1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3758175
    Roma, missione compiuta


    AVELLINO - (3 Maggio 2003)
    Non ha davvero niente di cui rimproverarsi l'Air Avellino, che negli ultimi quaranta minuti della stagione regolare ha tentato di agganciare la zona play off offrendo al pubblico del Paladelmauro la prestazione più scintillante del campionato. Infatti anche in caso di vittoria sulla Virtus di Carlton Myers, la contemporanea vittoria di Varese su Bologna, sponda Skipper, non avrebbe consentito agli irpini di centrare lo storico traguardo dei suoi primi tre anni consecutivi nella massima serie.

    Per lunghi tratti gli irpini hanno messo alle corde la Virtus che può conquistare il suo primo vantaggio soltanto dopo ventisette minuti di gioco, 50-49 a 3'24 dalla conclusione della terza frazione. Se i padroni di casa, rimasti in partita fino a pochi minuti dal termine, avessero potuto contare su una panchina appena più lunga, e sulle realizzazioni invano attese di Vanterpool, avrebbero realisticamente potuto portare a termine vittoriosamente il match: appena sei punti il distacco, 67-73, a 3'12" dal termine, non avrebbero certamente subito il dominio finale di Roma.

    I capitolini naturalmente non hanno avuto problemi a gestire il margine di vantaggio che è andato mano mano allargando il solco fino a più 10, 77-67 a 2'05" anche se l'Air ad un minuto dalla fine è di nuovo riuscita ad rientrare in partita portandosi a meno cinque, 77-72.

    Il match è cominciato con ritmi altissimi, proponendo subito il duello tra Middleton e Myers. Gli irpini girano bene, grazie alla determinazione con cui si muovono in attacco Middleton e Collins e ad una difesa determinata che blocca sistematicamente le migliori frecce nell'arco della Virtus: Myers è costretto a caricarsi di falli, Bucchi corre ai ripari inserendo Righetti mentre soprattutto Parker canta e porta la croce. E' nella terza frazione che Avellino comincia ad evidenziare i primi segni di stanchezza; Roma guadagna così la lucidità necessaria per imporre il suo elevatissimo tasso tecnico e dal quel momento in poi governerà sostanzialmente il risultato anche se i campani non si arrendono e tornano prepotentemente in partita con le realizzazioni da tre del solito Middleton e di Giovacchini.

    Al suono della sirena, quella di Avellino non sembra affatto una sconfitta: ripetute ovazioni richiamano in campo il gruppo di Markovski, sul cui nucleo di base la società biancoverde farebbe bene a contare anche per la prossima stagione.

    Air Avellino-Virtus Roma 74-79
    (24-20; 42-38; 58-59)
    Air: Collins 16, Giovacchini 3, Gecevski 7, Vanterpool 11, Middleton 18, Ferrara, Koutsopoulos 17, Grgurevic 2. All.: Markovski.
    Virtus Roma: Bonora 1, Jenkins 8, Tonolli 11, Righetti 4, Myers 16, Santiago 17, Parker 20, Tusek 2. All.: Bucchi.
    Arbitri: Lo Guzzo, Cazzaro, Mattioli.
    Note - Tiri liberi: Air 24/58, Virtus 28/61. Tiri da tre punti: Air 12/25, Virtus 9/23. Rimbalzi: Air 31, Virtus 41.
    Spettatori: 1554.

  Roma, missione compiuta

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina