1.     Mi trovi su: Homepage #4124590
    Nadal, il primo teenager da 10
    Lo spagnolo ha fatto meglio di Wilander (9 nel 1983), Borg (7 nel 1974), Agassi (6 nel 1988) e Becker (6 nel 1986). Quest'anno solo re Federer ha collezionato 10 titoli


    Dopo Roger Federer anche Rafael Nadal è arrivato alla doppia cifra. Il campione spagnolo ha trionfato nell'Open della Cina (500 mila dollari di montepremi sul cemento) battendo in finale l'argentino Guillermo Coria per 5-7 6-1 6-2 e ottenendo così il decimo titolo della stagione come re Federer.
    Nadal ha così ripetuto i successi ottenuti contro Coria nella finale di Montecarlo (7-5 al quarto) e Roma (7-6 al quinto). Anche a Pechino Coria è stato il primo a prendere il largo ottenendo il break decisivo sul 5 pari del primo set. Ma a quel punto la supremazia dello spagnolo, soprattutto con il dritto a uscire, è stata sempre più netta e Nadal ha infilato un parziale devastante di 12 giochi a 3 che gli hanno dato l'undicesimo successo della carriera e l'ottava finale vinta di fila dalla sconfitta di Miami contro Federer (Nadal ha perso soltanto un'altra finale: a Auckland nel 2004 contro Dominik Hrbaty). "Sono molto contento - ha detto Nadal al termine del match - del mio tennis sul veloce. Credo di aver giocato una buona partita ad eccezione dell'undicesimo gioco del primo set quando ho commesso troppi errori gratuiti Pechino è una città splendida, ho migliaia di fan e il mio sogno, a questo punto, è quello di tornare e vincere qui nel 2008 il torneo olimpico".
    Nadal, che quest'anno è riuscito a vincere tornei Atp in Europa, Asia, Nord e Sud America, è arrivato ora a quota 72 vittorie stagionali e 10 sconfitte mentre il rivale Federer ne conta una in meno (71) ma con appena 3 sconfitte. Per trovare due giocatori capaci di vincere almeno 10 tornei in una stagione bisogna risalire al 1979 anche se l'Atp cita il 1981 (John McEnroe e Ivan Lendl) commettendo però un duplice errore di forma. In quell'anno a McEnroe venne contato un torneo, la Pepsi Grand Slam, che in realtà era un’esibizione a 4 giocatori (dunque con semifinali e finali) e a Lendl la vittoria nel Masters del Grand Prix che in realtà fu giocato nel gennaio del 1982. Dunque 26 anni fa Bjorn Borg chiuse il 1979 con 10 vittorie (Richmond, Rotterdam, Montecarlo, Las Vegas, Roland Garros, Wimbledon, Bastad, Toronto, Palermo e Tokyo) come McEnroe (New Orleans, Milano, San Josè, Dallas, Queen's, South Orange, Us Open, San Francisco, Stoccolma e Wembley). Nadal è anche il primo teenager della storia capace di conquistare 10 tornei in una stagione. Lo spagnolo ha fatto meglio di Wilander (9 nel 1983), Borg (7 nel 1974), Agassi (6 nel 1988) e Becker (6 nel 1986).
    Il secondo torneo Atp della settimana si è giocato in Romania a Bucarest (323.250 euro di montepremi su terra battuta) dove ha vinto il francese Florent Serra che in finale ha superato il russo Igor Andreev per 6-3 6-4. Il francese è stato bravo perché all'inizio del match è subito andato avanti di due break (3-0) e poi nel secondo è riuscito a recuperare uno svantaggio inziale di 0-2 infilando gli ultimi 4 game del match. Per Serra, al primo successo in carriera, è stata una settimana indimenticabile. Al primo turno ha salvato tre match point all'idolo locale Victor Crivoi, poi ha fatto fuori tre teste consecutive (Volandri n° 2, Pavel n° 3 e Mathieu n° 7) e poi Andreev in finale. Serra, che ha 24 anni, non aveva mai superato il secondo turno nei 10 tornei Atp giocati in carriera e il suo risultato più prestigioso era stato il successo su Jarkko Nieminen nel primo turno del torneo di Bastad (all'Open del Canada di quest'anno aveva vinto contro Lleyton Hewitt ma l'australiano si era dovuto ritirare sul 4-3 del primo set per un problema muscolare).
    Ottimo risultato per la nostra Francesca Schiavone che ha raggiunto la finale a Bali (225 mila dollari sul cemento) perdendo con onore dalla numero 2 del mondo Lindsay Davenport. Francesca è stata pressata dalla solida ed esperta statunitense fin dall'inizio del match e non è un caso che l'azzurra abbia subito il break all'inizio di entrambi i set. La Schiavone ha avuto un piccolo passaggio a vuoto anche sul delicato 4 pari del secondo set ma per il resto ha giocato un buon match, trascinando la forte rivale ai vantaggi anche nei turni di ribattuta. Per la Schiavone è stata la terza finale perduta in carriera dopo Taskhent 2000 e Canberra 2003 mentre per la Davenport si è trattato del 49° successo di una carriera iniziata nel lontano 1991.
    Si è giocato soltanto a Bali perché nel week end era in programma al Roland Garros la finale di Fed Cup vinta dagli ospiti della Russia che hanno piegato per 3-2 al doppio di spareggio i padroni di casa della Francia. Eroica l'impresa di Mary Pierce che ha recuperato da 6-4 4-1 contro Anastasia Myskina vincendo 6-2 al terzo. Ma nel quinto match, il doppio di spareggio, la coppia Dementieva-Safina ha avuto la meglio di Mauresmo-Pierce per 6-4 1-6 6-3. Per la Russia è il secondo successo assoluto e consecutivo nella manifestazione dopo il 3-2 rifilato ancora alla Francia nella finale di Mosca dello scorso anno. Per la Francia invece si tratta della seconda finale perduta dopo le vittorie del 1997 sull'Olanda e del 2003 sugli Stati Uniti.

  Nadal, il primo teenager da 10

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina