1.     Mi trovi su: #3892599
    (fonte: repubblica.it)

    Sisma più violento degli ultimi 40 anni
    Asia sconvolta dai maremoti

    Un potente terremoto (8,9 gradi Richter) con epicentro al largo di Sumatra ha colpito il sud est asiatico, causando una serie di maremoti che hanno inondato le coste di Thailandia, India, Sri Lanka, Indonesia, Malesia e Maldive. Il primo bilancio parla di migliaia i morti. Le ambasciate italiane, tra immense difficoltà, raccolgono informazioni sui connazionali presenti. I turisti morti solo nello Sri Lanka sono 70, ma non se ne conosce la nazionalità

    Il nuovo bilancio paese per paese
    L'agenzia Reuters ha fornito un nuovo bilancio delle vittime del maremoto, dividendole anche per paese. Eccolo nel dettaglio:
    India 4697 (comprese le 2000 vittime delle Andaname)
    Indonesia 4491
    Malesia 44 e 100 feriti
    Myanmar 10
    Sri Lanka 4891
    Thailandia 431 e 5000 feriti
    Bangladesh 2
    :eek: :eek: :eek:
  2.     Mi trovi su: #3892600
    Nuovo bilancio del sisma: quasi 23 mila morti
    Sono 22.800 le vittime del maremoto che ieri ha seminato morte e distruzione sulle coste di otto Paesi che si affacciano sull'Oceano Indiano: il bilancio si è aggravato dopo l'annuncio dato dall'esercito e dalle Tigri Tamil dello Sri Lanka, che hanno riferito di 11.000 vittime (tra i quali 70 stranieri) accertati nella sola isola dell'Oceano Indiano, ex Ceylon.
    11 vittime italiane
    :eek: :(
  3.     Mi trovi su: #3892601
    i morti sono saliti a 40.000!:eek: :( :( :(

    ma io mi chiedo:
    come si può non essere organizzati in qesti paesi se si sa benissimo che ogni anno sono visitati da milioni di turisti.....
    pensate che in america avevano previsto questa catastrofe un'ora e mezza prima...e avevano cercato di contattare qualcuno per avvertire, ma non esiste in questi posti turistici un ente organizzato per eventi simili.........tanto è vero che il governo dello sri lanka ha detto che non era proprio pronto per affrontare una catastrofe simile
    cioè...in poche parole non esiste un piano di sgombero..........e le agenzie, o tour operator non ti dicono nulla!!

    pensate che in sri lanka vicino al mare nelle foreste esistono delle tribù che vivono ancora allo stato primitivo.....e chisà se adesso ci sono ancora.....e non si possono nemmeno censire.....

    per me tutto questo è veramente assurdo....:nono: :nono: .....una vergogna....

    sapete anche che questa catastrofe oltre ad aver spostato l'isola di sumatra di 30m ha anche spostato (non so di quanto) l'asse terrestre????!!! :eek:
    la potenza è stata rapportata a 1.000.000 di bombe atomiche di Hiroshima!!!!
    chiisà quali conseguenze climatiche avremo in futuro................
  4.     Mi trovi su: #3892603
    14:06 Nuovo bilancio delle vittime: sono 53mila

    Sono già quasi 53mila i morti accertati per il terremoto e il maremoto di due giorni fa nell'Asia meridionale. Questo il bilancio delle vittime nei Paesi colpiti, aggiornato alle ore 14 italiane.

    Indonesia 21.000
    Sri Lanka 18.706
    India 11.499
    Thailandia 1.439
    Somalia 100
    Malaysia 65
    Myanmar 56
    Maldive 52
    Tanzania 10
    Bangladesh 2
    Kenya 1
    Totale 52.930
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3892604
    giusto pochi giorni orsono avevo postato sul forum "pollionweb" un articolo tratto dal corriere dove si parlava dei cambiamenti climatici...purtroppo nn penso che l uomo sia estraneo a questo avvenimento...purtoppo a pagare son sempre le popolazioni che meno c entrano e i piu poveri...
    poi...è pure una morte orrenda..sai che stai morendo e nn puoi farci nulla...
    pace e bene !
  6.     Mi trovi su: Homepage #3892605
    Quando ti travolge un ondata così c'è poco da rendersi conto che stai morendo.

    Almeno x la maggioranza è stata istantanea, nn so se hai idea della forza d'impatto di un muro che viaggia a quelle velocità :(

    cmq sia la morte è l'unica cosa che nn guarda in faccia a nessuno, vip o nn vip chi c'era c'era e se l'è presa!

    Una nota positiva in tutto ciò: Molti sono stati i commenti del tipo 'c'erano anche degli europei' ... come ha fatto notare giustamente altrove qualcuno, visto il tipo di turismo che va x la maggiore in molte di quelle aree nn mi dispiacerebbe x niente se tra le vittime ci fossero una bella cifra dei cosidetti turisti del sesso, che erano la a sfruttare bambine/i!

    Una vera catastrofe cmq :(
  7.     Mi trovi su: #3892606
    si vero....ma è anche assurdo che un paese che cmq è frequentatissimo da tanti turisti non abbia un piano di evaquazione....nemmeno avevano mai fatto delle simulazioni...............ed ancor peggio sono le agenzie di viaggio che non ti dicono nulla.......................................
    ora invece è successo il finimondo................ed i governi di questi paesi si rendono conto e ammettono che non hanno mai fatto prove di piani di evaquazione....
    sia in canada che australia e mi sembra anche in alsaka avevano previsto anche dove sarebbero potute arrivare le onde e colpire.....ma non hanno potuto fare nulla...........
    non dico che avrebbero salvato tutti, ma molte persone si sarebbero potute mettere in salvo soprattutto i bimbi con una adeguata "pre-informazione"........:(
    è proprio una tragedia...............

    ormai sappiamo tutti che le condizioni climatiche della terra stanno cambiando e questa è una prova...............................................allora che tutti i paesi si mettessero a lavoro , quanto meno x prevedere (non tutte...magari) alcune catastrofi..........

    x i turisti del sesso son d'accordissimo....
  8.     Mi trovi su: #3892608
    Il segretario di stato risponde alle accuse di "tirchieria" fatte dal segretario per gli affari umanitari delle Nazioni Unite
    Lite Usa-Onu sugli aiuti in Asia
    Powell, dura replica a Egeland
    "Avrei voluto che quel commento non fosse mai stato fatto"

    Il segretario di Stato
    Usa Colin Powell

    WASHINGTON - Di fronte alla tragedia del maremoto in Asia, la ruggine stratificata tra Onu e Stati Uniti riemerge. E dopo il portavoce della Casa Bianca oggi è lo stesso Colin Powell a rispondere alle accuse di "tirchieria" rivolte - non solo agli Stati Uniti, in realtà, ma a tutti i paesi occidentali - dal vice segretario per gli Affari umanitari dell'Onu, Jan Egeland. Aveva detto il funzionario Onu nell'immediatezza della catastrofe: "Non riesco a capire perché siano così tirchi, almeno sotto Natale dovrebbero ricordarsi di quanto siamo ricchi". Così ha risposto, stizzito, il segretario di Stato Usa: "Avrei voluto che quel commento non fosse mai stato fatto, gli Stati Uniti hanno inviato negli ultimi quattro anni più aiuti di qualsiasi altro paese o unione di paesi al mondo".

    Oggi il norvegese Jan Egeland, nel recente passato molto duro con l'Occidente di fronte alla crisi africana del Darfur, ha detto di esser stato frainteso e ha rettificato il primo pensiero: "Stati Uniti, Unione europea e i paesi della regione asiatica hanno contribuito subito", ha assicurato, "l'assistenza è stata molto generosa".

    Gli Stati Uniti ieri hanno promesso 15 milioni di dollari di aiuti, mentre l'Unione europea, dopo uno stanziamento di emergenza di 4 milioni di euro, si è impegnata per 27 milioni.

    Powell ieri ha parlato al telefono con il segretario generale dell'Onu Kofi Annan per valutare il coordinamento degli aiuti alle aree colpite. "Annan ha nominato funzionari Onu per coordinare tutte le attività di soccorso nell'ambito delle Nazioni Unite", ha detto il segretario di Stato. Inoltre, gli aiuti Usa si muovono sul fronte dei contatti diretti con i singoli paesi: "Alcune di queste nazioni sovrane sono più attrezzate a far fronte al disastro, altre avranno bisogno di maggiore assistenza", ha detto Powell, "lo Sri Lanka, per esempio, avrà bisogno di molto più aiuto dell'India".

    io dico ma in un momento del genere si mettono a litigare a chi da + soldi ??!!!!!..........
    :muhehe: :mad: ......mandateli e basta!!

  Tsunami

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina