1. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #3561950
    E qui chiedo l'aiuto di chi magari sa meglio dove e cosa cercare.

    Stando a questo articolo:

    http://www.supercom.it/Mondo/Tecnologie/Hitech_la_crisi_finanziaria_non_ferma_gli_acquisti_di_prodotti_elettronici._E'_il_trionfo_del_cocooning_.html

    I prodotti tecnologici dovrebbero risentire poco se non "godere" di questa crisi finanziaria.

    Nintendo da inizio anno ha perso oltre il 50% in valore azionario crollando a livelli poco superiori ai primissimi mesi post lancio Wii.

    Sony, stando sempre a gamesindustry (http://www.gamesindustry.biz/articles/nintendo-s-value-drops-to-new-annual-low), ha perso il 12% anche se guardando su YahooFinance (http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=SNE&t=1y&l=on&z=m&q=l&c=) vedo crolli ben maggiori, ma pure lì tocca vedere che indice è stato preso e che periodo di tempo.

    Mentre invece EA, Ubisoft e Blizzard quasi sembra non si siano accorte del casino globale, questo sempre secondo gamesindustry perchè se guardo sempre YahooFinance vedo a fine settembre un crollo ben diverso per EA: http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=ERTS&t=1y
    stessa cosa vale per Blizzard: http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=ATVI&t=6m
    mentre di Ubisoft non c'è traccia.


    E SEGA?

    LOL da qui http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=RYU.MU&t=2y&l=on&z=m&q=l&c= pare abbia un calo tutto suo e la crisi ancora non l'ha sentita oppure l'ha anticipata... di anni. :P
  2.     Mi trovi su: Homepage #3562213
    Si deve distinguere l'effettivo andamento di una societa' o industria e il loro andamento sui mercati finanziari.

    Molte volte i due sono completamente disgiunti, quasi "casuali".


    EA e Activision Blizzard hanno perso circa il 50% del valore sul mercato nasdaq, il tutto dipende dalla crisi che ha investito i mercati finanziari mentre le due compagnie, soprattutto blizzard e activision hanno fatto faville quest'anno.
    EA per esempio ha appena lanciato FIFA09 con il record di vendite europeo, ripercussioni sul titolo: NULLE, il tutto dipende dalla grande crisi che c'e' li' fuori.


    Il paradosso e' che le due compagnie stanno andando a gonfie vele eppure nulla "dal mondo reale" influisce sulle loro quotazioni in borsa, ed e' che anche vero che in altre misure il loro valore in borsa non sta influenzando molto sul loro valore nel "mondo reale", insomma i soldi se li mettono in tasca ed anche tanti.


    Detto questo concluderei con una nota di qualcuno che diceva che in tempo di recessione si guardava a risparmiare pure sull' intrattenimento, vendendolo a tempo, ossia le 30 ore di un videgioco a 50 euro valgono in effetti di piu' delle 2 ore per 10 euro al cinema, insomma c'e' chi faceva la divisione ore/euro per misurare il valore dell' intrattenimento in tempo di crisi privilegiando ovviamente il rapporto piu' grande.
    Mah, lascia il tempo che trova anche se in effetti un fondamento di verita' potrebbe anche avercela.



  3.     Mi trovi su: Homepage #3562254
    dado ha scritto:
    Si deve distinguere l'effettivo andamento di una societa' o industria e il loro andamento sui mercati finanziari.

    Molte volte i due sono completamente disgiunti, quasi "casuali".
    in effetti non lo sono mai quasi (disgiunti)
    però credimi sulla parola, a meno di avere una qualche conoscenza di finanza.
    5 gone, 5 to go
    - names are for friends, so I don't need one -
    recensivo solo merde
  4.     Mi trovi su: Homepage #3562257
    AlGaloppo ha scritto:
    in effetti non lo sono mai quasi (disgiunti)
    però credimi sulla parola, a meno di avere una qualche conoscenza di finanza.
     
    Alga, da matricola in economia, da quanto so non sempre il prezzo dell'azione corrisponde al valore reale della società.
    Guardiamo AIG adesso. Una società con attività per centinaia di miliardi di dollari potrebbe essere presa ad appena 20. Idem Unicredit.

    Ma anche società non toccate dalla crisi non vedono aumentare i prezzi delle loro azioni semplicemente perchè il mercato le ignora o non crede in loro.
  5.     Mi trovi su: Homepage #3562264
    sapevo che non dovevo rispondere.
    allora su, matricola, dimmi i tre rischi che vanno considerati nel valutare il van di ogni attività (di cui l'azione rappresenta una semplice frazione)
    poi lascia perdere l'overshooting, sono anomalie di breve periodo che si risolvono da sole.
    5 gone, 5 to go
    - names are for friends, so I don't need one -
    recensivo solo merde
  6. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #3562291
    AlGaloppo ha scritto:
    in effetti non lo sono mai quasi (disgiunti)
    però credimi sulla parola, a meno di avere una qualche conoscenza di finanza.
     
    Si però il fatto che un po' tutte siano crollate a fine settembre dovrebbe dimostrare che la causa è di tipo finanziario e non industriale. Infatti come stiamo vedendo, a livello sia di vendite che di uscite, il mercato videoludico è assolutamente in salute. Del resto è sicuro che quelle azioni saranno legate o comunque influenzate a tutti quei titoli che hanno scatenato la crisi, ma il calo del valore non è che di punto in bianco azzeri tutto quanto di buono stanno facendo a livello produttivo e alla lunga è quello che conta, produrre e vendere, e stando al "cocooning" il mercato videoludico non dovrebbe subire particolari rallentamenti.

    no?
  7.     Mi trovi su: Homepage #3562321
    l'azienda X può essere sana come un pesce, efficiente, ordinata, pulita e mangiare le verdure, ma se il sistema economico in cui opera collassa dopodomani tutto questo non le sarà di grande aiuto
    5 gone, 5 to go
    - names are for friends, so I don't need one -
    recensivo solo merde
  8. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #3562447
    AlGaloppo ha scritto:
    l'azienda X può essere sana come un pesce, efficiente, ordinata, pulita e mangiare le verdure, ma se il sistema economico in cui opera collassa dopodomani tutto questo non le sarà di grande aiuto
     
    Robbie Bach di Microsoft disse che il settore dell'intrattenimento videoludico segue regole di mercato diverse da quelle del mondo finanziario e che, secondo lui, la crisi (all'epoca ancora non esplosa nel suo collasso generale) non avrebbe influenzato le vendite.
  9.     Mi trovi su: Homepage #3562459
    e chi sono io per insegnare la finanza a uno che ha accumulato cinque o sei miliardi di dollari di passivo negli ultimi anni?se bastasse una dichiarazione unilaterale per metterci al riparo dalle fluttuazioni dei mercati saremmo tutti molto più ricchi
    forse se il signor bach si affretta le trova ancora, gli arretrati delle dispense del sole24 ore "paperino ti insegna l'economia"
    5 gone, 5 to go
    - names are for friends, so I don't need one -
    recensivo solo merde
  10.     Mi trovi su: Homepage #3562471
    AlGaloppo ha scritto:
    sapevo che non dovevo rispondere.
    allora su, matricola, dimmi i tre rischi che vanno considerati nel valutare il van di ogni attività (di cui l'azione rappresenta una semplice frazione)
    poi lascia perdere l'overshooting, sono anomalie di breve periodo che si risolvono da sole.
     
    Odio quando fai il saccente Alga. Ho detto che può succedere non che è sempre così.
  11. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #3562489
    AlGaloppo ha scritto:
    e chi sono io per insegnare la finanza a uno che ha accumulato cinque o sei miliardi di dollari di passivo negli ultimi anni?se bastasse una dichiarazione unilaterale per metterci al riparo dalle fluttuazioni dei mercati saremmo tutti molto più ricchi
    forse se il signor bach si affretta le trova ancora, gli arretrati delle dispense del sole24 ore "paperino ti insegna l'economia"
      
    :DD

    Vabbè dai, se hai letto il mio primo link (mi pare) non è l'unico a dire che il comparto tecnologico è il meno esposto alla crisi ed anzi potrebbe perfino continuare imperturbato i suoi affari, ovviamente a livello industriale, poi se in borsa crolla tutto non so quanto potranno mantenersi "distinte" le due cose. Certo è che, se c'è un minimo di studio e raziocinio in chi opera nei percati finanziari, se un'azienda è in salute, tolto il panico generale che fa per forza cascare tutto, alla fine l'andamento dei titoli non DOVREBBE portare a conseguenze drastiche o irreversibili.
  12.     Mi trovi su: Homepage #3562508
    James Mc Cloud ha scritto:
    Odio quando fai il saccente Alga. Ho detto che può succedere non che è sempre così.
      e io avevo scritto che quasi sempre è così, e raramente no.
    quindi, dato che sostenevi la mia stessa identica posizione, perchè non hai detto semplicemente "è proprio così"?
    eravamo tutti d'accordo e, forti del nostro sapere, davamo addosso all'emigrante
    che volere di più dalla vita?

    [Modificato da AlGaloppo il 10/10/2008 11:32]

    5 gone, 5 to go
    - names are for friends, so I don't need one -
    recensivo solo merde
  13. meteo: cupertino  
        Mi trovi su: Homepage #3562511
    AlGaloppo ha scritto:
    l'azienda X può essere sana come un pesce, efficiente, ordinata, pulita e mangiare le verdure, ma se il sistema economico in cui opera collassa dopodomani tutto questo non le sarà di grande aiuto
     In poche parole stai dicendo che se l'economia va a puttane: 


    Le aziende chiudono;
    Il dipendente "x" si trova senza lavoro;
    Il dipendente "x" non può più passare la paghetta al figlio viziato;
    Il figlio viziato non si può più permettere di comprare VG;
    chi produce VG perde incassi e licenzia dipendenti;
    Il mercato dei VG ne risente.


    In effetti è banale...




    Non sarà domani o dopodomani, ma se le cose non migliorano, vedrete tra qualche annetto. Altrochè!




    Ma non tutto è perduto.




    Forse è la volta buona che la smettono di produrre giochi con 3.000.000.000 di poligoni che fanno cagare e costano un botto e, magari, ritornano a sviluppare giochi semplici, pixellosi, ma divertenti.


    Ah.. le cose belle di una volta.





    viva il minimalismo.
  14.     Mi trovi su: Homepage #3562546
    AlGaloppo ha scritto:
    e io avevo scritto che quasi sempre è così, e raramente no.
    quindi, dato che sostenevi la mia stessa identica posizione, perchè non hai detto semplicemente "è proprio così"?
    eravamo tutti d'accordo e, forti del nostro sapere, davamo addosso all'emigrante
    che volere di più dalla vita?
      
    Alga sei un mistero.
    Non capisco mai se scherzi o dici sul serio :DD
  15.     Mi trovi su: Homepage #3563038
    Ma nò quali azioni, si dovrebbero usare indici di bilancio per fare una rapida valutazione sulle performance dell'azienda. Qui intanto un link che spiega in breve i principali indici [/url][url=http://www.bubba.it/bubbaweb/analisibilancio.htm][/url][url=http://www.bubba.it/bubbaweb/analisibilancio.htm]http://www.bubba.it/bubbaweb/analisibilancio.htm

    Qui linko le pagine dedicate ad alcune aziende (ce ne sono varie, ne ho prese solo qualcuna):
    Ubisoft [/url][url=http://finance.aol.com/financials/activision-blizzard-inc/atvi/nas/key-ratios][url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/businessweek/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=SNE
    EA [url][url][url][url]http://finapps.forbes.com/finapps/jsp/finance/compinfo/Ratios.jsp?tkr=ERTS
    Nintendo [url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=NTDOY.PK
    Tutti questi dati dovrebbero essere i più aggiornati visto che quei siti ogni giorno aggiornano.

    In inglese si chiamano "financial ratio", vediamo di capirci qualcosa:

    -ROE (return on equity): Nintendo 24.44%, Ubisoft 16.44%, Sony 9.47%, EA 5.2%, Blizzard 18.38%.
    Questo indice è una sintesi estrema della performance aziendale, misura quindi il rendimento globale per i portatori di capitale di rischio (i soci, gli azionisti...). Generalmente il ROE non dovrebbe essere inferiore al 7%, e infatti vediamo che tutte le aziende sono sane tranne la EA che ha un ROE al 5.2%. Nintendo quindi sembra la migliore per investirci (perché infatti è quella che ci dà un rendimento più alto).

    -ROA (return on assets): Nintendo 19.41%, Ubisoft 10.15%, Sony 1.70%, EA 4.0%, Blizzard 16.66%.
    Le grandi aziende di solito hanno più di una attività che gli porta profitti. Ma è necessario comprendere come và l'andamento dell'attività principale dell'impresa, cioè l'attività tipica. Il ROA quindi misura la redditività dell'attività tipica rispetto a tutte le attività che fà l'impresa. L'attività tipica di queste imprese ovviamente è produrre e vendere videogiochi. Vediamo quindi chi sà ottenere più reddito con l'attività principale. Il miglior business principale dell'impresa è quello di Nintendo con ROA del 19.41%. Ma è più preciso il ROI, che spiego adesso.

    -ROI (return on investments): nei link in alcuni casi non vedo il ROI, ma vedo "return on capital" o "return on invested capital" ma forse dovrebbe trattarsi dello stesso indice. Nintendo 27.72%, Ubisoft 14.84%, Sony 4.31%, EA 5.2% come media degli ultimi anni ma è -9.6% negli ultimi 12 mesi, Blizzard 20.54%.
    Questo indice è simile al ROA. Si parla sempre di attività tipica. Solo che prima era rapportata al totale delle attività ROA=Ro/Ta (reddito operativo diviso totale attività), questo invece lo rapporta al capitale investito netto, ROI= Ro/Cin. Il Cin è più piccolo del Ta, perché il Cin non comprende le attività monetarie e accessorie dell'impresa. Il ROI quindi confronta il risultato dell'attività tipica con gli investimenti netti necessari allo svolgimento di quell'attività, cioè si parla solo di quegli investimenti che servono a far funzionare l'attività tipica dell'impresa. Nintendo e Blizzard quindi sembrano avere performance migliori. Detto in altri modi, gli investimenti che riguardano le attività tipiche dell'imprese Nintendo e Ubisoft portano maggiori rendimenti. Per la ubisoft possiamo essere più precisi: gli investimenti che riguardano il settore videogiochi della ubisoft(che è l'attività tipica, credo infatti che la ubisoft fà praticamente solo quell'attività) rendono il 14.84%.

    -ROS (return on sales): nei link non lo vedo, ma può essere calcolato. Fatelo voi se volete a me non mi và. Comunque questo indice ci dice semplicemente la redditività delle vendite, più precisamente, mette in relazione il reddito operativo(cioè la redditività dell'attività tipica dell'impresa) con le vendite (i ricavi delle vendite, il fatturato quindi). Se volete calcolarli dovete andare a cercarli nella sezione "financial statements".
    Queste sono le redditività che presentano le aziende, ora andiamo a vedere la loro solidità:

    -Rapporto corrente (current ratio): Nintendo 2.9, Ubisoft 1.51, Sony 1.2, EA 3.5, Blizzard 3.45. I valori sono tutti positivi, questo vuol dire che le imprese, hanno più attività a breve termine(cioè gli investimenti che entro un anno si trasformano in forma liquida) che debiti a breve termine (in entrambe per il breve termine si intende un anno). In poche parole, sono tranquillamente in grado di ripagare questi debiti a breve, senza dover vendere attività di lungo periodo, come gli immobili. La migliore sembra la Nintendo (il valore ottimale è intorno a 2). Per il momento quindi, nessuna ha problemi a ripagare i debiti a 1 anno.
    -Acid test (di solito nei siti si trova come Quick ratio): come prima ma stavolta non c'è il magazzino (non si può quindi contare sul magazzino per ripagare i debiti). In questo caso si parla di sapere qual'è la liquidità immediata, cioè la capacità, entro 6 mesi, di avere subito soldi disponibili. Nintendo 2.4, Ubisoft 1.39, Sony 0.7, EA 2.8, Blizzard 2.97. Il valore ottimale di solito è sempre intorno ad 1. La Sony è l'unica che entro 6 mesi ha più debiti che soldi disponibili per pagarli. Quindi non ha un buon equilibrio finanziario di brevissimo periodo. Questo non vuol dire che i soldi non ce li ha, vuol dire che non ce li ha tutti disponibili entro 6 mesi per pagare i debiti di quei 6 mesi. Infatti come detto prima, per i debiti più lunghi ad un anno non ha problemi, ma in questi 6 mesi la Sony ha qualche problema di cassa.
    -Rapporto di indebitamento (total debt/equity): Nintendo nel link non c'è (se volete cercatelo in un altro sito), Ubisoft 12.52, Sony 30.9, Ea 0.00, Blizzard 0.00. Questo indice rapporta tra loro i debiti. Più precisamente, rapporta il capitale di rischio (cioè quello che mettono i soci quando costituiscono un azienda oppure i soldi che mettono gli azionisti, che essenzialmente sono debiti verso di loro)con il totale dei debiti (quindi debiti alle banche, fornitori ecc..). Non sò perché per EA, Blizzard e Nintendo il valore non c'è, o è 0. Comunque più basso è il valore, e meglio è, nel senso che è meno dipendente dai debiti di persone esterne (esempio banche,fornitori..), e quindi più dipendente per i debiti interni, cioè dei loro soci e azionisti.
    -Rotazione del magazzino (Inventory turnover): Nintendo 8.8, Ubisoft non c'è, Sony 5.3, EA 12.1, Blizzard 13.53. Indica i giorni che passano tra l'acquisto delle materie prime e la vendita del prodotto finale. Ma nei link credo che non sia espresso in giorni. Comunque più è elevato e più vuol dire che l'impresa acquista e vende più velocemente i suoi prodotti (quindi i prodotti in magazzino ci rimangono per poco tempo). Bah, questo indicatore preso così a freddo sui link non mi sembra utilissimo, insomma EA vende quasi solo videogiochi, è normale che ha un indice più alto, Nintendo e Sony vendono anche altri prodotti, è normale quindi l'indice più basso (dopotutto credo che un televisore Sony ci metterà più tempo per essere venduto rispetto ai giochi EA o no?...). Comunque EA in magazzino ha meno videogiochi, o comunque riesce a venderli subito. Nel magazzino della Sony invece ci sono un pò di televisori e ps3 in più, che non riesce a vendere subito.
    -Rotazione delle vendite: non riesco a capire in inglese come si chiama questo indice. Forse è "Price/Sales", boh.
    -Autofinanziamento: Nintendo non c'è, Ubisoft 5.02, Sony non c'è, EA -38.7 (nel sito c'è cash flow e free cash flow, non sò quale sia quello giusto), Blizzard 14.19.
    -Margine di contribuzione(Gross margin o EBITDA):  Nintendo 77.68%, Ubisoft 66.42%, Sony 33.46%, EA 61.9%, Blizzard 16.55%. Nintendo è quella che guadagna di più dalle vendite, questo può essere dovuto al fatto che vende di più oppure ha dei costi fissi più bassi (materiali, servizi, lavoro)rispetto alle altre. Per vederlo conforntate i vari "financial statements", vedete la differenza dei fatturati e dei costi operativi. Deludente è la Blizzard con il 16.55%, forse ha un pò troppi costi fissi, o forse non vende un cazz...nò scherzo per vederlo bisogna guardare nel financial statements il fatturato e i suoi costi per capirlo meglio, cioè il "total revenue" e "cost of revenue"  [url][url]http://moneycentral.msn.com/investor/invsub/results/statemnt.aspx?symbol=atvi">[url][url]http://uk.reuters.com/business/quotes/quote?symbol=UBIP.PA&refresh=true
    Blizzard [url][url][url][url]http://finance.aol.com/financials/activision-blizzard-inc/atvi/nas/key-ratios
    Sony [url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/businessweek/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=SNE
    EA [url][url][url][url]http://finapps.forbes.com/finapps/jsp/finance/compinfo/Ratios.jsp?tkr=ERTS
    Nintendo [url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=NTDOY.PK
    Tutti questi dati dovrebbero essere i più aggiornati visto che quei siti ogni giorno aggiornano.

    In inglese si chiamano "financial ratio", vediamo di capirci qualcosa:

    -ROE (return on equity): Nintendo 24.44%, Ubisoft 16.44%, Sony 9.47%, EA 5.2%, Blizzard 18.38%.
    Questo indice è una sintesi estrema della performance aziendale, misura quindi il rendimento globale per i portatori di capitale di rischio (i soci, gli azionisti...). Generalmente il ROE non dovrebbe essere inferiore al 7%, e infatti vediamo che tutte le aziende sono sane tranne la EA che ha un ROE al 5.2%. Nintendo quindi sembra la migliore per investirci (perché infatti è quella che ci dà un rendimento più alto).

    -ROA (return on assets): Nintendo 19.41%, Ubisoft 10.15%, Sony 1.70%, EA 4.0%, Blizzard 16.66%.
    Le grandi aziende di solito hanno più di una attività che gli porta profitti. Ma è necessario comprendere come và l'andamento dell'attività principale dell'impresa, cioè l'attività tipica. Il ROA quindi misura la redditività dell'attività tipica rispetto a tutte le attività che fà l'impresa. L'attività tipica di queste imprese ovviamente è produrre e vendere videogiochi. Vediamo quindi chi sà ottenere più reddito con l'attività principale. Il miglior business principale dell'impresa è quello di Nintendo con ROA del 19.41%. Ma è più preciso il ROI, che spiego adesso.

    -ROI (return on investments): nei link in alcuni casi non vedo il ROI, ma vedo "return on capital" o "return on invested capital" ma forse dovrebbe trattarsi dello stesso indice. Nintendo 27.72%, Ubisoft 14.84%, Sony 4.31%, EA 5.2% come media degli ultimi anni ma è -9.6% negli ultimi 12 mesi, Blizzard 20.54%.
    Questo indice è simile al ROA. Si parla sempre di attività tipica. Solo che prima era rapportata al totale delle attività ROA=Ro/Ta (reddito operativo diviso totale attività), questo invece lo rapporta al capitale investito netto, ROI= Ro/Cin. Il Cin è più piccolo del Ta, perché il Cin non comprende le attività monetarie e accessorie dell'impresa. Il ROI quindi confronta il risultato dell'attività tipica con gli investimenti netti necessari allo svolgimento di quell'attività, cioè si parla solo di quegli investimenti che servono a far funzionare l'attività tipica dell'impresa. Nintendo e Blizzard quindi sembrano avere performance migliori. Detto in altri modi, gli investimenti che riguardano le attività tipiche dell'imprese Nintendo e Ubisoft portano maggiori rendimenti. Per la ubisoft possiamo essere più precisi: gli investimenti che riguardano il settore videogiochi della ubisoft(che è l'attività tipica, credo infatti che la ubisoft fà praticamente solo quell'attività) rendono il 14.84%.

    -ROS (return on sales): nei link non lo vedo, ma può essere calcolato. Fatelo voi se volete a me non mi và. Comunque questo indice ci dice semplicemente la redditività delle vendite, più precisamente, mette in relazione il reddito operativo(cioè la redditività dell'attività tipica dell'impresa) con le vendite (i ricavi delle vendite, il fatturato quindi). Se volete calcolarli dovete andare a cercarli nella sezione "financial statements".
    Queste sono le redditività che presentano le aziende, ora andiamo a vedere la loro solidità:

    -Rapporto corrente (current ratio): Nintendo 2.9, Ubisoft 1.51, Sony 1.2, EA 3.5, Blizzard 3.45. I valori sono tutti positivi, questo vuol dire che le imprese, hanno più attività a breve termine(cioè gli investimenti che entro un anno si trasformano in forma liquida) che debiti a breve termine (in entrambe per il breve termine si intende un anno). In poche parole, sono tranquillamente in grado di ripagare questi debiti a breve, senza dover vendere attività di lungo periodo, come gli immobili. La migliore sembra la Nintendo (il valore ottimale è intorno a 2). Per il momento quindi, nessuna ha problemi a ripagare i debiti a 1 anno.
    -Acid test (di solito nei siti si trova come Quick ratio): come prima ma stavolta non c'è il magazzino (non si può quindi contare sul magazzino per ripagare i debiti). In questo caso si parla di sapere qual'è la liquidità immediata, cioè la capacità, entro 6 mesi, di avere subito soldi disponibili. Nintendo 2.4, Ubisoft 1.39, Sony 0.7, EA 2.8, Blizzard 2.97. Il valore ottimale di solito è sempre intorno ad 1. La Sony è l'unica che entro 6 mesi ha più debiti che soldi disponibili per pagarli. Quindi non ha un buon equilibrio finanziario di brevissimo periodo. Questo non vuol dire che i soldi non ce li ha, vuol dire che non ce li ha tutti disponibili entro 6 mesi per pagare i debiti di quei 6 mesi. Infatti come detto prima, per i debiti più lunghi, ad un anno non ha problemi, ma in questi 6 mesi ha qualche problema di cassa.
    -Rapporto di indebitamento (total debt/equity): Nintendo nel link non c'è (se volete cercatelo in un altro sito), Ubisoft 12.52, Sony 30.9, Ea 0.00, Blizzard 0.00. Questo indice rapporta tra loro i debiti. Più precisamente, rapporta il capitale di rischio (cioè quello che mettono i soci quando costituiscono un azienda oppure i soldi che mettono gli azionisti, che essenzialmente sono debiti verso di loro)con il totale dei debiti (quindi debiti alle banche, fornitori ecc..). Non sò perché per EA, Blizzard e Nintendo il valore non c'è, o è 0. Comunque più basso è il valore, e meglio è, nel senso che è meno dipendente dai debiti di persone esterne (esempio banche,fornitori..), e quindi più dipendente per i debiti interni, cioè dei loro soci e azionisti.
    -Rotazione del magazzino (Inventory turnover): Nintendo 8.8, Ubisoft non c'è, Sony 5.3, EA 12.1, Blizzard 13.53. Indica i giorni che passano tra l'acquisto delle materie prime e la vendita del prodotto finale. Ma nei link credo che non sia espresso in giorni. Comunque più è elevato e più vuol dire che l'impresa acquista e vende più velocemente i suoi prodotti (quindi i prodotti in magazzino ci rimangono per poco tempo). Bah, questo indicatore preso così a freddo sui link non mi sembra utilissimo, insomma EA vende quasi solo videogiochi, è normale che ha un indice più alto, Nintendo e Sony vendono anche altri prodotti, è normale quindi l'indice più basso (dopotutto credo che un televisore Sony ci metterà più tempo per essere venduto rispetto ai giochi EA o no?...). Comunque EA in magazzino ha meno videogiochi, o comunque riesce a venderli subito. Nel magazzino della Sony invece ci sono un pò di televisori e ps3 in più, che non riesce a vendere subito.
    -Rotazione delle vendite: non riesco a capire in inglese come si chiama questo indice. Forse è "Price/Sales", boh.
    -Autofinanziamento: Nintendo non c'è, Ubisoft 5.02, Sony non c'è, EA -38.7 (nel sito c'è cash flow e free cash flow, non sò quale sia quello giusto), Blizzard 14.19.
    -Margine di contribuzione(Gross margin o EBITDA):  Nintendo 77.68%, Ubisoft 66.42%, Sony 33.46%, EA 61.9%, Blizzard 16.55%. Nintendo è quella che guadagna di più dalle vendite, questo può essere dovuto al fatto che vende di più oppure ha dei costi fissi più bassi (materiali, servizi, lavoro)rispetto alle altre. Per vederlo conforntate i vari "financial statements", vedete la differenza dei fatturati e dei costi operativi. Deludente è la Blizzard con il 16.55%, forse ha un pò troppi costi fissi, o forse non vende un cazz...nò scherzo per vederlo bisogna guardare nel financial statements il fatturato e i suoi costi per capirlo meglio, cioè il "total revenue" e "cost of revenue"  [url][url]http://moneycentral.msn.com/investor/invsub/results/statemnt.aspx?symbol=atvi" rel="nofollow" target="_blank">[url][url][url]http://finance.aol.com/financials/activision-blizzard-inc/atvi/nas/key-ratios
    Sony [url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/businessweek/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=SNE
    EA [url][url][url][url]http://finapps.forbes.com/finapps/jsp/finance/compinfo/Ratios.jsp?tkr=ERTS
    Nintendo [url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=NTDOY.PK
    Tutti questi dati dovrebbero essere i più aggiornati visto che quei siti ogni giorno aggiornano.

    In inglese si chiamano "financial ratio", vediamo di capirci qualcosa:

    -ROE (return on equity): Nintendo 24.44%, Ubisoft 16.44%, Sony 9.47%, EA 5.2%, Blizzard 18.38%.
    Questo indice è una sintesi estrema della performance aziendale, misura quindi il rendimento globale per i portatori di capitale di rischio (i soci, gli azionisti...). Generalmente il ROE non dovrebbe essere inferiore al 7%, e infatti vediamo che tutte le aziende sono sane tranne la EA che ha un ROE al 5.2%. Nintendo quindi sembra la migliore per investirci (perché infatti è quella che ci dà un rendimento più alto).

    -ROA (return on assets): Nintendo 19.41%, Ubisoft 10.15%, Sony 1.70%, EA 4.0%, Blizzard 16.66%.
    Le grandi aziende di solito hanno più di una attività che gli porta profitti. Ma è necessario comprendere come và l'andamento dell'attività principale dell'impresa, cioè l'attività tipica. Il ROA quindi misura la redditività dell'attività tipica rispetto a tutte le attività che fà l'impresa. L'attività tipica di queste imprese ovviamente è produrre e vendere videogiochi. Vediamo quindi chi sà ottenere più reddito con l'attività principale. Il miglior business principale dell'impresa è quello di Nintendo con ROA del 19.41%. Ma è più preciso il ROI, che spiego adesso.

    -ROI (return on investments): nei link in alcuni casi non vedo il ROI, ma vedo "return on capital" o "return on invested capital" ma forse dovrebbe trattarsi dello stesso indice. Nintendo 27.72%, Ubisoft 14.84%, Sony 4.31%, EA 5.2% come media degli ultimi anni ma è -9.6% negli ultimi 12 mesi, Blizzard 20.54%.
    Questo indice è simile al ROA. Si parla sempre di attività tipica. Solo che prima era rapportata al totale delle attività ROA=Ro/Ta (reddito operativo diviso totale attività), questo invece lo rapporta al capitale investito netto, ROI= Ro/Cin. Il Cin è più piccolo del Ta, perché il Cin non comprende le attività monetarie e accessorie dell'impresa. Il ROI quindi confronta il risultato dell'attività tipica con gli investimenti netti necessari allo svolgimento di quell'attività, cioè si parla solo di quegli investimenti che servono a far funzionare l'attività tipica dell'impresa. Nintendo e Blizzard quindi sembrano avere performance migliori. Detto in altri modi, gli investimenti che riguardano le attività tipiche dell'imprese Nintendo e Ubisoft portano maggiori rendimenti. Per la ubisoft possiamo essere più precisi: gli investimenti che riguardano il settore videogiochi della ubisoft(che è l'attività tipica, credo infatti che la ubisoft fà praticamente solo quell'attività) rendono il 14.84%.

    -ROS (return on sales): nei link non lo vedo, ma può essere calcolato. Fatelo voi se volete a me non mi và. Comunque questo indice ci dice semplicemente la redditività delle vendite, più precisamente, mette in relazione il reddito operativo(cioè la redditività dell'attività tipica dell'impresa) con le vendite (i ricavi delle vendite, il fatturato quindi). Se volete calcolarli dovete andare a cercarli nella sezione "financial statements".
    Queste sono le redditività che presentano le aziende, ora andiamo a vedere la loro solidità:

    -Rapporto corrente (current ratio): Nintendo 2.9, Ubisoft 1.51, Sony 1.2, EA 3.5, Blizzard 3.45. I valori sono tutti positivi, questo vuol dire che le imprese, hanno più attività a breve termine(cioè gli investimenti che entro un anno si trasformano in forma liquida) che debiti a breve termine (in entrambe per il breve termine si intende un anno). In poche parole, sono tranquillamente in grado di ripagare questi debiti a breve, senza dover vendere attività di lungo periodo, come gli immobili. La migliore sembra la Nintendo (il valore ottimale è intorno a 2). Per il momento quindi, nessuna ha problemi a ripagare i debiti a 1 anno.
    -Acid test (di solito nei siti si trova come Quick ratio): come prima ma stavolta non c'è il magazzino (non si può quindi contare sul magazzino per ripagare i debiti). In questo caso si parla di sapere qual'è la liquidità immediata, cioè la capacità, entro 6 mesi, di avere subito soldi disponibili. Nintendo 2.4, Ubisoft 1.39, Sony 0.7, EA 2.8, Blizzard 2.97. Il valore ottimale di solito è sempre intorno ad 1. La Sony è l'unica che entro 6 mesi ha più debiti che soldi disponibili per pagarli. Quindi non ha un buon equilibrio finanziario di brevissimo periodo. Questo non vuol dire che i soldi non ce li ha, vuol dire che non ce li ha tutti disponibili entro 6 mesi per pagare i debiti di quei 6 mesi. Infatti come detto prima, per i debiti più lunghi ad un anno non ha problemi, ma in questi 6 mesi la Sony ha qualche problema di cassa.
    -Rapporto di indebitamento (total debt/equity): Nintendo nel link non c'è (se volete cercatelo in un altro sito), Ubisoft 12.52, Sony 30.9, Ea 0.00, Blizzard 0.00. Questo indice rapporta tra loro i debiti. Più precisamente, rapporta il capitale di rischio (cioè quello che mettono i soci quando costituiscono un azienda oppure i soldi che mettono gli azionisti, che essenzialmente sono debiti verso di loro)con il totale dei debiti (quindi debiti alle banche, fornitori ecc..). Non sò perché per EA, Blizzard e Nintendo il valore non c'è, o è 0. Comunque più basso è il valore, e meglio è, nel senso che è meno dipendente dai debiti di persone esterne (esempio banche,fornitori..), e quindi più dipendente per i debiti interni, cioè dei loro soci e azionisti.
    -Rotazione del magazzino (Inventory turnover): Nintendo 8.8, Ubisoft non c'è, Sony 5.3, EA 12.1, Blizzard 13.53. Indica i giorni che passano tra l'acquisto delle materie prime e la vendita del prodotto finale. Ma nei link credo che non sia espresso in giorni. Comunque più è elevato e più vuol dire che l'impresa acquista e vende più velocemente i suoi prodotti (quindi i prodotti in magazzino ci rimangono per poco tempo). Bah, questo indicatore preso così a freddo sui link non mi sembra utilissimo, insomma EA vende quasi solo videogiochi, è normale che ha un indice più alto, Nintendo e Sony vendono anche altri prodotti, è normale quindi l'indice più basso (dopotutto credo che un televisore Sony ci metterà più tempo per essere venduto rispetto ai giochi EA o no?...). Comunque EA in magazzino ha meno videogiochi, o comunque riesce a venderli subito. Nel magazzino della Sony invece ci sono un pò di televisori e ps3 in più, che non riesce a vendere subito.
    -Rotazione delle vendite: non riesco a capire in inglese come si chiama questo indice. Forse è "Price/Sales", boh.
    -Autofinanziamento: Nintendo non c'è, Ubisoft 5.02, Sony non c'è, EA -38.7 (nel sito c'è cash flow e free cash flow, non sò quale sia quello giusto), Blizzard 14.19.
    -Margine di contribuzione(Gross margin o EBITDA):  Nintendo 77.68%, Ubisoft 66.42%, Sony 33.46%, EA 61.9%, Blizzard 16.55%. Nintendo è quella che guadagna di più dalle vendite, questo può essere dovuto al fatto che vende di più oppure ha dei costi fissi più bassi (materiali, servizi, lavoro)rispetto alle altre. Per vederlo conforntate i vari "financial statements", vedete la differenza dei fatturati e dei costi operativi. Deludente è la Blizzard con il 16.55%, forse ha un pò troppi costi fissi, o forse non vende un cazz...nò scherzo per vederlo bisogna guardare nel financial statements il fatturato e i suoi costi per capirlo meglio, cioè il "total revenue" e "cost of revenue"  [url][url]http://moneycentral.msn.com/investor/invsub/results/statemnt.aspx?symbol=atvi">[url][url]http://uk.reuters.com/business/quotes/quote?symbol=UBIP.PA&refresh=true
    Blizzard [url][url][url][url]http://finance.aol.com/financials/activision-blizzard-inc/atvi/nas/key-ratios
    Sony [url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/businessweek/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=SNE
    EA [url][url][url][url]http://finapps.forbes.com/finapps/jsp/finance/compinfo/Ratios.jsp?tkr=ERTS
    Nintendo [url][url][url][url]http://investing.businessweek.com/research/stocks/financials/ratios.asp?symbol=NTDOY.PK
    Tutti questi dati dovrebbero essere i più aggiornati visto che quei siti ogni giorno aggiornano.

    In inglese si chiamano "financial ratio", vediamo di capirci qualcosa:

    -ROE (return on equity): Nintendo 24.44%, Ubisoft 16.44%, Sony 9.47%, EA 5.2%, Blizzard 18.38%.
    Questo indice è una sintesi estrema della performance aziendale, misura quindi il rendimento globale per i portatori di capitale di rischio (i soci, gli azionisti...). Generalmente il ROE non dovrebbe essere inferiore al 7%, e infatti vediamo che tutte le aziende sono sane tranne la EA che ha un ROE al 5.2%. Nintendo quindi sembra la migliore per investirci (perché infatti è quella che ci dà un rendimento più alto).

    -ROA (return on assets): Nintendo 19.41%, Ubisoft 10.15%, Sony 1.70%, EA 4.0%, Blizzard 16.66%.
    Le grandi aziende di solito hanno più di una attività che gli porta profitti. Ma è necessario comprendere come và l'andamento dell'attività principale dell'impresa, cioè l'attività tipica. Il ROA quindi misura la redditività dell'attività tipica rispetto a tutte le attività che fà l'impresa. L'attività tipica di queste imprese ovviamente è produrre e vendere videogiochi. Vediamo quindi chi sà ottenere più reddito con l'attività principale. Il miglior business principale dell'impresa è quello di Nintendo con ROA del 19.41%. Ma è più preciso il ROI, che spiego adesso.

    -ROI (return on investments): nei link in alcuni casi non vedo il ROI, ma vedo "return on capital" o "return on invested capital" ma forse dovrebbe trattarsi dello stesso indice. Nintendo 27.72%, Ubisoft 14.84%, Sony 4.31%, EA 5.2% come media degli ultimi anni ma è -9.6% negli ultimi 12 mesi, Blizzard 20.54%.
    Questo indice è simile al ROA. Si parla sempre di attività tipica. Solo che prima era rapportata al totale delle attività ROA=Ro/Ta (reddito operativo diviso totale attività), questo invece lo rapporta al capitale investito netto, ROI= Ro/Cin. Il Cin è più piccolo del Ta, perché il Cin non comprende le attività monetarie e accessorie dell'impresa. Il ROI quindi confronta il risultato dell'attività tipica con gli investimenti netti necessari allo svolgimento di quell'attività, cioè si parla solo di quegli investimenti che servono a far funzionare l'attività tipica dell'impresa. Nintendo e Blizzard quindi sembrano avere performance migliori. Detto in altri modi, gli investimenti che riguardano le attività tipiche dell'imprese Nintendo e Ubisoft portano maggiori rendimenti. Per la ubisoft possiamo essere più precisi: gli investimenti che riguardano il settore videogiochi della ubisoft(che è l'attività tipica, credo infatti che la ubisoft fà praticamente solo quell'attività) rendono il 14.84%.

    -ROS (return on sales): nei link non lo vedo, ma può essere calcolato. Fatelo voi se volete a me non mi và. Comunque questo indice ci dice semplicemente la redditività delle vendite, più precisamente, mette in relazione il reddito operativo(cioè la redditività dell'attività tipica dell'impresa) con le vendite (i ricavi delle vendite, il fatturato quindi). Se volete calcolarli dovete andare a cercarli nella sezione "financial statements".
    Queste sono le redditività che presentano le aziende, ora andiamo a vedere la loro solidità:

    -Rapporto corrente (current ratio): Nintendo 2.9, Ubisoft 1.51, Sony 1.2, EA 3.5, Blizzard 3.45. I valori sono tutti positivi, questo vuol dire che le imprese, hanno più attività a breve termine(cioè gli investimenti che entro un anno si trasformano in forma liquida) che debiti a breve termine (in entrambe per il breve termine si intende un anno). In poche parole, sono tranquillamente in grado di ripagare questi debiti a breve, senza dover vendere attività di lungo periodo, come gli immobili. La migliore sembra la Nintendo (il valore ottimale è intorno a 2). Per il momento quindi, nessuna ha problemi a ripagare i debiti a 1 anno.
    -Acid test (di solito nei siti si trova come Quick ratio): come prima ma stavolta non c'è il magazzino (non si può quindi contare sul magazzino per ripagare i debiti). In questo caso si parla di sapere qual'è la liquidità immediata, cioè la capacità, entro 6 mesi, di avere subito soldi disponibili. Nintendo 2.4, Ubisoft 1.39, Sony 0.7, EA 2.8, Blizzard 2.97. Il valore ottimale di solito è sempre intorno ad 1. La Sony è l'unica che entro 6 mesi ha più debiti che soldi disponibili per pagarli. Quindi non ha un buon equilibrio finanziario di brevissimo periodo. Questo non vuol dire che i soldi non ce li ha, vuol dire che non ce li ha tutti disponibili entro 6 mesi per pagare i debiti di quei 6 mesi. Infatti come detto prima, per i debiti più lunghi, ad un anno non ha problemi, ma in questi 6 mesi ha qualche problema di cassa.
    -Rapporto di indebitamento (total debt/equity): Nintendo nel link non c'è (se volete cercatelo in un altro sito), Ubisoft 12.52, Sony 30.9, Ea 0.00, Blizzard 0.00. Questo indice rapporta tra loro i debiti. Più precisamente, rapporta il capitale di rischio (cioè quello che mettono i soci quando costituiscono un azienda oppure i soldi che mettono gli azionisti, che essenzialmente sono debiti verso di loro)con il totale dei debiti (quindi debiti alle banche, fornitori ecc..). Non sò perché per EA, Blizzard e Nintendo il valore non c'è, o è 0. Comunque più basso è il valore, e meglio è, nel senso che è meno dipendente dai debiti di persone esterne (esempio banche,fornitori..), e quindi più dipendente per i debiti interni, cioè dei loro soci e azionisti.
    -Rotazione del magazzino (Inventory turnover): Nintendo 8.8, Ubisoft non c'è, Sony 5.3, EA 12.1, Blizzard 13.53. Indica i giorni che passano tra l'acquisto delle materie prime e la vendita del prodotto finale. Ma nei link credo che non sia espresso in giorni. Comunque più è elevato e più vuol dire che l'impresa acquista e vende più velocemente i suoi prodotti (quindi i prodotti in magazzino ci rimangono per poco tempo). Bah, questo indicatore preso così a freddo sui link non mi sembra utilissimo, insomma EA vende quasi solo videogiochi, è normale che ha un indice più alto, Nintendo e Sony vendono anche altri prodotti, è normale quindi l'indice più basso (dopotutto credo che un televisore Sony ci metterà più tempo per essere venduto rispetto ai giochi EA o no?...). Comunque EA in magazzino ha meno videogiochi, o comunque riesce a venderli subito. Nel magazzino della Sony invece ci sono un pò di televisori e ps3 in più, che non riesce a vendere subito.
    -Rotazione delle vendite: non riesco a capire in inglese come si chiama questo indice. Forse è "Price/Sales", boh.
    -Autofinanziamento: Nintendo non c'è, Ubisoft 5.02, Sony non c'è, EA -38.7 (nel sito c'è cash flow e free cash flow, non sò quale sia quello giusto), Blizzard 14.19.
    -Margine di contribuzione(Gross margin o EBITDA):  Nintendo 77.68%, Ubisoft 66.42%, Sony 33.46%, EA 61.9%, Blizzard 16.55%. Nintendo è quella che guadagna di più dalle vendite, questo può essere dovuto al fatto che vende di più oppure ha dei costi fissi più bassi (materiali, servizi, lavoro)rispetto alle altre. Per vederlo conforntate i vari "financial statements", vedete la differenza dei fatturati e dei costi operativi. Deludente è la Blizzard con il 16.55%, forse ha un pò troppi costi fissi, o forse non vende un cazz...nò scherzo per vederlo bisogna guardare nel financial statements il fatturato e i suoi costi per capirlo meglio, cioè il "total revenue" e "cost of revenue"  [url][url]http://moneycentral.msn.com/investor/invsub/results/statemnt.aspx?symbol=atvi a me sembra che incidono parecchio, ma sarebbe meglio rapportarlo a quello delle altre aziende per capire meglio...
    -Reddito netto (net income): è il reddito che include le imposte, e i guadagni o perdite fatte anche in attività che c'entrano poco con l'attività tipica dell'impresa (cioè investimenti in titoli, ecc..). Cercateli voi se vi và.

    Bene ora sapete in buona parte come si fà una rapida valutazione delle aziende. I dati ci sono tutti, su google basta digitare "financial ratio ubisoft" (oppure "financial ratio nintendo" oppure ecc...)per trovare gli indici. Se volete provate a confrontare altre aziende...

    [Modificato da agentJ il 10/10/2008 19:31]

  Videogiochi e crisi finanziaria...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina