1.     Mi trovi su: Homepage #4047820
    La C e' allo sfascio totale, ma Macalli non si dimette e attacca i tifosi
    www.tuttalac.it

    Nel commentare il pesante giro di vite che ha coinvolto 24 società di C su 93 (un quarto della serie C), il presidente Mario Macalli ha dato il meglio di sé. La tesi di Macalli è la seguente: se la serie C è alla canna del gas, la colpa è dei presidenti delle società e dei suoi "ultras". Macalli lo chiama "il popolo della sciarpa", e a suo avviso è proprio il furore dei tifosi a impedire ai presidenti di ragionare e, di conseguenza, a rendere meno potente la Lega di C.
    Ci sorge il dubbio che se Macalli avesse presentato una tesi del genere alla maturità, difficilmente lo avrebbero fatto Ragioniere. Qualora ce ne fosse bisogno, Macalli ha dimostrato ancora una volta di non conoscere il significato della parola autocritica. Se fosse stato un presidente serio, avrebbe detto: "Signori, vista la situazione, non posso fare altro che dimettermi perché ho fallito". E invece Macalli pensa a scaricare le colpe su chi, evidentemente, è vittima e non colpevole di un sistema del quale il Ragioniere è uno dei principali artefici.
    24 club a rischio esclusione. Perché si è arrivati a tanto? Semplice: la Lega di C non è in grado di imporre regole e decisioni per il bene delle proprie società. E' vero, come sostiene Macalli, che non si risolve molto arrivando in B. Ma è pur vero che di questi tempi ogni anno solo in serie C si registra una vera e propria ecatombe. Perché Macalli non fa nulla per migliorare la situazione? Perché non propone nulla che possa essere d'aiuto alla serie C? Chi non si rinnova alla fine si fa schiacciare dagli altri. Un esempio? Prendete la Lega di D ed il suo presidente William Punghellini. Regole precise, sponsor e risorse: i numeri stanno dando ragione alla Lega più povera, in prima linea anche sul fronte-comunicazione (andatevi a fare un giro sul loro sito web, sembra quello di un'agenzia di stampa, mentre su quello della Lega di Firenze è meglio stendere un velo pietoso...). E infine Macalli tocca il fondo quando parla dei ripescaggi. Vorrebbe, oggi, ridurre la C di un girone, e noi glielo stiamo dicendo da anni che 93 società sono troppe. Ora, però, non può farlo. E allora pensa al ricatto: chiedere fideiussioni aggiuntive ai club che chiedono i ripescaggi. Macallli, sornione, ghigna: "E' un metodo che scoraggerebbe il 99% delle società". Ma perché non fare le persone serie e ammettere di essere di fronte all'ennesimo fallimento? Quest'anno le norme parlano chiaro: per ogni posto che si libererà in C, si procederà ai ripescaggi, fatti salvi quei tre posti aggiuntivi che devono sparire (da 93 si tornerà a 90).
    Dopo il caos della scorsa estate, urlammo che era davvero il momento della riforma dei campionati. E invece Macalli e soci hanno fatto passare un altro anno, con i disastri che sono sotto gli occhi di tutti.
    Le pensa tutte il Ragioniere pur di non ammettere il proprio fallimento. Ed è per questo che non pensa a quelle dimissioni che noi chiediamo da tempo, e che continueremo a chiedere fino a quando la C non cambierà.
    Per chiudere, caro Macalli, si ricordi che senza "il popolo della sciarpa" lei e i suoi soci sarebbero a casa da tempo. Per fortuna, infatti, i tifosi non si sono ancora stancati del calcio moderno e soprattutto dei dirigenti come lei.
  2. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4047821
    Beh, resta il fatto che quando un centinaio di persone non lasciano uscire i giocatori dallo stadio pretendendo un confronto, siamo alla frutta. Se 100 persone ne bloccano 11 in uno stabile, in una situazione normale arriverebbe l'esercito. Che poi il problema non sia solo quello è un altro discorso, ma effettivamente converrebbe fare autocritica, ma sul serio, non solo "gli altri"...
  3.     Mi trovi su: Homepage #4047822
    I tifosi possono anche sragionare, ma i presidenti delle squadre di calcio solitamente sono imprenditori più o meno bravi (ancora mi chiedo come abbiano fatto), e se non arrivano da soli al fatto che se spendi più di quanto guadagni prima o poi fallisci allora sono solo braccia rubate all'agricoltura.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4047823
    Originally posted by ScudettoWeb
    Beh, resta il fatto che quando un centinaio di persone non lasciano uscire i giocatori dallo stadio pretendendo un confronto, siamo alla frutta. Se 100 persone ne bloccano 11 in uno stabile, in una situazione normale arriverebbe l'esercito. Che poi il problema non sia solo quello è un altro discorso, ma effettivamente converrebbe fare autocritica, ma sul serio, non solo "gli altri"...

    :confused: :confused: Quando? cosa c'entra?:confused: :confused:
  5. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4047824
    Originally posted by Giovanni1982
    I tifosi possono anche sragionare, ma i presidenti delle squadre di calcio solitamente sono imprenditori più o meno bravi (ancora mi chiedo come abbiano fatto), e se non arrivano da soli al fatto che se spendi più di quanto guadagni prima o poi fallisci allora sono solo braccia rubate all'agricoltura.


    Spiegalo a quei bresciani (ignoranti ?) che stanno insultando Corioni invece di fargli un monumento ...
    Firma troppo lunga e con offese.

  La C e' allo sfascio totale, ma Macalli non si dimette e attacca i tifosi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina