1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3791446
    Io e la community del mio sito abbiamo deciso di riscrivere 1 intero copione x 1 nuovo film di TR :D

    X ora abbiamo scritto la prima parte, ma manca ancora molto compresa la sceneggiatura :D

    Ditemi se vi piace 005

    LARA CROFT
    TOMB RAIDER
    LO SCETTRO DI KEYLA
    (TITOLO PROVVISORIO)


    Tutto comincia con una veduta dall’alto del maniero Croft. Winston sta camminando nel grosso salone della casa, mentre Lara si sta facendo un bagno in piscina. Winston la va a chiamare perché la sua colazione era pronta, quindi lei esce graziosamente dalla piscina e si dirige verso la sala da pranzo, inserisce nel lettore cd un cd di musica classica e si mangia un bel cornetto con un caffè e apre il suo PC portatile per leggere la posta ricevuta. Apre la cartella della posta e vede che le è arrivata una strana e-mail anonima che contiene un allegato.
    Lara apre l’allegato e trova delle foto e degli articoli di un vecchio scettro, lo scettro di Keyla che secondo degli studi riservati, dicono che si trova nei sotterranei del Colosseo, a Roma.
    Legge anche che Keyla era un antica dea Romana che, dopo aver subito l’espulsione dal monte olimpo per complottare contro Giove, creò una grande pestilenza che uccise nel 1300 A. C. uccise a Roma milioni di persone.
    Questa strage fu fermata grazie al sacerdote Forto che bloccò la pestilenza con i suoi poteri e racchiuse la Dea Keyla in uno scettro con dentro tutti i suoi poteri peggiori. Successivamente il sacerdote Forto divise lo scettro in 5 parti, e le distribuì in vari stati del mondo in modo che la strage non si ripeti.
    Lara legge attentamente tutte le notizie riguardanti questo strano scettro e guarda attentamente tutte le foto. Ma ad un certo punto della sua mail le foto non raffigurano più lo scettro, ma raffigurano una ragazza ventenne. La prima raffigurava questa ragazza che stava seduta su un muretto in pietra con dietro un grosso tempio Maya.
    Poi la seconda raffigurava sempre lei che ride, e queste foto non finivano mai e diventavano sempre di più. Improvvisamente a lara le viene un breve flash back dove vede una ragazza ventenne davanti ai tempi maia che ride e parla insieme a lei, poi ad un certo punto Lara dice:
    <<Lo vedi quello?... è il tempio Maya che stiamo cercando da giorni e finalmente ci siamo arrivati! Dai entriamo…>>
    Lara si risveglia improvvisamente dal flash back e chiude violentemente lo schermo del suo PC portatile, si alza dalla sedia dove stava seduta e si incamminò con passo veloce verso il giardino.
    Questi sono ricordi ancora offuscati, che però le fanno scendere una lacrima da un occhio.
    Winston la incrocia mentre stava varcando la porta della casa per uscire in giardino e le chiede se era tutto apposto. Lei annuisce, dicendogli anche di prepararle i bagagli perché stava partendo per Roma.

    Nel frattempo in una piccola cittadina della Cina, ancora incontaminata dai chiassosi rumori e dallo smog delle città occidentali, Kurtis ed Angy (la sua ragazza) stanno dormendo beatamente l’uno affiancato all’altro.
    Era notte e stava piovendo.
    La cittadina era circondata da alte mura per proteggerla da invasioni nemiche.
    Ma queste non servirono a niente quando un astuto nemico, Jeff Norton, appartenente alla generazione rivale di quella dell’arte del Chirugai, entra con i suoi agili soldati ninja nella città per sterminare Kurtis ed Angy, le ultime due persone appartenenti all’arte del Chirugai.
    Ha anche una cicatrice sul volto.
    Con i suoi soldati manda a fuoco la città, e stermina tutte le persone che gli capitano davanti, comprese le donne e i bambini.
    Angy non si accorge di tutto questo, ma Kurtis sì e si alza subito dal letto e sveglia Angy, dicendole di vestirsi immediatamente perché dovevano scappare dalla città perché Norton gli aveva trovati anche lì.
    Così stanno per uscire dalla porta, quando, proprio mentre Angy stava per aprire la porta, sente il rumore dei passi dei ninja che provano a sfondarla. Questi non sapevano dove abitavano Kurtis ed Angy e quindi erano entrati in tutte le case, distruggendole tutte, e ora avevano trovato quella giusta ma ancora non lo sapevano.
    Angy fa un urlo per lo spavento provocato dal rumore dei forti battiti sulla loro porta e Kurtis propone di scappare dalla finestra.
    Così fanno e si mettono a correre in una lunga strada. presto si trovano circondati dai ninja e così decidono di dividersi.
    Angy va a destra e, riuscendo a seminare tutti i ninja arriva alla moto nascosta dietro ad un cespuglio che avrebbero dovuto prendere per fuggire.
    Intanto Kurtis è un po’ meno fortunato, dato che la strada che ha preso lui, ovvero quella sinistra, conduce ad un vicolo ceco, ma proprio mentre le sue speranze sembravano perse, vede una scale che conduce sul tetto di un’abitazione.
    Seguito dai ninja la sale e salta di tetto in tetto finche non arriva in cima al muro della città.
    il muro era molto alto, ma vede che in basso c’è un vecchio carretto con del fieno dentro.
    Si gira l’ultima volta per guardare i soldati, fa un sorriso e si butta con sicurezza all’indietro.
    Mentre cade un ninja si affaccia dal muro e lui tira fuori il suo Chirugai e gli taglia la testa.
    Angy arriva subito con la moto, lo fa passare davanti, e con un’impennata se ne vanno.
    Norton ordina ai suoi scagnozzi di seguirlo, e loro eseguono gli ordini, e due ninja, ognuno con la propria moto, inseguono Angy e Kurtis mentre Norton osserva tutta la scena con un binocolo.
    La moto di Angy e Kurtis non era molto distante da quella dei due rivali.
    Kurtis con un sorriso chiede ad Angy se era pronta, lei risponde di si, e con un’abile frenata Kurtis ferma la moto e la fa ruotare di 45°.
    I ninja sono stupiti e non capiscono perché hanno frenato improvvisamente, ma presto hanno la risposta alle loro domande.
    Muovendo le mani in una strana maniera, Angy crea tanti piccoli Chirugai, che con uno scatto vanno verso il motore delle moto, facendole scoppiare in aria.
    Così Angy, soddisfatta di quello che aveva fatto, dice di andare, e Kurtis rimette in moto la moto, sfrecciando più veloce che poteva.
    Intanto Norton da lontano, dopo aver assistito alla scena col binocolo dice che non finiva lì.
    Mentre Norton urla arrabbiato, viene vicino a lui una figura di donna che si intravede nell’ombra che dice che erano solo due e di certo non avrebbero causato la sua rovina. Dice anche che ora dovevano pensare a cose più importanti. Tira fuori dal mantello che l’avvolgeva uno scettro che improvvisamente si illumina mostrando la donna che dice di pensare allo scettro di Keyla, ma soprattutto di pensare a Lara Croft.
    Norton la guarda e con faccia meravigliata le chiede chi fosse.
    La donna si gira verso di lui, ma non sorride, anzi, ha una faccia triste come se provasse disprezzo per se stessa e dice che Lara non l’aveva salvata, non si è preoccupata minimamente di lei, la ragazza che un tempo era la sua migliore amica…
    Così Norton le chiede cosa aveva intenzione di fare, e lei risponde che voleva vendetta a tutti i costi.
    Poi aggiunge che è per questo che le ha teso una trappola, attirandola con la notizia di un preziosissimo artefatto nel Colosseo… Dice che Lara neanche si immagina cosa si trova al di sotto del Colosseo e morirà prima ancora di entrare nei sotterranei.
    Il marito (Norton) chiede alla moglie cos’ erano questi cinque pezzi mancanti, e lei risponde mostrandogli lo scettro che, per avere la massima della sua potenza e avere il mondo in mano doveva essere composto da tutti e cinque i pezzi che si trovano ai quattro angoli del mondo. Loro possedevano solo la base, che in se è anche il pezzo fondamentale, ma senza gli altri quattro non aveva una forza molto potente… Dice che due dei pezzi mancanti si trovano in Cina, uno già ce l’hanno e l’altro si trova nelle vicinanze. Ora però dovevano partire per Roma, a prendere il terzo pezzo mancante e a tendere la trappola a Lara Croft.

    Intanto Kurtis ed Angy viaggiarono per tutta la notte e la mattina dopo si fermarono su un bellissimo prato verde con accanto un ruscello. il tempo era bellissimo e si sentivano i rumori degli uccelli.
    C’era un senso di pace incredibile.
    Mentre Kurtis tira fuori dalla borsa qualcosa da mangiare, Angy si gira per guardare il torrente e scorge qualcosa di strano, qualcosa che luccicava. Dopo averlo guardato per un po’ decide di andare a vedere di cosa si trattava e si alza per prenderlo.
    Dopo averlo preso lo fa vedere a Kurtis che legge cosa l’iscrizione che si trovava sul retro.
    Diceva che quello era uno dei quattro pezzi mancanti dello scettro di Keyla e che se ne trovavano cinque in tutto il mondo, tra cui due in Cina.
    Fra i nomi delle città in cui si trovano i cinque pezzi mancanti compare anche Roma, nel Colosseo.
    Ridendo Angy dice: <<Roma! Ho sempre desiderato andare a Roma>>.
    Kurtis ed Angy si guardano per un istante e poi Kurtis ridendo dice: <<Roma aspettaci stiamo arrivando!>>.

    Intanto Lara sta viaggiando in aereo e ripensa a quelle immagini viste al computer. Inizialmente pensa allo scettro, ma poi la mente le fa ricordare di quelle altre foto, quelle della ragazza sedicenne. Le riviene un flash back e le vengono in mente altre immagine:
    il flash back raffigura lei e la ragazza trentenne che entrano nel tempio Maya e di fronte a loro c’è un lungo e buio corridoio. Però, alla fine di questo corridoio c’è qualcosa che brilla. Lara e la ventenne si guardano in faccia con meraviglia e stupore.
    Poi Lara dice: << Coraggio, andiamo NICOLE>>
    Questo nome le rimbomba nella mente, ma ancora non riesce a ricordare cos’è successo e perché le sono arrivate quelle mail.
    All’improvviso Lara sente una voce:
    <<Signora… Signora…>>
    Si sveglia e si accorge che di fianco a lei c’è un hostess che le chiede se si sentiva male. Lei le risponde che era tutto apposto e che non aveva problemi.

  Il mio copione!!!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina