1.     Mi trovi su: Homepage #3552153
    che ne pensate d questa news? presa da multiplyer.it
    Alex St. John, CEO di WildTangent, afferma un'interessante sua teoria secondo la quale nè Microsoft nè sony produrranno una console che si installi come successore delle attuali piattaforme in el corso di un dibattito tenuto alla New York Games Conference, St John afferma che Sony avrebbe dichiarato la sua intenzione di non produrre nuove console casalinghe per i prossimi 10 anni e che nè Sony nè Microsoft, interrogate su chi possa guidare lo sviluppo della console di prossima generazione, siano state in grado di offrire una risposta. La ragione principale per cui secondo St. John le due aziende non porteranno sul mercato una generazione di console successiva a quella attuale risiede principalmente nella mancanza di un senso finanziario in prospettiva allo sviluppo del mercato. Non è una novità per nessuno che l'hardware dell'attuale generazione sia infatti venduto in perdita rispetto ai costi per le compagnie. Il business model di Microsoft si sposterà su altri obiettivi in seguito al ritiro di Bill Gates e la successione di Steve Ballmer a capo dell'azienda e considerata la carenza di profitto delle console non esiste ragione per ripetere un insuccesso. Il tutto secondo St. John, naturalmente, che pone tuttavia interessanti punti di discussione.
     qualcosa di vero ci potrebbe essere
    PSN:Vero85
    è solo questione di intendersi, di terminologia. Lei dice “padroni” e io “datori di lavoro”, lei dice “sfruttatori” e io dico “benestanti”, lei dice “morti di fame” e io “classe meno abbiente”. Ma per il resto, la penso esattamente come lei.
  2. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #3552204
    sigfrido ha scritto:
    che ne pensate d questa news? presa da multiplyer.it
    Alex St. John, CEO di WildTangent, afferma un'interessante sua teoria secondo la quale nè Microsoft nè sony produrranno una console che si installi come successore delle attuali piattaforme in el corso di un dibattito tenuto alla New York Games Conference, St John afferma che Sony avrebbe dichiarato la sua intenzione di non produrre nuove console casalinghe per i prossimi 10 anni e che nè Sony nè Microsoft, interrogate su chi possa guidare lo sviluppo della console di prossima generazione, siano state in grado di offrire una risposta. La ragione principale per cui secondo St. John le due aziende non porteranno sul mercato una generazione di console successiva a quella attuale risiede principalmente nella mancanza di un senso finanziario in prospettiva allo sviluppo del mercato. Non è una novità per nessuno che l'hardware dell'attuale generazione sia infatti venduto in perdita rispetto ai costi per le compagnie. Il business model di Microsoft si sposterà su altri obiettivi in seguito al ritiro di Bill Gates e la successione di Steve Ballmer a capo dell'azienda e considerata la carenza di profitto delle console non esiste ragione per ripetere un insuccesso. Il tutto secondo St. John, naturalmente, che pone tuttavia interessanti punti di discussione.
     qualcosa di vero ci potrebbe essere
      
    St. John? Un santo?

    Che poi:
    1) che siano in perdita lo dice lui. Nintendo non c'ha mai perso, MS è un annetto buono che è in positivo (sulla singola console) l'unico dubbio ce l'ho con Sony.
    2) Ma poi lui crede che un produttore hardware guadagni solo dalle singole console vendute? I guadagni da Xbox Live non li conta? Periferiche come pad, volanti, memory card o hdd, cavi, cavetti e cavettini, cuffie, wifi, skin, royalties, guadagni dei giochi first party...
    3) i risvolti collaterali che per Sony si sono chiamati Blu-Ray e per Microsoft ambiente di sviluppo e collateralismo con Direct X e quindi Windows.


    Secondo le teorie di quest'uomo non dovrebbero più esserci squadre di calcio allora?

  Microsoft e Sony non faranno altre console?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina