1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773536
    Bè non ho una gran bella opinione.. molto spesso gli ultrà creano inutili disordini che snaturano il significato stesso dello sport :(
    Spesso dimenticano che l'unica base di una buona competizione è una SANA competizione.
    Credo che ci siano modi molto più civili ed allo stesso tempo efficaci per sostenere una squadra (e questo vale per tutti gli sport a tutti i livelli).
    Per non parlare di coloro che non sono realmente appassionati di sport e che fanno parte degli ultrà solo per "fare a botte" per cui non vale neanche la pena spendere parole... :mad:
    La tolleranza va bene solo se almeno gli intenti sono buoni..
  2. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773538
    Cosa sono gli ultras?
    Forse con un po’ di retorica si potrebbe dire che sono un prodotto, il peggior prodotto, del disagio sociale.
    Una serie di personaggi che trovano un veicolo per lo sfogo violento delle proprie frustrazioni, votandosi non tanto ad un ideale politico o ideologico, ma CROMATICO. Tifando cioè dei “colori” piuttosto che degli ideali.
    Sia chiaro che il tifoso o “sostenitore”, fa bene al calcio, come a qualsiasi altro sport, così come assitere “sul luogo” ad un evento sportivo, aiuta ad innamorarsi e far crescere uno sport.
    Diverso è insultare dei bravissimi (o meno) atleti, solo perché indossano dei colori diversi, salvo poi idolatrarli un mese dopo quando il mercato di riparazione di gennaio, li porta a giocare nella propria squadra di giallo-marroni, anziché in quell’insopportabile odiatissima compagine Marrone-gialla!!!!
    Il ripetere slogan violenti con ossessiva cadenza ciclica e maniacale poi, indubbiamente ha del patologico.
    Spesso gli ultras,forse in uno slancio volutamente autocritico, si rasano completamente il capo in modo da farlo sembrare maggiormente un “glande”.
    E’ una dei pochi messaggi sensati, se non l’unico, che riescono a dare: LA NOSTRA TESTA E’ UN GLANDE.
    L’ultras non si occupa di politica, in quanto la politica spesso richiede conoscenza, informazione, dialogo, mediazione, preparazione, e tutte queste belle cose sono assolutamente proibitive per l’inadempiente sistema neurale dell’estremista della curva sud-nord-est-ovest.
    Quando l’ultras tenta di occuparsi di qualcosa di politico, lo fa spesso con toni estremismi e/o violenti (rossi o neri che siano... ma più spesso neri devo dire), il che è un chiaro monito alla società civile quasi a dire “teneteci fuori dalla cose di pensiero, siamo uomini d’azione, credere, obbedire, combattere”.
    Nella scala evolutiva antropologica l’ultras viene senz’altro prima del cro-magnon. Si dice che già l’uomo di Neanterthal considerasse l’homo ultras, una specie inferiore, e lo snobbasse.
    Il pollice opponibile comunue, per gli ultrà, fu una grande conquista perchè gli permetteva finalmente di brandire la spranga e far valere i propri principi esistenziali, frantumando il cranio degli antagonisti.
    Un comportamente evoluzionisticamente scorretto in quanto uccide i propri simili, solo che magari avevano la sciarpa di un altro colore.
    Basta però cambiare sciarpa ed ecco che l’ultras ti risparmia. Anzi, si fa arrestare al posto tuo perché l’ONORE è importante nel branco.
    Presi singolarmente questi proto-umani non hanno grande ardore (salvo alcuni casi eccezionali), ma si trasformano in vere e proprie macchine da guerra in gruppo.
    Rari i cassonetti che si salvano al loro fuoco distruttore, poche le automobili che resistono all’impeto del loro passaggio, non c’è nemico che li spaventi, specie quando sono in netta superiorità numerica.
    Insomma, per quanto mi riguarda, degli ultras, lo sport potrebbe tranquillamente fare a meno.
    Preferisco gli stadi americani, e se preferisco io qualcosa di “americano”... è grave eh?
    Meditate amici Uligani, meditate.
  3. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773539
    ora vi dico cosa hanno risposto i CUCS degli ultrà della roma a questa domanda... e questa risposta rispecchia il mio pensiero :)

    - Perché “ultrà”?
    CUCS: “Perché ultra significa “oltre”, perché significa di più e noi diamo di più del tifoso normale. Perché per noi la prtita comincia una settimana prima, perché noi seguiamo la Roma ovunque a qualunque distanza e con qualunque tempo, perché noi voltiamo le spalle alla gara per poter organizzare meglio i nostri canti, i nostri cori di incitamento, perché noi facciamo di pù di quello che fa il tifoso normale, anche se lo rispettiamo perché anche se non canta insieme a noi ama lo stesso la Roma, perché anche se preferisce vedersi l partita comodo dalla tribuna invece che dalle gradinate della curva professa la nostra stessa fede. Però lo critichiamo quando si lascia andare (e quest’anno non ne aveva davvero ragione) a fischiare se la squadra non riesce a vincere. Noi questo non lo tolleriamo: la Roma si ama sempre e comunque. Ecco , forse anche per questo siamo ultrà”.

    - Ultrà si nasce o si diventa?
    CUCS: “Tutto sta a comprendere in quale maniera uno voglia tifare la Roma: a noi piace cantare, gioire e magari piangere con essa, ad altri no. Si può essere ultrà ad 8 come ad 80 anni: tutto dipende da cosa uno sente dentro”.

    - Qual’è secondo voi la ricetta che potrebbe portare all’allontanamento della violenza dagli stadi?
    CUCS: “Un ingrediente giusto potrebbe essere sicuramente una maggiore collaborazione tra la società e i gruppi di ragazzi. Un po' quello che sta facendo la Roma, che ha aperto con noi un dialogo, sforzandosi di capire quali sono i nostri problemi, anche se ci soino delle divergenze visto che sotto certi aspetti la vediamo in maniera differente. Ma l’importante è intrecciare un discorso”.

    Questi almeno sono i MIEI Ultrà :)
  4. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773540
    capitan bacaro tutto quello che hai detto si riduce in 2 parole:
    non sportività...o ...nessun rispetto

    purtroppo è così...e lo sarà sempre ...sipossono fare tante campagne pubblicitarie, ma non cambierà niente ...

    <small>[ 16.02.2004, 16:36: Message edited by: robym72 ]</small>
  5. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773542
    infatti non è sempre così perchè purtroppo gli ultrà sono etichettati come quello che è stato detto da van e da capitan bacaro, e infatti tra gli ultrà molto spesso ci si inflitrano delinquenti, che però... non sono ultrà... perchè non sono tifosi.
  6. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773543
    Arichan:
    infatti non è sempre così perchè purtroppo gli ultrà sono etichettati come quello che è stato detto da van e da capitan bacaro, e infatti tra gli ultrà molto spesso ci si inflitrano delinquenti, che però... non sono ultrà... perchè non sono tifosi.
    esatto, ma queste persone purtroppu si trovano da tutte le parti non solo negli ultrà....

    <small>[ 16.02.2004, 16:43: Message edited by: robym72 ]</small>
  7. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773544
    si roby :)

    e infatti nella loro intervista i CUCS dicono anche...

    - Perché la violenza negli stadi?
    CUCS: “Perché ormai la violenza è dilagata ovunque, anche nelle strade e per rendersene conto basta sfogliare qualsiasi giornale. Anzi, quella che c’è negli stadi è sicuramente minore: il violento di strada che viene fra noi trova sempre 40-50 ragazzi che lo controllano, che cercano di persuaderlo. Sotto questo aspetto il nostro gruppo è una valvola di sicurezza. Unpotenziale di violenza, inutile negarlo, è presente in goni stadio italiano: a Roma c’è comunque in una percentuale veramente minima e ne è dimostrazione il fatto che la società per colpa dei tifosi sono anni che nonprende una multa”.

    <small>[ 16.02.2004, 16:46: Message edited by: Arichan ]</small>
  8. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773545
    Arichan:
    “Perché ultra significa “oltre”, perché significa di più e noi diamo di più del tifoso normale. Perché per noi la prtita comincia una settimana prima, perché noi seguiamo la Viterbese ovunque a qualunque distanza e con qualunque tempo, perché noi voltiamo le spalle alla gara per poter organizzare meglio i nostri canti, i nostri cori di incitamento, perché noi facciamo di pù di quello che fa il tifoso normale, anche se lo rispettiamo perché anche se non canta insieme a noi ama lo stesso la Ternana, perché anche se preferisce vedersi l partita comodo dalla tribuna invece che dalle gradinate della curva professa la nostra stessa fede. Però lo critichiamo quando si lascia andare (e quest’anno non ne aveva davvero ragione) a fischiare se la squadra non riesce a vincere. Noi questo non lo tolleriamo: la Civitanovese si ama sempre e comunque. Ecco , forse anche per questo siamo ultrà”.
    Appunto: CREDERE OBBEDIRE COMBATTERE.
    Arichan:
    “Tutto sta a comprendere in quale maniera uno voglia tifare la Sambenedettese: a noi piace cantare, gioire e magari piangere con essa, ad altri no. Si può essere ultrà ad 8 come ad 80 anni: tutto dipende da cosa uno sente dentro”
    Ma come fate a piangere se avete appena detto che date le spalle al terreno di gioco e non vedete la partita? Piangete sulla fiducia?
    Ma robe da matti!!!
    Arichan:

    - Qual’è secondo voi la ricetta che potrebbe portare all’allontanamento della violenza dagli stadi?
    CUCS: “Un ingrediente giusto potrebbe essere sicuramente una maggiore collaborazione tra la società e i gruppi di ragazzi. Un po' quello che sta facendo la Roma, che ha aperto con noi un dialogo, sforzandosi di capire quali sono i nostri problemi, anche se ci soino delle divergenze visto che sotto certi aspetti la vediamo in maniera differente. Ma l’importante è intrecciare un discorso”.
    Ok, ma non si è capito in termini pratici cosa fate per evitare la violenza. Imbottite le spranghe con la gommapiuma?
    Arichan:

    Questi almeno sono i MIEI Ultrà :)
    Sicuramente i tuoi sono così... ma gli altri?
    E sicuramente gli altri diranno: "noi non siamo così",
    A chi credere? Nel dubbio non credo a nessuno e, per me, gli ULTRAS sono tutti uguali. Tutti indistintamente.
  9. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3773546
    Sicuramente i tuoi sono così... ma gli altri?
    E sicuramente gli altri diranno: "noi non siamo così",
    A chi credere? Nel dubbio non credo a nessuno e, per me, gli ULTRAS sono tutti uguali. Tutti indistintamente.
    Per me no! :)

    E io lo so perchè anche se non sono del tutto ultrà adesso.... lo diventerò sicuramente! e non vedo l'ora di stare tra di loro

    <small>[ 16.02.2004, 17:43: Message edited by: Arichan ]</small>

  Chi sono per voi gli ultrà?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina