1.     Mi trovi su: Homepage #4013561
    Piccole alla riscossa nei grandi tornei

    Mancano ormai poche giornate alla fine dei tornei nazionali e si va delineando la griglia della prossima Champions League. Nei campionati più importanti, che portano 3/4 squadre, non mancano le sorprese: in Italia sono in lizza Udinese e Sampdoria, in Spagna Villarreal, Betis, Siviglia ed Espanyol, in Inghilterra c'è l'Everton, in Francia il Lilla, in Germania sono vicine al traguardo Schalke 04 ed Hertha Berlino.

    La geografia dei principali campionati europei sta cambiando. Accanto ai "soliti" nomi, infatti, nei principali tornei del vecchio continente si stanno facendo largo squadre che a inizio anno non venivavo accreditate per una stagione ad alto livello. Gli esempi sono tanti, a partire dall'Italia: accanto a Juventus, Milan e Inter (ammessa al terzo turno preliminare) ci sarà una tra Udinese e Sampdoria. I friulani non hanno mai partecipato alla Champions League, mentre i doriani hanno nel loro palmares una finale persa contro il Barcellona nei supplementari nel 1992, quando ancora la massima rassegna continentale si chiamava Coppa dei Campioni e vi partecipavano solo le vincitrici dei campionati nazionali.

    Ancora più significativo il caso della Spagna. Ai "soliti" Barcellona e Real Madrid si affiancheranno sorprese come Villarreal, Betis, Siviglia ed Espanyol, mentre poche chance ha il Valencia campione della scorsa edizione. Tutte squadre che fino a quest'anno hanno solo potuto sognare la Champions, soprattutto i tifosi dell'Espanyol, il secondo club di Barcellona, da decenni all'ombra dei ben più quotati blaugrana. In Inghilterra, tra i "colossi" Chelsea, Arsenal e Manchester Utd, si è inserito l'Everton, la seconda squadra di Liverpool. I Reds, invece, potranno disporre di una wild card in caso di vittoria nella finale di Istanbul contro il Milan. Anche la Germania (2 squadre ai gironi e 1 ai preliminari) non mancano le sorprese: il Bayern campione di Germania sarà in compagnia di due tra Schalke 04, Hertha Berlino e Stoccarda. Poche speranze per il Werder Brema, vincitore della Bundesliga nel 2004. In Francia è stato ammesso direttamente ai gironi il Lione campione, mentre Monaco e Lilla si giocano il secondo posto, mentre la terza partirà dai preliminari. Un traguardo storico per il Lilla, fino a qualche stagione fa relegata in serie B.

    Nessuno stravolgimento, invece, nei campionati "minori". L'Olanda sarà rappresentata da PSV Eindhoven e Ajax, in Portogallo è lotta tra Benfica, Porto e Sporting Lisbona, in Belgio le "solite" Bruges e Anderlecht, così come in Scozia (Celtic e Rangers) e in Grecia (lotta tra Olympiakos, Panathinaikos e Aek).

  Champions 2006, largo alle sorprese

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina