1.     Mi trovi su: Homepage #4012640
    L'aveva con sè nel derby di Lisbona

    Questa volta ha funzionato e ora il titolo di campione di Portogallo dista un solo punto. Giovanni Trapattoni, che non ha mai nascosto la sua grande fede religiosa, nel decisivo derby di Lisbona contro lo Sporting ha portato con sè in panchina l'acqua santa, che ha dato i suoi benefici a 5' dalla fine quando il difensore brasiliano Luisao ha messo a segno la rete del successo che vale tre quarti di titolo.

    Ai Mondiali del 2002, quelli di Giappone e Corea, il Trap portava con sè sempre una boccetta di acqua benedetta, lanciata come rito propiziatorio prima del match contro la Corea del Sud. Momenti immortalati dalle telecamere, che hanno fatto il giro del mondo, suscitando anche qualche ilarità e polemica di troppo. Contro gli asiatici non ebbe l'effetto sperato, come tutti ricordano, e gli azzurri furono costretti a fare le valigie e tornare mestamente in patria, condannati da un golden-gol dell'ex perugino Ahn, uno che in Italia è passato come una meteora portato da Luciano Gaucci, che lo ha scaricato dopo la rete agli azzurri. Lo stesso Trap, terminata l'esperienza nippo-coreana, aveva spiegato: "E' di cattivo gusto confondere il sacro con il profano: non faccio macumbe né misticismi, sono solo un cattolico e l'acqua la porto con me dal primo giorno in panchina".

    E anche nell'ultima gara, il derby di Lisbona di sabato, la fedele boccetta era con lui, che ha vissuto l'intera gara in una sorta di trance agonistica, e gli ha portato un gran bene, visto che il titolo, che il Benfica non vince da 11 anni, è ormai ad un passo. Basta un pareggio con il Boavista nell'ultima giornata per celebrare l'ennesimo successo (con quattro squadre diverse) della sua inimitabile carriera.

    "Col Boavista giocheremo per vincere - ha detto il Trap a fine gara - Se pensiamo che ci basta il pareggio facciamo come contro il Penafiel e perdiamo la partita".
  2.     Mi trovi su: Homepage #4012641
    C'è da fare la premessa che mai come in quest'anno il campionato portoghese è stato così equilibrato, segno che era livellato in basso o in alto.

    Il Trap deve veramente ringraziare quella sua bottiglina, perchè il gol che probabilmente consentirà al Benfica di vincere lo scudetto, è arrivato grazie ad un vero regalo del portiere dello Sporting di Lisbona, e per giunta fatto a pochi minuti dalla fine; perchè senza quel gol il Benfica, quasi sicuramente, non avrebbe vinto il titolo (perchè nella classifica avulsa e della differenza reti era indientro sia rispetto allo Sporting che al Porto).

    Trap, che comunque è apprezzabile perchè non ha mai mostrato paura di affrontare nuove esperienze, credo sia nel campionato più adatto al suo modulo di gioco e quindi la, più che altrove, è probabile che riuscirà ancora a vincere.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4012642
    Il trap è un grande secondo me, e nn è merito dell'acqua che ha fatto arrivare il benfica li dove si trova ora, ricordo che questa squadra e da 11 anni che nn vince nulla e ora con il trap puo portare a casa lo scudetto e la coppa di Portogallo

    Grande trap :approved: :approved:
    [url=http://userbarmaker.com/][/url]
    [url=http://userbarmaker.com/][img]http://img100.imageshack.us/img100/
  4.     Mi trovi su: Homepage #4012643
    Originally posted by Popov
    Il trap è un grande secondo me, e nn è merito dell'acqua che ha fatto arrivare il benfica li dove si trova ora, ricordo che questa squadra e da 11 anni che nn vince nulla e ora con il trap puo portare a casa lo scudetto e la coppa di Portogallo

    Grande trap :approved: :approved:


    Da 9 anni mi sembra ... comunque questi conteggi non sono mai così semplicistici, è vero che da 9 anni il Benfica non vinceva, ma è anche vero che è proprio quest'anno che, a partire dell'ingaggio del Trap, hanno fatto le cose sul serio, evidentemente investendo grandi somme; senza contare la concomitanza con la smobilitazione del Porto.

    Che il Trap sia grande allenatore è una tuo opinione che comunque non condivido.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4012644
    Originally posted by common
    Da 9 anni mi sembra ... comunque questi conteggi non sono mai così semplicistici, è vero che da 9 anni il Benfica non vinceva, ma è anche vero che è proprio quest'anno che, a partire dell'ingaggio del Trap, hanno fatto le cose sul serio, evidentemente investendo grandi somme; senza contare la concomitanza con la smobilitazione del Porto.

    Che il Trap sia grande allenatore è una tuo opinione che comunque non condivido.


    il trap è tanto bravo come allenatore quanto scarso come commissario tecnico
  6.     Mi trovi su: Homepage #4012645
    Originally posted by tufkaw
    il trap è tanto bravo come allenatore quanto scarso come commissario tecnico


    io penso che siano due materie complementari ed in entrambe lo ritengo molto scarso perchè mancante di qualsiasi flessibilità. -- Dicono che Zeman è un fondamentalista, invece Trapattoni è il re dei fondamentalisti del calcio, conosce solo un modo di giocare ed adotta sempre quello, a prescindere dalla squadra che ha sotto le mani.

    Poi, se vogliamo spulciarci la storia del Trap allenatore io potrei cercare di spiegarti perchè ha vinto tanto in Italia (molti anni fa) e poco in Europa

    Senza contare il fatto che è il capostipite di quegli allenatori che la gavetta non sanno nemmeno cos'è ... in tutta la sua carriera ha tentato una sola volta di allenare una squadra di basso rango, ed a Cagliari non ha certo lasciato un gran ricordo.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4012646
    "Sono disposto ad andare anche in B"

    Dopo l'amarezza dei Mondiali e degli Europei finiti malissimo alla guida della Nazionale azzurra, pochi avrebbere scommesso ancora su di lui e invece Giovanni Trapattoni si è preso subito la rivincita, riportando lo scudetto in casa Benfica dopo 10 anni. "Piano - frena lui - manca ancora una partita. Comunque ho nostalgia dell'Italia, vorrei tornare ad allenare lì. Sarei capace anche di prendere una squadra in B".

    A un passo dall'impresa di vincere il campionato con quattro club diversi (Juventus, Inter, Bayern Monaco e Benfica) e in tre differerenti paesi (Italia, Germania e Portogallo), Giovanni Trapattoni si sta prendendo la rivincita più bella, dopo la deludente esperienza vissuta alla guida della Nazionale azzurra. "Il mio segreto? - spiega il tecnico di Cusano Milanino - Ci vuole esperienza per vivere in simbiosi con mondi diversi. Devi adattarti a cibi, allenamenti, limgua. Devi farti accettare, altrimenti sei l'elefante in cristalleria. In tutte queste squadre ho sempre aggiornato i miei moduli e il mio modo di giocare a seconda delle esigenze. E quello che ho fatto non me lo ha insegnato nessuno...".

    Ma, nonostante, mezzo Portogallo sia pronto a festeggiare lo scudetto del Benfica e, con esso, l'impresa dell'allenatore italiano, il Trap nel futuro vede solo Italia. "Avrei ancora un anno di contratto, ma alla società è già arrivata la mia lettera. Per una serie di motivi non l'hanno voluta aprire, sperano che vincendo cambi idea. La nostalgia dell'Italia c'è - confessa - Tornerei anche in una squadra non di vertice, anche in serie B. Non è un problema, ci sarebbe più soddisfazione". Poi, un pensiero alla sua avventura in Nazionale. "Ci ripenso sempre in modo positivo, non ho niente da rimproverarmi, ma credo di essere capitato in azzurro nel momento più nero del calcio italiano: decreti spalma-debiti, campionati a 24 squadre, esigenze dei club impegnati in Europa...i giocatori non venivano nemmeno a giocare le amichevoli. Rimpianti per non aver portato Gilardino a Euro 2004? No, con lui ho parlato e gli ho spiegato perché era meglio che giocasse con l'Under 21".
  8.     Mi trovi su: Homepage #4012647
    Originally posted by Pezzotto
    "Sono disposto ad andare anche in B"

    Dopo l'amarezza dei Mondiali e degli Europei finiti malissimo alla guida della Nazionale azzurra, pochi avrebbere scommesso ancora su di lui e invece Giovanni Trapattoni si è preso subito la rivincita, riportando lo scudetto in casa Benfica dopo 10 anni. "Piano - frena lui - manca ancora una partita. Comunque ho nostalgia dell'Italia, vorrei tornare ad allenare lì. Sarei capace anche di prendere una squadra in B".

    A un passo dall'impresa di vincere il campionato con quattro club diversi (Juventus, Inter, Bayern Monaco e Benfica) e in tre differerenti paesi (Italia, Germania e Portogallo), Giovanni Trapattoni si sta prendendo la rivincita più bella, dopo la deludente esperienza vissuta alla guida della Nazionale azzurra. "Il mio segreto? - spiega il tecnico di Cusano Milanino - Ci vuole esperienza per vivere in simbiosi con mondi diversi. Devi adattarti a cibi, allenamenti, limgua. Devi farti accettare, altrimenti sei l'elefante in cristalleria. In tutte queste squadre ho sempre aggiornato i miei moduli e il mio modo di giocare a seconda delle esigenze. E quello che ho fatto non me lo ha insegnato nessuno...".

    Ma, nonostante, mezzo Portogallo sia pronto a festeggiare lo scudetto del Benfica e, con esso, l'impresa dell'allenatore italiano, il Trap nel futuro vede solo Italia. "Avrei ancora un anno di contratto, ma alla società è già arrivata la mia lettera. Per una serie di motivi non l'hanno voluta aprire, sperano che vincendo cambi idea. La nostalgia dell'Italia c'è - confessa - Tornerei anche in una squadra non di vertice, anche in serie B. Non è un problema, ci sarebbe più soddisfazione". Poi, un pensiero alla sua avventura in Nazionale. "Ci ripenso sempre in modo positivo, non ho niente da rimproverarmi, ma credo di essere capitato in azzurro nel momento più nero del calcio italiano: decreti spalma-debiti, campionati a 24 squadre, esigenze dei club impegnati in Europa...i giocatori non venivano nemmeno a giocare le amichevoli. Rimpianti per non aver portato Gilardino a Euro 2004? No, con lui ho parlato e gli ho spiegato perché era meglio che giocasse con l'Under 21".


    Certo accetta se lo pagano bene e gli danno una rosa da serie A

  Trap, ora l'acqua santa funziona

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina