caschetto potrebbe costare come un monitor di fascia media...

    Sarebbe bello un GT in cuo possiamo ruotare liberamente la testa per vedere le auto che ci stanno sorpassando, l'interno dell'auto, o un FPS in cui ci sentiamo davvero all'interno dell'arena, o perchè no, anche un Black & White in cui possiamo guardare dall'alto la mappa, e spostare la visuale semplicemente spostando la testa...

    Eppure nessuno si sta muovendo in questa direzione... per quale motivo secondo voi??
    per i frequenti mal di testa e il senso di alienamento provocato a fine gioco? :)
  4.     Mi trovi su: Homepage #3411852
    Cecil Harvey ha scritto:

    Ma come mai questa tecnologia si è fermata subito?

    Eppure nessuno si sta muovendo in questa direzione... per quale motivo secondo voi??
    Non si è fermata, solo che ha trovato applicativi in altri campi "meno visibili", tipo l'architettura, la medicina, le applicazioni in campo industriale, militare e nel campo degli effetti speciali. Nel campo videoludico i costi son troppo elevati e l'utilizzo considerato di nicchia.
  5. A riposo  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #3411853
    Cecil Harvey ha scritto:
    Beh una volta i costi erano sicuramente elevati, ai tempi delle prima macchine virtuali la grafica 3d non era ancora diffusa, quindi necessitavano quelli che allora erano super computer,
    I super computer in esame erano degli Amiga 3000, evidentemente dotati di un buon tonnellaio di schedume video assortito (sicuramente avantiiiissimo per quei tempi) e del cassone con caschetto e controllerino manuale.
    Me ne accorsi al Trocadero a Londra perché una di queste simpatiche macchine, a un certo punto, se ne andò in Guru Meditation (per chi non sa di Amiga, una sorta di schermata blu di Windozze) e assistetti al reboot del "Cassone".
    http://www.facebook.com/VITSole
  6.     Mi trovi su: Homepage #3411854
    <--Sole---> ha scritto:
    Cecil Harvey ha scritto:
    Beh una volta i costi erano sicuramente elevati, ai tempi delle prima macchine virtuali la grafica 3d non era ancora diffusa, quindi necessitavano quelli che allora erano super computer,
    I super computer in esame erano degli Amiga 3000, evidentemente dotati di un buon tonnellaio di schedume video assortito (sicuramente avantiiiissimo per quei tempi) e del cassone con caschetto e controllerino manuale.
    Me ne accorsi al Trocadero a Londra perché una di queste simpatiche macchine, a un certo punto, se ne andò in Guru Meditation (per chi non sa di Amiga, una sorta di schermata blu di Windozze) e assistetti al reboot del "Cassone".
    Beh per allora l'A3000 era un super computer! :)
    E poi spesso gli A3000 erano uno per ogni schermo da gestire!
    Uno che ho visto in fiera ne aveva 3... 2 per gestire il caschetto, ed un'altro per gestire il monitor per gli spettatori.

  Realtà virtuale: che fine ha fatto?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina