1.     Mi trovi su: Homepage #3978878
    In Argentina-Colombia un anticipo di derby: e il milanista ha segnato il gol-vittoria. I sudamericani tornano a Milano solo domani, turn-over per Bologna

    MILANO, 31 marzo 2005 – In casa interista preferiscono vederlo come un derby tutto nerazzurro, con Javier Zanetti e Cambiasso vincitori e Cordoba sconfitto, ma pur sempre capitano di una Colombia battuta ha fatica. Ai milanisti, però, brillano gli occhi, perché qualcuno, già alla vigilia, aveva visto in Argentina-Colombia un anticipo di derby: Crespo contro Cordoba. E il difensore era stato interrogato sulla questione alla vigilia del match: “Sono due sfide molto differenti, ma io darò tutto me stesso per fare il meglio. Non bisogna concedergli neanche un centimetro”. Qualche centimetro Hernan se l’è preso, tanto che ha siglato il gol dell’1-0 dell’Argentina sulla Colombia, su assist di Galletti.

    Anticipo di derby a parte, è stato un mercoledì di lavoro per quasi tutti i nazionali interisti. Unica eccezione Carini, rimasto in panchina in Uruguay-Brasile, e di Burdisso (turn-over argentino dopo i 90’ di La Paz), gli altri sono scesi tutti in campo. Materazzi ha fatto il capitano dell’Italia per un tempo, in Sudamerica protagonista anche Gamarra, che col suo Paraguay ha battuto 2-1 il Cile. In Europa Stankovic aveva la gara più difficile, chiusa con uno 0-0 fra la sua Serbia e la Spagna e con un assist non sfruttato da Djordevic. Tutto facile per la Turchia di Emre, che in Georgia ha vinto 5-2: il centrocampista turco era stato al centro di un piccolo caso, prima del match, per alcune dichiarazioni riportate dai media locali (“Dovevo andare al Milan, all’Inter non si vince mai”) e subto smentite dal giocatore. Nessuna polemica, ma anzi un gol, per Giorgios Karagounis, che quando torna in Grecia gioca e si risente campione d’Europa. Suo il definitivo 2-0 sull’Albania.

    Ora, i problemi sono i rientri: arriveranno tardi, per la trasferta di Bologna, i sudamericani: da oggi sono tornati a disposizione i giocatori europei. Inutile dire che la partita contro Mazzone, a questo punto della stagione, interessa relativamente. Sarà un buon banco di prova per Vieri, che probabilmente farà staffetta con Martins, e che dovrà testare la condizione in vista della sfida con i rossoneri. Resterà a riposo, come nella settimana delle nazionali, l’argentino Veron: si sta preparando in modo particolare per essere tirato a lucido per le eurosfide. Unico impegno, non proprio piacevole, l’udienza di domani nel processo che lo vede coinvolto per il caso passaporti di ormai qualche anno fa.

    Poi Veron si getterà completamente sulla sfida con il Milan: l’ex-compagno del Chelsea Crespo ha già iniziato a segnare, ma Juan Sebastian avrà 180 minuti di tempo per dimostrare di essere il “prestito di Abramovich” più decisivo di Milano.
    Se avete problemi con il vostro computer, andate qui www.infovobis.it

  Cordoba e l'incubo Crespo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina