1.     Mi trovi su: Homepage #3471982
    Il paracadute
    Scuola militare di paracadutismo. E' il giorno del primo lancio per le reclute. L'aereo si porta in quota e il tenente esorta gli allievi: - Allora ragazzi... è giunta finalmente l'ora del vostro primo lancio dopo tanta teoria e dopo tante esercitazioni a terra! Ci troviamo a quota 10.000 metri... preparatevi al lancio! Dal fondo dell'aereo si ode una vocina in falsetto: - Ma non è troppo alto? Il tenente ci pensa su e fa: - Effettivamente 10.000 metri per il primo lancio sono un po' troppi. Pilota... scendi a quota 7.000 metri! Scesi a 7.000 metri: - Forza ragazzi... preparatevi al lancio, non abbiate paura! Siamo a quota 7.000 metri! Sempre la solita vocina dal fondo: - Ma non è troppo alto? Il tenente riflette alcuni secondi sulla domanda: - Avete ragione... forse è ancora troppo! Pilota... scendi a 5.000 metri. Giunti a 5.000 metri il tenente esorta i suoi uomini: - Questa volta niente storie! Siamo solo a 5.000 metri! Prepararsi al lancio! La stessa vocina: - Ma non è troppo alto? Il tenente si sta per incazzare sul serio, poi però dopo uno scambio di sguardi con il sergente fa: - E va bene... pilota... abbassati a 2.500 metri! Ma non scendere oltre! Quando l'altimetro segna 2.500 metri il tenente tuona: - Siamo a 2.500 metri! Indossate e controllate il paracadute e lanciatevi! E' un'ordine! La vocina: - Aaaaahhh... ma col paracadute!!!
  2.     Mi trovi su: Homepage #3471983
    Il naufragio tutto fare
    Un giovane durante una crociera naufraga su di un'isola deserta. Nessun abitante e per cibo solo banane e noci di cocco. Dopo alcuni mesi, mentre e' disteso sulla spiaggia, stanco e disperato, vede avvicinarsi una canoa con a bordo una donna bellissima e sensuale. Incredulo il ragazzo le chiede da dove arrivi e come abbia fatto ad arrivare fino a li'. "Vengo da un'isola vicina dove sono naufragata alcuni mesi fa". "Sei stata veramente fortunata a trovare una barca" le dice il ragazzo. E la donna: "Oh questa? L'ho fatta con materiali che ho trovato sull'isola: i remi sono i rami dell'albero della gomma, ho intrecciato la parte inferiore con i rami delle palme, ed i lati e la chiglia li ho fatti da un albero di eucalipto". "Ma e' impossibile" balbetta lui "non avevi attrezzi a disposizione". "Oh, quello non era un problema. Sull'isola ho trovato uno strato di roccia ricco di ferro. Ho scoperto che dandogli fuoco e portandolo ad una certa temperatura, si trasforma in duttile ferro forgiabile. Ho usato quello per costruire gli attrezzi, e gli attrezzi per procurarmi il materiale per la barca". Il ragazzo e' sbalordito. "Remiamo fino al mio posto" dice la donna. Cosi', dopo pochi minuti, attraccano ad un piccolo molo, e, con fare da marinaio esperto, la donna lega la barca con una corda di canapa intrecciata, mentre il ragazzo a momenti non cade in acqua dallo stupore. Infatti, oltre al molo, di fronte a lui c'e' un sentiero in pietra che porta ad un delizioso bungalow dipinto in blu e bianco. Una volta entrati, la donna dice con malizia: "Non e' molto, ma io la chiamo casa. Perche' non ci sediamo e prendiamo un drink?". "Oh no, grazie -risponde stizzito- non ne posso assolutamente piu' di altro latte di cocco". "Ma non e' cocco. Ho un alambicco con cui preparo dei liquori! Cosa ne dici di una pina-colada?". Provando a nascondere il sempre maggiore stupore ed imbarazzo, l'uomo accetta di buon grado. Quindi iniziano a parlare, ed una volta che si sono raccontati le loro storie la donna annuncia provocante: "Vado a mettermi qualcosa di piu' comodo. Perche' non vai di la' a farti una doccia ed a raderti? C'e' un rasoio nell'armadietto". Senza fare altre domande, l'uomo si reca nel bagno, dove oltre ad una doccia, trova anche il rasoio, fatto con un manico in osso e un pettine artigianale ma funzionante. "Questa donna e' incredibile, meravigliosa. Chissa' quale sara' la prossima sorpresa!". Quando ritorna, la donna e' stesa sul letto, praticamente nuda e coperta solo di fiori profumati. Lei lo invita a sederle accanto: "Dimmi, siamo stati qui in isole deserte per molto tempo. Tu sei stato solo, io sono stata sola. Sono sicura che c'e' qualcosa che vorresti fare adesso, e che non hai potuto fare per tutti questi mesi. Adesso puoi..." ed una luce brilla nei suoi occhi. Il ragazzo non puo' credere a quello che sta sentendo. Il suo cuore incomincia a battere forte, si sente veramente fortunato: "Vuoi... vuoi dire che... dopo tutto questo tempo... vuoi dire che posso realmente... controllare la mia e-mail da qui ???"
  3.     Mi trovi su: Homepage #3471984
    pandalo ha scritto:
    Il paracadute
    Scuola militare di paracadutismo. E' il giorno del primo lancio per le reclute. L'aereo si porta in quota e il tenente esorta gli allievi: - Allora ragazzi... è giunta finalmente l'ora del vostro primo lancio dopo tanta teoria e dopo tante esercitazioni a terra! Ci troviamo a quota 10.000 metri... preparatevi al lancio! Dal fondo dell'aereo si ode una vocina in falsetto: - Ma non è troppo alto? Il tenente ci pensa su e fa: - Effettivamente 10.000 metri per il primo lancio sono un po' troppi. Pilota... scendi a quota 7.000 metri! Scesi a 7.000 metri: - Forza ragazzi... preparatevi al lancio, non abbiate paura! Siamo a quota 7.000 metri! Sempre la solita vocina dal fondo: - Ma non è troppo alto? Il tenente riflette alcuni secondi sulla domanda: - Avete ragione... forse è ancora troppo! Pilota... scendi a 5.000 metri. Giunti a 5.000 metri il tenente esorta i suoi uomini: - Questa volta niente storie! Siamo solo a 5.000 metri! Prepararsi al lancio! La stessa vocina: - Ma non è troppo alto? Il tenente si sta per incazzare sul serio, poi però dopo uno scambio di sguardi con il sergente fa: - E va bene... pilota... abbassati a 2.500 metri! Ma non scendere oltre! Quando l'altimetro segna 2.500 metri il tenente tuona: - Siamo a 2.500 metri! Indossate e controllate il paracadute e lanciatevi! E' un'ordine! La vocina: - Aaaaahhh... ma col paracadute!!!
    AH AH AH AH AH AH AH! Spettacolo!!!
  4.     Mi trovi su: Homepage #3471985
    pandalo ha scritto:
    Il paracadute
    Scuola militare di paracadutismo. E' il giorno del primo lancio per le reclute. L'aereo si porta in quota e il tenente esorta gli allievi: - Allora ragazzi... è giunta finalmente l'ora del vostro primo lancio dopo tanta teoria e dopo tante esercitazioni a terra! Ci troviamo a quota 10.000 metri... preparatevi al lancio! Dal fondo dell'aereo si ode una vocina in falsetto: - Ma non è troppo alto? Il tenente ci pensa su e fa: - Effettivamente 10.000 metri per il primo lancio sono un po' troppi. Pilota... scendi a quota 7.000 metri! Scesi a 7.000 metri: - Forza ragazzi... preparatevi al lancio, non abbiate paura! Siamo a quota 7.000 metri! Sempre la solita vocina dal fondo: - Ma non è troppo alto? Il tenente riflette alcuni secondi sulla domanda: - Avete ragione... forse è ancora troppo! Pilota... scendi a 5.000 metri. Giunti a 5.000 metri il tenente esorta i suoi uomini: - Questa volta niente storie! Siamo solo a 5.000 metri! Prepararsi al lancio! La stessa vocina: - Ma non è troppo alto? Il tenente si sta per incazzare sul serio, poi però dopo uno scambio di sguardi con il sergente fa: - E va bene... pilota... abbassati a 2.500 metri! Ma non scendere oltre! Quando l'altimetro segna 2.500 metri il tenente tuona: - Siamo a 2.500 metri! Indossate e controllate il paracadute e lanciatevi! E' un'ordine! La vocina: - Aaaaahhh... ma col paracadute!!!
    Demenziale ma divertente.
    Quasi un ex. videogamer
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3471987
    pandalo ha scritto:
    Il naufragio tutto fare
    Un giovane durante una crociera naufraga su di un'isola deserta. Nessun abitante e per cibo solo banane e noci di cocco. Dopo alcuni mesi, mentre e' disteso sulla spiaggia, stanco e disperato, vede avvicinarsi una canoa con a bordo una donna bellissima e sensuale. Incredulo il ragazzo le chiede da dove arrivi e come abbia fatto ad arrivare fino a li'. "Vengo da un'isola vicina dove sono naufragata alcuni mesi fa". "Sei stata veramente fortunata a trovare una barca" le dice il ragazzo. E la donna: "Oh questa? L'ho fatta con materiali che ho trovato sull'isola: i remi sono i rami dell'albero della gomma, ho intrecciato la parte inferiore con i rami delle palme, ed i lati e la chiglia li ho fatti da un albero di eucalipto". "Ma e' impossibile" balbetta lui "non avevi attrezzi a disposizione". "Oh, quello non era un problema. Sull'isola ho trovato uno strato di roccia ricco di ferro. Ho scoperto che dandogli fuoco e portandolo ad una certa temperatura, si trasforma in duttile ferro forgiabile. Ho usato quello per costruire gli attrezzi, e gli attrezzi per procurarmi il materiale per la barca". Il ragazzo e' sbalordito. "Remiamo fino al mio posto" dice la donna. Cosi', dopo pochi minuti, attraccano ad un piccolo molo, e, con fare da marinaio esperto, la donna lega la barca con una corda di canapa intrecciata, mentre il ragazzo a momenti non cade in acqua dallo stupore. Infatti, oltre al molo, di fronte a lui c'e' un sentiero in pietra che porta ad un delizioso bungalow dipinto in blu e bianco. Una volta entrati, la donna dice con malizia: "Non e' molto, ma io la chiamo casa. Perche' non ci sediamo e prendiamo un drink?". "Oh no, grazie -risponde stizzito- non ne posso assolutamente piu' di altro latte di cocco". "Ma non e' cocco. Ho un alambicco con cui preparo dei liquori! Cosa ne dici di una pina-colada?". Provando a nascondere il sempre maggiore stupore ed imbarazzo, l'uomo accetta di buon grado. Quindi iniziano a parlare, ed una volta che si sono raccontati le loro storie la donna annuncia provocante: "Vado a mettermi qualcosa di piu' comodo. Perche' non vai di la' a farti una doccia ed a raderti? C'e' un rasoio nell'armadietto". Senza fare altre domande, l'uomo si reca nel bagno, dove oltre ad una doccia, trova anche il rasoio, fatto con un manico in osso e un pettine artigianale ma funzionante. "Questa donna e' incredibile, meravigliosa. Chissa' quale sara' la prossima sorpresa!". Quando ritorna, la donna e' stesa sul letto, praticamente nuda e coperta solo di fiori profumati. Lei lo invita a sederle accanto: "Dimmi, siamo stati qui in isole deserte per molto tempo. Tu sei stato solo, io sono stata sola. Sono sicura che c'e' qualcosa che vorresti fare adesso, e che non hai potuto fare per tutti questi mesi. Adesso puoi..." ed una luce brilla nei suoi occhi. Il ragazzo non puo' credere a quello che sta sentendo. Il suo cuore incomincia a battere forte, si sente veramente fortunato: "Vuoi... vuoi dire che... dopo tutto questo tempo... vuoi dire che posso realmente... controllare la mia e-mail da qui ???"
    Veramente un capolavoro!!!!
    A questo mondo ciò che conta é... LOVE & PEACE!!!!

    "The clash of honour call, I will stand when others fall... Open magic doors... THEY WILL KNOW THE POWER OF MY SWORD!!!"

    <------Tenuta 1400, Volterra. Ruppi una spada e rischiai di ferire il pu
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3471989
    pandalo ha scritto:
    Grazie!
    Ma dove caspio le vai a pescare???
    A questo mondo ciò che conta é... LOVE & PEACE!!!!

    "The clash of honour call, I will stand when others fall... Open magic doors... THEY WILL KNOW THE POWER OF MY SWORD!!!"

    <------Tenuta 1400, Volterra. Ruppi una spada e rischiai di ferire il pu
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3471991
    pandalo ha scritto:
    in acqua
    ...il bello é che anch'io di tanto in tanto vado lì.... comunque ne vale la pena!!!
    A questo mondo ciò che conta é... LOVE & PEACE!!!!

    "The clash of honour call, I will stand when others fall... Open magic doors... THEY WILL KNOW THE POWER OF MY SWORD!!!"

    <------Tenuta 1400, Volterra. Ruppi una spada e rischiai di ferire il pu

  Storielle buffe!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina