1.     Mi trovi su: Homepage #3427525
    Ultimamente,leggendo alcuni post di risposta ad altri post un pò troppo..."invasati" riguardo a loghi,marchi o case particolari,mi è venuto da chiedermi se abbia più senso la frase di chi(A) sostiene che:"Non importa la macchina,importa il gioco in sè" o la frase di chi(B)afferma,peccando talvolta in entusiasmi eccessivamente beceri ed infantili,di essere "attaccato" ad un marchio,logo o casa particolare.Infatti,a mio avviso,è ovvio che la console,considerata in sè e per sè,non ha una valenza intrinseca sufficiente,se non quella di rappresentare lo strumento,il mezzo tecnologico per poter esprimere il contenuto di un supporto esterno ad essa connesso,e solo unitamente creano il divertimento;ma è pur vero che quegli stessi supporti(leggi cd,cartucce,dvd...)non possono essere a loro volta considerati "a prescindere" dalle console su cui vengono utilizzati,essendo,spesse volte,studiati e sviluppati appositamente per quelle determinate console.Mi riferisco in particolare alle cosidette "esclusive",giochi che rappresentano il "quid" differenziale di una console rispetto a un'altra(Mario o Zelda, tanto per citare gli esempi più famosi),e che hanno il potere classico della Killer Application per una determinata console,e di ingenerare quel particolare "attaccamento alla maglia" che un videogiocatore finisce col provare verso una marca/casa rispetto ad un'altra.Non è dunque del tutto corretta l'affermazione secondo cui "importa il gioco a prescindere" dalla macchina predisposta al suo utilizzo,in quanto le due entità sono solo complementari,e l'una non è più importante dell'altra:è un pò come se uno dicesse di amare il gioco del calcio in sè,e per questo motivo non ha alcun senso tifare o essere affettivamente vicini ad una squadra particolare invece che a un'altra...Come si vede,una simile interpretazione appare paradossale,oltre che francamente innaturale.Un Saluto A Tutti,DiEsFAsTi
  2.     Mi trovi su: Homepage #3427527
    e' naturale che il giocatore sia attaccato ad una console o ad una casa specifica ma cio non vuol dire che non riasca ad apprezzare il valore di giochi sviluppati su console rivali
    se un gioco e veramente bello e divertente lo e' a prescindere dalla console
    Linkadvans: Nick tu sei l'utente più arrogante e antipatico del Forum!! Mi hai letteralmente rotto le balle! Sono già uscito due volte di casa per andare a cercarmi un lavoro cosa credi eh? Perchè non impari a stare zitto invece
  3. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3427528
    E' vero ci si può "affezionare" ad una console per motivi di gusti. Però credo che chi ami videogiocare debba non aver problemi a passare da una console all'altra a differenza di molti che potendosi permettere una sola console spesso ne scelgono una e ci si attaccano fino alla morte erigendola a "baluardo" contro tutte le console "rivali". Che poi anche il fatto di reputare una console "rivale" non è che mi sembri molto intelligente da parte di chi "ama videogiocare".. IMHO
    Se le console dovessero essere come le squadre di calcio io dovrei avere per tutta la vita solo una cosole Sony o Sega o Nintendo? Ma scherziamo!?! Sai quante belle cose mi perderei? :) ;)
  4.     Mi trovi su: Homepage #3427529
    Il paragone infatti nn era proprio logico al 100%...anche perkè io sono sia un sony fan che un nintendomane,e stimo molto anche la sega(ho un dc)...invece per ms nutro un rancore che mi viene dal cuore...nn so perchè...saranno tutte la volte che si è impallato il pc...o i giochi ms che nn mi sn mai piaciuti,flight simulator...midtown madness...motocross madness....cmq spero davvero che nn li ripropongano x l'x-box...ma a me chemmenefrega mica me la piglio l'x-box......
    Poichè sono un genio
  5.     Mi trovi su: Homepage #3427530
    prima di tutto leggete "una riflessione seria:il videogiocatore e le console del fututo "

    secondo penso che vada un po come uno si sente in un determinato momento ,se vuoi sperimentare sicuramente non te ne frega nulla della console,se vuoi giocare a cose che ti hanno sempre appassionato allora vai dove ti diverti di piu'.
    io ho provato tutte le console esistenti e mi sono divertito sempre molto con i vari giochi nintendo.

    quindi penso proprio di comprare una GBA visto che ritengo alcuni giochi nintendo + giocabili del resto. tutto qui!!!
  6.     Mi trovi su: Homepage #3427531
    giacuz ha scritto:
    Ritengo il paragone del calcio molto appropriato.
    Ergo è più che lecito "amare" o essere attaccati a qualsivoglia console, ma ciò non giustifica affatto il comportamento da ultrà minus habens.
    Per me invece il paragone con il calcio non calza per niente.
    Dico questo perchè nel calcio ognuno ha una squadra del cuore per cui tifare tutta la vita, le console, invece, sono solo degli oggetti di consumo facilmente rimpiazzabili.
    Mi spiego: io ho un DC, ma per diventare un utente PS2 non devo fare molta fatica, basta scendere al negozio sotto casa e sborsare 800 carte....
    ** Hardcore Gamer since 1981 **
  7.     Mi trovi su: Homepage #3427532
    Red Storm ha scritto:
    giacuz ha scritto:
    Ritengo il paragone del calcio molto appropriato.
    Ergo è più che lecito "amare" o essere attaccati a qualsivoglia console, ma ciò non giustifica affatto il comportamento da ultrà minus habens.
    Per me invece il paragone con il calcio non calza per niente.
    Dico questo perchè nel calcio ognuno ha una squadra del cuore per cui tifare tutta la vita, le console, invece, sono solo degli oggetti di consumo facilmente rimpiazzabili.
    Mi spiego: io ho un DC, ma per diventare un utente PS2 non devo fare molta fatica, basta scendere al negozio sotto casa e sborsare 800 carte....
    Non lo condivido nemmeno io il paragone: tifare per una marca è follia pura, perché si rischia di fossilizzarsi e di perdere obbiettività di giudizio e di rimetterci: noi siamo utenti, o se preferite il pur brutto termine "consumatori" che dobbiamo scegliere tra chi ci offre il prodotto migliore, quello teconologiacamente migliore o semplicemente quello che meglio si adatta alle nostre richieste.
    Alcuni preferiscono che so poter navigare in internet, altri avere un lettore DVD., etc.

    Un discorso a parte va invece fatto per quelle persone che apprezzano una certa marca di console perché AMANO i giochi che quella casa produce e che gireranno SOLO su quella console. Qui niente da dire.
    Ecco quindi i SEGAfan, i NINTENDOfan e se Sony continuerà nella strada di comprare softhouse, i SONYfan e in futuro i M$fan, questi ultimi due NON nel senso di chi stima le loro console, ma chi di vuol giocare a tutti i costi alla serie GT, o ad ABE, etc.

    Apprezzare la propria console e sperare che venga ben supportata invece è più che legittimo ed è bello leggere post di videogiocatori che si divertono da matti con le loro console lodandole a dismisura, quali che esse siano.
    Quasi un ex. videogamer
  8.     Mi trovi su: Homepage #3427533
    A. Skywalker ha scritto:
    Red Storm ha scritto:
    giacuz ha scritto:
    Ritengo il paragone del calcio molto appropriato.
    Ergo è più che lecito "amare" o essere attaccati a qualsivoglia console, ma ciò non giustifica affatto il comportamento da ultrà minus habens.
    Per me invece il paragone con il calcio non calza per niente.
    Dico questo perchè nel calcio ognuno ha una squadra del cuore per cui tifare tutta la vita, le console, invece, sono solo degli oggetti di consumo facilmente rimpiazzabili.
    Mi spiego: io ho un DC, ma per diventare un utente PS2 non devo fare molta fatica, basta scendere al negozio sotto casa e sborsare 800 carte....
    Non lo condivido nemmeno io il paragone: tifare per una marca è follia pura, perché si rischia di fossilizzarsi e di perdere obbiettività di giudizio e di rimetterci: noi siamo utenti, o se preferite il pur brutto termine "consumatori" che dobbiamo scegliere tra chi ci offre il prodotto migliore, quello teconologiacamente migliore o semplicemente quello che meglio si adatta alle nostre richieste.
    Alcuni preferiscono che so poter navigare in internet, altri avere un lettore DVD., etc.

    Un discorso a parte va invece fatto per quelle persone che apprezzano una certa marca di console perché AMANO i giochi che quella casa produce e che gireranno SOLO su quella console. Qui niente da dire.
    Ecco quindi i SEGAfan, i NINTENDOfan e se Sony continuerà nella strada di comprare softhouse, i SONYfan e in futuro i M$fan, questi ultimi due NON nel senso di chi stima le loro console, ma chi di vuol giocare a tutti i costi alla serie GT, o ad ABE, etc.

    Apprezzare la propria console e sperare che venga ben supportata invece è più che legittimo ed è bello leggere post di videogiocatori che si divertono da matti con le loro console lodandole a dismisura, quali che esse siano.
    Caro Red,attraverso il paragone con il mondo del pallone io intendevo riferirmi a un essere tifoso "normale",esattamente come la seconda categoria di videogiocatori che tu hai descritto:intesa cioè nel senso di persone che provano un'antica e autentica passione nei riguardi della propria divisa preferita,quasi un "senso d'appartenenza",ma che per questo non disprezzano o disconoscono i valori delle altre...Infatti,come avete tutti giustamente ricordato,se si eccedono i limiti del buon senso,non si può diventare altro che ultrà dei videogiochi,scioccamente dediti agli atteggiamenti beceri e infantili di cui avevo parlato nel mio post iniziale...Un Saluto A Tutti,DiEsFAsTi
  9. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #3427534
    DIES FASTI ha scritto:
    A. Skywalker ha scritto:
    Red Storm ha scritto:
    giacuz ha scritto:
    Ritengo il paragone del calcio molto appropriato.
    Ergo è più che lecito "amare" o essere attaccati a qualsivoglia console, ma ciò non giustifica affatto il comportamento da ultrà minus habens.
    Per me invece il paragone con il calcio non calza per niente.
    Dico questo perchè nel calcio ognuno ha una squadra del cuore per cui tifare tutta la vita, le console, invece, sono solo degli oggetti di consumo facilmente rimpiazzabili.
    Mi spiego: io ho un DC, ma per diventare un utente PS2 non devo fare molta fatica, basta scendere al negozio sotto casa e sborsare 800 carte....
    Non lo condivido nemmeno io il paragone: tifare per una marca è follia pura, perché si rischia di fossilizzarsi e di perdere obbiettività di giudizio e di rimetterci: noi siamo utenti, o se preferite il pur brutto termine "consumatori" che dobbiamo scegliere tra chi ci offre il prodotto migliore, quello teconologiacamente migliore o semplicemente quello che meglio si adatta alle nostre richieste.
    Alcuni preferiscono che so poter navigare in internet, altri avere un lettore DVD., etc.

    Un discorso a parte va invece fatto per quelle persone che apprezzano una certa marca di console perché AMANO i giochi che quella casa produce e che gireranno SOLO su quella console. Qui niente da dire.
    Ecco quindi i SEGAfan, i NINTENDOfan e se Sony continuerà nella strada di comprare softhouse, i SONYfan e in futuro i M$fan, questi ultimi due NON nel senso di chi stima le loro console, ma chi di vuol giocare a tutti i costi alla serie GT, o ad ABE, etc.

    Apprezzare la propria console e sperare che venga ben supportata invece è più che legittimo ed è bello leggere post di videogiocatori che si divertono da matti con le loro console lodandole a dismisura, quali che esse siano.
    Caro Red,attraverso il paragone con il mondo del pallone io intendevo riferirmi a un essere tifoso "normale",esattamente come la seconda categoria di videogiocatori che tu hai descritto:intesa cioè nel senso di persone che provano un'antica e autentica passione nei riguardi della propria divisa preferita,quasi un "senso d'appartenenza",ma che per questo non disprezzano o disconoscono i valori delle altre...Infatti,come avete tutti giustamente ricordato,se si eccedono i limiti del buon senso,non si può diventare altro che ultrà dei videogiochi,scioccamente dediti agli atteggiamenti beceri e infantili di cui avevo parlato nel mio post iniziale...Un Saluto A Tutti,DiEsFAsTi
    Infatti se il buon Red avesse letto il mio post con un po' di attenzione -non ci vuole poi molto, è pure corto- avrebbe capito il senso della mia riflessione, partita dalle considerazioni di DIES FASTI.

    Ti consiglio di leggerlo con più scrupolo e di rispondere adeguatamente.
    Giacomo

    "God is empty, just like me..."

  Videogiochi e console:concetti separati?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina