1.     Mi trovi su: Homepage #3413475
    Ho appena terminato l'ennesimo deprimente telegiornale e guarda te cosa scopro: non sono solo i videogiochi, la musica e i film a subire enormi perdite di capitale per colpa della pirateria, anche i medicinali sono prodotti tarocchi in quel di Taiwan e compagnia bella e venduti a prezzi nettamente inferiori.

    In questo caso resta un colossale danno economico per le ditte produttrici (in questo caso farmaceutiche) con l'unica "piccola" differenza che questo danno permette a milioni di persone di guarire da malattie come l'AIDS...

    Che pensare dunque? Forse la pirateria ha trovato accidentalmente un mercato dove i suoi sporchi affari andrebbero persino lodati?
    A voi la pillola..
  2. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3413477
    Tocchi un problema più grave... non ci sono solo dei "tarocchi" come li intendiamo noi. Ma anche degli autentici cloni.
    In sudafrica c'è in corso un'autentica battaglia fra case farmaceutiche e lo stato sulle medicine contro l'aids. Motivo: la tecnologia per ricrearle e produrle è alla portata di tutti, ma le case farmaceutiche vogliono che vengano protetti i loro brevetti. Costati soldi e tempo in ricerca e sviluppo. Magari per finanziare nuove ricerche.
    Il sudafrica risponde che se vogliono speculare sulla vita degli altri, possono andarsene altrove.
    Chi ha ragione? Chi torto?
    Fatto sta - quelle medicine funzionano, e non costano niente. Come nell'ambito tecnologico, i veri costi non sono nella produzione, ma nella ricerca e sviluppo.
  3.     Mi trovi su: Homepage #3413478
    LUGETA ha scritto:
    Se permetti io i videogiochi pirata li capisco, ma piratare le medicine no!!!
    Non rischierei la salute comperando roba non testata e di dubbia provenienza!!!
    A quanto dicono le copie sono esattamente identiche, riprodotte in laboratorio e vendute a prezzi più bassi.
    Il fatto che in africa stiano guarendo migliaia di persone usandole dovrebbe confermare che funzionano.
  4.     Mi trovi su: Homepage #3413479
    a dire il vero non ci ho capito molto.

    ...e vero che se le case farmaceutiche mettessero da parte interessi lucrosi e politici e si sforzassero di ricercare delle vere soluzioni, molte malattie sarebbero gia state sconfitte.

    Ma non lavorano per il bene della gente, solo per guadagnarci e per speculare sulle persone che soffrono e devono investire tutti i loro risparmi in carissime medicine.

    se le medicine pirata funzionano come le altre ma costano meno :viva le medicine pirata!

    peace
  5.     Mi trovi su: Homepage #3413480
    KatanaKgb ha scritto:
    a dire il vero non ci ho capito molto.

    ...e vero che se le case farmaceutiche mettessero da parte interessi lucrosi e politici e si sforzassero di ricercare delle vere soluzioni, molte malattie sarebbero gia state sconfitte.

    Ma non lavorano per il bene della gente, solo per guadagnarci e per speculare sulle persone che soffrono e devono investire tutti i loro risparmi in carissime medicine.

    se le medicine pirata funzionano come le altre ma costano meno :viva le medicine pirata!

    peace
    E' appunto quello che voglio dire. Forse dunque una volta tanto la pirateria andrebbe elogiata e non, come giustamente avviene negli altri mercati come quello dei VG, additata e accusata come killer del mercato. Del resto le stesse industrie farmaceutiche hanno abbandonato la causa che avevano nei confronti di chi le medicine pirata le comprava e distribuiva (e cioè i paesi poveri dell'Africa) per il semplice fatto che il danno all'immagine sarebbe stato molto superiore...
  6. ehm...  
        Mi trovi su: Homepage #3413481
    Filippo Caprioli ha scritto:
    Tocchi un problema più grave... non ci sono solo dei "tarocchi" come li intendiamo noi. Ma anche degli autentici cloni.
    In sudafrica c'è in corso un'autentica battaglia fra case farmaceutiche e lo stato sulle medicine contro l'aids. Motivo: la tecnologia per ricrearle e produrle è alla portata di tutti, ma le case farmaceutiche vogliono che vengano protetti i loro brevetti. Costati soldi e tempo in ricerca e sviluppo. Magari per finanziare nuove ricerche.
    Il sudafrica risponde che se vogliono speculare sulla vita degli altri, possono andarsene altrove.
    Chi ha ragione? Chi torto?
    Fatto sta - quelle medicine funzionano, e non costano niente. Come nell'ambito tecnologico, i veri costi non sono nella produzione, ma nella ricerca e sviluppo.
    Ho trovato una cosa interessante in rete

    http://kwmusica.play.kataweb.it/kwmusica/news/sezione_new/0,1919,notizie--26885,00.html

    Dite che ne pensate
  7.     Mi trovi su: Homepage #3413482
    Jacky ha scritto:
    Filippo Caprioli ha scritto:
    Tocchi un problema più grave... non ci sono solo dei "tarocchi" come li intendiamo noi. Ma anche degli autentici cloni.
    In sudafrica c'è in corso un'autentica battaglia fra case farmaceutiche e lo stato sulle medicine contro l'aids. Motivo: la tecnologia per ricrearle e produrle è alla portata di tutti, ma le case farmaceutiche vogliono che vengano protetti i loro brevetti. Costati soldi e tempo in ricerca e sviluppo. Magari per finanziare nuove ricerche.
    Il sudafrica risponde che se vogliono speculare sulla vita degli altri, possono andarsene altrove.
    Chi ha ragione? Chi torto?
    Fatto sta - quelle medicine funzionano, e non costano niente. Come nell'ambito tecnologico, i veri costi non sono nella produzione, ma nella ricerca e sviluppo.
    Ho trovato una cosa interessante in rete

    http://kwmusica.play.kataweb.it/kwmusica/news/sezione_new/0,1919,notizie--26885,00.html

    Dite che ne pensate
    Beh, non so mai quanto queste manifestazioni musicali a sfondo umanitario siano effettivamente dettate dal cuore di chi le organizza, fatto sta che fanno sempre piacere.

    Dubito comunque che le industrie farmaceutiche cambino idea sentendo Losing My Religion.. :)
  8.     Mi trovi su: Homepage #3413483
    Comi ha scritto:


    Dubito comunque che le industrie farmaceutiche cambino idea sentendo Losing My Religion.. :)
    Magari con i rage.....
    Certo che in questo campo economia e morale sono due aspetti che spesso non si riescono a concigliare!!!
    IL DENARO......
    può comprare un orologio
    ma non il tempo....

    AC:Name:"lugeta" City:"nabu"
  9.     Mi trovi su: Homepage #3413484
    LUGETA ha scritto:
    Comi ha scritto:


    Dubito comunque che le industrie farmaceutiche cambino idea sentendo Losing My Religion.. :)
    Magari con i rage.....
    Certo che in questo campo economia e morale sono due aspetti che spesso non si riescono a concigliare!!!
    La causa Africa / case farmaceutiche è stata vinta dall'Africa :) . Il fatto che le industrie farmaceutiche speculino sulla salute umana è ben noto da diversi anni. Sono in arrivo 30.000 nuovi farmaci, dobbiamo dargli 30.000 nuove patologie......e allora cosa sucede? Dove c'è la malattia ( Africa ) non vendono il farmaco ( costa, loro non "possono" svenderlo e nessuno puo permetterselo, però è protetto da " diritti" e dunque si devono pagare ( come se chi ha scoperto l'ossigeno avesse detto: bene adesso tutti quelli che respirano...zaaak mi pagano i diritti :) ) dove non c'è la malattia, creano la malattia ( viagra ginko biloba etc etc etc ).

    Il discorso è lungo e complesso ( io sono contro la medicina moderna e credo ancora in quella antica che ritengo NON SUPERATA come tanti sostengono ).

    bye

  Aspirina tarocca?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina