1.     Mi trovi su: Homepage #3414755
    Premetto che il thread è collegato a quello di Myau, ma ho preferito aprirne un altro per creare nuovi spunti di discussione.
    Non me ne vogliano Alez, Pocoto e Red Storm se li ho quotati in questo thread ;)

    Alez ha scritto: Forse qualcuno non si è ancora reso conto che i videogiochi sono ormai semplice business ... e che quando in un business si va in perdita è tempo di battere in ritirata.


    Aggiungo: E' sempre stato così sin dai tempi della Commodore e della Sinclair.

    Pocoto ha scritto: non ti pare che dichiarare la morte del dreamcast sia stato come darsi la zappa sui piedi?le terze parti ormai vedono la console Sega come una specie di appestato, se ne stanno abbondantemente alla larga. è vero, Sega ha fatto le dichiarazioni nei tempi giusti, ma prova a pensare a chi ha comprato il dreamcast ultimamente?come pensi si sia sentito?presi per i fondelli, e parecchio incazzato per i soldi spesi in una console che "avrà una data di scadenza".


    Secondo me tutta la faccenda dello stop alla produzione del DC non va vista come una presa di fondelli verso nessuno; dirò in seguito l'idea che io mi sono fatto.
    Certo, comprarsi il Dreamcast e sentirsi dire dopo pochi giorni che la produzione dello stesso verrà a breve conclusa, non fa senzaltro piacere.
    Se però consideriamo che il ciclo di vita medio di una console (eccezione fatta per Playstation) è di circa 3-4 anni patacche a parte, considerando gli ottimi giochi già disponibili, ritengo che quei soldi siano comunque ben spesi. In fondo, se pensiamo che il DC è fuori dal '98 e sarà supportato fino al 2002, non vedo perchè dovremmo lamentarci tanto! Altre piattaforme non hanno saputo offrire altrettanti capolavori. Ogni console ha una sua data di scadenza, mi meraviglio -piuttosto- di quelle che sono tutt'oggi in vita grazie -quasi esclusivamente- alla pubblicità, ma poi quando ci penso non mi stupisco più di tanto: in fondo onore al merito del Marketing!
    Infine, traendo spunto dalle parole di Red Storm:
    Sega era (ed è ancora) in una situazione nella quale non poteva più permettersi di avere altre perdite come quelle subite negli ultimi 5 anni, pena il fallimento della società, e questo ha comportato scelte drastiche e molto dolorose (a mio parere anche per Sega stessa).

    faccio una considerazione personale.
    Credo che al di là dei debiti (non dimentichiamoci che dopo la dichialazione ufficiale, Okawa provvide a sanare gran parte, se non l'intero debito della casa di Sonic!), Sega aveva ed ha una forte esigenza di eliminare i pregiudizi del "grande pubblico" in merito al proprio conto. Deve essere stato parecchio umiliante (oltre che non edificante da un punto di vista finanziario) vedersi letteralmente snobbati nonostante il loro gioiellino meritasse molte più "attenzioni". Le ragioni di questo snobismo, bene o male le conosciamo e sono principalmente la scottatura, da parte di tutti, del precedente fallimento (Saturn) e la scarsa pubblicità. Credo che alla Sega lo avessero ben inteso e non potendo indebitarsi ancor di più per pubblicità che forse non avrebbe risolto quasi nulla, hanno pensato che l'unico modo per sfatare il mito Sega = fregatura era quello di entrare nelle case degli scettici dalla "porta di servizio". In questo modo hanno fatto la scelta migliore col minimo rischio: pubblicità da parte dei propri concorrenti e la possibilità di mostare agli scettici/pro-Sony o Nintendo la qualità dei loro prodotti senza che questi dovessero spendere una lira in altre console.
    Penso che Sega riacquisterà la credibibilità che gli spetta e gli utili verranno di conseguenza e non escludo che un domani torni alla ribalta con una nuova console, finalmente sostenuta del grande pubblico....
    Poi chissà, forse rimarrà per sempre una SoftwareHouse, ma la sua rivincita se la sarà comunque presa.
  2.     Mi trovi su: Homepage #3414759
    E' OVVIO che non parlo di retrogaming ADESSO !!!
    Ma siete pazzi? E poi sono io il polemico !!!
    Come si fa a parlare di retrogaming quando la console è ancora in vendita!!!
    Intendevo dire che a me piace un mondo comprare vecchie glorie dei tempi andati e alternare quei giochi a quelli attuali. E che potrei comprare il DC tra qualche anno, magari se convinco qualche amico (che adesso NON vuole disfarsene) a passarmelo a buon prezzo.
    Vabbè lo ammetto forse non ero stato molto chiaro. :)
    (Adesso sto risparmiando l' impossibile per i giochi PS2 del secondo semestre di quest' anno e per il Cubo, il cui acquisto è quasi sicuro)
    Tutto qui. Mi spiace mi abbiate frainteso. :)
    Quasi un ex. videogamer
  3. Demotivato dal troppo entusiasmo  
        Mi trovi su: Homepage #3414764
    martufello ha scritto:
    Poi chissà, forse rimarrà per sempre una SoftwareHouse, ma la sua rivincita se la sarà comunque presa.
    D'accordo quasi su tutto, di certo condivido la parte relativa al fallimento commerciale del DC (dovuto in gran parte ad altri fallimenti, poi una cosa tira l'altra e così via) però non ci andrei troppo sull'ottimistico riguardo alla nuova strategia di Sega, non dimentichiamo che ci sono concorrenti come EA, Namco, Konami, Capcom, la stessa Sony che godono di una reputazione (presso la massa) di sicuro superiore: capolavori come Sonic Adventure hanno sicuramente grande presa nella nicchia di appassioanti, ma quanto possono influenzare gli acquisti del pubblico di massa? La strada è imho ancora in salita, poi si vedrà.
  4.     Mi trovi su: Homepage #3414765
    martufello ha scritto:
    hanno pensato che l'unico modo per sfatare il mito Sega = fregatura era quello di entrare nelle case degli scettici dalla "porta di servizio"
    Il problema è che la repentina uscita di produzione del DC non può che aver convinto ancora di più chi pensava a Sega = fregatura.
    Quindi, come dice giustamente AleZ, il futuro per Sega rimane ancora piuttosto nebuloso.
    ** Hardcore Gamer since 1981 **
  5.     Mi trovi su: Homepage #3414766
    martufello ha scritto:
    Secondo me tutta la faccenda dello stop alla produzione del DC non va vista come una presa di fondelli verso nessuno.
    E' stata una puttanata invece. E non solo per chi il DC ce l' ha già, ma anche per chi, come me, alletato dal buon prezzo e dai tanti bei giochi se la stava per comprare!!!
    Ovviamente l' idea è subito saltata per ovvi motivi: morto l' hardware muore anche il software e infatti vengono disdettati continuamentre giochi in uscita per DC.
    Pazienza, sarà per un' altra volta.

    Se la SEGA tornerà sarà un bene per tutti noi vgers ovviamente, più concorrenza = più qualità e varietà. Il monopolio e l' appiattimento sono la morte di ogni sistema, economico come biologico.

    Bye
    Quasi un ex. videogamer
  6.     Mi trovi su: Homepage #3414767
    Red Storm ha scritto:
    Il problema è che la repentina uscita di produzione del DC non può che aver convinto ancora di più chi pensava a Sega = fregatura.
    Quindi, come dice giustamente AleZ, il futuro per Sega rimane ancora piuttosto nebuloso.
    Che il futuro di Sega rimanga nebuloso daccordo, altrimenti non si parlerebbe di futuro! :)
    Sul fatto che poi, la repentina uscita di produzione del DC non può che aver convinto ancora di più chi pensava a Sega = fregatura, non sono totalmente daccordo.
    Certo qualcuno si sarà pure sentito preso per il culo, ma come ha fatto notare Martufello, considerati il ciclo di vita della console, i giochi usciti fino ad ora e il supporto fino a marzo 2002, ma soprattutto considerato il rapporto qualità/prezzo del tutto, non credo che i vari acquirenti si possano lamentare.
    Inoltre è curioso notare come dopo tutto il casino fatto sulla notizia bomba e successive speculazioni pessimistiche, la console abbia venduto più che bene (e lo credo, a quel prezzo!)
  7. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #3414768
    sifo lockaz ha scritto:
    Red Storm ha scritto:
    Il problema è che la repentina uscita di produzione del DC non può che aver convinto ancora di più chi pensava a Sega = fregatura.
    Quindi, come dice giustamente AleZ, il futuro per Sega rimane ancora piuttosto nebuloso.
    Che il futuro di Sega rimanga nebuloso daccordo, altrimenti non si parlerebbe di futuro! :)
    Sul fatto che poi, la repentina uscita di produzione del DC non può che aver convinto ancora di più chi pensava a Sega = fregatura, non sono totalmente daccordo.
    Certo qualcuno si sarà pure sentito preso per il culo, ma come ha fatto notare Martufello, considerati il ciclo di vita della console, i giochi usciti fino ad ora e il supporto fino a marzo 2002, ma soprattutto considerato il rapporto qualità/prezzo del tutto, non credo che i vari acquirenti si possano lamentare.
    Inoltre è curioso notare come dopo tutto il casino fatto sulla notizia bomba e successive speculazioni pessimistiche, la console abbia venduto più che bene (e lo credo, a quel prezzo!)
    Nel '99 c'era ancora gente che spendeva 229K per un Snintendo morto da ormai 4 anni,c'e' gente che questo natale ha speso 250k per una ps1.
    Non penso ci si possa lamentare del DC.
    fidati di uno che le ha provate tutte, amica chips è la migliore.
  8. Demotivato dal troppo entusiasmo  
        Mi trovi su: Homepage #3414769
    sifo lockaz ha scritto:
    Inoltre è curioso notare come dopo tutto il casino fatto sulla notizia bomba e successive speculazioni pessimistiche, la console abbia venduto più che bene (e lo credo, a quel prezzo!)
    Vendite per cui Sega non becca nemmeno una Lira, anzi ci perde. Come già successe per il Saturn, la svendita improvvisa di hardware è stata decisa solo per annullare le spese di mantenimento dei magazzini, altra legnata sui conti in rosso della casa di Sonic. Le ottime vendite del DC sono quindi un dato "positivo" solo in quest'ottica: renderanno meno doloroso il passaggio della società a software-only.

  Considerazioni su Sega

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina