1.     Mi trovi su: Homepage #4120389
    Una buona serata complessivamente, ma non mancano gli aspetti sui cui Capello dovrà lavorare.
    Grinta, cuore, tanta qualità e un po’ di brividi non previsti: il sunto di Bruges – Juventus sta tutto in questa formula linguistica, restrittiva se si pensa alle emozioni che il match ha regalato agli spettatori, fino al fischio del signor Melina.

    Una Juventus che ha ripreso il monologo già recitato nelle precedenti partite: un predominio totale del campo, dove Vieira e Emerson ispiravano la manovra offensiva, con Ibrahimovic grande attrazione della serata, con colpi ad effetto e numeri da funambolo d’altri tempi. Il Bruges, nei primi trenta minuti, si salva solo per il secondo portiere Stijnen, che in almeno cinque occasioni mette in discussione il suo ruolo di eterna riserva (per lui solo quattro presenze nelle ultime cinque stagioni): la Juventus ha in questo senso giustificato il ruolo che le viene attribuito di grande favorita del girone. Nonostante ciò, il secondo tempo ha visto il Bruges rialzare la testa, chiudendo in attacco nel tentativo di pareggiare, senza per altro mai arrivare a scalfire seriamente Abbiati.

    E’ questa propensione al dominio sull’avversario a rendere temibile la squadra di Capello: la rabbia agonistica che i bianconeri mettono nelle loro azioni ha un qualcosa di inedito, che differenzia profondamente la Juventus del 2004 – 2005 da quella attuale; se la palla fosse entrata nella prima mezz’ora, è presumibile che Trezeguet&co. avrebbero infilato almeno altre tre marcature nell’arco dei primi 45’; il calo evidenziato nel secondo tempo, dove nonostante i goal di Nedved e il 100° sigillo del franco-argentino la Juventus ha subito il ritorno della compagine belga, è stato assorbito con il carattere e la volontà di vincere, una delle doti che solo a tratti è emersa nello scorso campionato (contro il Milan, ad esempio, ma non contro il Liverpool, nei quarti). Capello può ritenersi soddisfatto, perché il suo gruppo ha fatto la partita secondo la propria volontà, non lasciandosi mai prendere dalla spavalderia e dalla presunzione di aver domato il Bruges.

    Unici due nei della serata: l’espulsione di Vieira (evitabile e ovviamente pesante, vista la sicura squalifica) e la scarsa sicurezza di Christian Abbiati, visibilmente a disagio in alcune occasioni e poco sicuro in occasione del goal belga. Se nel primo caso il problema si limiterà ad una sola partita, sul secondo bisognerà intervenire, con un lavoro in primis psicologico, per far si che riconquisti l’antica sicurezza: perché, dato che il ritorno di Buffon è lontano e tanti saranno fino ad allora gli scontri diretti con formazioni più blasonate, il dazio da pagare in futuro potrebbe essere molto più alto.


    In una prestazione quasi perfetta riescono a trovare delle pecche , invece di elogiare la squadra
    :eek: :eek:
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  2.     Mi trovi su: Homepage #4120391
    Originally posted by Bardok


    In una prestazione quasi perfetta riescono a trovare delle pecche , invece di elogiare la squadra
    :eek: :eek:
    Perfetta? Abbiamo visto 2 partite diverse.
    Una squadra che ambisce a vincere tutto non può permettersi di sbagliare tutti quei gol davanti al portiere (è vero, spesso è stato bravo quello del Bruges... ma ad esempio alla prima occasione di Trezegol, non si può solo davanti al portiere tirargliela addosso... pareva Reginaldo :asd: )
  3.     Mi trovi su: Homepage #4120396
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    in realtà non ho guardato per intero nemmeno quella, ho guardato Diretta Gol, almeno mi sono visto tutti i gol in diretta :D
    hai visto quello dello sparta praga? Da paura!! :eek:
    no, non ho visto :cry:
    ho visto solo le italiane... :cry:
  4.     Mi trovi su: Homepage #4120399
    invece checchè ne diciate, la Juventus del primo tempo è stata una squadra quasi perfetta. Non vedevo una squadra italiana attaccare in quel modo, fuori casa, da tempo.
    E' verissimo che si sono mangiati tanti gol, ma anche perchè i belgi erano sulle barricate; e poi può anche capitare di sbagliare, l'importante è creare così tanto, perchè, come si è visto, prima o poi la si butta dentro; ma ancora più importante è strameritare la vittoria, e la juve l'ha strameritata.

    Io ho visto una grandissima Juve, che oltre ad attaccare continuamente, ha difeso con un pressing impressionante.

    Uniche note stonate: ABbiati, che veramente sembra imbrocchito e anche un pò NEdved, che ormai è un campione del passato.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4120401
    Originally posted by common
    invece checchè ne diciate, la Juventus del primo tempo è stata una squadra quasi perfetta. Non vedevo una squadra italiana attaccare in quel modo, fuori casa, da tempo.
    E' verissimo che si sono mangiati tanti gol, ma anche perchè i belgi erano sulle barricate e poi può anche capitare di mangiarsi tanti gol, l'importante è creare così tanto, come si è visto, prima o poi la si butta dentro, a ancora più importante è strameritare la vittoria.

    Io ho visto una grandissima Juve, che oltre ad attaccare continuamente, ha difeso con un pressing impressionante.

    Uniche note stonate: ABbiati, che veramente sembra imbrocchito e anche un pò NEdved, che ormai è un campione del passato.
    Non dico che non ha giocato bene, anzi... :) però poteva finire tranquillamente con 5 o 6 gol di scarto... ed alla fine han sofferto quasi temessero il pareggio (roba di meno di 10 minuti... ok, ma se dopo una partita cosi avessero pareggiato era il colmo) :)
  6.     Mi trovi su: Homepage #4120402
    Originally posted by Nomak
    Non dico che non ha giocato bene, anzi... :) però poteva finire tranquillamente con 5 o 6 gol di scarto... ed alla fine han sofferto quasi temessero il pareggio (roba di meno di 10 minuti... ok, ma se dopo una partita cosi avessero pareggiato era il colmo) :)



    è ovvio che può anche succedere una partita del genere, ma sono i rischi che corri quando hai Ibrahimovic in squadra, è veramente un fuoriclasse, ma spesso ha poca lucidità nelle occasioni da rete; c'è più da stupirsi degli errori di Trezeguet, ma credo che sia anche fisiologico che gli succeda, ogni tanto.

  Il Punto sulla Juventus: Qualche neo di troppo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina