1.     Mi trovi su: Homepage #4193676
    L'Antitrust italiana potrebbe fare marcia indietro sulla decisione di vendere singolarmente i diritti tv a pagamento delle partite di calcio: "La vendita dei diritti collettivi tv delle società di calcio è una strada giusta - ha detto il presidente dell'Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza Antonio Catricalà - C'è una buona propensione da parte dell'Antitrust a rivedere la sua decisione presa nel 1999".
    Attualmente, la vendita dei diritti televisivi è gestita soggettivamente dalle squadre di calcio, in base a quanto ha stabilito una sentenza dell'Antitrust nel 1999. E il continuo lievitare delle cifre a favore delle grandi squadre ha favorito l'ampliarsi della "forbice" tra grandi club e piccole società.
    Lo stesso presidente Catricalà ha spiegato però che non c'è da parte dell'organo da lui presieduto "obiezione preventiva" nel tornare alla vendita collettiva. "L'idea che l'Authority abbia posto dei vincoli al mercato non mi fa dormire la notte - ha detto Catricalà - I tempi sono cambiati e lo stesso può accadere per le regole".
    Tra le istruttorie aperte da parte dell'Authority, quella sugli agenti è una delle più scottanti e punta a chiarire soprattutto la possibile posizione dominante della Gea: "Ci sono delle anomalie che stiamo cercando di risolvere con l'Assoagenti come, per esempio, il conflitto di interessi tra parenti che viene definito ma non sanzionato, cosi' come l'esistenza di un albo che crea una categoria protetta". "Inoltre - ha concluso - non è possibile che lo stesso agente possa avere la procura di giocatori, allenatori e dirigenti e non e' accettabile che un calciatore non possa revocare la procura a un agente". C'è quindi un regolamento che va rivisto, ma Catricalà si è detto fiducioso che si possa trovare un accordo con l'Assoagenti.

    www.tgcom.it
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4193678
    Cmq nn ci voleva mica l'anti trust per capirlo!!!

    L'inter prende 80 miliioni di euro l'anno per i diritti TV

    Il treviso 1 milione se gli và bene...

    come vuoi ke competano...!!!

    Certamente nn bisogna equiparare la spartizione, però così è troppo !!!:)
    my web site: www.antoniovairo.altervista.org
  3.     Mi trovi su: Homepage #4193679
    Originally posted by anto81
    Cmq nn ci voleva mica l'anti trust per capirlo!!!

    L'inter prende 80 miliioni di euro l'anno per i diritti TV

    Il treviso 1 milione se gli và bene...

    come vuoi ke competano...!!!

    Certamente nn bisogna equiparare la spartizione, però così è troppo !!!:)


    Aspetta! Loro ci sono arrivati adesso, ora che intervengono (se intervengono) ne passerà di tempo...:asd:
  4.     Mi trovi su: Homepage #4193680
    Originally posted by anto81

    Il treviso 1 milione se gli và bene...


    Ma scusa...secondo te il treviso vende i diritti a 1 milione di euro? vengono agli allenamenti da tutte le parti del mondo per studiare e vedere reginaldo colpire la traversa 4 volte di fila .... (lui però lo fa con colpi di testa da metà campo... ma chi è ronaldinho?) e secondo te nn ne approfittano?

    In finale cmq ne ha presi 6 di milioni.....il monte stipendi annuale della squadra.






    ke ce frega de schevcenko...noi c'habbiamo regi-gol!!!!!
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  5.     Mi trovi su: Homepage #4193682
    finalmente se ne stanno accorgendo. secondo me i diritti tv dovrebbero essere trattati dalla lega congiuntamente e non in esclusiva x le varie piattaforme (cioè la lega, a nome di tutte le squadre, dovrebbe vendere tutta la serie A (oltre che x il terrestre e i diritti radiofonici) sia a Sky, sia ai 2 digitali terrestri attualmente presenti - mediaset e la7 - sia ai gestori di telefonini umts, sia agli operatori che trasmettono le partite via internet, e domani chissà che altro...). tutto questo tramite una trattativa privata ed ovviamente cercando di spuntare il prezzo migliore. poi questa montagna di soldi andrebbe divisa in tre parti uguali: un terzo uguale per tutti, dalla juventus al treviso, un terzo in base alla posizione in campionato dell'anno precedente (un po' di meritocrazia) ed un terzo in base al numero dei tifosi o bacino di utenza. in questo modo le differenze resterebbero ma non sarebbero così accentuate come adesso, il campionato sarebbe un po' più equilibrato, il mercato verrebbe movimentato dando anche alle piccole qualche margine finanziario di manovra, ma soprattutto ne avrebbero da guadagnare gli utenti visto che si creerebbe una vera concorrenza tra gli operatori, interessati ad offrire lo stesso prodotto nel miglior modo possibile ed ai prezzi più vantaggiosi.
  6.     Mi trovi su: Homepage #4193684
    se ne sta accorgendo l'antitrust .. gli altri già lo sapevano e non succederà nulla di nulla, perchè questa sistuazione di clamorosa disparità, fa comodo alle grandi, quindi non si muoverà nulla

    Qualcuno dirà che è giusto che le grandi ottengano di più.
    Può anche essere, ma ci deve essere un limite alla disparità, perchè quella disparità aumenta la disparità e quindi diventa una spirale che peggiora le cose.

    A questo punto vorrei sapere se qualcuno conosce la situazione europea:a parte l'Inghilterra in cui ogni società tratta i suoi diritti direttamente, negli altri paesi come fanno?
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4193685
    Originally posted by 10 DIEGO 10
    spuntare il prezzo migliore. poi questa montagna di soldi andrebbe divisa in tre parti uguali: un terzo uguale per tutti, dalla juventus al treviso, un terzo in base alla posizione in campionato dell'anno precedente (un po' di meritocrazia) ed un terzo in base al numero dei tifosi o bacino di utenza
    sono d'accordo...non mi esprimo sulle percentuali perchè non so se son giusti 1/3 1/3 e 1/3 ma penso sia la strada giusta
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4193686
    Originally posted by MaestroZen
    Ma scusa...secondo te il treviso vende i diritti a 1 milione di euro? vengono agli allenamenti da tutte le parti del mondo per studiare e vedere reginaldo colpire la traversa 4 volte di fila .... (lui però lo fa con colpi di testa da metà campo... ma chi è ronaldinho?) e secondo te nn ne approfittano?

    In finale cmq ne ha presi 6 di milioni.....il monte stipendi annuale della squadra.






    ke ce frega de schevcenko...noi c'habbiamo regi-gol!!!!!
    :asd: :asd: :asd: Il discorso nn cambia...erano cifre simbolike per far capire lo squilibrio;)

    Grande Reginaldo!!!:D
    my web site: www.antoniovairo.altervista.org
  9. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4193688
    Originally posted by common
    A questo punto vorrei sapere se qualcuno conosce la situazione europea:a parte l'Inghilterra in cui ogni società tratta i suoi diritti direttamente, negli altri paesi come fanno?


    Non è che però siamo costretti a scegliere in base al principio della maggioranza. :) L'Inghilterra è il Paese in cui il calcio di fatto funziona economicamente meglio, non vedo perché non seguire l'esempio. Anche perché non è che negli altri Paesi a livello di risultati sportivi ci sia questa alternanza invidiabile.
  10.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4193689
    Originally posted by 10 DIEGO 10
    finalmente se ne stanno accorgendo. secondo me i diritti tv dovrebbero essere trattati dalla lega congiuntamente e non in esclusiva x le varie piattaforme (cioè la lega, a nome di tutte le squadre, dovrebbe vendere tutta la serie A (oltre che x il terrestre e i diritti radiofonici) sia a Sky, sia ai 2 digitali terrestri attualmente presenti - mediaset e la7 - sia ai gestori di telefonini umts, sia agli operatori che trasmettono le partite via internet, e domani chissà che altro...). tutto questo tramite una trattativa privata ed ovviamente cercando di spuntare il prezzo migliore. poi questa montagna di soldi andrebbe divisa in tre parti uguali: un terzo uguale per tutti, dalla juventus al treviso, un terzo in base alla posizione in campionato dell'anno precedente (un po' di meritocrazia) ed un terzo in base al numero dei tifosi o bacino di utenza. in questo modo le differenze resterebbero ma non sarebbero così accentuate come adesso, il campionato sarebbe un po' più equilibrato, il mercato verrebbe movimentato dando anche alle piccole qualche margine finanziario di manovra, ma soprattutto ne avrebbero da guadagnare gli utenti visto che si creerebbe una vera concorrenza tra gli operatori, interessati ad offrire lo stesso prodotto nel miglior modo possibile ed ai prezzi più vantaggiosi.

    quoto!!!:approved:

    l'unico punto da stabilire bene e cosa si intende per bacino d'utenza e per numero di tifosi(vedi juve)!!!:)
    my web site: www.antoniovairo.altervista.org
  11.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4193690
    Originally posted by ScudettoWeb
    Non è che però siamo costretti a scegliere in base al principio della maggioranza. :) L'Inghilterra è il Paese in cui il calcio di fatto funziona economicamente meglio, non vedo perché non seguire l'esempio. Anche perché non è che negli altri Paesi a livello di risultati sportivi ci sia questa alternanza invidiabile.

    Io sò ke inghilterra i diritti TV vengono divisi in parti uguali,senza distinzione tra squadra di prim'ordine e l'ultima in classifica!Stà cosa l'ho sentita alla Domenica Sportiva nella penultima puntata,perkè il tema della serata è sn stati i proprio i soldi dei diritti !!:)
    my web site: www.antoniovairo.altervista.org

  Diritti tv, l'Antitrust cambia idea

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina