1. la seconda ondata  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #3413600
    Vorrei fare una analisi personale sulla qualità generale dei giochi che vada oltre il problema hardware.

    Quanti sono i film comici o di fantascienza che riescono a raggiungere l'obbiettivo imposto dal genere negli ultimi anni?
    POCHI, quanti di voi difronte a un film comico si rende conto che certe battute o situazioni sono scontate o piuttosto prevedibili?
    Fare un film comico non è facile poichè di questo tipo di film ce ne sono stati tanti e non è facile trovare qualche idea originale, molte volte i film comici riciclano battute o situazioni già viste in altri film. Poi arriva qualcuno che trova qualcosa di originale e a ruota vengono film ispirati a quella idea (ex AMERICAN PIE poco dopo ROAD TRIP).
    Come nei film anche nei videogiochi c'è questa problematica.
    Secondo me non è un problema esclusivamente hardware se i giochi sono scadenti, chi ha progettato SHEMUE lo poteva far girare su qualsiasi console dell'era 128 bit ma quello che conta veramente è l'idea originale che ha avuto l'ideatore del gioco che giri su DC è, secondo me, secondario.
    Se un giorno su PS2 uscirà un gioco originale nel concept di certo i meriti non saranno della console, ma di chi ha avuto la grande idea.
    E questo tipo di giochi non possono venire fuori a comando (x esempio per la data di lancio della console), per questo a volte bisogna aspettare e non si può avere tutto subito.

    Il sovraffollamento di titoli ha generato una certa stasi del originalità nel mercato dei videogame e certamente qualsiasi gioco in soggettiva non susciterà mai lo stesso entusismo che ha generato DOOM quando è uscito (oppure WOLFSTAIN 3D)

    Infine una piccola proposta: pensate un attimo di dover concepire l'idea di un gioco che non abbia nulla a che vedere con quello che si vede in giro, se avete qualche idea originale spiegatela nelle risposte a seguire. Proviamo a proprre e non solo a criticare, per vedere se anche la nostra fantasia è si o no a corto di idee originali, ci state?
    ...press start button...e la vita non e' stata piu' la stessa...

    "D'altronde gli ossessionati non hanno scelta; in occasioni come queste devono mentire. Se dicessimo sempre la verita', non riusciremmo a mantenere i rapporti con chi vive nel mondo
  2.     Mi trovi su: Homepage #3413601
    Secondo me i giochi non sono scadenti: il livello medio, quanto a cura dell'aspetto tecnico è strabiliante se ripenso ai tempi dei computer 8-bit...
    Quello che ha portato a questo innalzamento della qualità media, però, scondo me è anche la causa di una certa mancanza di originalità. Mi spiego. Se tu gonfi vertiginosamente il budget destinato ad un gioco sei poi costretto ad andare "sul sicuro" proponendo idee sicuramente vincenti. Gran Turismo 5000 venderebbe ancora, così come MGS 500... Siccome, fortunatamente, non tutti i programmatori sono biechi commercianti ecco, a parer mio ripeto, che strada hanno seguito: anzichè provare nuovi concepts stanno affinando sempre più quelli esistenti... Fino a quando questo basterà ai giocatori loro lo faranno!!!
    Anzichè parlare dei giochi che vorrei vedere parlo di quelli che NON vorrei vedere più: i "movie game", per esempio. Il termine non è esatto, ma intende racchiudere tutti quei giochi che mascherano una serie di sequenze animate da videogame semplicemente mettendo intermezzi "giocati"... Il caso più eclatante, per conto mio, è SHEN MUE. Pur essendomi piaciuto molto, non l'ho trovato geniale: si salva solo perchè la storia "prende" (non come in ZOE dove è tutto un clichè...)! Ma se il futuro dei videogiochi è quello... difficilmente rimarro a lungo videogiocatore!
  3.     Mi trovi su: Homepage #3413602
    I videogiochi odierni sono scadenti xkè si è adottata la politica di crearli il meglio possibile in quanto a grafica o inserendovi un nome famoso (vedi il 99% dei giochi del calcio che pur essendo orridi vendono solo xkè hanno uno sponsor importante in copertina)tralasciando la componente piu' importante che è il divertimento allo stato puro (come solo i vecchi giochi 8/16 bit e da sala erano in grado di darci) x meglio aggiudicarsi l acquisto anke da parte dei giocatori occasionali,che , grazie all' avvento della Playstation sono diventati un numero considerevole e degno di considerazione da parte delle varie case.
    Una volta, quando i videogiocatori erano solo i veri appassionati, se una software house rilasciava un titolo scadente se lo ritrovava a marcire x sempre nel proprio magazzino, ora invece anche i giochi piu' brutti vengono comprati, ed allora xkè sbattersi tanto? si saranno kieste le varie software house, x loro l' importante è portarsi a casa la pagnotta e se possono farlo sbattendosi il meno possibile, ben venga.......
    Per fortuna ci sono ancora software house serie che non hanno ancora iniziato a ragionare cosi' e ke giustamente fanno soldi a palate, vedi CAPCOM,SquareSoft,Namco ecc......
    Questa è la risposta alla domanda che spesso si fanno tutti : "Ma xkè sto tutto il tempo a giocare a tetris o a super mario bros divertendomi come un infante quando accanto a me ho i giochi e le console migliori che il mercato videoludico possa offrire??? "

    Lunga vita a mamma CAPCOM !!!!!

    Ciauz ;) !!!!!
    CAPCOM RULEZ
    Organizzatore ufficiale di tornei su console !!!!! ;)
    http://profile.mygamercard.net/SFCHAMPION
  4.     Mi trovi su: Homepage #3413603
    Non sono d'accordo su SHEN MUE... A me, ripeto, è piaciuto tantissimo, ma, a mio modo di vedere, la complessità di cui tu parli, pur presente, mi è parsa per tutto il tempo in cui ho giocato "fittizia", finta. Dimmi che rivoluzione c'è tra SHEN MUE e le bellissime avventure grafiche della SIERRA o della LUCAS (quelle dei primi anni 90, per intenderci...)!
  5.     Mi trovi su: Homepage #3413604
    Sai che ti dico, F355? Ti invidio per aver apprezzato così tanto SHEN MUE perchè sicuramente sarai rimasto coinvolto in qualcosa di davvero emozionante mentre io,"sprecando" l'occasione, me lo sono fatto "scivolar via"... Il fatto è che l'ultimo gioco che mi ha "preso" ed emozionato è stato SECRET OF MANA dello SNES, poi più nulla... Evoluzione (involuzione?) di videogiocatore? Ciao!
  6.     Mi trovi su: Homepage #3413605
    Turrican2001 ha scritto:


    Infine una piccola proposta: pensate un attimo di dover concepire l'idea di un gioco che non abbia nulla a che vedere con quello che si vede in giro, se avete qualche idea originale spiegatela nelle risposte a seguire. Proviamo a proprre e non solo a criticare, per vedere se anche la nostra fantasia è si o no a corto di idee originali, ci state?
    Una cosa di questo tipo l'avevamo fatta qualche mese fa, quando un lettore ci invitò a esporre il gioco dei nostri sogni.

    Quello che tu dici è vero, le emozioni che suscitò Doom non potranno mai essere eguagliate da quelle che suscita Quake 3 o Unreal Tournament, eppure sono giochi molto superiori sia tecnicamente che dal punto di vista del gameplay, segno evidente che c'è una componente originalità nei videogiochi molto forte, che viene percepita dal giocatore, e sopratutto dal videogiocatore non occasionale.
    Purtroppo le idee originali non sempre vengono messe in pratica perchè il rischio di non vendere aumenta proporzionalmente con l'originalità. Black & White è un gioco molto originale, ma è stato possibile solo perchè dietro c'è un certo Moulineaux, e come riportato dalle cronache, anche lui non se l'è passata molto bene con ritardi nella data di uscita e voci che davano addirittura il titolo cancellato.

    Mi sa che dovremmo accontentarci di quello che abbiamo, che, tra l'altro non è poco e guardare al mondo dei videogiochi con più ottimismo.
    E adesso scusate...vado a giocare con le macchinine :)
  7.     Mi trovi su: Homepage #3413606
    Turrican2001 ha scritto:
    Vorrei fare una analisi personale sulla qualità generale dei giochi che vada oltre il problema hardware.
    .....
    E' un po' che rifletto sul modo di stupire che avevano alcuni giochi di qualche anno fa e sulle ripetizioni dei giochi attuali. Credo che il problema principale sia nei grossi capitali che si investono durante la produzione di un titolo.
    Mi spiego meglio.
    Tanti tanti tanti anni fa' accadde che un tizio di nome Eric Cahi (o qualcosa del genere) tiro' giu' tutto da solo (ma sara' forse vero?) un qualcosa che si rivelo' un successo mondiale dal nome Another World (2 floppy!!).
    Oggi per produrre un gioco non basta piu' l'idea!! Deve essere presentato con una veste grafica al passo con i tempi (e giu' Caravaggi o verdoni per schiere di grafici), deve avere un motore "veloce e che sfrutti le macchine sulle quali girera' il prodotto" (e giu' altri verdoni su team di Coders), altra cosa non indifferente il gameplay dovra' distinguersi dalle migliaia di produzioni che finora hanno visto la luce (e che aumentano di giorno in giorno), una buona pubblicita', un buon supporto di distribuzione, sponsor, sonoro e musiche, motion capture, level designers, character design, responsabili e coordinatori vari, mangiapasticcini e schiavetti, PR, etc....
    Oggi la produzione di un gioco assomiglia sempre di piu' ad una produzione cinematografica. E quando ci sono in ballo cifre mastodontiche e' OVVIO che non si puo' puntare sul titolo originale che "forse piacera'", ma si punta tutto sulla tipologia di giochi che vende di piu'.
    Risultato: ogni tanto qualche Software House con il conto in banca ben saldo, si puo' permettere qualche produzione minore tanto per vedere come va' il mercato ....
    .... di piu' non si puo' sperare.

    ... mi viene da pensare a Conker: la Rare fa' qualcosa di diverso, sballato, divertentissimo e ..... pluf! .... non si vende

    nostalgicamente
    Vahes
    "la vita del puntuale e' un inferno di solitudini immeritate!"
  8.     Mi trovi su: Homepage #3413607
    Vorrei dire la mia....secondo me non e' nemmeno da vedere poi cosi' negativamente il proporre seguiti o concetti gia' visti in una nuova veste...
    Non posso non citare GranTurismo....
    un gioco di corse: visto e stravisto...
    una simulazione di guida: visto, stravisto e di nicchia...
    un gioco non di formula uno: ancora piu' di nicchia...

    Eppure io sputavo e condannavo i giochi di guida in quanto il mio genere sono le avventure, i GDR e tutto quello che e' riflessivo piu' che dinamico....

    Bene...Ho giocato per tre mesi di fila a GT e ancora oggi ricordo come mi sono divertito (da solo e in compagnia)....

    Eppure le fondamenta di quel gioco non erano poi cosi' originali... :)
    ---
    Ciccio
  9. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #3413608
    atchoo ha scritto:
    Secondo me i giochi non sono scadenti: il livello medio, quanto a cura dell'aspetto tecnico è strabiliante se ripenso ai tempi dei computer 8-bit...
    Quello che ha portato a questo innalzamento della qualità media, però, scondo me è anche la causa di una certa mancanza di originalità. Mi spiego. Se tu gonfi vertiginosamente il budget destinato ad un gioco sei poi costretto ad andare "sul sicuro" proponendo idee sicuramente vincenti. Gran Turismo 5000 venderebbe ancora, così come MGS 500... Siccome, fortunatamente, non tutti i programmatori sono biechi commercianti ecco, a parer mio ripeto, che strada hanno seguito: anzichè provare nuovi concepts stanno affinando sempre più quelli esistenti... Fino a quando questo basterà ai giocatori loro lo faranno!!!
    Anzichè parlare dei giochi che vorrei vedere parlo di quelli che NON vorrei vedere più: i "movie game", per esempio. Il termine non è esatto, ma intende racchiudere tutti quei giochi che mascherano una serie di sequenze animate da videogame semplicemente mettendo intermezzi "giocati"... Il caso più eclatante, per conto mio, è SHEN MUE. Pur essendomi piaciuto molto, non l'ho trovato geniale: si salva solo perchè la storia "prende" (non come in ZOE dove è tutto un clichè...)! Ma se il futuro dei videogiochi è quello... difficilmente rimarro a lungo videogiocatore!
    Le cose difficilmente cambieranno,perche' c'e' chi come te vede Shenmue come un "film e poco piu'"mentre per me e' il titolo piu' rivoluzionario di tutti i tempi.
    Shenmue e' lo Star Wars o il Blade Ranner dei videogiochi.
    Difficilmente vedremo ancora molti titoli cosi' complessi a livello di lavorazione,e questo e' un peccato.
    D'altra parte c'e' anche chi trova ZOE assai avvincente,e questo prova che le cose difficilmente cambieranno,perche' siamo in tanti e con tanti gusti differenti.
    fidati di uno che le ha provate tutte, amica chips è la migliore.
  10. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #3413609
    atchoo ha scritto:
    Non sono d'accordo su SHEN MUE... A me, ripeto, è piaciuto tantissimo, ma, a mio modo di vedere, la complessità di cui tu parli, pur presente, mi è parsa per tutto il tempo in cui ho giocato "fittizia", finta. Dimmi che rivoluzione c'è tra SHEN MUE e le bellissime avventure grafiche della SIERRA o della LUCAS (quelle dei primi anni 90, per intenderci...)!
    Io trovo Shenmue rivoluzionario perche' mi ha preso e mi ha sbattuto in una vita parallela,in un'atmosfera da antologia(ogni volta che sento il motivetto mi viene la pelle d'oca)mi ha dato l'interazione che le avventure convenzionali non mi hanno mai dato.
    Che poi la liberta' sia fittizia sono d'accordo,ma e' comunque il titolo che piu' si e' avvicinato al concetto di "vita parallela",poi chiaramente Suzuki voleva raccontarci una storia,una storia che sarebbe stato assai difficile raccontare se avessimo potuto agire liberamente.
    Potrei stare qui' per ore ad elencarti i motivi che mi spingono a idolatrare Shenmue,ma probabilmente tu non cambieresti idea,perche' non l'hai saputo capire(non e' un offeso intendiamoci,un gioco puo' prendere oppure no),comunque sia il genio di Suzuki e l'enorme impiego di mezzi,anno fatto la loro parte.
    fidati di uno che le ha provate tutte, amica chips è la migliore.
  11.     Mi trovi su: Homepage #3413610
    Vahes ha scritto:


    ... mi viene da pensare a Conker: la Rare fa' qualcosa di diverso, sballato, divertentissimo e ..... pluf! .... non si vende

    La "questione" Conker non è così semplice: è un'insieme di fattori che non hanno determinato delle vendite per il bellissimo gioco della Rare, ne avevamo discusso in un vecchio thread
  12.     Mi trovi su: Homepage #3413612
    KatanaKgb ha scritto:
    vahes, sono quasi daccordo del tutto con te....
    assistimao allla commercializzazione del fenomeno di massa dei videogiochi cosi come è accaduto con la musica, la quale quella buona scarseggia e abbonda invece la musica non artistica?
    gia'

    cmq, neanche attribuisco le colpe soltanto ai produttori in quanto alla fine le "statistiche" le fanno gli acquirenti. Quindi se un Tomb Raider vende centinaia di migliaia di copie .... anche dopo varie versioni .... la colpa non e' solo della Eidos ma anche di chi continua a supportare tale materiale (parlo di TR poiche' sono stato un fan scatenato del primo episodio, un videogiocatore appagato nel secondo, un annoiato nel terzo, un'indifferente nel quarto ... un agnostico per il resto :) )

    come dire, siamo tutti in ballo.

    Idem per la musica .... perche' per quanto i piu' tendono a snobbare quella commerciale, c'e' sempre una marea di gente che acquista le piu' orride proposte musicali. E alla fine se la sig.ina Spears vende milioni di copie, allora ci ritroveremo sempre decine e decine di Spears ad intossicare l'etere ....

    (cmq anche per il discorso musicale, purtroppo non e' soltanto "l'orecchio" che fa scegliere!!)

    sigh, sigh
    Vahes
    "la vita del puntuale e' un inferno di solitudini immeritate!"
  13.     Mi trovi su: Homepage #3413613
    io e te, mi o caro vahes, ci intendiamo assai. sono daccordo con te sia per i vg che per la musica.

    la buona musica esistera sempre, cosi come i vg, bisogna solo cercarli e non sempre sono quelli con il posto piu alto della classifica.

    di un po vahes, le tue idee/affermazioni sono filo billy corgan?
  14.     Mi trovi su: Homepage #3413614
    KatanaKgb ha scritto:
    io e te, mi o caro vahes, ci intendiamo assai. sono daccordo con te sia per i vg che per la musica.

    la buona musica esistera sempre, cosi come i vg, bisogna solo cercarli e non sempre sono quelli con il posto piu alto della classifica.

    di un po vahes, le tue idee/affermazioni sono filo billy corgan?
    ... ahem ... Billy chi?

    il piacere e' reciproco :) cmq, sul serio non sapevo chi fosse Corgan se non dopo il tuo mex e dopo una ricerchina su Altavista :)

    Le mie affermazioni sono il risultato di tutte le scelte fatte finora (come per tutti), alcune seguendo "le classifiche", altre seguendo l'istinto ....
    ... sono convinto che per fare una distinzione bisogna comunque provare un po' a seguire le scelte di massa ... perche' una visione d'insieme bisogna comunque averla...

    cmq, musicalmente i miei gusti sono cosi' vasti che farne un'elenco sarebbe fuori luogo da queste parti :) .... ti dico solo che tendo ad andare un po' piu' sul pesante :)

    ritornando un'attimo ai VG, esterno un'altra cosa che m'era venuta in mente : siamo sicuri che il gradimento di un gioco viene valutato soltanto per divertimento offerto (ovviamente tenendo conto della veste grafica musiche etc...)??

    Io non ne sono piu' tanto sicuro .... (ovvero quanto scritto sopra vale di sicuro per le mie scelte ma....)
    .... sto' leggendo (tra i vari NG) con dispiacere che ora sta diventando un elemento di giudizio anche LA MACCHINA sulla quale quel gioco gira!
    Tristezza!

    retoricamente
    Vahes
    Lv33
    "la vita del puntuale e' un inferno di solitudini immeritate!"

  Perchè i giochi sono scadenti?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina