1.     Mi trovi su: Homepage #4190796
    Il difensore bianconero risponde al ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy, in merito alla rivolta delle periferie: "Anch'io sono cresciuto nelle banlieue, quel che ha detto mi offende"
    Thuram firma autografi con la maglia dei Blues. AfpTORINO, 10 novembre 2005 - "Noi non siamo feccia". Lilian Thuram si schiera con il popolo delle periferie in rivolta di Parigi. Dopo la vittoria nell'amichevole contro la Costa Rica, il difensore dei Bleus ha risposto senza giri di parole alle dichiarazioni del ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy. "Anche io sono cresciuto in una "banlieu" e non mi piace sentire gente che parla di ripulire per portare ordine. Può darsi che Sarzoky non abbia pesato bene la parole ma prendo ciò che ha detto come un'offesa personale".
    Lilian Thuram sa che vivere ai margini della città può essere frustrante: "E' capitato anche a me di essere chiamato rifiuto, ma non ci ho fatto caso e ho pensato più che altro a concentrarmi nel mio lavoro. La Francia sta vivendo un periodo delicato e credo che ci sia bisogno di trovare dei colpevoli. Certo, la violenza non è mai una soluzione giusta - prosegue Thuram - ma si deve fare uno sforzo e cercare di capire i motivi che hanno spinto così tanta gente a ribellarsi, a dire basta. Prima di parlare di insicurezza bisognerebbe cercare di capire da dove arriva il malessere di tutta questa gente. In periferia non è facile trovare lavoro, trovo che prima di tutto sarebbe utile riflettere sulla giustizia sociale". Per il difensore francese l'unica soluzione possibile è il dialogo: "Le violenze dei giovani mi fanno tristezza, per loro la forza è l'unico mezzo per essere presi in considerazione da chi governa. L'integrazione è la chiave di tutto, noi giocatori di calcio dovremo dare il buon esempio".
  2. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #4190797
    Originally posted by turclau
    Il difensore bianconero risponde al ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy, in merito alla rivolta delle periferie: "Anch'io sono cresciuto nelle banlieue, quel che ha detto mi offende"
    Thuram firma autografi con la maglia dei Blues. AfpTORINO, 10 novembre 2005 - "Noi non siamo feccia". Lilian Thuram si schiera con il popolo delle periferie in rivolta di Parigi. Dopo la vittoria nell'amichevole contro la Costa Rica, il difensore dei Bleus ha risposto senza giri di parole alle dichiarazioni del ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy. "Anche io sono cresciuto in una "banlieu" e non mi piace sentire gente che parla di ripulire per portare ordine. Può darsi che Sarzoky non abbia pesato bene la parole ma prendo ciò che ha detto come un'offesa personale".
    Lilian Thuram sa che vivere ai margini della città può essere frustrante: "E' capitato anche a me di essere chiamato rifiuto, ma non ci ho fatto caso e ho pensato più che altro a concentrarmi nel mio lavoro. La Francia sta vivendo un periodo delicato e credo che ci sia bisogno di trovare dei colpevoli. Certo, la violenza non è mai una soluzione giusta - prosegue Thuram - ma si deve fare uno sforzo e cercare di capire i motivi che hanno spinto così tanta gente a ribellarsi, a dire basta. Prima di parlare di insicurezza bisognerebbe cercare di capire da dove arriva il malessere di tutta questa gente. In periferia non è facile trovare lavoro, trovo che prima di tutto sarebbe utile riflettere sulla giustizia sociale". Per il difensore francese l'unica soluzione possibile è il dialogo: "Le violenze dei giovani mi fanno tristezza, per loro la forza è l'unico mezzo per essere presi in considerazione da chi governa. L'integrazione è la chiave di tutto, noi giocatori di calcio dovremo dare il buon esempio".



    Grande Lilian uno dei poki calciatori intelligenti!

    A fianco dei ragazzi francesi! ...perkè sono francesi, nati in Francia e non come dice qualcuno "figli di immigrati"!!:mad:
  3.     Mi trovi su: Homepage #4190799
    Originally posted by turclau
    Il difensore bianconero risponde al ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy, in merito alla rivolta delle periferie: "Anch'io sono cresciuto nelle banlieue, quel che ha detto mi offende"
    Thuram firma autografi con la maglia dei Blues. AfpTORINO, 10 novembre 2005 - "Noi non siamo feccia". Lilian Thuram si schiera con il popolo delle periferie in rivolta di Parigi. Dopo la vittoria nell'amichevole contro la Costa Rica, il difensore dei Bleus ha risposto senza giri di parole alle dichiarazioni del ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy. "Anche io sono cresciuto in una "banlieu" e non mi piace sentire gente che parla di ripulire per portare ordine. Può darsi che Sarzoky non abbia pesato bene la parole ma prendo ciò che ha detto come un'offesa personale".
    Lilian Thuram sa che vivere ai margini della città può essere frustrante: "E' capitato anche a me di essere chiamato rifiuto, ma non ci ho fatto caso e ho pensato più che altro a concentrarmi nel mio lavoro. La Francia sta vivendo un periodo delicato e credo che ci sia bisogno di trovare dei colpevoli. Certo, la violenza non è mai una soluzione giusta - prosegue Thuram - ma si deve fare uno sforzo e cercare di capire i motivi che hanno spinto così tanta gente a ribellarsi, a dire basta. Prima di parlare di insicurezza bisognerebbe cercare di capire da dove arriva il malessere di tutta questa gente. In periferia non è facile trovare lavoro, trovo che prima di tutto sarebbe utile riflettere sulla giustizia sociale". Per il difensore francese l'unica soluzione possibile è il dialogo: "Le violenze dei giovani mi fanno tristezza, per loro la forza è l'unico mezzo per essere presi in considerazione da chi governa. L'integrazione è la chiave di tutto, noi giocatori di calcio dovremo dare il buon esempio".


    se si presentava alle primarie dell'unione prendeva più voti di bertinotti. bravo thuram :approved: un giocatore che ho sempre apprezzato dentro e fuori dal campo.
  4. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4190802
    si e' esposto alla grande!!! in pochi hanno, o avranno il coraggio di farlo. per essere un personaggio si e' dimostrato un grande:approved:
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio
  5.     Mi trovi su: Homepage #4190803
    Originally posted by fralex
    si e' esposto alla grande!!! in pochi hanno, o avranno il coraggio di farlo. per essere un personaggio si e' dimostrato un grande:approved:


    A me mi stupisce come parla bene l'Italiano , è francese e lo parla meglio di Totti:asd:

    Comunque oltre che un grande calciatore è un grande uomo attaccato alla sua patria , alle sue origini
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper
  6.     Mi trovi su: Homepage #4190804
    Originally posted by turclau
    Il difensore bianconero risponde al ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy, in merito alla rivolta delle periferie: "Anch'io sono cresciuto nelle banlieue, quel che ha detto mi offende"
    Thuram firma autografi con la maglia dei Blues. AfpTORINO, 10 novembre 2005 - "Noi non siamo feccia". Lilian Thuram si schiera con il popolo delle periferie in rivolta di Parigi. Dopo la vittoria nell'amichevole contro la Costa Rica, il difensore dei Bleus ha risposto senza giri di parole alle dichiarazioni del ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy. "Anche io sono cresciuto in una "banlieu" e non mi piace sentire gente che parla di ripulire per portare ordine. Può darsi che Sarzoky non abbia pesato bene la parole ma prendo ciò che ha detto come un'offesa personale".
    Lilian Thuram sa che vivere ai margini della città può essere frustrante: "E' capitato anche a me di essere chiamato rifiuto, ma non ci ho fatto caso e ho pensato più che altro a concentrarmi nel mio lavoro. La Francia sta vivendo un periodo delicato e credo che ci sia bisogno di trovare dei colpevoli. Certo, la violenza non è mai una soluzione giusta - prosegue Thuram - ma si deve fare uno sforzo e cercare di capire i motivi che hanno spinto così tanta gente a ribellarsi, a dire basta. Prima di parlare di insicurezza bisognerebbe cercare di capire da dove arriva il malessere di tutta questa gente. In periferia non è facile trovare lavoro, trovo che prima di tutto sarebbe utile riflettere sulla giustizia sociale". Per il difensore francese l'unica soluzione possibile è il dialogo: "Le violenze dei giovani mi fanno tristezza, per loro la forza è l'unico mezzo per essere presi in considerazione da chi governa. L'integrazione è la chiave di tutto, noi giocatori di calcio dovremo dare il buon esempio".


    :approved: :approved: :approved:
  7.     Mi trovi su: Homepage #4190805
    Originally posted by turclau
    Il difensore bianconero risponde al ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy, in merito alla rivolta delle periferie: "Anch'io sono cresciuto nelle banlieue, quel che ha detto mi offende"
    Thuram firma autografi con la maglia dei Blues. AfpTORINO, 10 novembre 2005 - "Noi non siamo feccia". Lilian Thuram si schiera con il popolo delle periferie in rivolta di Parigi. Dopo la vittoria nell'amichevole contro la Costa Rica, il difensore dei Bleus ha risposto senza giri di parole alle dichiarazioni del ministro dell'Interno francese Nicolas Sarkozy. "Anche io sono cresciuto in una "banlieu" e non mi piace sentire gente che parla di ripulire per portare ordine. Può darsi che Sarzoky non abbia pesato bene la parole ma prendo ciò che ha detto come un'offesa personale".
    Lilian Thuram sa che vivere ai margini della città può essere frustrante: "E' capitato anche a me di essere chiamato rifiuto, ma non ci ho fatto caso e ho pensato più che altro a concentrarmi nel mio lavoro. La Francia sta vivendo un periodo delicato e credo che ci sia bisogno di trovare dei colpevoli. Certo, la violenza non è mai una soluzione giusta - prosegue Thuram - ma si deve fare uno sforzo e cercare di capire i motivi che hanno spinto così tanta gente a ribellarsi, a dire basta. Prima di parlare di insicurezza bisognerebbe cercare di capire da dove arriva il malessere di tutta questa gente. In periferia non è facile trovare lavoro, trovo che prima di tutto sarebbe utile riflettere sulla giustizia sociale". Per il difensore francese l'unica soluzione possibile è il dialogo: "Le violenze dei giovani mi fanno tristezza, per loro la forza è l'unico mezzo per essere presi in considerazione da chi governa. L'integrazione è la chiave di tutto, noi giocatori di calcio dovremo dare il buon esempio".
    :ave: :ave: :ave: ce ne fossero di politici con questa profondita' e soprattutto con questa correttezza lessicale
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  8. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4190806
    Originally posted by lallo
    :ave: :ave: :ave: ce ne fossero di politici con questa profondita' e soprattutto con questa correttezza lessicale
    :approved: :)
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio

  Thuram: "Noi non siamo feccia"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina