1.     Mi trovi su: Homepage #3991094
    "Manca un punto di riferimento, uno rappresentativo come Capello"

    “I risultati negativi di questa stagione riflettono i problemi della società e la mancanza di un progetto serio”. Cristian Chivu surriscalda l’ambiente giallorosso a due giorni dalla sconfitta interna con la Reggina: “Quest’anno noi giocatori non abbiamo avuto un punto di riferimento nella società, uno rappresentativo come Capello”. Chivu, che la settimana passata aveva giurato amore eterno ai colori giallorossi, è tornato a parlare di futuro: “Non penso che l’anno prossimo vinceremo lo scudetto. Per quanto mi riguarda non so nemmeno se giocherò la prossima partita perché ho dolori ovunque. Ma per la prossima stagione non c’è nessuna certezza fino a quando la società non capirà l’importanza di trovare una persona che dia tranquillità ai giocatori e un allenatore per tutta la stagione”.

    Nell’annus horribilis giallorosso Matteo Ferrari è stato un po’ il capro espiatorio. Chivu lo difende a spada tratta: “A Udine è stato il migliore in campo e tatticamente perfetto nel match con la Reggina. Il problema di Ferrari è stata la società: nessuno lo ha mai difeso”. Dopo l’arringa difensiva a favore del proprio reparto, ecco le bacchettate ai compagni dell’attacco e al tecnico: “Contro la Reggina abbiamo sofferto il tridente più Mancini. Nel secondo tempo era da prendere una decisione, ma le scelte le fa il tecnico: a centrocampo erano in due contro cinque. Il mio gol? Almeno ho provato a tirare, dovrebbero farlo anche gli altri giocatori...”.

    Cristian Chivu parla del presente: “Fino a oggi abbiamo guardato avanti, ma la realtà della classifica parla chiaro: rischiamo grosso. Non siamo abituati a lottare e soffrire come le “provinciali”, ma è necessario farlo. Se non dovessimo tirare fuori il carattere non so come potrebbe finire questo campionato”. Infine, parole tenere a difesa di Bruno Conti: “Ho un grande rispetto per lui. E’ la persona più buona che abbia mai conosciuto nella mia vita. E’ un bene della Roma”.
  2.     Mi trovi su: Homepage #3991095
    a parte la difesa d'ufficio su ferrari (:cry: ) per il resto sono concordo con le parole che inquadrano parecchi dei problemi che hanno determinato l'annata terribile della roma.
    pero' parla bene perche' lui è stato fermo per 9 mesi ed ha potuto osservare dall'esterno la situazione.....:rolleyes:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  3.     Mi trovi su: Homepage #3991098
    Originally posted by Giovanni1982
    Mi vien voglia di diventare Romanista....
    :shocked: ..ci manca solo questa oggi......:asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  4.     Mi trovi su: Homepage #3991100
    Originally posted by Giovanni1982
    .......passata.:asd:
    almeno questa......:asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  5.     Mi trovi su: Homepage #3991102
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    Chivu ha cmq le idee chiare....e bisogna dargliene atto....
    le idee chiare tutti a roma le hanno su i perche' di questa stagione tranne la Roma societa' :rolleyes:
    chivu piu' che altro ha il coraggio di parlare anche se pure lui invece di giocare a calcetto sulla spiaggia..... :D
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  6.     Mi trovi su: Homepage #3991103
    Il tecnico non risponde a Chivu: "Penso che il suo fosse solo uno sfogo"

    Bruno Conti Bruno Conti non risponde a Cristian Chivu e pensa al Siena: "E` la partita di domani sera il mio punto di riferimento". Il difensore rumeno ieri si era lamentato proprio per l`assenza di una figura carismatica in seno alla Roma, facendo paragoni con Fabio Capello, e chiedendo garanzie per il futuro. Ma l`allenatore della Roma preferisce non replicare: "Chivu è una persona seria e un grande professionista, penso che il suo sia stato solo uno sfogo dopo una lunga inattività. Dubito che voglia andare via. Però posso dire che lui a me quelle cose non le ha dette, e che qualcuno le risposte e i programmi li aspetta sempre".


    Conti ha comunque altre priorità: "Io voglio pensare solamente a come uscire da questa situazione di classifica difficile. Se ho accettato di guidare la Roma è perché sono legato a questa maglia. Ed esigo che tutti, da qui alla fine della stagione, facciano le stesse cose che ho fatto io". Analizzando il prossimo avversario l`ex campione del mondo commenta: "La partita con il Siena è molto più difficile di quella con la Reggina, anche perché i bianconeri vengono da una vittoria importante, quella sul Milan".
  7.     Mi trovi su: Homepage #3991105
    Originally posted by nico_giraldi
    solo rosetta sensi non ha le idee chiare
    e che non c'ha proprio idee.......:rolleyes:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  Roma: Chivu attacca la società

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina