1.     Mi trovi su: Homepage #3470762
    Dal Corriere on line:

    BOLZANO - Volevano soldi. Tanti soldi. Così due giovani cugini altoatesini hanno pensato di organizzare una truffa ai danni delle assicurazioni: uno dei due ha tagliato una gamba all'altro con una motosega cercando di simulare in questo modo l'esito drammatico di un'aggressione. Ma quel piano, così assurdo e cruento, alla fine è costato la vita al finto aggredito, Andreas Plack, 23 anni.

    ACCUSA DI OMICIDIO - Andreas è morto dissanguato prima che arrivassero i soccorsi in un frutteto vicino la supestrada Bolzano-Merano. Con l'accusa di omicidio e tentata truffa aggravata è stato arrestato suo cugino Christian Kleon, 29 anni di Lana, assicuratore. I due si erano messi d'accordo: Plack si era assicurato con un paio di società con coperture per circa un miliardo di lire in caso di infortunio con invalidità permanente.

    LA VITTIMA - Andreas era un ex buttafuori di sale da ballo e faceva il sorvegliante antitaccheggio in un grande magazzino di Bolzano. Avrebbe voluto però diventare investigatore privato, come aveva già tentato invano di fare. Assicuratore occasionale con qualche nozione di medicina per aver collaborato anche con la Croce bianca, nella sua breve drammatica vita Andreas Plack - che conviveva a Merano con una cugina di primo grado - aveva avuto mille lavori.

    IL PROGETTO - Il piano folle era maturato già qualche mese fa. Andreal e Christian acquistarono insieme la motosega a catena che avrebbe dovuto consentire ai due di avere i soldi che tanto sognavano. Plack doveva fingere una violenta aggressione, magari a causa del suo lavoro investigativo, facendosi tagliare quasi di netto dal cugino la gamba sinistra. Plack era convinto che le sue conoscenze di medicina erano tali da consentirgli di bloccare l'emorragia e chiamare in tempo i soccorsi.

    LA DINAMICA - Martedì sera si è svolto tutto come progettato. I due sono andati nel frutteto: Christian Kleon ha segato la gamba del cugino con la motosega a catena e poi se n'è andato come avevano concordato, portandosi dietro l'«arma» e buttadola nell'Adige. Ma la ferita, recidendo l'arteria e la vena tibiale, ha subito privato di forze la «vittima». Andreas Plack è riuscito solo, con il proprio cellulare, a chiamare il 113 la cui sala operativa ha però registrato solo un lungo rantolo. Il giovane - hanno detto oggi in una conferenza stampa il Procuratore della Repubblica Cuno Tarfusser, il pm Guido Rispoli e il col. dei CC Giovanni Antolini - è morto in pochi minuti. Quando è stato trovato si è pensato a un omicidio. Col passare delle ore, invece, è venuta a galla una verità incredibile. Christian Kleon, che ha confessato e raccontatato l'incredibile vicenda, è ora in carcere a Bolzano, indagato per omicidio e tentata truffa aggravata.


    Ma si può?!? Allucinante

    This is The Game
  2.     Mi trovi su: Homepage #3470763
    Acamantor ha scritto:
    Dal Corriere on line:

    BOLZANO - Volevano soldi. Tanti soldi. Così due giovani cugini altoatesini hanno pensato di organizzare una truffa ai danni delle assicurazioni: uno dei due ha tagliato una gamba all'altro con una motosega cercando di simulare in questo modo l'esito drammatico di un'aggressione. Ma quel piano, così assurdo e cruento, alla fine è costato la vita al finto aggredito, Andreas Plack, 23 anni.

    ACCUSA DI OMICIDIO - Andreas è morto dissanguato prima che arrivassero i soccorsi in un frutteto vicino la supestrada Bolzano-Merano. Con l'accusa di omicidio e tentata truffa aggravata è stato arrestato suo cugino Christian Kleon, 29 anni di Lana, assicuratore. I due si erano messi d'accordo: Plack si era assicurato con un paio di società con coperture per circa un miliardo di lire in caso di infortunio con invalidità permanente.

    LA VITTIMA - Andreas era un ex buttafuori di sale da ballo e faceva il sorvegliante antitaccheggio in un grande magazzino di Bolzano. Avrebbe voluto però diventare investigatore privato, come aveva già tentato invano di fare. Assicuratore occasionale con qualche nozione di medicina per aver collaborato anche con la Croce bianca, nella sua breve drammatica vita Andreas Plack - che conviveva a Merano con una cugina di primo grado - aveva avuto mille lavori.

    IL PROGETTO - Il piano folle era maturato già qualche mese fa. Andreal e Christian acquistarono insieme la motosega a catena che avrebbe dovuto consentire ai due di avere i soldi che tanto sognavano. Plack doveva fingere una violenta aggressione, magari a causa del suo lavoro investigativo, facendosi tagliare quasi di netto dal cugino la gamba sinistra. Plack era convinto che le sue conoscenze di medicina erano tali da consentirgli di bloccare l'emorragia e chiamare in tempo i soccorsi.

    LA DINAMICA - Martedì sera si è svolto tutto come progettato. I due sono andati nel frutteto: Christian Kleon ha segato la gamba del cugino con la motosega a catena e poi se n'è andato come avevano concordato, portandosi dietro l'«arma» e buttadola nell'Adige. Ma la ferita, recidendo l'arteria e la vena tibiale, ha subito privato di forze la «vittima». Andreas Plack è riuscito solo, con il proprio cellulare, a chiamare il 113 la cui sala operativa ha però registrato solo un lungo rantolo. Il giovane - hanno detto oggi in una conferenza stampa il Procuratore della Repubblica Cuno Tarfusser, il pm Guido Rispoli e il col. dei CC Giovanni Antolini - è morto in pochi minuti. Quando è stato trovato si è pensato a un omicidio. Col passare delle ore, invece, è venuta a galla una verità incredibile. Christian Kleon, che ha confessato e raccontatato l'incredibile vicenda, è ora in carcere a Bolzano, indagato per omicidio e tentata truffa aggravata.


    Ma si può?!? Allucinante

    This is The Game
    Con una notizia del genere non so se ridere o piangere.
    IL tutto ricorda i film più stupidi che ci sono in giro, ma è di un agghiacciante spaventoso.
    Come può una persona arrivare al punto di mozzarsi una gamba per 1 miliardo?
    IL DENARO......
    può comprare un orologio
    ma non il tempo....

    AC:Name:"lugeta" City:"nabu"
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3470769
    KatanaKgb ha scritto:
    assurdo, c'e poco da dire: a s s u r d o
    cosa pensare? ma non era meglio prima quando per essere felici bastava cibarsi e preocreare ??? i soldi fanno la felicità? che tristezza :(
    Topolino è contento perchè si fa le Tope... Paperino è contento perchè si fa le Papere.........PIPPO non è contento...
  4. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #3470770
    Lamaddonna!Veramente roba da pazzi.
    E pensare che reati del genere sono pure previsti non dev'essere la prima volta!Ho da poco dato diritto Penale e fra i delitti vari compare appunto "mutilazione fraudolenta" appunto per truffare assicurazioni e similia. Diciamo che la complicazione è stata la giusta punizione per i folli crucchi del sud.
    Oh so fuckin' free

    Italian Soul Calibur Community!!![/big]
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3470772
    MaxxLegend ha scritto:
    Questa te la potevi anche risparmiare..

    Brr...
    Ora che ci penso era un pochino fuori luogo... Però é troppo vera....
    A questo mondo ciò che conta é... LOVE & PEACE!!!!

    "The clash of honour call, I will stand when others fall... Open magic doors... THEY WILL KNOW THE POWER OF MY SWORD!!!"

    <------Tenuta 1400, Volterra. Ruppi una spada e rischiai di ferire il pu
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3470773
    linkadvance ha scritto:
    Che brutta storia!!
    :'(:'(:'(:'(:'(...
    Non mi pare il caso di piangere pe così poco... E per la guerra non dici niente?
    A questo mondo ciò che conta é... LOVE & PEACE!!!!

    "The clash of honour call, I will stand when others fall... Open magic doors... THEY WILL KNOW THE POWER OF MY SWORD!!!"

    <------Tenuta 1400, Volterra. Ruppi una spada e rischiai di ferire il pu

  Silent Hill II a questo gli fa una pippa!!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina