1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3765332


    Si è chiusa dopo due anni e qualche mese l'avventura di Hector Cuper sulla panchina dell'Inter. Il club nerazzurro ha comunicato questa mattina l'esonero del tecnico argentino. Fatale a Cuper il pareggio di ieri a Brescia nell'anticipo della sesta giornata di campionato. Il nuovo allenatore è Alberto Zaccheroni, 50 anni, di Cesenatico, ex guida tecnica di Udinese, Milan e Lazio. Una curiosità: l'ultima gara da allenatore di Zaccheroni è datata 5 maggio del 2002, ultima giornata di campionato, giorno in cui la Lazio superò l'Inter 4-2 e tolse dalle maglie nerazzurro uno scudetto già quasi cucito.

    Il comunicato - Il club ha affidato la notizia dell'esonero di Cuper ad un comunicato apparso sul proprio sito internet. "Fc Internazionale Milano - si legge nella nota - ha deciso di esonerare Hector Raul Cuper. All'allenatore argentino e al suo staff, il tecnico Oscar Armando Cavallero e al preparatore fisico Juan Manuel Alfano, vanno i ringraziamenti del club per il lavoro svolto. Al seguito della squadra, che partirà oggi per Mosca, impegnata martedì nella terza gara di Champions League contro la Lokomotiv, ci sarà Corrado Verdelli".

    Tornando a Cuper, c'è da dire che il suo bilancio sulla panchina dell'Inter non è stato esaltante. In due stagioni piene, Cuper ha conquistato un terzo e un secondo posto in campionato e una semifinale di Champions League.

    Difeso a spada tratta da Moratti in molte circostanze, Cuper ha pagato a caro prezzo un avvio di stagione deludente, in particolar modo in campionato. Dopo sei giornate, l'Inter ha già sette punti di ritardo dalla vetta ma soprattutto non ha mai dato l'impressione di aver trovato gli equilibri giusti per lottare per uno scudetto che manca da tanti anni sulla sponda nerazzurra.

    Il pesante ko (3-1) nel derby di due settimane fa sembrava aver già deciso la sorte dell'ex tecnico del Valencia. Moratti, all'indomani della sconfitta nella stracittadina, aveva confermato la fiducia a Cuper ma mai come in quella circostanza era stato chiaro. "Può capitare di sbagliare una partita - aveva detto il numero uno nerazzurro - ma adesso non si può più".

    La gara con il Brescia doveva essere, ed è stata, decisiva per Cuper. L'Inter ancora una volta non è riuscita a vincere, ha giocato male, è andata sotto 2-0 ma ha trovato la forza per recuperare e pareggiare. Un punticino che non ha cambiato la sostanze della cose. Ieri sera, al termine della partita, Cuper commentava così. "Com'è adesso la mia situazione? Sempre la stessa, non cambia nulla: ho sempre la fiducia della società". Da oggi non più.

    era oraaaaaaaaaaa!!!!!!!

  Cuper, game over. L'Inter chiama Zac

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina