1.     Mi trovi su: Homepage #4124731
    Mercoledì 28 presentazione del Libro "Scudetti dopati" di Petrini

    13/09/2005
    MERCOLEDI' 28 SETTEMBRE 2005 alle ore 18.00 presso la libreria Feltrinelli International in via Cavour, 12 R - Firenze verrà presentato il libro "SCUDETTI DOPATI La Juventus 1994-1998: flebo e trofei" di Carlo Petrini Kaos Edizioni. Sarà presente l'autore. Moderatore: Roberto Vinciguerra


    Dopo varie peripezie, una volta smessi gli scarpini, Carlo Petrini decide di diventare scrittore e pubblica, dal 2000 ad oggi, 5 libri che, ancora adesso, fanno tremare il sistema calcio italiano. Senza retorica, Carlo Petrini fa i nomi di tutti quei personaggi ( i “pallonari”, come li chiama lui) che hanno contribuito ad infangare il calcio in Italia, descrivendo in maniera minuziosa i pagamenti in nero, il doping, le scommesse clandestine, la corruzione ed i rapporti tra, alcune, società ed i clan mafiosi. Ed ecco spuntare i nomi di Moggi, Bettega, Carraro, Matarrese e Galliani passando attraverso i protagonisti delle partite combinate degli anni ottanta, per arrivare alle descrizioni delle morti dei giocatori, sia quelle avvenute durante le partite, sia quelle dovute al morbo di Gherig.

    "Quando giocavo io, in ballo c'erano i milioni; oggi ci sono i miliardi. E oggi, con le società di calcio quotate in Borsa, le vittorie e le sconfitte calcistiche non sono più fatti sportivi ma economici. L'aspetto sportivo è solo il pretesto per il business, è la biada per il parco-buoi dei tifosi. Quei rincoglioniti di tifosi che ancora credono alla "bandiera" e sono attaccati alla "maglia", facendo finta di non capire che presidenti, dirigenti, allenatori e giocatori sono attaccati solo ai propri affari, e l'unica bandiera che hanno è il portafoglio"

    "C'è chi mi domanda se il calcio di oggi, col pallone imbottito di soldi e doping, sopravviverà a se stesso, e se sia possibile cambiare questo andazzo. Alla prima domanda non so rispondere, mentre alla seconda rispondo di no. Perché le assurdità del calcio odierno non sono momentanee degenerazioni, ma aspetti strutturali che si sono consolidati negli anni. È un sistema che non sarà possibile cambiare, almeno fino a quando nel calcio continueranno a farla da padroni personaggi come Luciano Moggi, Franco Carraro e Adriano Galliani"


    Carlo Petrini



    In "SCUDETTI DOPATI" l'ex giocatore Carlo Petrini - fino ad oggi l'unico pallonaro italiano che abbia ammesso di essersi dopato - ripercorre gli anni juventini che vanno dal 1994 al 1998. Così il lettore sportivo potrà rendersi conto che già in quegli anni la Juventus allenata da Lippi e diretta da Moggi - improvvisamente vittoriosa, e instancabile nel vincere trofei in Italia ed in Europa - era accompagnata da forti sospetti di doping e da voci di pratiche illecite. Si tratta della quinta pubblicazione per Carlo Petrini. Il primo libro, oramai un best-seller, nonché cult-book riconosciuto, è "Nel fango del Dio pallone": una coraggiosa auto-confessione (oggi divenuto anche una piéce teatrale di livello nazionale) nella quale l'ex calciatore, già campione d'Europa nel Milan di Rocco, ripercorre le sue peripezie extra calcistiche, le amicizie "pericolose" ed un crac finanziario, la fuga all'estero e la morte prematura del figlio Diego.




    Un altro libro che il vero sportivo(quindi antijuventino) deve avere in biblioteca.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4124732
    Ricordo le testimonianze prese da un altro libro.

    PROCESSO ALLA JUVENTUS PER FRODE SPORTIVA
    Pagg. 350 – € 17,00 – ISBN 88-7953-140-9

    Prefazione di Marco Travaglio

    Dal processo alla Juventus per frode sportiva mediante doping, le testimonianze dei giocatori bianconeri.

    ALESSANDRO BIRINDELLI: «Facevo delle flebo con un altro prodotto di cui non ricordo il nome...». ALESSIO TACCHINARDI: «Prendem- mo delle pastiglie in un sacchetto. A volte mi capitava di mandarle giù tutte insieme. Erano pastiglie di colore e dimensioni diverse...». GIANLUCA PESSOTTO: «Io mi sentivo un po’ stanco e chiedevo, parlando col dottore, che mi facesse queste flebo...». ANTONIO CONTE: «Quando giocavamo tre partite alla settimana prendevo il Samyr [un antidepressivo, ndr], facevamo una flebo...». ALESSANDRO DEL PIERO: «Avevo l’abitudine di prendere la creatina una volta al giorno. Poi è capitato che la prendevo con i cucchiaini due volte al giorno...». GIANLUCA VIALLI: «Mi capitava prima della partita di ricevere una puntura di Voltaren... Facevo iniezioni di Samyr...». MORENO TORRICELLI: «Facevo iniezioni per via intramuscolare, o per via venosa, di Samyr. Assumevo anche creatina...». ROBERTO BAGGIO: «Per via endovena posso aver fatto l’Esafosfina... Magari avevo preso il Samyr per qualche problema, non lo so... Non mi ricordo se ho fatto uso di creatina...». FABRIZIO RAVANELLI: «Qualche volta ho fatto anche uso di Samyr... Mi veniva somministrato nei momenti di stanchezza, tramite punture o nella flebo...». ANGELO PERUZZI: «Facevamo le punture di Samyr nello spogliatoio prima della partita...». NICOLA AMORUSO: «C’erano delle bustine che contenevano la creatina, e chi voleva la richiedeva e veniva preparata... Vedevo le scatole di Samyr nello spogliatoio...». ATTILIO LOMBARDO: «Sì, prendevo la creatina... Facevo le flebo un giorno prima, o la mattina prima della partita, in albergo...». CIRO FERRARA: «Ho fatto uso di Samyr, ma non so cosa sia e non ricordo come lo assumevo...». PAOLO MONTERO: «Prendevo la creatina e il Samyr ma non mi ricordo perché...». FILIPPO INZAGHI: «Ricordo di avere assunto il Samyr per via endovenosa come vitamina... Prendevo anche un po’ di creatina, una bustina...». ZINEDINE ZIDANE: «Facevo la flebo di vitamine prima della partita, in albergo... Ho assunto il Samyr ma non ricordo cos’era...».
  3.     Mi trovi su: Homepage #4124733
    Credo di aver capito chi è. L'avevo già visto a telenova un paio di anni fa forse, mi sembra fosse un ex giocatore del Milan, ha raccontato del fatto che lo costringevano a doparsi a fargli prendere delle flebo, c'era anche Pierino Prati al quale non risultavano queste cose (ma è normale). Non entro nel merito del processo Juve, ma avendolo sentito credo sia abbastanza sconvolto dalla perdita del figlio quindi spara un pò nel mucchio, ed è chiaro che quando spari nel mucchio qualcosa prendi.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4124734
    Originally posted by Giovanni1982
    Credo di aver capito chi è. L'avevo già visto a telenova un paio di anni fa forse, mi sembra fosse un ex giocatore del Milan, ha raccontato del fatto che lo costringevano a doparsi a fargli prendere delle flebo, c'era anche Pierino Prati al quale non risultavano queste cose (ma è normale). Non entro nel merito del processo Juve, ma avendolo sentito credo sia abbastanza sconvolto dalla perdita del figlio quindi spara un pò nel mucchio, ed è chiaro che quando spari nel mucchio qualcosa prendi.


    Si, credo proprio sia lui. Stava presentando l'altro libro.
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4124735
    Certamente nn l'ha scoperto lui ke c'era il doping nel calcio...c'era anke ai suoi tempi!
    La juve, di questa cosa ne ha subito + di tutte la conseguenza...il suo merito dal 94 a 98 è ke ha saputo vincere cn squadre ke altrettanto prendevano o prendono tutt'oggi quell'immondizzia!:)
    my web site: www.antoniovairo.altervista.org
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4124736
    per me possono pubblicare anche queste stronxxte in tutte il mondo...ma noi continueremo a vincere e voi altri continuerete a rosicare perché ormai vi siete abituati a questo...


    reco compralo...tanti le cavolate che dice quel pilla le puoi sentire anche a controcampo



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4124737
    Originally posted by Giovanni1982
    Credo di aver capito chi è. L'avevo già visto a telenova un paio di anni fa forse, mi sembra fosse un ex giocatore del Milan, ha raccontato del fatto che lo costringevano a doparsi a fargli prendere delle flebo, c'era anche Pierino Prati al quale non risultavano queste cose (ma è normale). Non entro nel merito del processo Juve, ma avendolo sentito credo sia abbastanza sconvolto dalla perdita del figlio quindi spara un pò nel mucchio, ed è chiaro che quando spari nel mucchio qualcosa prendi.


    cioè? siccome gli è morto il figlio si è messo ad inventare storielle contro la Juve?

    e, data la morte del figlio, si è inventato anche le testimonianze dei giocatori della Juve al processo?

    sembri molto propenso ad assolvere la Juve per uno che non vuole entrare nel merito e, per inciso, se uno, sparando nel mucchio, ci prende, vuol dire che comunque ha detto qualcosa che corrisponde a verità
  8.     Mi trovi su: Homepage #4124738
    Originally posted by common
    cioè? siccome gli è morto il figlio si è messo ad inventare storielle contro la Juve?

    e, data la morte del figlio, si è inventato anche le testimonianze dei giocatori della Juve al processo?

    sembri molto propenso ad assolvere la Juve per uno che non vuole entrare nel merito e, per inciso, se uno, sparando nel mucchio, ci prende, vuol dire che comunque ha detto qualcosa che corrisponde a verità


    Mi riferivo all'altro libro (se leggi ne ha scritti 2 ed non trattano tutti e due del processo alla Juventus) ed ai suoi discorsi che avevo sentito qualche anno fa. Al processo Juve non facevo alcun riferimento, il suo libro non mi dirà niente di più di quanto non dica la sentenza o le testimonianze del mondo del calcio.
    Dico solo che si è messo a raccontare le sue brutte esperienze e a fare questa campagna contro il calcio malato, solo dopo la morte prematura del figlio, e dal tono con cui si esprimeva quando ha presentato il suo primo libro denotavo un pò troppa rabbia verso la vita per poter pensare ad una critica obiettiva.

  Libro "Scudetti dopati" di Petrini

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina