1. Alle stelle  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4088429
    In onda su canale 5 l'edizione moderna del mitico telefilm :
    Il pianeta delle scimmie ...the planet of the apes

    a tutti buona visione .

    Secondo voi la nuova versione regge il confronto con quella del 1968
    con protagonista il grandissimo Charlton Heston ?



    http://www.horrortv.it/planetapes.htmQUI le immagini del film originale

    Planet of the Apes 2001

    Admin Tomb Raider Sito uff.le TR VDG
    Le soluzioni di TR LEGEND e ANNIVERSARY sul Sito uff.le Tombraider Betatester ufficiale TR-A & Spring
  2. Alle stelle  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4088430
    Il cast del film del 1968 :

    e il TRAILER del 1968 con le voci originali in inglese ;)

    Planet of the Apes (1968)
    Directed by
    Franklin J. Schaffner

    Writing credits
    Pierre Boulle (sceneggiatura )
    Michael Wilson ...


    Charlton Heston .... George Taylor
    Roddy McDowall .... Cornelius
    Kim Hunter .... Zira
    Maurice Evans .... Dr. Zaius
    James Whitmore .... President of the Assembly
    James Daly .... Dr. Honorious
    Linda Harrison .... Nova
    Robert Gunner .... Landon
    Lou Wagner .... Lucius
    Woodrow Parfrey .... Dr. Maximus
    Jeff Burton .... Dodge
    Buck Kartalian .... Julius
    Admin Tomb Raider Sito uff.le TR VDG
    Le soluzioni di TR LEGEND e ANNIVERSARY sul Sito uff.le Tombraider Betatester ufficiale TR-A & Spring
  3.     Mi trovi su: Homepage #4088431
    ho visto solo la versione recente e dalle foto mi sembra decisamente meglio quella recente dai tipi di costumi e dall'espressione degli attori...

    bello soprattutto perchè l'inizio e il finale del film non sono scontati come gli altri del suo genere fantascientifico, cioè che lui e lei si sposano o si baciano alla fine, un amico o un parente loro si cucca l'amica di lui o riesce a fare una cosa che prima era negato a fare.:D


    quindi giusto film;)
    "Nulla è più logico della pazzia!"
  4. Alle stelle  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4088434


    Da sinistra: Tim Roth (Generale Thade), Helena Bonham Carter (Ari), Michael Clarke Duncan (Attar)


    E' stato uno dei film di fantascienza più originali, spettacolari e indimenticabili. Uno dei maggiori registi degli ultimi anni, Tim Burton, lo ha riportato sugli schermi, in una nuova versione

    Charlton Heston e Roddy McDowall nel lontano, ma neanche poi tanto, 1968 furono gli attori protagonisti del Pianeta delle Scimmie, un film di culto che da subito raccolse molti consensi e presso la critica e presso il grande pubblico. La 20th Century Fox con questo film proiettò la fantascienza in una dimensione inedita, oggi diremmo colta; tuttavia, anche se il lungometraggio aveva un imprinting culturale non mancò di accendere gli animi degli spettatori. Planet of the Apes, prodotto da Arthur P.J. Jacobs fu un vero successo nel 1968, tanto che vennero prodotti altri quattro film come seguito al primo: L'altra faccia del pianeta delle scimmie (1969), Fuga dal pianeta delle scimmie (1970), 1999: conquista della Terra (1972) e 2670: ultimo atto (1973).
    Il film del '68 con Charlton Heston promosse l'attore a feticcio, adorato tanto dalle donne come sex-symbol, tanto dagli amanti della fantascienza, che, per la prima volta, riconobbero in Planet of the Apes una pellicola impegnata che restituiva dignità alla SF, una dignità che per troppo tempo le era stata negata per ignoranza di massa. Il film venne tratto da un romanzo di Pierre Boulle, un dato significativo così come la spettacolarità degli effetti speciali; John Chambers, ideatore del trucco delle scimmie, vinse addirittura l'Oscar... un Oscar a un film di fantascienza, fu davvero una rivoluzione per allora (oggi un Oscar ad un film di SF passa, purtroppo, quasi inosservato o viene, comunque, sottovalutato).


    Mark Wahlberg nel ruolo dell'astronauta Leo Davidson

    Charlton Heston partecipò anche al secondo film, seguito del Pianeta delle scimmie: il risultato non fu all'altezza del primo, ma comunque dignitoso. A completare il ciclo delle "scimmie" gli altri tre film, quasi snobbati dalla critica, ottennero comunque gli entusiasmi favorevoli del pubblico. La trama del film era pressappoco questa: tre astronauti arrivano su di un pianeta lontano dalla Terra 320 anni luce dopo aver viaggiato nel tempo per ben 2031 anni; arrivati a destinazione, scoprono una popolazione identica per certi versi a quella umana, ma incapace di parlare e cacciata da un'altra specie, più civilizzata: le scimmie. Durante una battuta di caccia, uno dei tre astronauti muore e il Capitano Taylor (Charlton Heston), con l'aiuto di scienziato del popolo delle scimmie, Cornelius (Roddy McDowall), comincia a nutrire alcuni sospetti sulla vera natura delle scimmie; in una zona di scavi archeologici, nella "zona proibita", comincia a scavare e fa una scoperta che devastante: la Statua della Libertà, l'ultimo segno che un tempo quel pianeta era stato abitato dagli uomini; e il pianeta cessa così di essere tanto misterioso, perché Taylor si rende conto di aver navigato attraverso il tempo e di essere dunque sulla Terra, quella del futuro, quella devastata dalle guerre nucleari, quella che ha visto soppiantata la specie umana per favorire l'evoluzione delle scimmie come specie dominante.



    Da sinistra: Tim Roth (Generale Thade), Helena Bonham Carter (Ari), Michael Clarke Duncan (Attar)

    Il film non fu solo un film di fantascienza: fu anche una pesante accusa contro l'utilizzo indiscriminato dell'energia nucleare, contro la Seconda Guerra Mondiale (Nagasaki e Hiroshima avevano scosso non poco l'opinione pubblica del mondo, due casi che ancor oggi è impossibile dimenticare, e forse è un bene che l'uomo non dimentichi così presto!), metteva in discussione l'origine dell'uomo così come ci viene descritta dalle Sacre Scritture favorendo le teorie evoluzionistiche darwiniane, insomma fu un vero capolavoro in tutti i sensi. Oggi, Charlton Heston, probabilmente, si sarebbe rifiutato di interpretare un film con significati così pesanti
    Ma nel 1968, Il pianeta delle scimmie fu non solo un film da botteghino, fu una storia che fece riflettere i sessantottini e tutti gli altri che nel Sessantotto vedevano solo un "buio ritorno al medioevo e alle barbarie sociali".


    Charlton Heston partecipò anche al secondo film, seguito del Pianeta delle scimmie: il risultato non fu all'altezza del primo, ma comunque dignitoso. A completare il ciclo delle "scimmie" gli altri tre film, quasi snobbati dalla critica, ottennero comunque gli entusiasmi favorevoli del pubblico. La trama del film era pressappoco questa: tre astronauti arrivano su di un pianeta lontano dalla Terra 320 anni luce dopo aver viaggiato nel tempo per ben 2031 anni; arrivati a destinazione, scoprono una popolazione identica per certi versi a quella umana, ma incapace di parlare e cacciata da un'altra specie, più civilizzata: le scimmie. Durante una battuta di caccia, uno dei tre astronauti muore e il Capitano Taylor (Charlton Heston), con l'aiuto di scienziato del popolo delle scimmie, Cornelius (Roddy McDowall), comincia a nutrire alcuni sospetti sulla vera natura delle scimmie; in una zona di scavi archeologici, nella "zona proibita", comincia a scavare e fa una scoperta che devastante: la Statua della Libertà, l'ultimo segno che un tempo quel pianeta era stato abitato dagli uomini; e il pianeta cessa così di essere tanto misterioso, perché Taylor si rende conto di aver navigato attraverso il tempo e di essere dunque sulla Terra, quella del futuro, quella devastata dalle guerre nucleari, quella che ha visto soppiantata la specie umana per favorire l'evoluzione delle scimmie come specie dominante.
    Admin Tomb Raider Sito uff.le TR VDG
    Le soluzioni di TR LEGEND e ANNIVERSARY sul Sito uff.le Tombraider Betatester ufficiale TR-A & Spring
  5.     Mi trovi su: Homepage #4088437
    credo che per "seguito" intendesse il seguito del film "il pianeta delle scimmie" versione moderna che non ha seguiti.

    Cmq molto ma molto meglio la vecchia versione del pianeta delle scimmie(non tanto belli, o quasi, gli altri 4 della serie vecchia).

    Nel nuovo film del pianeta delle scimmie si cerca di strappare la risata mettendo in ridicolo le scimmie con delle scenette comiche.
    Molto più "serio" il vecchio pianeta delle scimmie dove, a mio parere, il telespettatore si sente coinvolto nell'odissea del pilota.

    In ogni caso è un buon film ma il primo rimane unico.
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4088442






    Il film non fu solo un film di fantascienza: fu anche una pesante accusa contro l'utilizzo indiscriminato dell'energia nucleare, contro la Seconda Guerra Mondiale (Nagasaki e Hiroshima avevano scosso non poco l'opinione pubblica del mondo, due casi che ancor oggi è impossibile dimenticare, e forse è un bene che l'uomo non dimentichi così presto!), metteva in discussione l'origine dell'uomo così come ci viene descritta dalle Sacre Scritture favorendo le teorie evoluzionistiche darwiniane, insomma fu un vero capolavoro in tutti i sensi. Oggi, Charlton Heston, probabilmente, si sarebbe rifiutato di interpretare un film con significati così pesanti
    Ma nel 1968, Il pianeta delle scimmie fu non solo un film da botteghino, fu una storia che fece riflettere i sessantottini e tutti gli altri che nel Sessantotto vedevano solo un "buio ritorno al medioevo e alle barbarie sociali".

    . [/B]
    Nel film vi era anche una certa aria di inquisizione stile medioevo , durante quella specie di interrogatorio-processo da parte delle autorita' Orango , se ricordi bene , e anche una specie di "cover up" stile CIA-UFO ,ispirato dalla scena del compagno lobotomiìzzato , tecnica non solo Americana tra gli anni 50-70 , insomma parecchie denunce sociali dell'epoca , molto interessante , rimane uno dei miei preferiti sulla fantascienza , e preferisco il primo a quello nuovo dell'anno 01 , al 68 gli do un bel 9 . e il 01 gli do 6 , Charton Heston mi e' piaciuto anche su : 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra , 2022: i sopravvissuti , peccato che non abbia fatto anche : 2002 La Seconda Odissea al posto di Bruce Dern , come si dice ; non si puo' avere tutto dalla vita :)
    La leggendaria Lara Croft ora e' una leggenda eterna
    Lara Croft Global Staff
  7. Alle stelle  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4088443
    Hai ragione il primo episodio del pianeta delle scimmie deve entrare di diritto tra i migliori film del settore . L'interpretazione e la recitazione del magistrale Charlon Eston ne ha impreziosito il valore tutto . Quel film lo puoi vedere tutti i giorni e non stancarti mai . Un vero capolavoro di sceneggiatura e regia.

    Un monito all'umanità per l'uso indiscriminato dell'energia atomica.

    Planet of the Apes (1968)
    Directed by
    Franklin J. Schaffner

    Writing credits
    Pierre Boulle e Michael Wilson ...

    I recenti film di fantascienza sono molto spettacolari ma abbastanza semplici nella loro trama e nei dialoghi ...vedi anche Armaggedon e l'ultimo dei Fantastici 4 ..
    Admin Tomb Raider Sito uff.le TR VDG
    Le soluzioni di TR LEGEND e ANNIVERSARY sul Sito uff.le Tombraider Betatester ufficiale TR-A & Spring

  Oggi in TV : Il Pianeta delle scimmie

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina