1.     Mi trovi su: Homepage #3968269
    Trezeguet dovrebbe rientrare con la Fiorentina, anche Nedved è pronto. E nella doppia rincorsa a scudetto e Champions, c'è anche un Del Piero ritrovato

    TORINO, 21 marzo 2005 - Campionato o Champions? Adesso viene il bello. I bianconeri di Capello non mollano, in testa alla classifica in Serie A e ai quarti d'Europa contro un Liverpool che, lontano dai piani alti della Premier League e già fuori dall'F.A. Cup, vede nell'avventura europea la sua ultima possibilità di salvare una stagione fino ad ora deludente. Senza contare che per gli juventini sono in arrivo i soliti rinforzi di fine stagione: Trezeguet, appena tornato in campo dopo il virus influenzale, si è fermato per un'infiammazione alla caviglia destra ma dovrebbe tornare disponibile dal match con la Fiorentina. Stesso discorso anche per Pavel Nedved, che ha smaltito il trauma cranico patito contro il Real e non vede l'ora di tornare in campo. La scorsa settimana il ceco ha lavorato senza sosta ma alla vigilia della sfida con la Reggina si è chiamato fuori, per non correre il rischio di perdersi un finale di stagione che vede i bianconeri ancora in corsa per lo scudetto e la Champions.
    In più da qualche settimana Del Piero non sembra più aver bisogno della consueta sostituzione nel corso del secondo tempo: Pinturicchio è tornato in una condizione di forma più che accettabile, se continua così magari anche Marcello Lippi ci farà un pensierino. Lui, Del Piero, evita di polemizzare con il c.t., anzi evita proprio l'argomento. "All'andata con la Reggina - dice Ale sul suo sito Internet - avevamo fatto visita alla Reggina riportando la prima sconfitta stagionale: normale quindi che sabato sera accogliessimo i nostri ospiti con l'intenzione di prenderci la rivincita... e i tre punti sono arrivati, dopo un primo tempo opaco e una ripresa autoritaria in cui, oltre a segnare (mia la rete su assist di Ibrahimovic) abbiamo condotto la gara con determinazione e a ritmo sostenuto. Buona prova collettiva, siamo riusciti a migliorare nel corso della partita e, con la vittoria, a restare al primo posto in classifica, sempre in coabitazione con il Milan che ieri sera ha riportato la vittoria sulla Roma. Prossima di campionato, una gara dall'atmosfera unica: si va a Firenze!".
    Nel momento più delicato dell'annata, Capello ritrova dunque i suoi campioni, il calendario però non da una mano a Capello. Il prossimo turno è più abbordabile del previsto visto che a Firenze i viola giocheranno senza gli squalificati Obodo e Viali mentre l'infortunato Miccoli dovrà stare fuori per tre settimane circa, ma le date che contano sono altre.
    In poco più di un mese la Juve si giocherà tutta la stagione, a partire dalla doppia sfida per la semifinale di Champions col Liverpool (5 e 13 aprile), passando per l'Inter che arriverà al Delle Alpi il 17. L'ultima sfida decisiva in campionato (con la speranza che invece l'avventura verso Istanbul continui) è quella dell' 8 maggio, Milan-Juve a San Siro. Una finale di Champions anticipata? Chi può dirlo, di sicuro una partita che può valere uno scudetto.
    Se avete problemi con il vostro computer, andate qui www.infovobis.it

  Juve, tre "acquisti" per il rush

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina