1. The Bot
    The Bot  
        Mi trovi su: Homepage #3792066
    Ciao a tutti! Oggi ho inviato il mio TR per il concorso di Topolino! 039
    In quello che ho spedito ho inserito anche delle immagini dei templi e degli spiriti!
    Fatemi sapere cosa ne pensate al più presto perchè dom parto per il mare!
    Lady Croft

    006 Lara Croft
    TOMB RAIDER e il Soffio della Luce

    Londra. Casa Croft.
    Tutto è tranquillo in casa Croft, Brice sta progettando un nuovo robot per gli allenamenti di Lara, Winston, il fedele maggiordomo, sta preparando la cena e Lara si trova al British Museum per incontrare il direttore del museo, Mr. Richard Albow.
    Lara sa che questo incontro non le porterà niente di buono....
    Mr. Albow: "Oh Lara! Come sono felice di rivederti..."
    Lara: "Anch'io Mr. Albow"
    Mr. Albow: "Lara, immagino che tu l'abbia capito che questo non è un incontro di piacere, ma devo chiederti di aiutare un mio caro amico: Il sacerdote Nes-cali-yeel, capo della tribù dei Mapuche, è convinto che la profezia dell'oscuro Din-he..."
    Lara: "Antica profezia? Din-he? ma di cosa sta parlando?"
    Mr. Albow: " In America, sai bene che ci sono state 7 grandi tribù e 780 anni fa i loro capi si riunirono attorno all'albero sacro per invocare Din-he, ovvero Colui-che-da-la-luce. Essi desideravano la vita eterna e Din-he gliela concesse, ma uno di loro Waziyaq non era ancora soddisfatto e chiese di diventare l'uomo più potente del mondo. Din-he a questa folle richiesta, si arrabbiò e prima di svanire disse:
    << 780 anni passeranno dal mio silenzio e poi per 8 giorni sole e luna appariranno in cielo, colui che riuscirà a placare la mia ira, dovrà trovare dentro se stesso i frammenti di Haisaa e riunirli alla mia anima. >>
    Lara: " Interessante... e io cosa c'entro con tutto questo?"
    Mr. Albow: "Devi aiutare un mio caro amico....Lara, ieri notte, in Cile, sole e luna hanno cominciato a splendere assieme... devi ritrovare i frammenti oppure..."
    Lara: "... tutte e otto le tribù verranno annientate!"
    Mr. Albow: "Tieni questa è la mappa che indica il tuo cammino, ma sbrigati ti rimangono 8 giorni..."
    Lara: "Perfetto...ok, ci sto ma solo se consegnerai questo pacco al tuo ospite"
    Mr. Albow: "ehm... vabene Lara e grazie di cuore"
    Lara: "A presto Mr. Albow"
    Mentre Lara si appresta a salire sul suo aereo per iniziare una nuova avventura, Mr. Albow torna a casa.
    Mr. Albow: "Mr. Trent ma questo è per voi da parte di Miss Croft..."
    Kurtis Trent apre il pacco e vi ritrova la sua arma...

    1° Livello: 1° GIORNO: Cile centromeridionale

    1^ PARTE: L'aquila di fuoco
    Non appena Lara scende dall'aereo, alcuni bambini del posto le corrono incontro, le indicano il cielo e la avvertono che prima di arrivare dal grande sacerdote deve portargli in dono le tre piume dell'aquila di fuoco e solo allora potrà avere il primo frammento dell'Haisaa.
    Lara deve consegnare al grande sacerdote le tre piume dell'aquila di fuoco, una rossa, una verde e una gialla ma per trovarle dovrà immergersi nel fiume Bio-Bio, trovare una grotta e infine raggiungere la dimora sotterranea dell'aquila, solo allora, grazie alla polvere magica consegnatale dai bambini masuache, potrà addormentare l'aquila e recuperare le piume.
    Dopo aver trovato l'ingresso alla grotta, nascosto dietro un'enorme pianta, e ucciso i due enormi cobra che vi facevano da guardia, vi entra e si ritrova all'interno di una caverna umida, buia e piena di viscidi insetti. Il soffitto è ricoperto di foglie e rami, quindi Lara non deve fare altro che arrampicarsi e oltrepassare il corridoio sospesa. Alla fine del corridoio Lara trova una leva che attivata permette l'accesso alla stanza principale della caverna. In questa stanza, apparentemente vuota e fredda, vi si trova l'aquila di fuoco, un'enorme aquila color argento con tre piume colorate in testa e che sputa fuoco.
    Con una veloce mossa, Lara crea un cerchio attorno all'enorme uccello, il quale si addormenta immediatamente e diventa di ghiaccio. (Nota Tecnica -Lara potrà raccogliere solo una piuma per volta, quindi l'aquila bisognerà farla addormentare 3 volte per avere tutte le piume-) Raccolte le piume si reca al villaggio Mapuche.

    2^ PARTE: Il villaggio Mapuche
    Arrivata al villaggio Mapuche...
    Nes-cali-yeel: "Lo spirito del vento aveva ragione: sei arrivata sana e salva"
    Lara: "Sacerdote Nes-cali-yeel sono contenta di conoscerla e..."
    Nes-cali-yeel: "Tieni le piume ragazza mia, ora devi andare al villaggio dei Wichì in Argentina, là ci sarà ad attenderti il capo dei guerrieri wichì, Dowekonda. Consegnali la piuma rossa così ti darà delle importanti informazioni per ritrovare il secondo frammento..."
    Lara:"...e per quanto riguarda il primo frammento, cosa mi dice?"
    Nes-cali-yeel: "Eccoti il primo frammento ed ora va!"
    Prima di partire, Lara scopre che deve ritrovare anche la Gemma del Cielo con la quale potrà liberare il primo degli otto passaggi del tempio che imprigiona l’anima di Din-he.

    3^ PARTE: In viaggio per il Paraguay
    La gemma del cielo si trova presso la dimora di Mr. Hellmann, un'enorme villa situata nel centro del Cile, costantemente sorvegliata. Mr. Hellmann è uno spietato cacciatore di reliquie, sempre attorniato da guardie del corpo e odiato dall'intera popolazione cilena.
    Per recuperare la gemma del cielo, Lara deve andare sul retro della casa, uccidere le due guardie che sorvegliano l'entrata d'emergenza con la pistola munita di silenziatore, entrare senza farsi vedere e uccidere i quattro uomini armati che si trovano al primo piano, salire al secondo, trovare la sala comandi e disattivare gli allarmi, salire al terzo ed ultimo piano e uccidere altri tre uomini e infine trovare la stanza della gemma e recuperarla.
    A questo punto Lara deve tornare al piano terra, uscire sul davanti della villa, prendere un fuoristrada, fargli il pieno e partire per il Paraguay.

    Note Tecniche: All'inizio del gioco Lara avrà già a disposizione:
    Energia: 6 medikit di varia grandezza che potranno essere integrati durante il percorso, lo stesso vale per le munizioni mentre a disposizione avrà già le sue pistole, una pistola 9mm, una desert eagle, un mitragliatore mp5, un fucile a pompa, un lanciarazzi, un bazooca e gli uzi.
    Nel menù, il giocatore troverà la mappa che gli consentirà di visualizzare il viaggio, mentre sui territori (alias livelli) in cui Lara avrà già portato a termine la sua missione apparirà una X rossa.

    2° Livello: 2° GIORNO: Argentina settentrionale

    1^ PARTE: Il guerriero
    É l'alba e Lara è appena arrivata in Argentina.
    Dopo aver parcheggiato il fuoristrada ai margini del villaggio Wichì, Lara viene accolta immediatamente da Dowekonda e dal suo popolo.
    Dowekonda: "Chi sei?"
    Lara: "Sono Lara Croft...il sacerdote Ne-cali-yeel mi ha detto di venire in questo villaggio e parlare con Dowekonda, affinché mi aiuti a ritrovare il secondo frammento dell'amuleto Haisaa..."
    Lara estrae dal suo zaino la piuma rossa e gliela porge.
    Dowekonda: "Ora so chi sei e ti aiuterò molto volentieri. Vieni accomodati."
    Mentre Lara si siede accanto agli altri guerrieri e Dowekonda le racconta che gli antichi sciamani narravano che il 2° frammento dell'Haisaa fosse stato nascosto dall'oscuro sciamano Elsaaham all'interno del loro tempio sacro. Gli antichi sciamani raccontavano, inoltre, che Elsaaham si fosse fatto strappare il cuore affinché la sua anima avesse la possibilità di proteggere sempre e ovunque il frammento.
    Lara: "Dove si trova questo tempio?"
    Dowekonda: "Dovrai arrivare ai piedi delle Ande, il tempio è stato costruito all'interno di una montagna e trovare l'ingresso non è molto difficile. Lara, prendi questo acchiappasogni, ti sarà utile nel tenere a bada lo sciamano, ma attenta, lo potrai usare solo tre volte, poi non avrà più effetto.
    Lara: "Grazie Dowekonda, ora è meglio che io vada"

    2^ PARTE: Elsaaham, lo sciamano
    Lara arriva al tempio e vede che il portale d'ingresso si attiva soltanto azionando un ingegnoso meccanismo. Lara, grazie alla sua 9mm con mirino laser, deve sparare ad una statuetta inca che farà girare due piccole ruote sotterranee e che permetteranno l'accesso al tempio.
    Dopo essere entrata Lara deve stare attenta alle due prove che la condurranno nella sala centrale dove è custodito il 2° frammento dell'Haisaa.
    Prima Prova: Lara deve saltare su dei massi non troppo stabili fino a raggiungere un passaggio sul soffitto e arrivare al secondo piano del tempio e quindi alla seconda prova.
    Seconda Prova: A questo punto bisogna stare molto attenti o si rischia di morire subito. Lara deve attraversare un canale pieno d'acqua gelata e di piccoli pesci piraña decisamente affamati, i quali renderanno Lara meno veloce e le farà consumare più velocemente l'aria a disposizione.
    (Nota tecnica: per superare questa parte il giocatore dovrà uscire svariate volte dall'acqua altrimenti farà perdere vita a Lara. Terminato il canale troverà nuove munizioni e alcuni medikit)
    Alla fine del canale si trova l'ingresso alla stanza centrale del tempio, al suo interno vi si trova il 2° frammento dell'Haisaa (incastrato nella parete di fronte a noi) e lo sciamano Elsaaham pronto a farci del male. Lara, non appena entra, attiva immediatamente l'acchiappasogni, corre a recuperare il 2° frammento e dato che l'azione dell'acchiappasogni non dura molto deve riattivarlo. In alto sulla sua destra si trova un passaggio, per raggiungerlo deve arrampicarsi lungo la parete semi sporgente, imboccare il passaggio, ovvero l'uscita del tempio.

    3^ PARTE: La gemma del sole
    Ritornata al villaggio dei Wichì...
    Dowekonda: "Gli spiriti ti sono favorevoli Lara, ecco tieni la Gemma del Sole, ti servirà per aprire il 2° portale del tempio costruito sull'albero sacro."
    Lara: "Grazie Dowekonda..."
    Dowekonda: "É giunto il momento che tu parta per il Brasile. Nella parte settentrionale, confinante con il Venezuela, ci sarà ad attenderti Ykana, la sciamana della tribù dei Yanomami, ella ti darà delle informazioni molto importanti, ma sta attenta, ieri gli uomini di Mr. Hallmann hanno ucciso due miei uomini...che gli spiriti ti proteggano"
    Lara: "Grazie ancora, starò attenta, a presto Dowekonda"
    Lara sale sul suo fuoristrada e parte per il Brasile.
    Ad un certo punto capisce di essere seguita, si tratta di Mr. Hellmann e i suoi uomini.
    Manca poco al Brasile e deve assolutamente fermarli. A questo punto non può altro che parcheggiare il fuoristrada dietro alcuni massi, caricare il suo fucile a pompa e far fuoco sugli uomini di Hellmann, ignari di questa imboscata.

    3° Livello: 3° Giorno: Confine tra Brasile e Venezuela

    1^ PARTE: Il serpente reale
    Arrivata al villaggio Yanomami, Lara viene condotta dalla sciamana Ykana, la quale sta parlando con un giovane dall'aspetto conosciuto...
    Lara: "Era ora che venissi a darmi una mano... Kurtis!"
    Kurtis: "Io vado...a domani Lara"
    Mentre Kurtis se ne va, Lara consegna la piuma gialla alla sciamana.
    Ykana: "Kurtis è partito per Iqaluit, un'isoletta del Canada vicina alla Groenlandia abita dagli Inuit, un antico popolo che custodisce i Fuochi sacri."
    Lara: "Il fuoco bianco e il fuoco nero...pensavo che fossero soltanto una leggenda..."
    Ykana: "Già, siamo in pochi a sapere la verità su di essi..."
    La sciamana racconta a Lara che il terzo frammento si trova presso la Baia di Algrob, a largo della costa occidentale del Brasile. Il frammento è protetto dal gigantesco serpente piumato, un cobra fin troppo cresciuto color argento, con il dorso ricoperto di strane piume rosse e con il frammento incastrato sulla fronte.
    Dopo aver ascoltato la sciamana, Lara parte e si dirige verso la baia di Algrob. Trovata la baia, Lara perlustra la zona e trova diversi oggetti (tra cui un lancia granate con relative munizioni) che le permetteranno di distruggere il mostro e impossessarsi del frammento.
    Andando verso il laghetto appare questo enorme mostro e per annientarlo Lara dovrà continuare a sparargli finché non cadrà a terra morto, a questo punto non deve fare altro che staccargli il frammento e tornare da Ykana, ma non appena prende il frammento, il corpo del serpente si innalza nel cielo, inizia a brillare di un'accecante luce argentea, e si trasforma nella Gemma dell'Acqua. Raccolta la terza gemma Lara fa ritorno al villaggio Yanomami.

    2^ PARTE: Tracks, il sicario
    Non appena Lara torna al villaggio, le si fa innanzi una scena terrificante: quasi tutti gli abitanti sono stati brutalmente assassinati e la maggior parte delle tende sono state bruciate.
    Lara inizia a girare per tutto il villaggio sperando di rincontrare la sciamana, ma trova soltanto un anziano...
    Lara: "Cosa è successo?"
    Anziano: "...Tracks...è...stato lui...lui e i suoi uomini hanno ucciso tutti...tutti..."
    Lara: "Dov'è Ykana? Hanno ucciso anche lei?"
    Anziano: "No...lei..."
    Tracks: "...lei è con me ora!"
    Mentre Lara si gira, Tracks le punta la pistola alla tempia e poi uccide l'anziano.
    Lara: "...Tu..."
    Tracks: "Miss Croft! Ho un affare da proporle....la sua amica in cambio dei tre frammenti, che ne dice?"
    Lara, dopo aver visto Ykana sanguinante accetta e gli consegna i frammenti.
    Tracks: "Bene bene e ora dimmi sciamana dove si trova il quarto frammento"
    Ykana: "So solo che si trova in Equador..."
    Tracks: "Grazie... a presto Miss Croft!"
    E dopo aver dato il colpo di grazia alla sciamana, Tracks e i suoi se ne vanno. Lara, ancora un pò scossa va a recuperare la sua vettura, ma ecco che un elicottero le cala una corda, Lara vi si aggrappa e viene fatta salire a bordo. E' Kurtis! I due partono immediatamente poiché tra alcune ore sarà l'alba del 5° giorno. Durante il viaggio Lara lo mette al corrente di Tracks e di che cosa è successo al villaggio Yanomami mentre Kurtis le mostra i due fuochi sacri ritrovati presso il villaggio degli Inuit.

    BONUS LEVEL (alias 4Livello: 4° Giorno): I fuochi sacri.
    Kurtis arrivato a Iqualuit, un'isoletta del Canada confinante con la Groenlandia, percepisce di essere in un luogo freddo e misteriosamente silenzioso. Kurtis inizia a girare per l'isola e alla fine si ritrova di fronte ad una porta fatta di ghiaccio, grazie a Klepta (la sua arma) riesce a romperla creando, così, un passaggio per accedere al villaggio Inuit.
    Per le strade non vi è nessuno e l'unico rumore che si percepisce è quello del vento gelido. Kurtis, grazie alla sua preveggenza, scopre che una delle case del posto è aperta; a questo punto non deve fare altro che trovarla e aprirla. Dopo esservi entrato, Kurtis vede che sul pavimento di essa c'è una botola, la apre e vi si cala dentro, arrivando così all'antico villaggio Inuit, un vasto territorio che emana una terribile energia negativa, formato da un'enorme cratere incandescente al centro, attorniato da una serie di rocce laviche. Kurtis si avvicina al cratere e vede una rientranza, dopo aver trovato una parete a cui attaccarsi, inizia a scendere giù fino a trovare un passaggio con una leva, che azionata fa aprire un canale di scarico così che Kurtis potrà scendere fino alla base del cratere. Una volta azionata la leva, Kurtis deve sbrigarsi: ha solo pochi secondi per trovare il primo fuoco e uscire in superficie, altrimenti verrà sepolto dalla lava. Il fuoco nero si trova alla base del cratere attorniato da una luce azzurra che lo protegge (Note Tecniche- se il giocatore farà toccare a Kurtis la luce, egli morirà all'istante soffocato), mentre alla sua destra si trova una piccola ruota che spegnerà momentaneamente la luce protettiva. Dopo aver fatto uscire tutta la lava, Kurtis con un'agile balzo arriva alla base del cratere, gira la ruota, recupera il fuoco nero e si appresta ad uscire. Una volta uscito, la casa gli esplode alle spalle, facendo così uscire allo scoperto tutti gli abitanti. Uno di loro gli si avvicina, gli mette una mano sul petto e gli dice: "Cuore puro, anima forte...aspettami qui, ho qualcosa che fa per te...", e mentre Kurtis aspetta l'uomo, inizia a girare per il villaggio alla ricerca di medikit e munizioni. Una volta ritornato al posto di prima, ritorna l'uomo con in mano il fuoco bianco
    Kurtis: "...il fuoco bianco..."
    Uomo: "Hai superato la prova con molto coraggio ed è giunto il momento che tu parta, qui i giorni corrono più veloci rispetto alle altre parti..."
    L'uomo consegna il fuoco bianco a Kurtis, il quale dopo averlo ringraziato, si dirige verso il suo elicottero e ritorna in Brasile, dove trova Lara a bordo del suo fuoristrada che sta andando in Equador. Kurtis la fa salire a bordo e insieme ripartono per l'Equador.

    5° Livello: 5° Giorno: Equador

    1^ PARTE: Mr. Hellmann
    L'elicottero di Kurtis è stato fatto atterrare in una pista aera americana situata nella città di Quito, ma una volta che lui e Lara scendono a terra, vengono immediatamente catturati e disarmati da dei poliziotti e, infine, vengono portati in una saletta all'interno di uno strano edificio. Ad un certo punto vi entra un uomo piuttosto basso e grasso, scortato da 6 uomini e con in braccio un'enorme gatto bianco.
    Kurtis: "Mr. Hellmann quale onore!"
    Mr. Hellmann: "Mr. Trent vedo che si ricorda ancora di me"
    Kurtis: "Non dimenticherò mai la faccia di colui che ha ucciso i miei genitori..."
    Mr. Hellmann: "Si consoli Mr. Trent tra qualche minuto li potrà finalmente riabbracciare... dimenticavo grazie ragazzi dei frammenti, mi avete fatto risparmiare un sacco di fatica...ah! ah! ah! E ora andiamo, Esmeraldas ci aspetta!"
    Mr. Hellmann esce e ordina ad uno dei suoi scagnozzi di attivare il gas nervino.
    Lara e Kurtis capiscono cosa sta per succedere e Kurtis, grazie ai suoi poteri magici stacca la grata del condotto di areazione creando, così, una via d'uscita. Una volta fuori Kurtis e Lara devo uccidere alcune guardie che sorvegliano la porta d'uscita, uscire e mentre Kurtis va a recuperare l'elicottero, Lara va alla ricerca di Mr. Hellmann e dei frammenti.

    2^ PARTE: Le antiche rovine
    Lara, perlustrata la zona alla ricerca di armi e munizioni (Note Tecniche: deve trovare l'arco e le frecce normali, velenose e infuocate che si trovano lungo le coste dell'Oceano Pacifico), scopre alcuni uomini appostati ad un fuoristrada e dopo averli fatti fuori, si impossessa della vettura e si dirige per Esmeraldas.
    Una volta arrivata a Esmeraldas, si ritrova in luogo costituito per lo più dalle antiche rovine di un tempio inca, posto al centro della cittadina, e da diversi totem sacri semi distrutti. Lara si avvicina al portale del tempio ed ecco che dall'unico totem intatto esce lo spirito di un orso bruno, protettore del tempio, il quale non appena tocca terra ritorna in vita. Lara inizia così a sparagli e ad un certo punto l'orso cade a terra stanco, Lara gli si avvicina, estrae l'arco e lo carica con le frecce infuocate, gliene spara una al cuore, affinché l'orso ritorni ad essere uno spirito. Prima di ritornare al suo totem, l'orso fa aprire il portale del tempio e Lara dovrà essere pronta a scattare oppure rimarrà fuori. (Note Tecniche: Non appena il giocatore farà entrare Lara nel tempio, dovrà stare molto attento poiché dovrà affrontare un percorso ad ostacoli... mortali!)
    Una volta entrata si ritrova davanti una grande vasca piena di velenosi serpenti d'acqua e feroci alligatori, per superare quest'ostacolo Lara sale su un masso alla sua destra e poi salta su una sporgenza di fronte a lei; qui trova la parete ricoperta di erba e liane, vi si arrampica fino ad arrivare su una piattaforma con nel centro una leva a forma di serpente e ai suoi lati due statue che hanno in mano una ciotola con del fuoco. Attivata la leva, la vasca viene ricoperta da un sottile strato di ghiaccio e Lara dovrà camminare molto lentamente o altrimenti il ghiaccio si spezzerà.
    Superata la vasca e uccisi i pipistrelli che le si faranno incontro, Lara dovrà risolvere l'enigma delle ciotole sacre. Si tratta di cinque ciotole colorate raffiguranti cinque animali sacri: l'orso, il cervo, il serpente, la rana, l'aquila e il bufalo; queste ciotole vanno messe in ordine di grandezza dell'animale sopra raffigurato in modo tale da far scendere una scala a chiocciola. Salita la scala, Lara si ritrova in una stanza ben illuminata dall'alto, ma ecco che all'improvviso sente la voce di Mr. Hellmann innalzarsi nell'aria e poco dopo seguita da altre...sembra quasi che stiano facendo un rituale religioso...Lara entra in questa stanza e si nasconde sotto un tavolo, ricoperto da alcune pelli d'orso, per poter così capire cosa sta succedendo; Mr. Hellmann indossa una lunga tunica bianca e un copricapo interamente ricoperto di piume d'aquila, con ai lati alcune pietre preziose e nel centro vi è rappresentata la testa di un serpente con la bocca aperta; egli è di fronte ad un altare con un giovane steso sopra e attorniato da una decina di persone anch'esse vestite di bianco ma senza nessun copricapo.
    Mr. Hellmann: "Viracocha! Dio Creatore! Ascoltaci! Sacrifichiamo a te questo giovane cuore in segno della nostra devozione a te!"
    Mentre gli altri uomini invocano canzoni inca, Mr. Hellmann, grazie ad un pugnale a forma di artiglio strappa il cuore al giovane e lo alza in cielo. Ad un certo punto ecco un forte bagliore provenire dall'alto...
    Viracocha: "Dovevate offrirmi un cuore puro, non sporco, ora la pagherete con la vita questa sciocchezza"
    Viracocha scaglia su ognuno dei presenti un raggio infuocato, compreso Mr. Hellmann, distrugge quasi tutto il tempio e infine scompare.
    Lara esce dal suo nascondiglio, si corre verso l'altare e scopre così che la vittima del sacrificio era Tracks, allora si dirige verso Mr. Hellmann e trova i 3 frammenti accanto al suo corpo e subito dopo averli raccolti si apre un sarcofago dietro di lei, dove recupera il quarto frammento. Lara inizia a guardarsi attorno e alla fine trova un passaggio sulla sua sinistra ed esce, finalmente, dal tempio.
    Una volta uscita va a recuperare la sua auto e ritorna a Quito.

    3^ PARTE: Il recupero dell'elicottero
    L'elicottero di Kurtis è stato sequestrato dalle guardie di Mr. Hellmann, che lo hanno portato su una base secondaria dietro l'edificio di monitoraggio. Dopo essersi munito di armi e munizioni Kurtis si appresta ad entrare in questo edificio, per poter così eliminare tutta la sorveglianza presente.
    Uccisa la guardia sul lato destro dell'edificio e rubatogli il pass, Kurtis entra e si ritrova in un lungo corridoio, alla fine del quale trova una scala semi rotta che lo condurrà al secondo piano.
    Arrivato al secondo piano, Kurtis deve uccidere altre 5 guardie e recuperare, da una di loro, un pass per aprire la prima sala comandi. Preso il pass e aperta la prima sala comandi (che si trova su questo piano), Kurtis può disinnescare gli antifurti che prima creavano una barriera rossa attorno all'aereo, dietro di lui si trova una manopola, che girata tre volte aprirà la seconda sala comandi. Kurtis, arriva a quest'ultima stanza, uccide solo una delle due guardie di turno mentre l'altra la costringe a far allontanare tutte le guardie per poter così salire sull'elicottero, ma prima di andarsene questa guardia gli consegna La Gemma dell'Acqua.
    Uscito dall'edificio e salito sull'elicottero, si alza in cielo e aspetta Lara, la quale non tarda ad arrivare e afferrata la corda, sale a bordo del velivolo.
    Kurtis: "Hai i frammenti?"
    Lara: "Si, ma è stata più dura del previsto"
    Kurtis: "E ora, dove dobbiamo andare?"
    Lara estrae la mappa e scopre che i posti già visitati lampeggiano di una luce rossa e che dietro la mappa si sta formando un disegno.
    Lara: "...Honduras!"

    6° Livello: 6° Giorno: Honduras - Guatemala - Belize

    1^ PARTE: L'atterraggio
    Lara e Kurtis stanno per atterrare in Honduras quando si accorgono sulla penisola non ci sono piste di atterraggio e che la più vicina si trova in Colombia.
    Una volta atterrati, si ritrovano in una zona completamente disabitata, caratterizzata da un paesaggio montuoso. Kurtis decide di andare a recuperare una barca o una canoa da poter così raggiungere il Nicaragua, recuperare le energie e ripartire per l'Honduras, mentre Lara rimane di guardia all'elicottero.
    Kurtis si avvia verso le montagne e scopre che salendo su una serie di rocce arriva vicino ad un cumulo di rocce e dopo averle spostate trova un passaggio. Attraversato questo passaggio Kurtis si arriva alla costa sul mar dei Caraibi. Scende sulla spiaggia, uccide i vari granchi e gli scorpioni che vogliono fargli del male, e si incammina verso una piccola baia, qui trova un uomo che gli dice che per noleggiare una canoa gli deve dare alcune monete d'oro, e per trovarle entrare nell'acqua e perlustrare le coste. L'uomo consegna a Kurtis una muta subacquea e una bombola d'ossigeno, una volta vestitosi si tuffa nel mare ed inizia ad esplorare. Trova la prima moneta subito sulla sua destra attaccata alla barriera corallina, la seconda moneta la trova muovendo alcuni massi, la terza la trova all'interno di una conchiglia e le ultime due le trova vicino ad una leva, la quale, una volta tirata, aprirà un varco tra le montagne in modo tale da rendere più facile l'accesso alla seconda parte dell'isola a Lara. Mentre Kurtis consegna le monete all'uomo e prepara la canoa, arriva di corsa Lara e ripartono. (Note Tecniche: mentre Kurtis è in acqua alla ricerca delle monete, il giocatore dovrà stare molto attento che nessun animale marino - serpenti marini, meduse, piraña e polipi - tocchi Kurtis altrimenti perderà energia.)

    2^ PARTE: Il percorso delle sei case
    Lara e Kurtis arrivano in Nicaragua, scendono dalla canoa e la legano ad un masso presso la costa de Mosquitos, perlustrano il posto al fine di ritrovare medikit e munizioni, dopo di che ripartono e arrivano in Honduras. Scesi dalla canoa, Lara e Kurtis si incamminano per esplorare il posto e trovano un villaggio di Indios, i quali li accompagnano in una tenda, dove un vecchio indiano con i capelli lunghi e grigi, scalzo e con addosso una tunica bianca, li fa accomodare davanti ad un tavolo e inizia a parlargli.
    Lizard: "Il mio nome è Lizard e sono il gran sacerdote di questo villaggio"
    Lara: "Lizard... ma certo! Tu sei l'ultimo discendente dell'antica stirpe Maya!"
    Lizard: "Già...ma ora veniamo a noi, so perché siete qui e vi darò una mano. Dovete sapere che una volta gli attuali stati del Honduras, del Gatemala e del Belize formavano il grande impero maya. Molte leggende aleggiano attorno il nostro popolo ma una sola si unisce a quella degli indiani d'America di oggi: il percorso delle sei case."
    Kurtis: "Sei case? Ma a noi mancano solo due giorni all'avverarsi della profezia, e ci mancano ancora due frammenti dell'Haisaa e altre tre gemme, non..."
    Lizard: "Non preoccuparti Kurtis, c'è tempo.... Ad ogni modo Lara stammi bene a sentire, sarai tu a percorrere le sei case..."
    Lara: "Io? Ma perchè..?"
    Lizard: "Kurtis rimarrà qui con me, unendo i suoi poteri ai miei, e grazie ai fuochi sacri, riusciremo a forgiare la gemma della terra, mentre tu affronterai il percorso e recupererai la gemma del dolore, la gemma del destino e il quinto frammento"
    Kurtis e Lara: "Vabene"
    Lizard: "Kurtis aspettami qui mentre accompagno Lara all'inizio del percorso"
    Kurtis: "Lara prendi Klepta, lei ti indicherà il percorso esatto"
    Lara: "Grazie! Te la restituirò entro questa sera"
    Lizard e Lara si incamminano verso il centro della penisola, di fronte ad una montagna...
    Lizard: "Lara qui vi è l'entrata, trova il masso che ti permetterà di scendere, una volta scesa ti troverai davanti ad un bivio di quattro strade, una bianca, una rossa, una verde e una nera, solo una di queste ti darà l'accesso al percorso. Una volta recuperato il tutto troverai una moto che ti permetterà di tornare qui. Buona Fortuna."
    Lara sposta all'interno un masso della montagna tre volte, finché sulla sua sinistra non trova un'entrata sotterranea, vi si cala dentro e si ritrova al bivio. Dalla sua tasca si stacca Klepta, la quale inizia a girare su se stessa fino al momento in cui non si ferma davanti alla strada contrassegnata di rosso; Lara la raccoglie e riparte. Lara percorre il lungo corridoio dalle pareti rosse e ogni tanto trova qualche passaggio dove trova medikit e munizioni. Alla fine del corridoio, si trova di fronte a due iene affamate, dopo averle uccise trova una porta di legno con una iena disegnata sopra.

    HONDURAS
    1. La Casa dell'Oscurità
    Lara entra e si ritrova in una enorme stanza rotonda con al centro dei resti di un animale molto grosso e ai lati vi sono cinque porte. Lara inizia a esplorare le porte partendo dalla sua destra. Nella prima trova una leva, che azionata fa scendere una scala di legno dal piano superiore della casa. Lara esce dalla prima porta, sale la scale e inizia ad uccidere le zanzare che le si fanno incontro. Uccise le zanzare, vede che sopra di lei ci sono delle travi che le permettono di raggiungere l'altro lato della stanza dove si trova un interruttore. Premuto l'interruttore si apre la seconda porta, Lara scende e entra nella seconda porta e vi trova un medikit e una chiave, la quale serve per aprire la terza porta. In questa porta però vi è un passaggio oscuro, Lara vi entra ed estrae la piuma gialla che le fa luce durante il percorso, alla fine del quale vi è un interruttore a colori che farà aprire le ultime due porte contemporaneamente. L'interruttore si attiva mettendo in ordine i colori dal più chiaro al più scuro. All'interno di queste porte c'è un bazooca e delle munizioni e Lara va al centro della stanza dove ci sono i resti dell'enorme animale, il quale non appena gli si avvicina si anima e diventa una gigantesca iena dagli occhi iniettati di sangue, con degli artigli lunghissimi e molto affilati, Lara dovrà ucciderlo subito se non vuole diventare il suo pranzo. Grazie al bazooca Lara lo uccide con tre colpi e l'animale dopo essere svanito lascia per terra il quinto frammento dell'Haisa, che dopo essere stato raccolto fa aprire una porta sulla sinistra di Lara.

    2. La Casa dei Coltelli
    Uscita dalla prima casa, Lara si trova davanti ad un burrone profondo all'incirca un centinaio di metri e pieno di lava incandescente. Lara vede che per oltrepassarlo deve camminare su una sottile lastra di metallo, che unisce le due parti del burrone. (Note Tecniche: il giocatore dovrà continuamente bilanciare a destra e a sinistra Lara, o altrimenti cadrà giù.) Oltrepassato il burrone, Lara si trova davanti ad una porta, simile alla prima ma con disegnato due sciabole incrociate e non appena entra capisce subito che la prova è ancora più difficile. Infatti, Lara, si ritrova sul bordo di un'immensa piscina (apparentemente vuota) e non appena vi si tuffa vede che su un lato si trova un passaggio; l'unico modo per entrarvici è quello di azionare una leva sul bordo della piscina in modo da far scendere il fondo, della stessa, completamente ricoperto di lame. Entrata nel passaggio subacqueo deve fare molta attenzione alle lame rotanti che ogni tanto escono dalle pareti, ma prima di uscire da questo passaggio deve entrare in un condotto in alto in modo da riprendere fiato. Ritornata nel passaggio e schivato altre lame, Lara arriva in un'altra enorme piscina, che però non è acqua ma...benzina! Lara deve essere molto veloce ad arrivare a galla ed uscirne. Una volta uscita trova altre tre porte, le apre e in una trova un medikit, in un'altra trova delle munizioni e nell'ultima fa uscire una gigantesca serpe bianca, la quale dopo essere stata uccisa si trasforma in una chiave. Raccolta la chiave, ecco che dalla porta in cui è uscito il serpente, il muro si distrugge e appare un passaggio.

    GUATEMALA
    3. La Casa del Gelo
    Uscita dal passaggio, Lara si ritrova in mezzo ad una foresta, estrae la mappa dal suo zainetto e scopre di essere arrivata in Guatemala, inizia ad esplorare il posto, uccide alcune scimmie che vogliono morderla e alla fine si ritrova davanti ad un'altra porta di legno, con dipinto sopra un quadrato bianco. Lara prova ad aprirla ma è chiusa, allora estrae la chiave del serpente, la mette nella serratura e così riesce ad entrare. Una volta entrata si ritrova in un grande campo con un'enorme anello posto ad entrambi i lati e con al centro quattro grandi statue per parte (da una parte sono nere e dall'altra gialle) e una palla al centro, sempre delle dimensioni delle statue. Lara vede su una parete una scritta...
    Lara: "L'accesso alla casa dei giaguari, lo avrai solo se riuscirai a segnare un punto alla squadra degli inferi altrimenti prenderai il posto di una delle statue"...Magnifico! Vediamo di trovare il modo di vincere!"
    Lara vede che su un lato della parete con l'incisione si può salire e dopo essere salita trova tre leve. Tirando quella centrale, poi quella di destra e infine quella di sinistra così che, una delle statue gialle prenderà in mano la palla, la tirerà oltre le statue nere e segnerà un punto, Lara dovrà correre più veloce che mai al fine di riuscire a passare attraverso il passaggio che si è aperto vicino all'anello della squadra delle statue nere.

    4. La Casa dei Giaguari
    La entra nello stretto varco e apre la porta in legno con un giaguaro disegnato, vi entra e si ritrova in un'antica arena, non appena va nel centro per guardarsi attorno, ecco che dieci giaguari escono da due recinti e la attaccano. Dopo averli eliminati tutti, Lara si dirige verso le due grandi gabbie, in una vi trova medikit e munizioni, mentre nell'altra trova La Gemma del Dolore. Ora Lara deve trovare il modo per uscire e arrivare alla casa successiva. Inizia a guardarsi intorno finché non scopre una corda che spunta dal muro, tirandola fa scendere una scala di bambù dal piano superiore, vi sale sopra e arriva all'ennesimo enigma. Lara si trova davanti a tre statuine di legno, una raffigurante Chac il dio della pioggia, un'altra raffigurante Raxa Caculhà il divino fulmine e infine un teschio rappresentante Yum Kimil, il dio della morte. Lara dovrà far girare su se stessa la prima statuina per tre volte, la seconda per due volte, poi di nuovo la prima quattro volte e infine alzare il teschio, questo meccanismo permetterà l'accesso alla quinta casa attraverso una botola che si aprirà sotto i suoi piedi.

    BELIZE
    5. La Casa del Fuoco
    Dopo essersi aperta la botola sotto i suoi piedi, Lara precipita in una piscina con il fondo pieno di cadaveri umani e non appena riemerge a galla scopre di essere immersa in una grande vasca piena di sangue. Lara, non appena esce, vede che in fondo alla stanza vi è una piccola vasca con dell'acqua, vi entra e si toglie e il sangue di dosso. Lara raggiunge una stanza adiacente e vi trova due spettri, (Nota Tecniche: se uno degli spettri la sfiora o la trapassa, Lara si trasforma in uno zombie) si sdraia per terra, in modo tale che non la colpiscano e si affretta a raggiungere una scala che porta verso il piano superiore della sala. Raggiunta la scala inizia a percorrere velocemente i gradini e una volta arrivata in cima si sdraia di nuovo a terra, infine raccoglie il primo pezzo del flauto spezzato. Ora Lara deve eseguire lo stesso procedimento con la scala opposta dove si trova il secondo e ultimo pezzo del flauto. Recuperati e uniti i due pezzi, Lara scende la scala e va a posizionarsi vicino alla piscina col sangue ed inizia a suonare il flauto. I due spettri, al suono del flauto, si uniscono e poi esplodono lasciando cadere la Gemma del Destino e incendiando le pareti, Lara si affretta per raccoglierla, ritorna nella stanza della piscina di sangue e si tuffa nella piccola vasca d'acqua (dove si era pulita all'inizio) poiché si è creata un'apertura.

    6. La Casa dei pipistrelli
    Una volta entrata nell'apertura, Lara verrà trasportata, da una forte corrente d'acqua, si ritrova così in una piccola foresta di tipo tropicale, con alcuni alligatori da uccidere e con un bel po' di medikit, munizioni ed armi da raccogliere. Lara inizia a girare per la foresta, finché non trova una caverna con un'incisione: "Il fuoco ci annienta ma la tua paura ci rende più forti che mai". Lara coglie vicino alla caverna una torcia, la accende ed infine entra nella buia e fredda caverna. Lara vede che il soffitto è pieno zeppo di pipistrelli, e per non essere graffiata o beccata da essi, deve camminare molto lentamente senza mai far spegnere la torcia (Note Tecniche: Il giocatore dovrà far camminare Lara con la modalità furtiva, in modo tale che le sue braccia rimarranno basse e la torcia non verrà spenta dalle gelide folate di vento). Arrivata in fondo a questo tunnel, Lara si ritrova davanti ad una porta di legno con inciso un pipistrello, la apre e si ritrova in una stanza completamente buia, ma non appena fa qualche passo verso il centro di essa, ecco che dalle dieci statue dei pipistrelli che circondano la stanza vengono emesse delle fiaccole azzurre. Lara vede che sulla parete di fronte a lei si trova una leva, la attiva e si apre un passaggio nel centro della stanza, vi si cala dentro e trova un'altra leva, attivata anche questa, ritorna in superficie dove le statue, che prima costeggiavano i lati della stanza ora sono allineate al centro. Lara si trova davanti all'ultimo enigma, infatti deve far formare alle statue due quadrati, uno all'interno dell'altro, in modo tale che le statue inizieranno a girare su se stesse e scenderanno nel pavimento, formando così un'enorme buco. Lara entra nel buco, e scivola fuori dal percorso delle sei case, trova una chiave e infine una moto che la condurrà di nuovo in Honduras.

    3^PARTE: La Gemma della Terra
    Ritornata al villaggio Indios, in Honduras, Lara viene accolta dal popolo in festa, Lizard le si fa incontro:
    Lizard: "Sono fiero di te Lara, vieni Kurtis sta finendo di forgiare la gemma della terra"
    Lara e Lizard si dirigono verso la sua capanna e trovano Kurtis con le mani rivolte al cielo mentre sta creando la gemma, ad un certo punto la gemma si materializza e Kurtis cade svenuto a terra. Lara lo raccoglie e lo sistema su un letto...
    Lizard: "Erano due giorni ormai che sta cercando di forgiarla ed ora ce l'ha fatta..."
    Lara: "...due giorni? Ma come è possibile?"
    Lizard: "Lara, il tempo nel regno degli inferi scorre più velocemente, ma non preoccuparti siete ancora in tempo. Domani partirete per il Messico, è la vostra ultima tappa e non ci sarà nessuno a proteggervi e dovrete fare molto in fretta altrimenti svaniranno tutti gli indiani d'America, compresi gli ultimi rimasti dei popoli Inca, Maya e Aztechi."
    Il giorno seguente Lara viene svegliata da Lizard, il quale le dice che Kurtis è ancora troppo debole per affrontare un altro viaggio e che dovrà partire da sola al più presto per il Messico, ritrovare prima il tempio dei guerrieri presso l’antica città di Chichen Itza nello Yucatan e riesumare il sesto frammento e infine dirigersi verso l’originaria città di Tecnochtlàn, nella quale attraverso il viale dei morti deve raggiungere la piramide del sole e della luna, unire i frammenti e mettere fine alla profezia.

    7° Livello: 8° Giorno: Messico

    1^ PARTE: Il l’ultimo frammento
    Lara dopo aver trovato un fuoristrada, parte per lo Yucatan e una volta arrivata vede alcune steli di guerrieri toltechi, parcheggia il fuoristrada accanto ad una di queste e inizia a perlustrare la zona a piedi.
    Ad un certo punto trova l’entrata del tempio dei guerrieri, va sul retro dell’edificio e trova tre leve, che una volta azionate fanno aprire il portale centrale. L’interno del tempio si rileva piuttosto buio e umido con i lati ricoperti di strani disegni e scritte, ma ecco che le si fanno incontro due giaguari e dopo averli uccisi, uno di loro lascia cadere una piccola pergamena, Lara la apre e inizia a leggere: “…si trova alle anfore…”. Lara incuriosita, oltrepassa i giaguari morti e trova una porta, la apre e vi trova una stanza con ai lati una decina di anfore e una enorme nel centro, su una parete trova una incisione:
    “…si trova alle anfore
    protetto è il prescelto
    Haaisa é morte…”
    Dopo aver letto questa incisione, Lara capisce che il l’ultimo frammento si trova in questa stanza, inizia a controllare tutte le anfore, sono tutte piene di serpenti velenosi tranne una, una volta trovata, la riempie d’acqua, grazie alla fontanella che si trova sotto l’incisione e getta l’acqua all’interno dell’anfora grande in modo tale da risvegliare il grande serpente che protegge il frammento. Ecco che dall’anfora esce un’enorme serpente, con il corpo color nero rivestito di piume, con gli occhi incandescenti e con quattro zampe.
    Lara: “Ma…tu sei… Quetzalcoatl…”
    Quetzalcoatl: “Sssssiii…”
    Lara: “Ma come è possibile… tu sei una divinità azteca…come puoi essere in un tempio tolteci?…”
    Quetzalcoatl: “Il tempo ssssta per ssscadere, ssstiamo diventando un’unica leggenda sss… e poi ssssvaniremo per ssssempre e nessssuno sssi ricorderà di noi sss…”
    Lara: “Tu eri Din-he! Tu vuoi la morte delle tue genti… tu…”
    Quetzalcoatl: “Sssei intelligente….ma ora… ssss… morirai anche tu…”
    Lara: “Questo lo vedremo”
    Quetzalcoatl inizia a sputare addosso a Lara delle enormi palle infuocate, Lara le schiva e dopo averlo colpito per tre volte con il lancia granate, Quetzalcoatl cade a terra stordito, Lara gli apre la bocca e gli ruba il sesto frammento da uno dei suoi denti, entra nella grande anfora e scivola giù fino ad arrivare ad una stanza sotterranea, Lara dovrà aggrapparsi ad una delle liane che appese sul soffitto poiché il pavimento è ricoperto di scorpioni. A questo punto deve raggiungere una finestra sul lato opposto di questa stanza e per farlo deve saltare da una liana all’altra e una volta arrivata alla finestra si ritrova all’esterno del tempio, inizia a salire verso la parte superiore del tempio dove ha fatto Quetzalcoatl ha riportato in vita le statue di pietra raffiguranti gli antichi guerrieri toltechi. Dopo averli distrutti, tra le macerie di uno di loro, Lara trova una chiave a forma di sole, scende dal tempio e si avvia al suo fuoristrada e una volta a bordo parte per Città del Messico, alla ricerca di Tecnochtlàn e delle due piramidi.

    2^ PARTE: Il viale dei morti
    Arrivata a Città del Messico, Lara chiede informazioni ad un mercante il quale le indica la via da percorrere per arrivarci, Lara nota anche che molti di loro la stanno osservando, ma non si spaventa e si dirige al viale dei morti. Una volta arrivata, scopre che il viale dei morti è un’unica via costeggiata dai resti di piramidi di piccole dimensioni edificate in onore di coloro che erano stati sacrificati al dio azteco Quetzalcoatl e che unisce la piramide del sole alla piramide della luna. La via è piuttosto piena di turisti e grazie ad alcuni di questi riesce ad entrare all’interno della prima piramide ancora intatta senza dare nell’occhio. L’interno di questa stanza è completamente buio, Lara estrae dal suo zaino uno dei razzi luminosi e inizia a girare per questa tomba, ad un certo punto trova un sarcofago, lo apre e oltre ad uno scheletro trova una manopola, la gira per cinque volte in modo da far aprire una botola sotterranea, vi entra e trova una chiave rossa, la raccoglie ed esce da questa prima piramide. Una volta fuori si avvia verso la piramide opposta a quella in cui è entrata poiché sotto il tetto vi è disegnato un cerchio rosso e grazie alla chiave riesce ad entrarvi. Questa seconda piramide ha l’interno uguale a quello della prima, estrae anche qui il razzo luminoso e trova un altro sarcofago, lo apre e trova un’altra manopola e questa volta la gira quattro volte, in modo da far aprire un passaggio su un lato della piramide contrassegnata con un cerchio verde. Trovata la terza piramide, Lara vi entra e trova solo alcune munizioni, medikit e un’altra manopola da girare per tre volte in modo tale da aprire il portale sul retro della quarta piramide. Lara entra in quest’altra piramide, si dirige verso il sarcofago, lo apre e trova un pugnale d’oro, lo raccoglie e fa cosi aprire un passaggio sotterraneo per accedere alla piramide del sole. Prima di uscire sente due poliziotti parlare..
    1° poliziotto: “Allarme, allarme sono nel viale dei morti e tre piramidi sono state aperte…ora controlliamo anche la quarta”
    Lara rimette a posto il sarcofago e vi si nasconde dietro, i due poliziotti entrano ed escono subito…
    1° poliziotto: “Meno male che la quarta è a posto….altrimenti l’accesso alla piramide del sole sarebbe incustodito…”
    2° poliziotto: “Già…ma è meglio se andiamo a controllare”
    I due poliziotti si allontanano in direzione della piramide del sole, Lara esce dal suo nascondiglio e poi dalla quarta piramide e senza farsi vedere raggiunge i due poliziotti e li uccide sorprendendoli dalle spalle.
    Note Tecniche: quando il giocatore farà girare a Lara le manopole dovrà stare molto attento perché corrispondo a meccanismi a tempo e in più una volta uscito dalle piramidi dovrà farla camminare altrimenti attirerà l’attenzione delle guardie.

    3^ PARTE: La piramide del sole e della luna
    Uccise le guardie e trovato il passaggio aperto in precedenza, Lara entra finalmente nella piramide del sole. Una volta dentro accende una delle fiaccole appese al muro e così si animano anche tutte le altre creando una gran luce all’interno della stanza. Lara capisce di essere arrivata in una delle stanze d’attesa fatte costruire apposta per chi veniva sacrificato, c’è un’enorme letto nel centro della stanza con ai piedi un tappeto di cervo, vari mobili sparsi per la stanza e della frutta su un tavolo vicino al letto.
    Ma ecco alle sue spalle che si avvicina una figura..
    Mr. Hellmann: “Spero che sia di tuo gradimento Lady Croft”
    Lara si gira e vede davanti a se Mr. Hellmann vestito di una lunga tunica verde e bianca…
    Lara: "Mr. Hellmann! Ci avrei giurato che non era morto a Esmeraldas!”
    Mr. Hellmann: “A dir la verità sono morto e poi il grande Quetzalcoatl ha ascoltato la mia preghiera e mi ha riportato in vita sottoforma di …. Serpente”
    Mr. Hellmann si trasforma in serpente e poi ritorna al suo aspetto originario
    Lara: “Ha intenzione di… mangiarmi per caso?”
    Mr. Hellmann: “Non ora mia cara, goditi questa stanza perché tra qualche ora verrai sacrificata agli dei… ha! ha! ha!”
    Dopo queste parole Mr. Hellmann esce dalla stanza e lascia sola Lara.
    Lara inizia a cercare un passaggio per uscire da quella stanza e una volta spostato il letto trova una botola e vi si cala dentro, qui trova un lungo corridoio in fondo al quale vi è una porta chiusa, allora prova ad inserire la chiave a forma di sole ed apre così questa porta. Entra in questa nuova stanza semi buia, anche qui non appena accende una fiaccola, tutte le altre si accendono così che Lara può ammirare l’enorme mezza luna che si trova al centro. Lara trova una scritta ai piedi della mezza luna: “Uniti nel dolore e nella gioia, sole e luna danzeranno in eterno”.
    Lara si guarda intorno e vede che sopra di essa si trova l’altra metà della luna, su una parete trova alcune corde, inizia a tirarle in modo tale da far scendere la mezza luna, quando le due metà si uniscono sprigionano una forte luce e fanno uscire dal suo zainetto tutti i frammenti i quali si compongono formando una stella con un cerchio attorno. La piramide inizia a crollare, Lara prende al volo l’amuleto, salta fuori dalla piramide e si mette al sicuro dietro un’enorme stele indiana. La piramide non si distrugge ma sulla sua punta si innalza una luna piena. Lara capisce di essere decisamente in ritardo, guarda il suo orologio e vede che sono le 21:00!
    Si avvia così in direzione della piramide del sole quando qualcuno la prende alle spalle e la nasconde dietro alcune rovine di una stele indiana, Lara si gira e gli punta una pistola allo stomaco e si ritrova davanti Kurtis…
    Lara: “…Kurtis!”
    Kurtis: “Hai intenzione di farti uccidere proprio adesso? Tutta la piramide è circondata da uomini armati e sulla punta è apparso un sole, in compenso ho trovato un passaggio incustodito, forza andiamo…”
    Lara: “Aspetta! Mr. Hellmann non è morto… è stato riportato in vita dal Dio azteco Quetzalcoatl…”
    Kurtis: “Il serpente piumato! Beh, ci penseremo più tardi, ora cerchiamo di entrare nella piramide!”
    Lara e Kurtis si avviano al passaggio, vi entrano e si ritrovano in una stanza con dei condotti d’acqua pieni di alligatori, grazie a Klepta, Kurtis, trova il condotto senza alligatori. Vi si immergono e alla fine si ritrovano nell’antica sala dei sacrifici con ai lati le fessure per inserire le gemme, al centro vi è Mr. Hellmann…
    Mr. Hellmann: “Che piacere rivedervi ragazzi! Vi stavo aspettando!”
    Mr. Hellmann si trasforma in un’enorme serpente rosso e si avvicina a Lara e Kurtis
    Mr. Hellmann: “E’ giunto il momento che vi sacrifichi al sommo Quetzalcoatl…”
    Kurtis estrae Klepta e gliela lancia contro staccandogli la testa, il serpente cade a terra e Lara capisce che deve inserire le gemme nelle pareti per far aprire così il grande portale che libererà l’anima del dio Din-he. Inserite le gemme, il pavimento inizia a muoversi e una porta alle loro spalle si apre liberando così migliaia di spiriti. Una volta che Din-he si è materializzato nell’enorme serpente piumato: Quetzalcoatl, il quale prende Lara e la scaglia a terra, facendola svenire. Lara capisce che Din-he, nelle leggende azteche non è altro che Quetzalcoatl mentre Kurtis prende l’Haaisa dallo zainetto di Lara e la unisce alla sua Klepta e poi la scaglia addosso all’enorme serpente e gli taglia la gola, quando l’Haaisa entra nel corpo e libera il suo spirito, così che in un soffio esce dal corpo e sale verso il cielo accompagnato da un feroce urlo. Kurtis prende in braccio Lara e inizia a correre fuori dal tempio perché sta cominciando a crollare.
    Lara si trova a bordo di un elicottero svenuta, ad un certo punto si sveglia…
    Lara: “Ma… cosa…?”
    Lara vede davanti a se il suo fedele maggiordomo Winston che parla con Brice.
    Winston: “Aaaah Miss Croft! Sono felice che si sia svegliata!”
    Lara: “Winston…cosa ci fai tu qui?”
    Winston: “Ci ha chiamato quel suo amico Miss Croft…”
    Lara: “…Kurtis!”
    Winston: “Si proprio lui e mi ha anche detto di darle questo”
    Lara apre il pacchetto e vi ritrova l’Haaisa e un biglietto con scritto: “A presto Lady Croft. Kurtis T.”

  Ecco il mio TR7

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina