1.     Mi trovi su: Homepage #3928814
    Paolo Di Canio torna a parlare e parla per un’ora in sala stampa dopo l’allenamento. Parla naturalmente da leader. "Tutti noi immaginavamo di vivere una situazione diversa, soprattutto dopo le vittorie con Roma e Fiorentina. Invece, purtroppo, non è andata così. Anche giocando bene, come a Reggio Calabria, sono venuti dei risultati negativi: questo ci ha disturbato, ha creato dei problemi. Un punto con la Reggina ci avrebbe dato moralmente uno slancio importante, invece è stata una terza sconfitta, venuta poi in quel modo, che poteva darci una mazzata. Mercoledì contro il Brescia poi non abbiamo giocato bene: la sera ero dispiaciuto, ma poi la mattina ero più sereno.
    Perché per la prima volta ci stiamo calando realmente in questa situazione: dobbiamo uscire presto da questa situazione e siamo noi i primi a doverlo capire. Però non sono pessimista: è un momento difficile, è evidente, siamo stati flagellati da infortuni e squalifiche, ci sono anomalie tra cui il fatto che prendiamo troppi gol ma stiamo lavorando per migliorarci e soprattutto non dobbiamo piangerci addosso”.
    Domenica la Lazio affronta il Milan. “E’ una partita delicata, ma per assurdo quest’anno noi abbiamo offerto grandi prestazioni contro squadre che sulla carta ci sono evidentemente superiori. Il Milan è la squadra che gioca meglio: l’espressione di gioco che propone la squadra rossonera è qualcosa di bello da vedere. Sono tranquillo, perché andiamo a Milano con la consapevolezza di poter fare una buona prestazione.
    Magari sono matto, ma voglio giocare adesso una partita così. Preferisco il Milan a San Siro che una squadra sulla carta più alla nostra portata. La società rossonera è a mio avviso la società più organizzata, magari con meno fascino rispetto alla Juve, ma nel Milan hai la possibilità di pensare soltanto all’allenamento e alla partita, è qualcosa che si avvicina alla perfezione. Se fallisci lì, è soltanto colpa tua”.
    La Lazio ritrova Alessandro Nesta.... “Ormai non mi fa più effetto vederlo con un’altra maglia. Lo ritengo un campione vero e mi sembra un bravo ragazzo. Ne parlano tutti bene e poi si vede dai suoi atteggiamenti: un esempio positivo, completamente. Mi dispiace che al suo ritorno sia stato contestato con dei lanci di bottigliette: si poteva contestare diversamente, con i soliti cori, striscioni da parte di chi in quel momento si sentiva tradito da un amore grande”.
    Tornando alla Lazio Di Canio crede molto nei suoi compagni... “C’è un allenatore che fa le sue scelte. Io ne ho avuto tanti, di tecnici, e me ne ricordo due o tre, oltre lui, che realmente guardano come ti alleni durante la settimana: se ci sei, se hai voglia, se fai tutto a mille all’ora. Per questo Papadopulo è una garanzia per la gente: chi andrà in campo sarà chi durante la settimana ha dimostrato di esserci, con la testa e fisicamente. Nello spogliatoio c’è la convinzione di poter vincere sempre: ma dopo le esperienze delle ultime giornate, c’è magari una attenzione maggiore a non prendere gol. Ed è stato importante non subirne contro il Brescia, poi dovremo costruire qualcosa di importante in avanti. Abbiamo gli attaccanti in grado di far bene contro qualsiasi squadra. E con Cesar o Liverani alle spalle che anticipano il servizio e verticalizzano, per un attaccante è il massimo. L’importante per noi è rimanere corti e poi ripartire, contro il Brescia invece, ad esempio, eravamo lunghi. Mercoledì ho sentito tante cose non vere sul mio conto. Non sono uscito insultando l’allenatore, ero arrabbiato con me stesso per non essere stato all’altezza e perché non riuscivamo a scardinare la difesa bresciana. Venivo da un periodo un po’ così, cinque giorni a letto con gli antibiotici, poi un altro problema e altri due giorni fermo, non è semplice. Mi aspetto di riprendere il ritmo giusto. Non so se giocherò: se rimarrò fuori sarò dispiaciuto, come lo è adesso Goran Pandev, ma pronto anche a dare tanto se verrò chiamato, a caricare i miei compagni”.


    PAOLO DI CANIO UNO DI NOI
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  2.     Mi trovi su: Homepage #3928816
    Originally posted by rinnegato
    per me è un pirla


    Si vede che non capisci niente e che allo stado non ci vai mai .
    Chi non vorrebbe avere nella sua squadra che cuore un giocatore - tifoso ?
    Ammiro tutti quei giocatori che lottano per la propria maglia che amano e nello stesso tempo onoraro.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  3.     Mi trovi su: Homepage #3928817
    Originally posted by Bardok
    Si vede che non capisci niente e che allo stado non ci vai mai .
    Chi non vorrebbe avere nella sua squadra che cuore un giocatore - tifoso ?
    Ammiro tutti quei giocatori che lottano per la propria maglia che amano e nello stesso tempo onoraro.

    Per me è un pirla, ... ed è in buona compagnia!
    http://community.videogame.it/forum/t/277854/
  4.     Mi trovi su: Homepage #3928820
    Originally posted by Bardok
    Si vede che non capisci niente e che allo stado non ci vai mai .
    Chi non vorrebbe avere nella sua squadra che cuore un giocatore - tifoso ?
    Ammiro tutti quei giocatori che lottano per la propria maglia che amano e nello stesso tempo onoraro.


    A me piace molto come persona. L'altra per questa cosa mi sono beccato un sacco di insulti...:asd:
  5.     Mi trovi su: Homepage #3928824
    Originally posted by Bardok
    Si vede che non capisci niente e che allo stado non ci vai mai .
    Chi non vorrebbe avere nella sua squadra che cuore un giocatore - tifoso ?
    Ammiro tutti quei giocatori che lottano per la propria maglia che amano e nello stesso tempo onoraro.


    scusate se mi ripeto ma quando ce vò ce vò:
    dato che sei così pronto a berti qualsiasi frase del tuo giocatore/tifoso dovresti sorseggiare anche questa, mi sembra molto significativa:

    "meglio essere un gagliardetto della Juve che essere una bandiera della Lazio" .... parola di Paolo di Canio

    :mad: capito? questa è la tua bandiera :mad:
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3928825
    Originally posted by common
    scusate se mi ripeto ma quando ce vò ce vò:
    dato che sei così pronto a berti qualsiasi frase del tuo giocatore/tifoso dovresti sorseggiare anche questa, mi sembra molto significativa:

    [B]"meglio essere un gagliardetto della Juve che essere una bandiera della Lazio"
    .... parola di Paolo di Canio

    :mad: capito? questa è la tua bandiera :mad: [/B]


    bravo common...

    bella bandiera...



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.
  7.     Mi trovi su: Homepage #3928827
    Originally posted by common
    scusate se mi ripeto ma quando ce vò ce vò:
    dato che sei così pronto a berti qualsiasi frase del tuo giocatore/tifoso dovresti sorseggiare anche questa, mi sembra molto significativa:

    [B]"meglio essere un gagliardetto della Juve che essere una bandiera della Lazio"
    .... parola di Paolo di Canio

    :mad: capito? questa è la tua bandiera :mad: [/B]


    Mi sembra che francesco totti quando la roma ancora doveva essere iscritta al campionato disse "Una grande Roma , i soldi o me ne vado"
    Di Canio invece: " Per tornare alla Lazio pago di tasca mia."
    Mo come la mettiamo???
    L'importante è che ha segnato sotto la Sudde nartra volta . Perchè
    Paolo Di Canio 3 - Riomma 1
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper

  Paolo Di Canio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina