1.     Mi trovi su: Homepage #4078748
    Galliani e la B: "Le partite senza stadio verranno rinviate"
    25/08/2005 13.37.00
    Il presidente di Lega ha ribadito che la serie B si giocherà alle 15 del sabato e se qualche sindaco non concederà lo stadio allora la partita verrà rinviata.
    Domani, con l’anticipo tra Verona e Avellino, parte la serie B 2005/2006, ma sarà sabato il giorno cruciale, con le prime partite della stagione da giocarsi alle 15 ma...dove? La maggior parte dei sindaci delle città interessate non ha dato l’autorizzazione ad utilizzare lo stadio a quell’ora, cosa succederà quindi? La risposta la dà il presidente della Lega Calcio Adriano Galliani: "La serie B giocherà sabato alle 15 e se qualche stadio non sarà disponibile, le partite verranno rinviate a data destinarsi". Semplice no?




    Complimenti al presidente di Lega, sposta il problema senza risolverlo...:rolleyes:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4078749
    Originally posted by RECO
    Galliani e la B: "Le partite senza stadio verranno rinviate"
    25/08/2005 13.37.00
    Il presidente di Lega ha ribadito che la serie B si giocherà alle 15 del sabato e se qualche sindaco non concederà lo stadio allora la partita verrà rinviata.
    Domani, con l’anticipo tra Verona e Avellino, parte la serie B 2005/2006, ma sarà sabato il giorno cruciale, con le prime partite della stagione da giocarsi alle 15 ma...dove? La maggior parte dei sindaci delle città interessate non ha dato l’autorizzazione ad utilizzare lo stadio a quell’ora, cosa succederà quindi? La risposta la dà il presidente della Lega Calcio Adriano Galliani: "La serie B giocherà sabato alle 15 e se qualche stadio non sarà disponibile, le partite verranno rinviate a data destinarsi". Semplice no?




    Complimenti al presidente di Lega, sposta il problema senza risolverlo...:rolleyes:


    E' un grandissimo casino.
    Stiamo arrivando al degrado del calcio.
  3. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4078750
    Originally posted by Splendens
    E' un grandissimo casino.
    Stiamo arrivando al degrado del calcio.


    Arrivando???:asd:

    Ormai è arrivato da anni......:rolleyes: vedremo cosa succederà......al limite si posticiperanno tutte le partite al prossimo anno....:asd: :asd:
    Così la B avrà più visibilità...:rolleyes:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4078752
    GALLIANI: SERIE B SABATO ALLE 15, SENZA STADI GARE SARANNO RINVIATE


    MILANO - "La Serie B giocherà sabato alle 15. Se qualche stadio non sarà disponibile, le partite verranno rinviate a data destinarsi": è quanto ha ribadito oggi il presidente della Lega Calcio, Adriano Galliani, al termine dell'apertura delle buste per l'assegnazione dei diritti per il digitale terrestre e il digitale satellitare, per gli anticipi, posticipi, i playout e il playoff della serie B.

    Galliani ha spiegato che esiste una delibera della Serie B, che non prevede alcuno spostamento di orario e quindi il campionato inizierà regolarmente con le modalità già stabilite. "Non vogliamo fare nessuna sfida ai sindaci - ha aggiunto il presidente di Lega - ma trovo strano che ci venga chiesto di giocare di sera, quando prefetto e questore, in passato, ci hanno semmai chiesto di anticipare al pomeriggio dato che c'é più sicurezza alla luce del sole piuttosto che di notte". "Se arriveranno inviti dal ministro Pisanu aderirò senz'altro, ma nessuno di noi pensava che giocare il sabato alle 15 fosse un delitto di lesa maestà", ha concluso il presidente di Lega.


    Ha ragione Galliani, nessuno di loro ha pensato...:rolleyes: :asd:
  5.     Mi trovi su: Homepage #4078753
    ComunicatiStampa

    CAMPIONATO DI CALCIO: BRESCIA-CREMONESE

    Ordinanza relativa alla partita di calcio Brescia - Cremonese in calendario sabato 27 agosto allo stadio Rigamonti alle ore 15.

    COMUNE DI BRESCIA

    Prot. nr. 34456 del 25.08.2005

    Oggetto: ordinanza partita di calcio del 27. 08.2005

    IL SINDACO

    Premesso:

    * che in data 18.08.2005 la Lega Nazionale Calcio ha formalizzato il
    * calendario degli incontri calcistici del campionato di serie “B” definendo giorno ed orario di inizio partita anche alle ore 15 del sabato pomeriggio;
    * che nel campionato di serie “B” milita la locale squadra di calcio “Brescia Calcio” che è dunque chiamata a disputare gli incontri di campionato nello stadio comunale “M. Rigamonti”, il primo dei quali risulta programmato per il giorno di sabato 27.08.2005 alle ore 15 contro la squadra della “Cremonese”;
    * che, in precedenza, le partite del campionato di calcio si tenevano, di norma, la domenica pomeriggio;
    * che i Sindaci dei Comuni del Coordinamento delle città le cui squadre militano in serie “B” hanno rappresentato al Presidente della Lega Nazionale Calcio i rilevanti problemi di sicurezza e di natura sociale che la nuova programmazione degli incontri può comportare, chiedendo di posticipare l’inizio delle partite per l’intera durata del campionato alle ore 20,30 del sabato, spostandolo alle ore 15,00 della domenica solo nel periodo invernale;
    * che a tutt’oggi la richiesta di cui sopra è rimasta insoddisfatta;
    * che in data 23.08.2005, sulla scorta delle medesime considerazioni, il Comune chiedeva al Presidente del Brescia Calcio e alla Lega Nazionale Calcio, di attivarsi per lo spostamento dell’orario delle partite avvisando, altresì, che in mancanza l’Amministrazione avrebbe provveduto ad emettere un provvedimento di divieto;

    Preso atto che, sulla base delle relazioni dei settori Sicurezza Urbana, protezione civile e Commercio e Vigilanza - Corpo di Polizia Municipale in data odierna, lo svolgimento della partita di sabato 27.08.2005 determinerebbe notevoli criticità sotto l’aspetto sociale, commerciale ed un’emergenza per il traffico veicolare giornaliero per i seguenti motivi:

    * il pomeriggio del sabato si connota per una forte affluenza di clientela negli esercizi commerciali sia del centro storico che delle zone periferiche della città; in particolare, nelle zone vicine ed a media distanza dallo stadio “ M. Rigamonti” vi è una consistente presenza sia di centri commerciali che di altre strutture di vendita (piccola e media distribuzione, rilevante numero di concessionarie di autovetture, ecc.) che sarebbero fortemente danneggiate dalle limitazioni poste alla viabilità e, quindi, al libero accesso della clientela. Difficoltà rilevanti si determinerebbero anche per l’accesso alla rete commerciale del centro storico poiché una delle principali direttrici di entrata da nord a sud sarebbe di fatto preclusa per diverse ore. Forti critiche e preoccupazioni in tal senso sono state espresse anche dalle associazioni rappresentative dei commercianti;
    * il traffico veicolare, nella giornata di sabato risulta già intenso sul territorio cittadino, con particolare riguardo alla zona nord dove sin dalle prime ore pomeridiane è incrementato lungo le direttrici di accesso alla città di via Triumplina, viale Europa e sistema viario ad esse connesso. In particolare, nella giornata di sabato sulla via Triumplina si rilevano oltre 40.000 veicoli in transito, con punte di 3.500 veicoli l’ora nelle prime ore pomeridiane. La recente apertura dei cantieri di via dello Stadio per la realizzazione della metropolitana rende, inoltre, particolarmente critica la viabilità dell’intera zona, in quanto non risulta fruibile una strada di collegamento fra le arterie stradali sopra citate. L’impossibilità di utilizzo di via dello Stadio per l’afflusso delle tifoserie comporta, altresì, la necessità di impiegare percorsi alternativi ed altre vie limitrofe per le operazioni di scorta e blocco della circolazione con ulteriore aggravio della viabilità locale. La zona risulta quindi viabilisticamente inidonea a sostenere ulteriori volumi di traffico derivanti dall’affluenza pomeridiana degli spettatori dell’evento sportivo e delle tifoserie delle squadre con una situazione complessiva della viabilità di vera e propria emergenza, con conseguente grave pregiudizio per la sicurezza della circolazione;

    Rilevato che il Comune è istituzionalmente chiamato a garantire la fruibilità in sicurezza di tutto il territorio da parte dell’intera collettività, con eguale riguardo alle esigenze di tutte le categorie di cittadini, e ad evitare il verificarsi di pregiudizi e nocumenti al vivere civile;

    Ritenuto, pertanto, dopo attenta comparazione e ponderazione degli interessi coinvolti, di dover intervenire, per le ragioni sopra esposte, così da superare l’emergenza connessa con il traffico e garantire le necessità di sicurezza dell’utenza, vietando lo svolgimento, dalle ore 15,00 alle ore 20,00 di sabato 27.08.2005, della programmata partita di calcio tra le squadre del “Brescia” e del “Cremona” nello stadio comunale “M. Rigamonti”;

    Considerato che la giurisprudenza (Cassazione Civile sez. unite sent. n. 1161 del 2.3.1989, n. 10199 del 29.11.1994, n.10614 del 9.10.1996 e n. 11219 del 13.11.1997) qualifica gli stadi di proprietà dei Comuni come beni del patrimonio indisponibile degli stessi a’ sensi dell’art. 826 u.c. cod. civ. e, quindi, l’utilizzazione della struttura configura l’esercizio di un pubblico servizio sportivo-ricreativo;

    Acclarata la piena competenza del Sindaco a fissare e modificare anche in via d’urgenza gli orari per la fruizione dei servizi pubblici locali;

    Visto l’art. 54 comma 3 del D. Lgs. 267 del 18.08.2000;

    ORDINA

    per le motivazioni esposte in narrativa, che qui si intendono integralmente richiamate, nella giornata di sabato 27 agosto 2005 dalle ore 15,00 alle ore 20,00 nello stadio comunale “M. Rigamonti” è vietato lo svolgimento della partita di calcio tra le squadre di Brescia e Cremona.

    AVVERTE

    che in caso di inottemperanza si provvederà a’ sensi dell’art. 54 comma 4 del D. Lgs. 267 del 18.08.2000 e dell’art. 650 c.p..

    DEMANDA

    per l’osservanza e l’ esecuzione della presente ordinanza contingibile ed urgente a:

    * Brescia Calcio spa;
    * Lega Nazionale Calcio;
    * Comando Polizia Municipale di Brescia;
    * Prefetto di Brescia;
    * Questura di Brescia

    A’ sensi dell’art. 3 comma 4 della L. 07.08.1990 n. 241, si comunica che, avverso la presente ordinanza, è possibile presentare ricorso gerarchico avanti al Prefetto di Brescia entro 30 giorni dalla data della notifica del presente provvedimento e/o ricorso al T.A.R. entro 60 giorni dalla data della notifica del presente provvedimento.

    p. Il Sindaco temporaneamente assente
    IL VICE SINDACO
    (Dr. Luigi Morgano)

    http://www.comune.brescia.it/NR/exeres/05650FD8-700D-44DD-AA8A-CB88AA013816.htm
  6. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4078754
    BEccatevi sta contestazione alla presentazione della squadra...notare le due super-gnocche tifose dei bianco-rossi........mi faccio cmq l'abbonamento (nominale tra loro due...:mmh: :sbav: )
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4078755
    Originally posted by razorbladeromance
    BEccatevi sta contestazione alla presentazione della squadra...notare le due super-gnocche tifose dei bianco-rossi........mi faccio cmq l'abbonamento (nominale tra loro due...:mmh: :sbav: )






    che culo esser vostri gemellati :mmh: :mmh: aspettami :love:



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.
  8. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4078756
    La serie B è già dimezzata
    La Lega costretta a rinviare sei gare in programma sabato pomeriggio per l'indisponibilità degli stadi. E Galliani minaccia azioni legali contro i sindaci ostracisti.

    MILANO, 25 agosto 2005 - Chi ben comincia è a metà dell'opera, e chi comincia a metà, a che punto è? Se lo chiederà la Lega Calcio e gli addetti al pallone nostrano perché i papocchi estivi sono tutt'altro che conclusi: oggi il presidente Adriano Galliani è stato costretto a rinviare a data da destinarsi sei gare del campionato cadetto in programma sabato pomeriggio alle 15: Albinoleffe-Rimini, Arezzo-Crotone, Brescia-Cremonese, Cesena-Atalanta, Modena-Mantova e Piacenza-Catania. Più di mezza serie B, in buona sostanza, resterà ferma questo weekend: oltre all'anticipo di domani Verona-Avellino e al posticipo di lunedì Triestina-Bologna, e già rinviata Pescara-Torino per altri motivi, sabato pomeriggio restano due partite, Bari-Ternana e Catanzaro-Vicenza.
    Ai primi cittadini di molti Comuni, evidentemente, non interessa più di tanto la questione dei diritti tv (che per inciso sono stati venduti proprio in giornata a Sportitalia, che ha accquistato i diritti per anticipi, posticipi, playoff e playout, e alla Rai, che ha preso 386 incontri da trasmettere dul digitale terrestre o satellitare, anche in chiaro): la guerra è ufficialmente aperta. "I sindaci che ci hanno vietato gli stadi se ne assumono la responsabilità e i nostri avvocati sono al lavoro per valutare azioni legali". La minaccia arriva proprio da Galliani e l'impressione è che una soluzione a breve termine difficilmente verrà trovata: d'altronde i Consigli comunali hanno votato e le regole della democrazia sono queste. Il problema è sia economico che di sicurezza: in alcune città il mercato antistante lo stadio dovrebbe chiudere anticipatamente creando un danno ai commercianti e alla popolazione; in altre non ci sono poliziotti a sufficienza per garantire il regolare svolgimento degli incontri in un orario in cui le forze dell'ordine sono necessarie alla tutela di altri settori. Guerra aperta, dunque. A quando la conclusione?
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  9.     Mi trovi su: Homepage #4078759
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    ognuno guarda ai suoi interessi. Le società di calcio hanno guardato al loro senza chiedere nulla ai comuni. I comuni ora fanno altrettanto. Ci sono dei comuni che hanno il mercato il sabato pomeriggio nel parcheggio dello stadio. Si capisce che è una situazione improponibile.
    Si fosse cercata una collaborazione si sarebbe risolto questo problema.


    D'accordissimo. Va bene fare i propri interessi, ma bisogna tener conto anche degli altri.

  Galliani e la B: "Le partite senza stadio verranno rinviate"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina