1. In questo momento stai...  
        Mi trovi su: Homepage #4026373
    ROMA - Corsa al Mondiale in tutto il mondo con un sabato molto intenso. Diamo uno sguardo a quello che è successo in Europa, dove soprattutto Olanda, Spagna, Ucraina e Portogallo hanno fatto importanti passi avanti verso la qualificazione. La situazione girone per girone.
    GRUPPO 1 - L’Olanda mantiene il comando della graduatoria (19 punti in 7 gare), dopo il successo sulla Romania (13/8) con un secco 2-0. I romeni, che presentano Mutu, partono benino, impegnano van der Sar con Niculescu, poi capitolano: sospetto rigore per fallo su Mutu, nel capovolgimento di fronte l’ex Milan Contra è incerto e Robben da pochi passi non perdona. Ad inizio ripresa il raddoppio, con un colpo di testa ravvicinato dell’ariete Kuijt. Risponde la Rep.Ceca (18/7), che sommerge 8-1 Andorra (4/8): da segnalare una doppietta di Lokvenc e la concentrazione di 4 reti ceche negli ultimi 10’. Completa il quadro la vittoria della Macedonia (8/8), 1-2 in Armenia (4/8).

    GRUPPO 2 - Allunga decisamente l’Ucraina (20/8) dopo il successo di routine con il Kazakhstan (0/6): 2-0, con guizzo di Shevchenko nel primo tempo e giochi chiusi da una autorete di Avdeyev nel finale. La gara più interessante a Istanbul, dove Turchia (13/8) e Grecia (15/8) hanno impattato 0-0. Meglio per i greci, che almeno consolidano il secondo posto. Gara equilibrata, con turchi a fare gioco e greci attenti dietro. I padroni di casa sfiodarano al rete soprattutto nel finale con Fatih Tekke (fuori da pochi passi), gli uomini di Rehhagel colgono una traversa con Giannakopoulos e indisiano il portiere Rustu con l’interista Karagounis. Nell’altra gara doppietta di Tare nel successo dell’Albania (9/8): 3-2 alla Georgia (5/7).

    GRUPPO 3 - Passo avanti forse decisivo del Portogallo (17/7), che nello scontro diretto batte 2-0 la Slovacchia (14/7) prendendo solitario la vetta. Gli slovacchi iniziano meglio, sfiorano la rete con Mintal, poi escono i lusitani: un tocco di Fernando Meira su azione da corner ed una straordinaria punizione di Ronaldo (il migliore in campo) chiudono i giochi già nel primo tempo. Nella ripresa la squadra di Scolari sfiora il tris e controlla la situazione. Riprende fiato la Russia (14/7) dopo il successo sulla Lettonia (10/7): decidono Arshavin e Loskov (rig.) nella ripresa. Nell’altra gara Estonia (11/8) senza problemi con il Liechtenstein: 2-0.

    GRUPPO 4 - La situazione si fa sempre più incerta. A riposo la Francia (10/6), prende il comando la Svizzera (12/6), che rischia grosso nelle Far Oer ((1/5) ma grazie ad una doppietta di Frei la spunta 1-3 nel finale. Male l’Eire (10/6), che si fa imporre il pari interno da un sempre più sorprendente Israele (11/7): avanti dopo 11’ per le reti di Harte e Robbie Keane, i britannici si fanno rimontare sul 2-2 definitivo da Yehiel e Nimny (rig.) già nel primo tempo.

    GRUPPO 5 - L’Italia (13/6) dorme sonni tranquilli. Slovenia (9/6) e Bielorussia (6/5) impattano a Minsk con un botta e risposta firmato Ceh e Belkevich nella fase iniziale. Riprende fiato, ma solo parzialmente, la Scozia (5/5), che tra mille sofferenze piega 2-0 la Moldova (2/6): apre Dailly su erroraccio del portiere moldavo, chiude allo scadere McFadden in contropiede.

    GRUPPO 6 - Prende temporaneamente il comando, a Inghilterra ferma, la Polonia (18/7), che vince in Azerbaijan (2/7): finisce 0-3 con reti di Frankowski, Klos e Zurawski.

    GRUPPO 7 - Non incanta la Spagna (12/6), ma il successo sulla Lituania (9/6) è prezioso quanto stentato: gli spagnoli agguantano la vetta del girone al 68’ grazie ad un sinistro da fuori area di Luque, poi si salvano nel finale grazie ad una prodezza di Iker Casillas. Agganciata la Serbia&Montenegro (12/6), fermata in casa sullo 0-0 dal Belgio (8/6). Completa il quadro la vittoria della Bosnia (6/5) a San Marino (0/7).

    GRUPPO 8 - Prosegue il duello a distanza tra Croazia e Svezia. I croati (16/6) restano in vetta dopo il prezioso successo in Bulgaria ((8/6): finisce 1-3, a segno anche Tudor. Gli svedesi (15/6) travolgono 6-0 Malta (1/6): una delle reti porta la firma di Ibrahimovic. Chiude il quadro la vittoria dell’Ungheria (10/6) in Islanda (1/6) per 2-3.
    quando ho pensato di iniziare a capire le donne ho capito che non avevo capito un caxxo
    :azz:

  Situazione qualificazioni mondiali 2006

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina