1.     Mi trovi su: #3850722

    Nasa, partito Messenger. Destinazione Mercurio

    ROMA - Dopo un rinvio di 24 ore causato dalle cattive condizioni del tempo, è stata lanciata in orbita la sonda Messenger, destinazione Mercurio. La navicella ha lasciato la base di Cape Canaveral, in Florida, alle 8,16 ora italiana, a bordo di un razzo Delta II per una missione prevista di sette anni. Si tratta della prima missione che, se avrà successo, permetterà l'esplorazione di Mercurio. Il lancio della sonda Messenger era previsto per ieri ma la Nasa l'aveva bloccato a causa dell'arrivo di Alex, una tempesta tropicale che ha colpito la zona. Messenger effettuerà un viaggio di 91 milioni di chilometri che durerà sette anni.
    A 30 anni dall'ultima missione 'Mariner 10' la Nasa ha così ripreso l'esplorazione del pianeta più misterioso.
    Messenger raggiungerà Mercurio nel 2008, ma entrerà nell'orbita del pianeta solo nel marzo del 2011.
    Gli scienziati non escludono che, grazie proprio alle temperature estreme che si registrano su Mercurio, ci possano anche essere distese di ghiaccio nei crateri ai suoi poli, cioè nelle parti che rimangono costantemente in ombra e dove si calcola che la temperatura resti permanentemente a -108 gradi Celsius.

    Il Mariner 10 aveva sorvolato Mercurio per tre volte ma era riuscito a fotografare solo il 45 per cento della superficie del pianeta, lasciando molte domande senza risposta. "Ora" ha aggiunto Figueroa "30 anni dopo, i progressi tecnologici, il design e i materiali che usiamo per la missione ci consentono di ritornare con una missione attrezzata", con spettrometri a colori in grado di bombardare la superficie del pianeta con raggi gamma, raggi X, neutroni e laser.
    Il Messenger avrà uno speciale scudo di ceramica che lo proteggerà dalle alte temperature e che sarà costantemente orientato sul Sole per fotografare l'intero pianeta e fornire dati sulla sua storia geologica, la natura della sua atmosfera e della sua magnetosfera.

    che meraviglia sapere e vedere con fotografie astronomiche pianeti e posti che non ci sognavamo mai di vedere da vicino........nel 2011...ehm...un pò lontanuccio...ma speriamo che la missione riesca...:approved:
  2.     Mi trovi su: #3850723
    A volte è visibile con un binocolo. Mercurio è il pianeta più interno del sistema solare ed è il più piccolo dei pianeti rocciosi. E' spesso visibile con un binocolo, o anche ad occhio nudo, tuttavia è sempre molto vicino al Sole, per cui riesce difficile scorgerlo nella luce del crepuscolo. Con un telescopio è possibile osservare le fasi di Mercurio, come quelle della Luna. Il pianeta è noto almeno dall'epoca dei Sumeri. La prima ad "avvicinare" Mercurio è stata la sonda Mariner 10 nel 1973 e nel 1974, rilevando la mappatura del 45% della sua superficie.

    La sua carta d'identità astronomica. La massa di Mercurio è di 330 miliardi di miliardi di tonnellate e il suo diametro è pari a 4.880 km, il suo volume è 18 volte inferiore a quello terrestre ed ha una densità pari a 5,43 g/cm3 e non possiede satelliti. La sua distanza media dal Sole è di circa 58 milioni di km, mentre la distanza all'afelio è di 69,8 milioni di km e quella al perielio di quasi 46 milioni di km.
    L'orbita è dunque altamente eccentrica, mentre il suo piano orbitale è inclinato di 7 gradi sull'eclittica ed il suo asse di rotazione è perpendicolare al piano orbitale stesso. Mercurio ruota attorno al Sole con un periodo molto più breve rispetto agli altri pianeti: circa 88 giorni. Il suo moto di rotazione è invece molto lento: esso impiega 58,6 giorni terrestri per compiere un giro su se stesso.


    La sua superficie costella di crateri. La superficie di Mercurio è costellata di crateri ed enormi scarpate, alcune delle quali lunghe centinaia di chilometri e profonde anche tre. Il suo aspetto ricorda quello della Luna, con i suoi crateri e bacini, la superficie rugosa ricoperta di polvere e l'assenza di atmosfera. I crateri si sono formati per l'impatto di meteoriti sulla superficie del pianeta, in epoche molto remote. I più piccoli hanno un diametro di 10 km, mentre quelli più grandi superano i 200 km e prendono il nome di bacini.
    Il bacino più grande è il Mare Caloris, del diametro di 1.300 km.

    Corrugamenti e faglie. La superficie di Mercurio presenta infine dei corrugamenti e delle faglie che attraversano il bordo dei crateri e queste ultime sono state probabilmente provocate dalla contrazione della crosta. Non è stata rivelata attività vulcanica recente sul pianeta. Mercurio è privo di atmosfera, l'unico gas presente, estremamente tenue, è quello che affluisce sul pianeta a causa del vento solare. La pressione di questo gas, misurata dalla sonda Mariner 10 è meno di un millesimo di miliardesimo di atmosfera. La vicinanza del pianeta al Sole fa sì che la sua temperatura sia molto alta durante il periodo di insolazione e pari a 450 gradi centigradi, mentre sull'altra faccia, quella non esposta al Sole, la temperatura raggiunge invece i -180 gradi.

    Forte escursione termica. La forte escursione termica è dovuta alla mancanza di atmosfera. Il nucleo ferroso è circondato da un mantello di silicati e da una crosta simili a quelli terrestri, dello spessore complessivo di circa 500-600 Km. Un nucleo di questo tipo spiegherebbe anche il campo magnetico di Mercurio, che possiede un'intensità pari all'1% di quello terrestre. Il campo magnetico di un pianeta viene infatti prodotto per effetto dinamo, cioè per la rotazione del pianeta stesso attorno ad un nucleo ferroso fluido.
  3. Tombraiderettista.  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #3850724
    Originally posted by robym72
    .. che meraviglia sapere e vedere con fotografie astronomiche pianeti e posti che non ci sognavamo mai di vedere da vicino........nel 2011...ehm...un pò lontanuccio...ma speriamo che la missione riesca...:approved:


    Una meraviglia, vero :approved: .. certo che quello è un mestiere per chi sa aspettare :asd:

    PS: .. e grazie per tutte le altre info, Robym ;)
    Admin TRVG - Staff [COLOR=royalblue]ASPIDETR.com[/COLOR] TRLE World - TR-A fan - Spring Demo 2.0 - tombraidercast.net - Staff ANVI smauILP 02/03 - NGI.lan 04 - socio A.A.K.I. - getfirefox.com

  Alla scoperta di Mercurio...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina