1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3766191
    Viaggiare nel cosmo e nell'universo è sempre stato il sogno dell'uomo fin dall'antichità , un concetto che secoli fa si esprimeva con il solo pensiero di capire che cosa fossero quelle luci che si vedevano in una notte stellata ...

    ebbene oggi grazie al potente telescopio orbitante Hubble ..siamo in grado di spingerci ai confini del nostro universo stesso . ( Sappiamo che ne esistono altri ..ma questa è un 'altra storia per altro Topic )

    Eccovi l'immagine digitalizzata del giorno quella che il telescopio ha nel suo obiettivo in questo momento .. ci rendiamo conto di quanto grande ed immenso sia l'universo per noi esseri umani ..e nonostante ciò riusciamo a comprendere molto di questo grande involucro che ci contiene :)



    L'immagine che vedete appartiene alla Lagoon Nebula , distante da noi 5000 anni luce e larga 100 anni luce , si trova presso la costellazione del Sagitario .

    Al centro vedete l'ammasso NGC 6530, e i colori sono quelli reali della luce emessa da Zolfo (rosso ) Idrogeno (verde), e osigeno (blu).

    La formazione delle stelle continua senza sosta nella Lagoon Nebula e potete vedere alcuni grandissimi soli già esistere..alcuni di essi hanno sistemi planetari pari al nostro wink

    <small>[ 08.09.2003, 14:59: Message edited by: Roberto web ]</small>
  2. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3766193
    Immagine di marte ...



    Immagine ddel pianetino IO in avvicinamento a Giove ripresa con il telescopio spaziale Hubble. Foto ripresa con la wide field an planetary camera, con due filtri, nell' ultravioletto e nel violetto ed elaborata e resa in falsi colori



    <small>[ 08.09.2003, 22:56: Message edited by: Roberto web ]</small>
  3. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3766194
    Una serie di quattro pannelli illustra la tecnica di identificazione delle galassie lontane. Le quattro immagini sono state riprese con quattro diversi filtri, dal vicino infrarosso al vicino ultravioletto (da destra verso sinistra i filtri sono: F814W, F606W, F450W e F300W). Le galassie identificate sono distinte solo nel vicino infrarosso e completamente assenti alle altre lunghezze d’onda. E’ proprio questa la firma spettroscopica che distingue queste galassie come oggetti molto distanti.



    In questa piccola porzione dell’immagine Hubble Deep Field, la freccia punta ad una galassia molto distante, più distante di qualsiasi altra mai vista fino ad ora. Le altre galassie contenute nell’immagine sono più vicine.

  Immagini e misteri dell'universo conosciuto !

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina