1.     Mi trovi su: Homepage #3978204
    Spunti per la discussione: Evitare le umiliazioni
    30/03/2005 11.27.00
    L'allenatore dell'Azerbaijan chiede all'Inghilterra di non infierire: un episodio paradigmatico della vetustà del regolamento delle qualificazioni ai mondiali.

    Implorare la squadra avversaria: a questo è arrivato il povero tecnico dell'Azerbijan Carlos Alberto alla vigilia della gara contro l'Inghilterra. Dopo aver subito una disfatta di proporzioni enormi contro la modesta Polonia (8-0) il selezionatore brasiliano ha chiesto ufficiosamente ai ragazzi di Eriksson di non arrivare in doppia cifra: "Potrebbe finire 10 a 0" ha dichiarato sconsolato.

    In terra d'Albione l'argomento del giorno è il record di reti in nazionale che Owen potrebbe infrangere e i riferimenti all'avversario sono di matrice puramente folkloristica. Forse è ora di chiedersi se tutto questo ha un senso, o se è il prezzo da pagare ai fini del mantenimento dell'equilibrio geopolitico.

    Prendiamo in considerazione la classifica della Fifa a fine agosto 2004. Da allora si sono giocati 36 incontri tra nazioni dalla 100esima posizione in poi e nazioni nella Top50 con risultati disarmanti: 6 pareggi e 30 sconfitte per le Cenerentole d'Europa. Quest'ultime hanno segnato 12 reti subendone la bellezza di 112. I risultati più sorprendenti sono stati i 2-2 tra Portogallo e Liechtenstein e il pareggio tra Lituania e Spagna ma sono stati frequenti le goleade come il 7-0 della Svezia a Malta e il 6-0 della Svizzera contro le isole Faroe. Allargando il discorso possiamo notare che nessuna delle top 90 ha mai perso contro una squadra oltre la centesima posizione.

    In un periodo dell'anno così pieno di appuntamenti importanti sembra anacronistico infarcire il calendario di queste partite senza storia. Ci sono ben 51 squadre che si battono per arrivare ai Mondiali del 2006 mentre per Italia 90 erano solo 32. Quest'aumento è dovuto alla parcellizzazione dell'Europa negli ultimi 15 anni dalla caduta della cortina di ferro ma è anche il frutto di calcoli geopolitici: a livello mondiale il voto del Vanuatu (paese di 190000 abitanti nell'Oceania) conta come quello dell'Italia.

    Sarebbe auspicabile che il meccanismo di qualificazione ai Mondiali prevedesse una fase preliminare come accade nelle competizioni per club (e anche in altri sport come il rugby a livello di nazionale). Franz Beckenbauer, candidato alla presidenza della Fifa, sembra intenzionato a proporre questo cambiamento nonostante la ritrosia di molti potenziali elettori: aldilà delle statistiche, questa novità potrebbe essere da stimolo per le piccole realtà e allo stesso tempo potrebbe sgravare i giocatori di impegni agonistici pressochè inutili.

    Michele Gazzetti
  2.     Mi trovi su: Homepage #3978207
    Originally posted by Giovanni1982
    Non capisco quale sarebbe il sistema alternativo.
    ma hai letto l'articolo......Sarebbe auspicabile che il meccanismo di qualificazione ai Mondiali prevedesse una fase preliminar ........:P
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  Evitare le umiliazioni

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina