1. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #3555397
    Dopo ventisei edizioni durante le quali ModCon è passata dallo status di incontro di giocatori a convention di importanza nazionale, il 2008 è stato l'anno della cosiddetta "svolta": ModCon diventa Play: Il Festival del Gioco. Noi siamo andati ad assistere a questa trasformazione, partecipando ad entrambi i giorni pubblici della fiera e tornando con un ricco bottino di notizie, impressioni e altro ancora. ADDIO MODCON, BENVENUTA PLAY! Innanzitutto, dai locali ...
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.
  2. sommersa  
        Mi trovi su: Homepage #3555465
    Ne approfitto per dire un po' la mia nella veste di giocatrice e di bestia da Con.

    Un po' mi ha fatto male. Per chi conosce bene Modcon e la polisportiva Sacca, sicuramente entrare nella fera avrà fatto un effetto quantomeno freddo.
    La modcon è sempre stata, a parte un minimo di organizzazione e commercialità, una grande mega evento di una massa enorme di persone che andavano lì per giocare. A tutto. Card, board, war. Non solo. L'area wargame a me pare che sia quasi del tutto scomparsa. Gli anni precedenti, per gli appassionati del genere, ModCon era una occasione per osservare e presentare scenari autorealizzati da giocatori appassionati ed associazioni. Quest'anno a parte il solito stupendo modellino del fosso di Helm... nulla.
    Era, ModCon, l'occasione in cui ci si sbizzarriva, come organizzazioni, e si poteva portare qualcosa come il MEGATWILIGHTIMPERIUM da millemila ore.
    Era un Con.
    Questa è una fiera.
    E' un'altra cosa.
    ModCon era... era ZOZZA ecco. Non so come spiegare. Ti ci sporcavi col gioco. Qui era tutto precisino, ordinato. Troppo precisino.
    Troppo Ordinato.
    IL che si è ripercosso anche su uno degli eventi Clou della Manifestazione. L'ASTA TOSTA è stata presentata in una sala conferenze molto ampia...anzi TROPPO AMPIA. Più larga che lunga rendeva praticamente impossibile controllare tutte le persone e tutte le mani alzate.
    Forse proprio per la nuova veste, qualcuno avrà pensato che i giocatori squattrinati che di solito affollano i locali per l'evento, quest'anno avessero vinto al superenalotto? Non lo so. Le basi d'asta erano improponibili.
    E il trash? IO VOGLIO IL TRASH! Voglio il gioco di Sailor Moon, e quello di Pocahontas. Io all'asta Tosta ci ho comprato a 20 euro (perchi i bastardi si erano impuntati per vedere dove arrivavo pur di prenderlo) INKOGNITO. Un MUST.
    Niente. Triste. Seria. Scontata. MAlgrado Orso. Che voglio dire ORSO e' ORSO, ma questo è stato troppo anche per lui. Mancava la naturalezza, e la caciara, e il disordine degli anni passati. Credo sia mancato a molti.

    Per molti poi la Con era una occasione per tornare un po' ragazzini. Le nottate a giocare, per chi normalmente lavora tutta una settimana ed ha impegni di casa, famiglia eccetera, era qualcosa che si... aspettava. Che c'era. Perche era MODCON giusto cielo e a MODCON si fa la nottata!
    Mezzanotte sbaraccare? Oè... scherziamo? No... non scherzano.

    Quindi, per carità, se gli organizzatori hanno deciso che questa è la strada che Modena deve prendere per crescere, io non sono NESSUNO per dire che stanno sbagliando, e anzi, come ha scritto Stefano, guardando con occhio critico e superpartes, lo stanno facendo anche piuttosto bene, in maniera netta ma progressiva.

    MA come Giocatrice mi piange un po' il cuore. Perchè si è persa l'unicità e l'originalità di quell'evento. Perchè cose del genere in Italia ci sono ma sono piccole, locali. Modena era LA CON. Era.
    Mi mancherà tantissimo.

    Ciauz
    Non ti ho tradito. Dico sul serio. Ero... rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le cavallette! Non è stata colpa mia! Lo giuro su Dio! [cit.]
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3555632
    Complimenti per l'articolo Stef, molto completo e sintetico quanto serve :)

    Personalmente ammetto che ho avvertito un pò l'ambiente più freddo rispetto alla polisportiva coi suoi prati e alberi, però conoscendo vagamente le cose anche all'interno posso dire che li ModCon proprio non c'entrava più, e in effetti anche senza questi dati basta vedere la gente di quest'anno: li non ci sarebbe entrata manco a gomitate.

    Quindi doveroso, necessario cambio di ambiente, MA devo dire che questo non comportava necessariamente il fatto che l'ambiente fosse un pò spoglio tutto sommato, e che molti dei commerciali fossero adagiati su tavoli invece che stand.
    In realtà è solo una notazione, non voglio criticare questo aspetto perchè il solo passaggio della fiera alla nuova organizzazione, nonchè alla collaborazione con la fiera, ha comportato una mole di lavoro enorme e anche una serie di necessari compromessi con chi, attualmente, è il nuovo padrone della baracca.
    Gli striscioni, i lazzi e i colori avranno tutto il tempo di arrivare ora che la fiera ha dimostrato di avere dei numeri, uno davanti a tutti: 10000.
    Cioè, DIECIMILA INGRESSI, vi rendete conto?? Solo questo a mio avviso risponde a qualunque domanda o critica possibile.

    Il passaggio dalla con alla fiera a mio avviso è stato in effetti molto più graduale da quel che pensavo, forse suggestionato dalle diverse polemiche e dai bollettini di guerra precedenti la fiera. Certo la fiera in se ancora non è entrata del tutto: ci vogliono più mostre, seminari, conferenze, ma anche questo necessita di tempo e di numeri.

    No, direi che non ci sono state guerre, non ci sono stati grossi capri su due zampe, il mondo non è finito e neanche Modena, però indubbiamente come dice Ziska l'area wargames era sottotono, e SOPRATTUTTO ne ha risentito la tradizionale apertura notturna. Anche l'aspetto che più mi preme di Modcon: i live e narrativi del Flying Circus, ne hanno risentito un pò, visto il casino dell'ambiente unico, però per fortuna c'erano i corridoi e sterni e soprattutto le stanze adibite a negozi temporanei che hanno salvato un pò la situazione, certo la sensazione era di recitare in vetrina, ma tant'è, e finalmente c'è una vera area videogiochi. Cmq alla fine l'esperienza Modcon è rimasta, intaccata magari, ma è li, e gli basta spostare il peso da un piede all'altro per rimettersi completamente in piedi, il che non è male per una con che, a fronte del cambio, veniva considerata già "sopra lo scudo"..
    Non sono una persona fidata, perchè ho preso er tram.
    GiocaRoma 2009, 12-13 settembre, polisportiva Tellene.
    Se non ci vieni, Solid Snake piangerà!
  4. Smazzato  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #3560211
    cirunz ha scritto:
    Complimenti per l'articolo Stef, molto completo e sintetico quanto serve :)


    Grassie!

    Personalmente ammetto che ho avvertito un pò l'ambiente più freddo rispetto alla polisportiva coi suoi prati e alberi, però conoscendo vagamente le cose anche all'interno posso dire che li ModCon proprio non c'entrava più, e in effetti anche senza questi dati basta vedere la gente di quest'anno: li non ci sarebbe entrata manco a gomitate.
     

    Vero, stesse mie impressioni.


    Quindi doveroso, necessario cambio di ambiente, MA devo dire che questo non comportava necessariamente il fatto che l'ambiente fosse un pò spoglio tutto sommato, e che molti dei commerciali fossero adagiati su tavoli invece che stand.
     

    Esatto: l'organizzazione secondo me ha peccato un pò per quanto riguarda segnaletica e simili. Mappe, palinsesti, cose così.

    Inoltre, ci avrei visto proprio bene un palco, o comunque un'area eventi.


    No, direi che non ci sono state guerre, non ci sono stati grossi capri su due zampe, il mondo non è finito e neanche Modena, però indubbiamente come dice Ziska l'area wargames era sottotono, e SOPRATTUTTO ne ha risentito la tradizionale apertura notturna.


    Ecco. Quella mi è mancata. E la presenza tutto sommato limitata di wargame è stata pesante, considerando che nelle scorse ModCon erano una presenza ben tangibile.

    Cmq alla fine l'esperienza Modcon è rimasta, intaccata magari, ma è li, e gli basta spostare il peso da un piede all'altro per rimettersi completamente in piedi, il che non è male per una con che, a fronte del cambio, veniva considerata già "sopra lo scudo"..
     Vero. Infatti non vedo l'ora di essere presente anche il prossimo anno. :)
    --
    Stef
    Ex Redattore apodittico di Nextgame.it ed ex-ex-curatore di Deck & Board
    Rantolii, niuz e boiate videoludiche su Il Paradroide e Outcast.it.

  [Speciale Play] Play 2008: Il reportage

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina