1.     Mi trovi su: Homepage #3920331
    "Sacchi? Per me un secondo padre"
    Il corteggiamento del Real Madrid ad Adriano va avanti da tempo, la novità è che il centravanti brasiliano per la prima volta risponde positivamente. "E' molto difficile perché sono un giocatore importante per l'Inter - ha detto in un'intervista a Canal Plus - ma spero in futuro di giocare nel Real Madrid. Perez ha sempre avuto parole belle per me e sarebbe bello poter realizzare il mio e il suo sogno. E poi c'è Sacchi che per me è un secondo padre".

    Allarme rosso in casa Inter. Adriano aveva sempre rispedito al mittente le sirene provenienti da Madrid, giurando fedeltà pressoché eterna ai colori nerazzurri, mentre ora per la prima volta una crepa in quello scudo impermeabile inizia a vedersi, una crepa nella quale gli spagnoli faranno di tutto per insinuarsi e strappare a Moratti il suo pupillo. D'altro canto che Adriano sia l'obiettivo numero uno di Florentino Perez non è un mistero, e ora che c'è anche Sacchi, che ha avuto Adriano a Parma, gli estimatori del brasiliano sono anche aumentati.

    Il giocatore non è certo insensibile all'interessamento del patron delle merengues. "Sono molto felice e onorato - dice - Perez dimostra il suo apprezzamento per me in molti modi e spero in un futuro di poter realizzare il suo sogno che poi è anche il mio". C'è un impegno con l'Inter da onorare certo, ma per la prima volta Adriano sembra guardare più avanti. "Io non posso chiudere le porte a niente e nessuno. In questo momento credo sia molto difficile che la cosa si realizzi perché sono un giocatore importante per l'Inter. Spero di vincere qualcosa qui e in un futuro giocare nel Real Madrid".

    In quel Real dove c'è anche Arrigo Sacchi a cui Adriano è molto legato: "Quando sono andato a Parma - spiega - mi ha aiutato molto a inserirmi nel gruppo. Io ero molto giovane e lui mi ha insegnato tantissimo. E' come se fosse un secondo padre per me". Un secondo padre che non vede l'ora di riabbracciare il suo pupillo.
  2.     Mi trovi su: Homepage #3920332
    Originally posted by fcbai
    "Sacchi? Per me un secondo padre"
    Il corteggiamento del Real Madrid ad Adriano va avanti da tempo, la novità è che il centravanti brasiliano per la prima volta risponde positivamente. "E' molto difficile perché sono un giocatore importante per l'Inter - ha detto in un'intervista a Canal Plus - ma spero in futuro di giocare nel Real Madrid. Perez ha sempre avuto parole belle per me e sarebbe bello poter realizzare il mio e il suo sogno. E poi c'è Sacchi che per me è un secondo padre".

    Allarme rosso in casa Inter. Adriano aveva sempre rispedito al mittente le sirene provenienti da Madrid, giurando fedeltà pressoché eterna ai colori nerazzurri, mentre ora per la prima volta una crepa in quello scudo impermeabile inizia a vedersi, una crepa nella quale gli spagnoli faranno di tutto per insinuarsi e strappare a Moratti il suo pupillo. D'altro canto che Adriano sia l'obiettivo numero uno di Florentino Perez non è un mistero, e ora che c'è anche Sacchi, che ha avuto Adriano a Parma, gli estimatori del brasiliano sono anche aumentati.

    Il giocatore non è certo insensibile all'interessamento del patron delle merengues. "Sono molto felice e onorato - dice - Perez dimostra il suo apprezzamento per me in molti modi e spero in un futuro di poter realizzare il suo sogno che poi è anche il mio". C'è un impegno con l'Inter da onorare certo, ma per la prima volta Adriano sembra guardare più avanti. "Io non posso chiudere le porte a niente e nessuno. In questo momento credo sia molto difficile che la cosa si realizzi perché sono un giocatore importante per l'Inter. Spero di vincere qualcosa qui e in un futuro giocare nel Real Madrid".

    In quel Real dove c'è anche Arrigo Sacchi a cui Adriano è molto legato: "Quando sono andato a Parma - spiega - mi ha aiutato molto a inserirmi nel gruppo. Io ero molto giovane e lui mi ha insegnato tantissimo. E' come se fosse un secondo padre per me". Un secondo padre che non vede l'ora di riabbracciare il suo pupillo.


    Per: "Spero in futuro"... intenderà a Giugno o quando riapre il mercato in Spagna? :asd:
  3.     Mi trovi su: Homepage #3920334
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    ecco...se ne andrà anche Adriano....Ronaldo docet

    Era prevedibile, son tutti buoni a dire: "Ma no, io resto all' inter per vincere"... ma il Real è sempre il Real, e chi vuol vincere sa che è li che deve andare (anche se poi ultimamente non è manco più cosi) :)
  4.     Mi trovi su: Homepage #3920335
    Originally posted by Nomak
    Era prevedibile, son tutti buoni a dire: "Ma no, io resto all' inter per vincere"... ma il Real è sempre il Real, e chi vuol vincere sa che è li che deve andare (anche se poi ultimamente non è manco più cosi) :)
    infatti è piu' una questione di prestigio e soldi che vittorie....comunque si critica totti perche' dopo 10 anni forse e dico forse lascera' roma mentre gli altri dopo due stagioni volano via !! mi sembra incoerente:rolleyes:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  5.     Mi trovi su: Homepage #3920336
    Originally posted by lallo
    infatti è piu' una questione di prestigio e soldi che vittorie....comunque si critica totti perche' dopo 10 anni forse e dico forse lascera' roma mentre gli altri dopo due stagioni volano via !! mi sembra incoerente:rolleyes:

    Se mi paragoni cos'è Adriano ora all' inter con cos'è Totti alla roma, vuol dire che non hai capito nulla pure tu :asd: :asd: :asd: non accade qualcosa di simile a Totti, da quando Nesta ha lasciato la Lazio... ;)
  6.     Mi trovi su: Homepage #3920337
    L'attaccamento alla maglia sta diventando sempre più una cxxxxxa che dicono i giocatori per far contenti i poveri fessi di tifosi che ci credono per giunta. Il vero attaccamento è quello allo stipendio, "chi mi da di più, mi piglia" questo è il concetto. Le eccezioni sono veramente rare (Totti su tutti) ma anche Lucarelli C. che se non sbaglio per giocare a Livorno ci ha rimesso parecchi soldi. Ovviamente il concetto è valido per i giocatori con molto mercato e non per quelli che a fine carriera vanno in piccole società dove ovviamente non prendono ingsaggi esagerati come quando erano stelle di prim'ordine. Non mi stupirei se Adriano andasse via se aggiungiamo che, a parità di ingaggio, il Real per blasone e vittorie è su un altro pianeta rispetto all'Inter.
  7.     Mi trovi su: Homepage #3920338
    Originally posted by Nomak
    Se mi paragoni cos'è Adriano ora all' inter con cos'è Totti alla roma, vuol dire che non hai capito nulla pure tu :asd: :asd: :asd: non accade qualcosa di simile a Totti, da quando Nesta ha lasciato la Lazio... ;)
    ma li c'era ancora arsenio cragnotti :asd: :asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  8.     Mi trovi su: Homepage #3920340
    Originally posted by fcbai
    Si può dire di tutto contro l'Inter e Moratti, ma penso che a livello economico, non si possa dire nulla, ha sempre pagato e bene... :confused: :dunno:


    e aggiungerei anche nei termini di contratto :rolleyes:

    La storia della maglia, anche secondo me, è una scusa per aumentare la popolarità e imbonirsi i tifosi. Tuttavia c'è chi ci crede davvero, vedi Di Canio, Zola, Ravanelli che è tornato apposta a perugia.

    Nel Basket, dopo la vittoria dello scudetto della Stefanel Milano che poi si è disfata causa monte stipendi, alcuni giocatori si sono fatti dimezzare lo stipendio per poter rimanere a giocare nella grande Olimpia, vedi Portaluppi :)
  9.     Mi trovi su: Homepage #3920343
    Originally posted by Lolindir99
    e aggiungerei anche nei termini di contratto :rolleyes:

    La storia della maglia, anche secondo me, è una scusa per aumentare la popolarità e imbonirsi i tifosi. Tuttavia c'è chi ci crede davvero, vedi Di Canio, Zola, Ravanelli che è tornato apposta a perugia.

    Nel Basket, dopo la vittoria dello scudetto della Stefanel Milano che poi si è disfata causa monte stipendi, alcuni giocatori si sono fatti dimezzare lo stipendio per poter rimanere a giocare nella grande Olimpia, vedi Portaluppi :)

    ma ravanelli e di canio non fanno testo hanno girato mezza europa e ora che sono vecchi sono tornati anche perche' non avevano mercato!! zola è un grande ma non solo perche' è tornato a cagliari ;)
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  Adriano adesso sogna il Real

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina