1.     Mi trovi su: Homepage #4200461
    I funamboli dell'allegria
    ROBERTO DUIZ
    Si discute molto sulla veridicità dello spot in cui Ronaldinho, fenomeno brasiliano del Barcellona, colpisce per quattro volte di fila la traversa e, ogni volta, il pallone gli torna docile tra i piedi. E' clamorosamente una cosa impossibile, ma è bello (e non fa male) immaginare che sia tutto vero e non opera di un abilissimo manipolatore di immagini elettroniche che non dà alcuna gratificazione a chi si ostina a denudarne i trucchi. I patiti del pallone mendicano prodigi fatti con i piedi. E Ronaldinho, nuovo Pallone d'Oro, è capace di elargirne con gioiosa generosità, rendendo verosimili anche le cose più incredibili. Sabato sera, contro il Real Madrid, ne ha fatta un'altra delle sue, lasciando a bocca spalancata avversari e spettatori. Per curiosa coincidenza, schiacciando un tasto del telecomando, si è subito visto Zlatan Ibrahimovic, fenomeno juventino, svedese con sangue serbo-croato, emularlo a distanza, come a ricordare che il funambolismo non è esclusiva brasiliana. Ha addomesticato col tacco un pallone viaggiante a mezz'aria servendosi un assist a palombella da solo, si è scrollato di dosso il difensore romanista che tentava di placcarlo, si è presentato davanti al portiere sgomento con la palla riagganciata al piede e l'ha buttata dentro, come se il tutto fosse la cosa più semplice del mondo. «Mamma mia, mamma mia...», si leggeva sul suo labiale mentre correva ad esultare, stupito egli stesso, e allo stesso tempo compiaciuto, della prodezza compiuta. Viene così quando ci si prova. Ci si prova solo se si sente, nell'intimo, di poterci riuscire. Il sentimento che sottende prodezze del genere lo sintetizza Ibra stesso, un giraffone, collo lungo e baricentro basso, che di come si approccia il calcio ha un'idea precisa, certo condivisa da Ronaldinho e da tutti i dispensatori di stupefacenti giocate, di ieri, di oggi e di domani. «Io mi diverto, gioco senza pensare però penso a giocare», ha dichiarato a palla ferma. Frase che ha lo spessore di uno slogan quasi sovversivo in un calcio soffocato dalla tattica, dagli schemi creati a tavolino e interpretato da giocatori annoiati, impossibilitati a divertirsi e, di conseguenza, incapaci di divertire. Un approccio, gioioso e giocoso, che l'establishment calcistico (dalle società ai procuratori) tendono a mortificare in funzione di calcoli economici. Nella Roma travolta in casa per 1 a 4 dalla Juventus, ad esempio, mancava ancora Cassano, uno che ha nelle corde numeri eccezionali ma che il non risolto accordo per il rinnovo contrattuale costringe all'inedia. Pazienza se il contratto scade solo nel giugno del 2006 e non c'è nessun obbligo per un giocatore di rinnovare se non ha voglia di farlo. Pazienza anche se la volontà punitiva nei confronti del giocatore recalcitrante finisce per ritorcersi contro il pubblico, che delle paturnie societarie ha tutti i diritti di infischiarsene, così come ha il diritto di disertare gli stadi e di mandare a quel paese i presidenti-padroni. Questa è l'aria che, infatti, si respira a Roma. Tutt'altra aria rispetto a quella che si respira nell'entusiasta Firenze, dove la Fiorentina, rinata coi Della Valle, tipi da piazzetta di Capri ma con idee manageriali chiare, low profile ma volitivi con judicio, ha agganciato il Milan al secondo posto, stupita essa stessa da tanta grazia elargita da un allenatore (Prandelli) dalle capacità taumaturgiche e da un Toni, allegro cavallone capace di fare 15 gol in 12 partite, ariete indomabile col perenne sorriso sulle labbra. A sfogliarla sembra un carciofo, se confrontata con le rose di Juve, Milan e Inter. Però sta lì nel mezzo, dietro solo alla prima, affiancata alla seconda e davanti alla terza. Il mercato di gennaio è a un passo. Per rinforzarsi ancora basta un po' di sacrificio. Visto come vanno le cose, ci sono i presupposti perché le «tre sorelle» possano diventare quattro.

    Pareri impersonali. Supercondivisi. In RECAlo. (www.ilmanifesto.it)

  Pareri impersonali ?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina