1.     Mi trovi su: Homepage #3969225
    Domande
    senza Risposta

    1. Di chi era l'auto su cui la Sgrena e Calipari stavano andando all'aeroporto? Era dell'Ambasciata? Aveva una targa nota o ignota? Aveva indicazioni di nazionalità?

    2. Perché non c'era l'Ambasciatore? Era informato? Era in contatto? Con chi?

    3. Perché una sola automobile? Tipicamente nelle aree di rischio ci si avventura sempre in convoglio, e così sentiamo descrivere tutti gli spostamenti in Iraq. Come mai non c'era neppure una seconda automobile?

    4. Perché - come si chiede Luciano Violante - "tanta fretta"? Non sarebbe stato logico aspettare il mattino dopo? Quale ragione ha indotto ad accelerare l'operazione?

    5. L'aereo militare italiano che avrebbe dovuto riportare subito in Italia la Sgrena e i suoi salvatori era già all'aeroporto di Baghdad? Se non c'era, perché? E quando è arrivato?

    6. Sulla strada dell'aeroporto quanti check point c'erano? Si tratta di punti fissi o di verifiche volanti? Il punto da cui si è sparato era un posto di controllo o una pattuglia occasionalmente di passaggio?

    7. Dal momento che il governo era in contatto telefonico con Calipari, quali erano gli ordini dati agli italiani? E a quale ente emericano sono stati comunicati dal nostro governo?

    8. Quali organi fissi di collegamento ci sono fra comando italiano e comandi americani e perché, se questo collegamento esiste, non è stato coinvolto in un caso così importante?

    9. Quali organi di collegamento ci sono fra governo italiano e governo americano, considerato che tremila soldati italiani sono sotto comando americano ogni giorno e perché quest'organo politico - se esiste - non si è attivato?

    10. Quanti colpi sono stati davvero sparati? E per quanti minuti?

    11. Per quanto tempo la persona morta e i feriti sono rimasti circondati, isolati, sanguinanti, senza soccorso: secondi, minuti, o di più?

    12. Chi, come, con quali mezzi ha provveduto a raccogliere il corpo di Calipari e a portare i feriti in ospedale? E poi chi e con quali mezzi ha provveduto al secondo accompagnamento in aeroporto?

    13. Come mai non esiste su un fatto di tanta gravità una versione indipendente della Ambasciata Italiana a Baghdad, misteriosamente e totalmente assente da questa vicenda?
  2.     Mi trovi su: Homepage #3969227
    Nessuno ne sa abbastanza per dire qualcosa di certo, parlo di gente comune; tuttavia, so che è una teoria da mission impossible, ma se devo formulare un'ipotesi sull'accaduto che non sia il banale incidente, dico che qualcuno voleva far fuori Calipari visto che se avessero voluto uccidere la Sgrena probabilmente sarebbe morta. Ovviamente, è una teoria senza fondamento.
  3.     Mi trovi su: Homepage #3969228
    Originally posted by Giovanni1982
    Nessuno ne sa abbastanza per dire qualcosa di certo, parlo di gente comune; tuttavia, so che è una teoria da mission impossible, ma se devo formulare un'ipotesi sull'accaduto che non sia il banale incidente, dico che qualcuno voleva far fuori Calipari visto che se avessero voluto uccidere la Sgrena probabilmente sarebbe morta. Ovviamente, è una teoria senza fondamento.


    :confused:
  4.     Mi trovi su: Homepage #3969229
    Originally posted by Giovanni1982
    Nessuno ne sa abbastanza per dire qualcosa di certo, parlo di gente comune; tuttavia, so che è una teoria da mission impossible, ma se devo formulare un'ipotesi sull'accaduto che non sia il banale incidente, dico che qualcuno voleva far fuori Calipari visto che se avessero voluto uccidere la Sgrena probabilmente sarebbe morta. Ovviamente, è una teoria senza fondamento.




    :confused:
  5.     Mi trovi su: Homepage #3969230
    Originally posted by Giovanni1982
    Nessuno ne sa abbastanza per dire qualcosa di certo, parlo di gente comune; tuttavia, so che è una teoria da mission impossible, ma se devo formulare un'ipotesi sull'accaduto che non sia il banale incidente, dico che qualcuno voleva far fuori Calipari visto che se avessero voluto uccidere la Sgrena probabilmente sarebbe morta. Ovviamente, è una teoria senza fondamento.
    :confused:
  6.     Mi trovi su: Homepage #3969236
    cerco di dare qualche risposta secondo le idee che ho potuto farmi in questo periodo

    1) La macchina in cui viaggiava la Sgrena non so esattamente di chi fosse. Per la verità non è mai stata menzionata la provenienza delle auto che riscattavano gli ostaggi. Forse è un'auto che non dava nell'occhio...

    2) L'Ambasciatore tra l'altro non ha mai parlato per dire la sua. Probabilmente qualcosa che non quadra c'è.....

    3) Per dare meno nell'occhio, perchè c'era il rischio di un secondo rapimento (secondo me) da parte di altre fazioni irachene. Meno si dava nell'occhio meglio era...

    4) Beh, la fretta penso sia riconducibile al fatto che prima si tornava a casa meglio era. E comunque c'è il fattore sorpresa in tutto ciò. Non dimentichiamo che è stata riportata a casa durante Sanremo e 'sta roba gente esperta di sondaggi non la sottovaluta. E' bene non sottovalutare il potere mediatico che può avere tale operazione....

    5) Non ho mai sentito parlare dell'aereo all'aeroporto, ma penso fosse già lì. Se i contatti erano riusciti nella maniera migliore l'aereo dovrebbe essere stato lì pronto a decollare

    6) Parlavano di check-point messi lì appositamente perchè bisognava far tornare in patria sano e salvo Negroponte...erano mobili, ma sono (quasi) convinto che il check-point, anche se provvisorio era fisso

    7) C'era l'ordine di tornare a casa immediatamente, il più in fretta possibile. Poi secondo me nessuno si aspettava l'agguato. Anche se non riesco ancora a capire come gli iracheni avessero questo sospetto...

    8) Non so rispondere :dunno:

    9) Berlusconi è molto amico di Bush e i loro contatti sono molto frequenti. Cmq politicamente parlando dovrebbe essere Fini a rapportare con la Rice. Dicono che il governo sì è mobilitato per la Giuliana Sgrena e così è stato se il ricatto è stato pagato, ma sicuramente è una cosa che non fa molto piacere agli americani

    10) Parlavano di 400 colpi, ma con mitragliette che sparano 20 colpi al secondo 20 secondi sono bastati

    11) Questo l'ha detto la Sgrena, penso che quando si sono accorti di avere ammazzato un civile italiano se ne siano pentiti, ma neanche più di tanto....

    12) Penso proprio i militari americani quando si sono resi conto di chi avevano ammazzato

    13) Perchè secondo me è stato un ordine del governo italiano, quello di tacere che tutte le spiegazioni del caso le dava lui....

    Quoto quello che ha detto massi, che la guerra si commenta da sola.

    Personalmente non credo che si tratti di un agguato premeditato, ma solamente da un incidente dovuto alla paura dei soldatini (perchè sono giovani) americani che hanno paura di tutto e di tutti e quindi molte volte sparano a caso.
  7.     Mi trovi su: Homepage #3969237
    Secondo me la teoria dell'agguato premeditato è una grande stronz....
    Se volevano ammazzare la Sgrena e i suoi accompagnatori, l'avrebbero fatto, punto e basta e poi ci avrebbero dato a bere una delle solite storielle che gli americani sono bravi a racconare.
    Lo avrebbero fatto passare come un attentato di Al Qaeda e avrebbero addossato la colpa a qualche guerrigliero irakeno o ad Al Zarqawi stesso.
    Chi mai avrebbe potuto sostenere il contrario?
    Sei in Irak, un paese in guerra, di episodi del genere ne accadono tutti i giorni.
    No, è stato solo un errore, uno dei tanti errori a cui i signori americani ci hanno purtroppo abituato.:sbam:

  Domande senza risposta

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina