1.     Mi trovi su: Homepage #4156604
    La questione e' particolarmente delicata: da una parte Mediaset che ha acquisito i diritti in esclusiva sulla trasmissione e sull'usufrutto in diretta di tutti i contenuti (risultati, immagini ed interviste in diretta) legati alla Serie A.

    Dall'altra la Rai, con Simona Ventura in prima linea, che continua ad annunciare i risultati della Serie A in diretta televisiva "agganciandosi" alla trasmissione di calcio "Tutto il calcio minuto per minuto" di cui la Rai detiene i diritti.

    Il contenzioso e' legato all'esclusivita' di gestione dei diritti acquisiti da Mediaset relativi al campionato di Serie A. Ma in questo scenario si inseriscono chiaramente anche i club di Serie A, ansiosi di ricevere la propria fetta della corposa torta dei diritti televisivi che la Lega Calcio e' tenuta a distribuire secondo i precedenti accordi.

    Pier Silvio Berlusconi nel frattempo ricorda come Mediaset rispettò scrupolosamente i diritti quando li aveva la Rai, attenendosi ad esempio all'imposizione della Rai che consenti' a Mediaset di annunciare i gol all'interno del programma «Domenica Stadio» solo nove minuti dopo che la notizia era stata data alla radio dal programma «Tutto il Calcio minuto per minuto».

    Il probema e' comunque molto complesso in quanto, quando una notizia viene comunicata al pubblico, essa diventa patrimonio comune su cui in teoria vige il diritto di cronaca e non può esistere alcuna esclusiva.

    Il rischio di finire in tribunale e' comunque molto elevato, dato che di fatto Mediaset non ha pagato alla Lega Calcio la prima rata del contratto in chiaro di questa stagione (cifra complessiva, 60 milioni di euro), scaduta il primo ottobre.

    Berlusconi jr d’altronde era stato netto nei giorni scorsi, e aveva minacciato di "riconoscere alla Lega meno denaro" se la Rai avesse continuato ad annunciare i goal con Simone Ventura. Detto, fatto.

    Una possibile soluzione potrebbe consistere nell'arrivare a rivendere alla Rai i diritti televisivi che Costanzo snobba (considerandoli non inseribili in un programma seguito soprattutto dalle donne) e quelli degli spogliatoi. Un autentico flop: share del 5/6 per cento, meno della metà rispetto a quanto faceva la Rai.

    Quest’ultima vuole alleggerire il costo dell’investimento fatto per la Champions League ed i Mondiali, cedendo i diritti relativi al satellitare (Sky) e al digitale terrestre (Mediaset). L’azienda di Berlusconi potrebbe essere interessata, per il digitale, anche alle gare dei Mondiali. Trattativa ampia e complessa, difficile possa profilarsi una soluzione nel breve termine.

    Ovvio che in Rai non si voglia far la figura di chi riacquista da Mediaset dei diritti così mal utilizzati, pagandoli al prezzo originario. Sarebbe un regalo difficile da spiegare all’opinione pubblica.

    A livello di cifre, Mediaset ha già praticamente dimezzato la richiesta: prima aveva chiesto alla Rai 20 milioni di euro, in cambio della possibilità di annunciare i gol nella trasmissione domenicale di Simona Ventura.

    Ora, vista la (scontata) risposta negativa di viale Mazzini, la tv di Piersilvio Berlusconi tratta su altre basi: chiede infatti 30 milioni di euro, ma non più per una stagione, bensì per tre. Quella già iniziata (con la Ventura che continua ad andare imperterrita per la sua strada...), più le prossime due.

    In cambio, la Rai potrebbe riprendersi in diritti in chiaro, gli "highligths", nella fascia oraria che va dalle 13 alle 18. Così potrebbe fare tranquillamente "Quelli che...", senza rischi di finire in tribunale, e potrebbe riproporre anche "Stadio Sprint", la trasmissione di Enrico Varriale.

    La cifra chiesta è alta, ma forse troveranno un accordo "politico": la Rai d’altronde potrebbe anche cedere i diritti digitali del Mondiale 2006 a Mediaset e trattare magari la Champions del 2006-’07 (che ha strapagato).

    All'interno di questo scenario cosi' complesso c'e' solo una cosa certa: per ovviare alla situazione sara' necessaria una massiccia dose di buonsenso e, soprattutto in ottica futura, una migliore definzione del concetto di esclusivita' dei contenuti acquisiti.
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4156606
    Originally posted by MaestroZen

    Il rischio di finire in tribunale e' comunque molto elevato, dato che di fatto Mediaset non ha pagato alla Lega Calcio la prima rata del contratto in chiaro di questa stagione (cifra complessiva, 60 milioni di euro), scaduta il primo ottobre.
    :eek:

  i particolari della controversia legata ai Diritti Tv

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina