1.     Mi trovi su: Homepage #3420474
    Non è un discorso da nostalgico, badate, ma una riflessione nata da un discorso fatto con Zave... Non trovate che rispetta agli '80 gli sviluppatori abbiano guadagnato ENORMEMENTE in professionalità, ma perso in quella che è la base dei videogiochi, passione e divertimento? E' una cosa ovvia e inevitabile, ma... è cmq un peccato!

    [Modificato da atchoo il 14/6/2001 12:37]
  2. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #3420476
    Sono assolutamente d'accordo con te.
    Parte degli utenti,e granparte di chi videogioca per lavoro,dai redattori delle riviste a chi crea i giochi,ha sicuramente perso granparte della passione che li ha spinti a intraprendere tale lavoro.
    Come dicevo questo e' un problema anche di molti utenti,che ormai giocano piu' per abitudine che altro,e lo si vede quando accolgono un titolo meritevole con freddezza e senza quell'entusiasmo che sarebbe lecito aspettarsi.
    Questo problema lo vedo sopratutto in chi deve giudicare i giochi.
    Faccio un esempio:Consolemania in un articolo di qualche anno fa aveva ammesso che l'entusiasmo dei suoi redattori andava scemando con il tempo,e per questo accoglievano determinati titoli con poco interesse.
    Questa era la risposta a una lettera che un lettore aveva mandato perche' infastidito dalla superficialita' di alcune recensioni.
    fidati di uno che le ha provate tutte, amica chips è la migliore.
  3.     Mi trovi su: Homepage #3420479
    Già è normale, come è anche normale che i gusti cambiano...
    Una volta mi appassionavo a determinati generi e ne detestavo altri... oggi magari mi appassiono a quelli che un tempo detestavo, mentre quelli che amavo non mi dicono più niente...

    Parte di colpa va anche a quella grande fetta di "videogiocatori" che non hanno nemmeno la gioia di comprare un gioco coi loro sudati risparmi, leggerne preview e recensioni, aspettarne l'uscita, sfasciare la confezione, semplicemente perchè tornano dal piratone con la pila di almeno 10CD alla volta...

    Questo succedeva già ai tempi del C64 e dell'Amiga, e anche io un po ne facevo parte. (anche perchè ai tempi del C64 di giochi originali in italia nemmeno se ne conosceva l'esistenza...)
  4.     Mi trovi su: Homepage #3420485
    che dire... forse siamo noi della vecchia generazione che viviamo di piu il cambiamento di questo mondo dei VG... noi facciamo i confronti ed il tutto ci sembra esser variato...saro malinconico in quello che dico ma è vero che molte cose oggi non hanno piu il sapore di una volta... Sony ha massificato tutto il settore e questo è divenuto solo uno sporco affare...

  C'e' ancora passione nei vg?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina