1.     Mi trovi su: Homepage #4044046
    Colpo di scena durante il primo giorno di interrogatori in Federcalcio Vacilla la difesa di Preziosi: i 250 mila euro non servivano per l’acquisto
    Vagheggi rovina il Genoa

    Il procuratore di Maldonado smentisce la cessione del giocatore



    di ROBERTO RENGA

    ROMA - Claudio Vagheggi è il procuratore di Maldonado, il calciatore, la cui cessione, secondo Genoa e Venezia giustificava i 250 mila euro in valigia. Un trasferimento, in sostanza, non uno scandalo. Maldonado è in Paraguay e l’idea di farsi vedere in via Po per l’inizio degli interrogatori non gli è neppure passata per la testa. Vagheggi, con grande soddisfazione degli inquirenti, si è invece regolarmente presentato e ha sgretolato l’alibi delle due società.In quanto procuratore avrebbe saputo del trasferimento, se questo ci fosse stato. Invece niente, silenzio assoluto, ha raccontato l’ex giocatore della Lazio (chiamato Vaghinho, allora, per i suoi dribbling irresistibili), dando all’ufficio indagini un aiuto che potrebbe risultare decisivo. Da una parte le intercettazioni, dall’altra la prova che quei soldi non c’entravano con la cessione di un calciatore: elementi, si ritiene in via Allegri, più che sufficienti per arrivare al processo e quindi alla condanna del Genoa. Vagheggi è stato accompagnato a Fiumicino a deposizione avvenuta: un lavoro da 007 veri, la Federcalcio non voleva correre rischi.
    Buona la prima tappa, dunque, nonostante le assenze (prevedibili) di alcuni testimoni. Oggi giornata minore, con Borgobello e Cravero (Torino, ossia terzo interessato)in prima fila tra gli interrogati. Domani tutta da valutare la posizione di Brambati, che da ragazzo faceva il terzino per professione e le imitazioni per hobby e adesso lavora per la Gea. Brambati tre giorni prima che si giocasse Piacenza-Genoa chiese al direttore sportivo del Genoa, Capozzucca, i numeri telefonici di Gautieri e Lucenti, ex romanisti attualmente al Piacenza. Dopodiché chiamò effettivamente i due giocatori. Tutto qui. Poco per arrivare a un’incriminazione, molto per farsi venire strane idee. Uno: perché Brambati chiede al diesse del Genoa i numeri di due calciatori del Piacenza? Due: e perché tre giorni prima della gara? Tre: perché, infine, i due vengono effettivamente raggiunti dalle telefonate dell’agente Gea?Giustificazioni ci saranno, questo è certo e basteranno per insabbiare il caso. Ma negli inquirenti e in tutti noi continuerà a farsi sentire quel refrain: perchè? E come mai la lite al termine della partita? I sospetti comunque non bastano. Bisogna ottenere di più e non sarà facile, dovremo farcene una ragione.Ieri c’erano cinque inquirenti, di cui non sono stati forniti neppure i nomi. Alcuni si conoscono, ma non sarebbe giusto pubblicizzarli: per loro e per gli esclusi. L’anonimato, cui i federali sembrano tenere, è in ogni caso la prova che si fa sul serio.

  Vaghegginho rovina il Genoa

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina