1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3776533
    Cari amici.
    Le disgrazie non vengono mai sole. E così, dopo la sciagura di un BVZM in questo forum, ve ne presento un altro.
    Ma non preoccupatevi, il peggio ormai è passato.
    BVZM, per quei due o tre che ancora non lo sapessero, non è che l'acrostico di Buon Vecchio Zio Martin, sigle che, chi vi scrive, ha bellamente trafugato ad un noto personaggio dei fumetti dell'universo bonelliano. Martin Mystère.
    Perché vi parlo di questo ormai attempato (ma non diteglielo mai) biondone newyorkese?
    Innanzitutto leggete qui:

    (tratto dal sito ufficiale di M. Mystère)
    " Martin Jacques Mystère è un insolito detective: archeologo, antropologo, esperto d'arte, collezionista di oggetti inusuali, uomo d'azione e instancabile viaggiatore, è americano di nascita (vive a New York, in un piccolo appartamento pieno di libri e oggetti curiosi ), ma si è formato culturalmente in Italia. Dopo la morte dei suoi genitori (1965) in un incidente aereo, ha cominciato a occuparsi di quegli enigmi che la scienza "ufficiale" non prende in considerazione. Da quelli archeologici a quelli storici, da quelli scientifici o parascientifici a quelli esoterici, spaziando occasionalmente nel campo degli Ufo, dei poteri Esp, della magia.
    Argomenti che esercitano l'inquietante attrazione dell'inesplicabile, un fascino che diventa ancora più intrigante quando i "mysteri" si svolgono ai nostri giorni, nella nostra società e nel nostro tempo, e quando, in ambienti apparentemente consueti e ordinari, il fantastico si scatena all'improvviso. A conclusione di ogni sua
    "indagine", Martin Mystère ne archivia il resoconto su di un Macintosh, di cui è un abile ed esperto utente.
    Pur possedendo un fisico atletico e la capacità di utilizzarlo, pur essendo un formidabile "tuttologo", Martin non è un "superman": è dotato, infatti, di una grande autoironia (lui stesso non si prende troppo sul serio e si autodefinisce "Il Buon Vecchio Zio Marty") e, in più, una serie di difetti (la tendenza a tirare tardi, la logorrea) lo rende un personaggio "umano" e accattivante. Nel corso delle sua saga, Martin trova spesso sulla sua strada gli Uomini in Nero, una sorta di setta secolare avversa a ogni scoperta o ipotesi che vada contro l'ordine costituito e la cultura ufficiale.
    "
    Ebbene, qual sconcertante miopia non ci ha fatto mai accorgere delle tante cose in comune fra Lara Croft e Martin Mystère?
    Credo che chiunque si affacci rapito all'universo archeologico e misterioso della bella archeologa del video-game, non possa rimanere del tutto insensibile al parallelo universo, appunto, archeologico e "mysterioso" del BVZM. Quello vero.
    Antichi segreti custoditi in angoli remoti della terra. Creature sovrannaturali e mostruose sempre pronte a sbucare da qualche oscuro anfratto ora a New York, ora nella giungla indiana, in Belize o chissà dove.
    Sanguinarie e ciniche organizzazioni oscurantiste che cercano di mettere in difficoltà il buon Zio Martin.
    Addirittura i "Grandi Antichi" di Lovecraft incedono, talvolta, nelle storie del nostro avvenente archeologo.
    Non vi sembra che tutto questo somigli "blandamente" all'universo Laracroftiano?
    Le immagini che seguono, riguardo quanto detto, non lasciano scampo a dubbi.
    Le ambientazioni e il "taglio" delle storie non è affatto dissimile da quello delle avventure della pettoruta ragazza inglese.
    Guardate.

    qui il BVZM si occupa dei poteri magici di una delle copie del famoso quadro di Arnold Boecklin "l'isola dei morti"

    <small>[ 22.01.2004, 20:26: Message edited by: BVZM ]</small>
  2. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3776543
    Per chi volesse cominciare ad avventurarsi nel meraviglioso mondo di Martin Mystère, consiglierei di cominciare, procurandosi gli arretrati presso qualche fumetteria, dagli SPECIALI.
    Sono storie sfiziose, autoconclusive, e anche spesso cariche di una intelligente ironia.
    Difficiel avventurarsi nella serie regolare. Intricata e piena di intrecci richiamanti numeri arretrati.
    Per prendere confidenza col BVZM, credo siano, appunto ideali gli speciali.
    Troverete qui l'elenco.
    Leggete ad esempio questo soggetto , è inerente a Martin Mystere Speciale n° 3.
    Pensate un po' al soggetto. Non lo trovate molto Tomb Raider-esco? Beh è del 1986. 10 anni prima del 1° Tomb Raider.
    Questa invece , storia uscita nel 92 in occasione dei 500 anni della scoperta dell'america, è secondo me una delle storie più belle che io abbia mai letto.
    Anche questa molto lara Croft-esca.
    Dai almeno provateci...
  3. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3776546
    Le storie narrate in Martyn Mystere sono frutto di grandi ricerche da parte degli sceneggiatori per documentarsi a fondo sugli ultimi ritrovati tecnologici o sui misteri che da millenni hanno suscitato l'interesse dell'umanità 005

    Ogni tanto ne compro qualche numero , dipende dall'argomento trattato .

  Parallelismi fra Lara Croft e Martin Mystère

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina