1.     Mi trovi su: Homepage #3987845
    Procedimento per lancio di oggetti e resistenza a pubblico ufficiale

    Inizierà venerdì mattina il processo per direttissima ai tre tifosi juventini arrestati mercoledì sera fuori dallo stadio di Torino prima del match di Champions League fra Juventus e Liverpool. I tre fermati, Paolo Altomonte, 29 anni, di Sant`Angelo Lodigiano (Lodi), Roberto Pastorino, 33 anni, di Genova e Andrea Tommolini, 24enne di Martinsicuro (Teramo) sono accusati di lancio di oggetti contro i bus dei tifosi della squadra inglese e di resistenza a pubblico ufficiale.

    Pastorino, inoltre, si dovrà difendere dall’accusa di danneggiamento e lesioni ai danni di un funzionario della Digos
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #3987848
    Originally posted by Pezzotto
    la cosa piu' importante e' che non ci sia Simo :asd: :asd:



    vorresti ke mi sbattessero in gatta buia ehh?? :D :D :D


    e dopo ki le preparare le coreografia alla facciazzi? :D :D


    ah gia'...knaz :azz:



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.
  3.     Mi trovi su: Homepage #3987849
    Sono tre juventini fermati per scontri prima della partita

    TORINO, 15 APR - Restano in carcere i tre ultra' juventini fermati per i tafferugli che hanno preceduto mercoledi' sera la partita Juve-Liverpool. Lo ha stabilito l'udienza di convalida dell'arresto svoltasi stamani che ha fissato il processo al 27 aprile. Sono stati trasferiti alle Vallette Andrea Tommolini, 24 anni, Paolo Altomonte, 29 anni, e Roberto Pastorino, 33 anni. Sono accusati di lancio di oggetti pericolosi e resistenza a pubblico ufficiale; Pastorino anche di danneggiamenti e lesioni.
  4.     Mi trovi su: Homepage #3987850
    Per lui è prevista già oggi l'udienza di convalida

    MILANO - Un quarto tifoso juventino è stato arrestato dalla Digos di Torino per gli incidenti accaduti in occasione di Juventus-Liverpool. Per lui è prevista già oggi l'udienza di convalida dell'arresto davanti al giudice monocratico di Milano. Il giovane, Christian Redaelli, 26 anni, residente nell'hinterland milanese, è accusato di lancio pericoloso di corpi contundenti in un impianto sportivo.

  Champions League: venerdì il processo per tre ultras juventini

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina