1.     Mi trovi su: Homepage #4177744
    ASCOLI PICENO, 26 ottobre 2005 - "Chiedo ai tifosi ascolani di non venire ad Ancona questa sera: la squadra giocherà dando come sempre il massimo e sentendoli presenti e partecipi anche se lontani". Il presidente dell’Ascoli, Roberto Benigni, si rivolge ai tifosi bianconeri invitandoli a non seguire la squadra ad Ancona, dove alle ore 20.30 nello stadio "Del Conero" si disputerà la gara di campionato a porte chiuse contro l’Udinese. L’Ascoli ha infatti subito la squalifica del campo per due giornate, con obbligo di disputare le gare a porte chiuse, per l’episodio del razzo che ha colpito al volto una tifosa doriana, domenica 16 ottobre al termine della gara interna con la Sampdoria. "Domani mattina sarò a Milano con i legali davanti alla commissione disciplinare della Lega Calcio perché verrà esaminato il ricorso che abbiamo presentato contro il provvedimento del giudice sportivo. Sosterremo in tale sede - spiega il massimo dirigente bianconero - ciò che è stato ormai riconosciuto da tutti, cioè che la società e la tifoseria intera hanno collaborato prontamente e fattivamente con le forze di polizia nell’isolare prima e nell’individuare poi le persone che hanno lanciato il razzo a fine partita. Sosterremo, perché lo ha dimostrato, che la nostra tifoseria è sana e affidabile, civile e responsabile. Ho la certezza che anche in questa occasione i nostri tifosi daranno prova di grande maturità: so che non essere allo stadio rappresenta un grosso sacrificio, ma ribadisco che la squadra è intenzionata a giocare per loro, per tutti loro, con lo spirito e la determinazione che la contraddistinguono".

    Ecco una foto del presidente.

  Presidente Ascoli: "Tifosi, non venite ad Ancona"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina