1.     Mi trovi su: Homepage #3414199
    Salve a tutti, sul Forum delle Consolle e' nato un argomento sul quale mi piacerebbe discutere da queste parti (dato che ha poco a che fare con i Videogames)

    In particolare KatanaKgb mi ha reso partecipe di un'affermazione del cantante degli Smashing Pumpkins che e' la seguente:
    ///////////////////////////////
    quali sono
    le reali ragioni alla base di questo scioglimento?
    Le reali ragioni?
    Si, se vuoi. Una ragione che si legge sui giornali è che nel
    business musicale ormai si dà troppo spazio ad artisti come
    Briteny Spears. Non so, forse potresti spiegarlo meglio a noi.
    Credo che quando abbiamo iniziato nel 1988, avevamo deciso di
    combattere il rock 'n' roll, fino alla sua morte, perché in quel
    periodo era davvero noioso. Abbiamo iniziato a combatterlo ma
    non sapevamo che c'erano altre band, come i Nirvana che
    stavano facendo lo stesso. Ma col passare del tempo il rock è
    diventato molto popolare e la gente ha iniziato a imitare ciò che
    facevamo noi e i Nirvana e le altre band, e da lí tutto è un po'
    precipitato, e non era più eccitante come una volta. Credo che
    abbiamo raggiunto il punto in cui ci siamo resi conto che quello
    per cui stavamo lottando non interessava più a nessuno. In questo
    senso lo scopo originale della band è finito e non c'è più bisogno
    per la band di continuare.
    //////////////////////////////

    premetto che non sono un fans degli Smashing, e non voglio aprire una discussione sui gusti musicali (anche perche' so che dalle vostre parti e' un gruppo abbastanza seguito :) )
    pero' un'affermazione del genere si presta per una riflessione strettamente musicale ...

    ... da musicista dilettante posso dire che non mi ci ritrovo in queste parole, primaditutto perche' non e' possibile che uno decida di far musica per portare avanti un'idea che con la musica non ha nulla a che fare, e che poi, dato che nessuno e' concorde, mette la parola fine a quello che "in teoria" dovrebbe essere un piacere ovvero la voglia di suonare .... a questo punto bastava dire che si sono proposti come gruppo per portare avanti alcune idee che non hanno poi trovato seguito e hanno smesso ....

    ... se uno ha voglia di far musica di certo non smette per questi motivi .... suona e basta, a supporto di cio' posso dire che ci sono dei personaggi (alcuni dei quali veri mostri sacri) che soltanto per piacere di suonare cio' che a loro piace, si mischiano nei piu' svariati esperimenti musicali (ad esempio tutti gli artisti dell'etichetta discografica Magna Carta) .... ora quel genere di musica puo' piacere o no ... sta di fatto che se qualcuno ha voglia di suonare, incompreso o no, non smette.

    ... se invece parliamo di comportamenti, look, modo di porsi all'ascoltatore ... allora si esce dal campo musicale.

    ... pero' non capisco: invece di essere un po' orgogliosi (secondo quanto affermano) del fatto che molte band hanno iniziato ad imitarli (e che quindi cio' che loro facevano e' piaciuto e molto), si mettono a polemizzare? piuttosto dovrebbe essere uno stimolo per dare di piu'.

    ciao ciao
    dubbiosamente
    Vahes
    Lv33
    "la vita del puntuale e' un inferno di solitudini immeritate!"
  2.     Mi trovi su: Homepage #3414200
    gli Smashing Pumpkins hanno avuto una serie di problemi che hanno incrinato il rapporto che c'era fra i componenti della band, i conflitti interni erano aumentati e il giocattolino non funzionava più e hanno preferito sciogliersi. gli altri motivi sono quelli elencati nell'intervista da te postata. il problema dal mio pdv è questa maledettissima "fase pop" che non accenna a passare: il mondo musicale dal pdv commerciale ha avuto parecchie fasi con un genere dominante sul resto, ora il pop dura veramente da troppi troppi anni ed è difficilissimo per una band con le palle dimostrare quello che suonano, in un mercato in cui se non hai una bella faccia e canzoni da 4 soldi non sfondi.
  3.     Mi trovi su: Homepage #3414201
    all'uscita dell'album dei radiohead ero preoccupato: felice per l'ottimo disco acquistato, preoccupato perchè avevo paura di un fallimento per la band, con i problemi che spesso questo porta. poi non si sa ancora per qualche motivo, nonostante kid a sia "l'anti-album" (perchè i radiohead non hanno rilasciato alcun singolo e non hanno avuto nessuna spinta da parte dei media, a parte quelle piccole scene da 20 secondi ciascuna) ha avuto un successo abnorme, e sinceramente meritato. la domanda è questa: se uscisse un album sulla falsariga del prodotto radiohead, ma senza un nome abbastanza conosciuto dietro, quante vendite farebbe? e il pubblico può decidere la strada di una band?ovvero se un disco non viene capito dal pubblico è possibile che la band torni sui suoi passi e ci sia una regressione nel stile musicale?di esempi di band e album non capiti ce ne sono a bizzeffe: i Devo negli anni 80 non venivano capiti (erano probabilmente troppo avanti per i tempi) oppure l'album dei Rem "New adventures in the hi-fi" ebbe numerosi problemi, nonostante il singolo del lancio fosse splendido (nella fattispecie "e-bow the letter" con patti smith). ma purtroppo ormai siamo nella fase in cui mtv decide cosa deve vendere: vedi per esempio l'album di Santana, che non vendeva 2 copie manco a pagarle, e dopo promozioni su promozioni è diventato un blockbuster....
  4.     Mi trovi su: Homepage #3414202
    Se loro sentivano di smettere hanno fatto bene a farlo. Il proliferare di band che ti imitano serve solo a creare confusione, a creare uno stereotipo cibandosi di stereotipi. Essere "veri" in mezzo ad un'infinità di imitazioni svilisce e rende invisibile il tuo lavoro. E' come mettersi nel mezzo di una piazza a gridare "sto morendo" e per tutta risposta vedere altre mille persone che fanno altrettanto. Nessuno capirà più la differenza fra te e gli altri. Trovarsi a confronto con Britney Spears in classifica per un gruppo di quella portata (a me non piaciono) è frustrante. Nessuno degli SP deve lasciare la musica, ma magari ci ritroveremo con un Corgan a canticchiare nelle cantine della sua città con qualche amico, e li ci sarà la vera essenza della SUA musica.
    Cerca di capire che i Creed, per quanto si sforzino, non sono i Pearl Jam, i Silvechair, per quanto a tratti piacevoli, non sono i Nirvana.
    Se ti mettessero cacca in un barattolo di nutella tu compreresti quel barattolo solo per la sua etichetta. Hanno messo l'etichetta"grunge" o "rock alternativo" a troppe pippe per pensare che esista ancora credibilità dietro certi marchi.
    Allora pensi che sia ora di smettere, perchè chi ascolta i Pearl Jam crede che siano la stessa cosa dei Creed. Chi ascolta i Soundgarden non capisce la differenza con gli Stone Temple Pilots. Se non capiscono la differenza vuol dire che la tua musica, vera, è per loro la stessa spazzatura che fanno gli altri, niente di più. Nessuno ti ascolta perchè hai qualcosa da dire, ma solo perchè fai tendenza. Te lo dice uno che ha sentito una ragazza dire:"Jim Morrisson è un mito... Sai che suonava la chitarra coi denti?"... hai capito quanto conoscesse "quel mito" di Morrisson?
    Il fiore spaccò l'asfalto e ne venne fuori perchè non sapeva di poterlo fare...
  5.     Mi trovi su: Homepage #3414204
    Pocoto ha scritto:
    è difficilissimo per una band con le palle dimostrare quello che suonano, in un mercato in cui se non hai una bella faccia e canzoni da 4 soldi non sfondi.
    Senza dubbio.
    Anzi io aggiungerei, oltre che alla faccia e alle FourMoneySongs anche le "conoscenze" giuste ....sigh!

    alle volte e' anche difficile dimostrare che si hanno le palle, in quanto le troppe elaborazioni danno fastidio: non c'e' "l'orecchio" giusto per capirle, non c'e' la voglia di capirle ....

    ... tanto per rendere l'idea : qualche secolo fa si discuteva sui passaggi armonici, sul Do-di-petto uscito male, sulle strutture musicali di sinfonie con i tempi da 10 e piu' minuti .... c'era una lotta a pezzi di bravura tra "artisti" ....

    100 anni di evoluzione e il risultato? ... il prolificare di pezzetti da 4 minuti con 4 accordi ripetuti ad libitum ...

    prendo ad esempio un disco abbastanza controverso ... Kid-A : a quante persone e' piaciuto soltanto perche' era l'ultimo dei Radiohead? e quanti invece l'hanno apprezzato per l'uso geniale dei synth, delle atmosfere etc? Quanti, dopo Kid-A, si avvicineranno al mondo delle sperimentazioni elettroniche?
    (... spero che un esperimento del genere non vada a finire nel dimenticatoio soffocato dal loro ultimo lavoro)

    bye bye
    elettronicamente
    Vahes
    Lv33
    "la vita del puntuale e' un inferno di solitudini immeritate!"
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3414205
    Pocoto ha scritto:
    all\'uscita dell\'album dei radiohead ero preoccupato: felice per l\'ottimo disco acquistato, preoccupato perchè avevo paura di un fallimento per la band, con i problemi che spesso questo porta. poi non si sa ancora per qualche motivo, nonostante kid a sia \"l\'anti-album\" (perchè i radiohead non hanno rilasciato alcun singolo e non hanno avuto nessuna spinta da parte dei media, a parte quelle piccole scene da 20 secondi ciascuna) ha avuto un successo abnorme, e sinceramente meritato. la domanda è questa: se uscisse un album sulla falsariga del prodotto radiohead, ma senza un nome abbastanza conosciuto dietro, quante vendite farebbe? e il pubblico può decidere la strada di una band?ovvero se un disco non viene capito dal pubblico è possibile che la band torni sui suoi passi e ci sia una regressione nel stile musicale?di esempi di band e album non capiti ce ne sono a bizzeffe: i Devo negli anni 80 non venivano capiti (erano probabilmente troppo avanti per i tempi) oppure l\'album dei Rem \"New adventures in the hi-fi\" ebbe numerosi problemi, nonostante il singolo del lancio fosse splendido (nella fattispecie \"e-bow the letter\" con patti smith). ma purtroppo ormai siamo nella fase in cui mtv decide cosa deve vendere: vedi per esempio l\'album di Santana, che non vendeva 2 copie manco a pagarle, e dopo promozioni su promozioni è diventato un blockbuster....
    Gli Smashing Pumpkins si sono sciolti per la semplice ragione che non avevano più niente da dire (io sono un loro grande ammiratore, ma le cose stavano effettivamente così).

    La musica VERA non è condizionata da nessuno, ma continua a seguire il suo corso, ora più underground che in passato (a causa della sovraesposizione delle band \"da classifica\"), ma è più florida che mai.

    Comunque se un disco è davvero bello, in qualche maniera riesce a fare il botto (vedi l\'improvvisa popolarità degli At the drive in). Credo che se Kid A fosse stato un disco di una semisconosciuta band americana, molto probabilmente, data la sua portata (un capolavoro innovativo come pochi altri dischi nella storia della musica), si sarebbe ritagliato il suo bello spazio. Certo conta anche il contesto il cui ci si va ad inserire: ora che si parla tanto di NAM (New acoustic movement) è facile per gruppi come Kings of Convenience, Bent, Ed Harcout, Turin brakes trovare un contratto importante e venire promossi a certi livelli. Un gruppo straordinario come i 90 Day Men, che invece fanno post-rock strumentale alla maniera dei Tortoise e gruppi del genere, a causa dell\'osticità della loro musica restano ignorati dai più e introvabili nei negozi.
    In generale tutte le considerazioni di sfiducia e di allarmismo per la salute della musica attuale mi paiono decisamente eccessive (e giudico certe uscite come quella di Corgan, ma non solo, degli sfoghi fuori luogo).

    [Modificato da slippy il 28/4/2001 0:23]
  7.     Mi trovi su: Homepage #3414206
    Kaarot ha scritto:
    Trovarsi a confronto con Britney Spears in classifica per un gruppo di quella portata (a me non piaciono) è frustrante.

    ... e perche' mai?

    Se mi trovo in classifica insieme a Britney significa che ho riscosso un successo mondiale, che la mia musica e' piaciuta, che, nonostante i Britniani c'e' stata anche una grande quantita' di persone che ha acquistato i miei CD ... perche' dovrei sentirmi frustrato?

    Se cio' che faccio viene facilmente copiato, questo deve diventare uno stimolo a fare di meglio (altrimenti cadrei nella ripetizione di me stesso (es: Iron Maiden))

    daltronde i gusti e le idee cambiano con il tempo ... non si puo' pensare di portare avanti un discorso per anni ....
    supponiamo che un gruppo voglia portare avanti un'idea "alternativa": all'inizio l'idea farebbestorcere il naso, poi iniziano i cloni, poi quell'idea si vende alla grande ... forse significa che quell'idea, con il passare del tempo, e' stata assorbita e anche accettata ed e' quindi inutile continare a portarla avanti .... e perche' lamentarsi di questo? non fa parte della "storia dell'umanita' diffidare, curiosare, assorbire e . . . dimenticare"?

    dubbiosamente
    Vahes
    Lv 37
    "la vita del puntuale e' un inferno di solitudini immeritate!"
  8.     Mi trovi su: Homepage #3414207
    si ma noi stiamo parlando di musica credo.. vendere e fare roba tipo britney spears che attinenza ha con la vera musica? con l0'arte celata dietro la musica? se ho successo lo voglio perche la mia musica vale qualcosa non perhce una etichetta ha studiata a tavolino la moda il gusto di milioni di persone che scoltano la priam cosa che capita in radio senza capirci granche....
    il problema è questo.. la musioca è marketing.. e questo la uccide perhce ora e sinonimo di vendite, di soldi di "facciamo il pezzo che piace di piu solo per guadagnare", non si trasmette piu nulla..

    dove l'arte? in tutto questo cosa ci vedi oltre allo sporco materialismo?

    voglio sincerita. voglio arte. voglio musica.

    non voglio supervendite di gente che sa solo sculettare e far parlare di se per la sua vita privata studiata per far fare notizia...
  9.     Mi trovi su: Homepage #3414208
    Vahes ha scritto:
    Kaarot ha scritto:
    Trovarsi a confronto con Britney Spears in classifica per un gruppo di quella portata (a me non piaciono) è frustrante.

    ... e perche' mai?

    Se mi trovo in classifica insieme a Britney significa che ho riscosso un successo mondiale, che la mia musica e' piaciuta, che, nonostante i Britniani c'e' stata anche una grande quantita' di persone che ha acquistato i miei CD ... perche' dovrei sentirmi frustrato?

    Se cio' che faccio viene facilmente copiato, questo deve diventare uno stimolo a fare di meglio (altrimenti cadrei nella ripetizione di me stesso (es: Iron Maiden))

    daltronde i gusti e le idee cambiano con il tempo ... non si puo' pensare di portare avanti un discorso per anni ....
    supponiamo che un gruppo voglia portare avanti un'idea "alternativa": all'inizio l'idea farebbestorcere il naso, poi iniziano i cloni, poi quell'idea si vende alla grande ... forse significa che quell'idea, con il passare del tempo, e' stata assorbita e anche accettata ed e' quindi inutile continare a portarla avanti .... e perche' lamentarsi di questo? non fa parte della "storia dell'umanita' diffidare, curiosare, assorbire e . . . dimenticare"?

    dubbiosamente
    Vahes
    Lv 37
    La risposta è molto semplice: se in classifica c'è la spears vuol dire che la classifica è malata. Tu staresti in un posto infetto? Se la spears è in classifica vuol dire che la stragrande maggioranza delle persone non capisce un tubo di musica, e non pensare che la cosa non valga per gli Smashing. Ti ripeto, io mi vergognavo a dire che mi piaciono i Doors (ho i testimoni) perchè agli altri piacevano per moda (sopratutto dopo il film). Morrisson non suonava la chitarra con i denti come ha detto una che lo definiva un grande...

    Forse tu dimentichi... Se dopo 33 anni riesco con facilità a trovare UMMAGUMMA dei Pink Floyd vuol dire che l'onore al merito vale sempre. Fa 33 anni qualcuno si ricorderà ancora di Oops i did it again?

    Riflettete gente, riflettete...
    Il fiore spaccò l'asfalto e ne venne fuori perchè non sapeva di poterlo fare...

  La voglia di far musica

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina