1.     Mi trovi su: Homepage #3951699
    Il tecnico bianconero nasconde la tensione prima del ritorno a Roma: "Penso solo alla mia Juve, dai tifosi non mi aspetto nulla. In panchina niente ricordi".

    TORINO, 4 marzo 2005 - "Stiamo tutti bene, Thuram ha qualche linea di febbre ma dovrebbe farcela, sarà una partita importante contro una squadra in forma". Fabio Capello fa di tutto per nascondere l'emozione in conferenza stampa, ma la sua prima volta all'Olimpico sulla panchina bianconera se la ricorderà a lungo.
    "Affronteremo la Roma con la giusta determinazione e tanta umiltà - prosegue il tecnico bianconero - è un campo sul quale ho vissuto tante cose belle, ma dai tifosi non mi aspetto nulla; penso solo alla mia Juve, tutto il resto non mi interessa. A livello umano credo di aver lasciato qualcosa dopo 5 anni, sono soddisfatto del mio lavoro a Roma e credo di aver fatto bene. Loro domani avranno delle motivazioni importanti: è una squadra che punta alla Champions e scenderanno tutti in campo per vincere".
    Il tridente per il tecnico bianconero dipende da Thuram: "Come sempre ho delle idee e qualche sensazione, purtroppo le febbri e i guai dell'ultima ora mi impediscono di scoprire le carte ma non mi presento impreparato. Trezeguet partirà sicuramente dalla panchina, il modulo che sceglierò sarà influenzato dalla disponibilità di Thuram. In tre giorni ci giochiamo molto - continua Capello - se perdiamo con la Roma abbiamo ancora tempo per rimediare, col Real è uno scontro dentro o fuori. Penso innanzi tutto alla Juve, poi vedremo cosa farà il Milan: i trabocchetti ci sono per tutti, ne sappiamo qualcosa anche noi. La fortuna? Bisogna cercarsela, se siamo in credito alla fine verremo premiati anche noi."
    Sull'accoglienza che riceverà all'Olimpico, Capello preferisce non sbilanciarsi: "Penso alla partita, non al mio passato, della Roma non ho sentito nessuno. Per i ricordi ci sarà tempo quando sarò sulla poltrona, non in panchina. La tensione può crearti problemi o farti fare grandi cose in campo, ma io dormirò tranquillo: ho fatto tutto quello che andava fatto. L'emozione ci sarà sempre, come a San Siro e Madrid, ma non condizionerà nessuno, proprio come ciò che succederà sugli spalti".
    A far paura è il trio di attaccanti, Totti , Cassano e Montella. "In campo ci sarà sano agonismo sportivo, si vedrà la qualità dei giocatori.
    A livello tecnico bisogna stare attenti al loro tridente ma poi la partita magari verrà decisa da un colpo di testa o da una punizione. Le polemiche ci sono sempre state, l'importante è quello che faremo in campo. Ancelotti ha detto che vincerà chi sarà più spregiudicato? Credo che a questi livelli tutte le squadre che puntano in alto abbiamo dimostrato abbastanza coraggio".
    Se avete problemi con il vostro computer, andate qui www.infovobis.it

  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3951709
    Originally posted by Giovanni1982
    Chi glielo dice a Capello che di notte arrivano gli ultrà della Roma a salutarlo?


    nessuno xke li aspettiamo noi :sbam:



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3951713
    Originally posted by Giovanni1982
    Io direi di fare un gemellaggio con i romanisti...solo per questa occasione..:D


    molto difficile ma ci potremmo provare...:D :D

    azz volevo andarla a vedere :sbam: cosi' approfittavo per fare il finto romanista e tirarli giu' qualcosa :sbam:



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.

  Capello: "Io dormirò tranquillo"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina