1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4206175
    Ritardo di 5' contro il razzismo
    Dopo il caso Zoro, oggetto di insulti da parte dei tifosi interisti, la Figc ordina l'inizio ritardato delle partite di coppa Italia e campionato. Campana invita il giocatore nell'Aic
    Marco Andre Zoro reagisce agli insulti. ReutersROMA, 28 novembre 2005 - Da domani a domenica, tutte le partite di coppa Italia Tim Cup in programma in settimana e quelle della prossima giornata di campionato cominceranno con cinque minuti di ritardo e i giocatori delle due squadre porteranno al centro del campo uno striscione con lo slogan "No al razzismo". Il calcio italiano è contro il razzismo e la Figc intende riaffermarlo con questa grande iniziativa di protesta che "vedrà protagonista - si legge nella nota con cui ne ha dato l'annuncio - tutto il mondo del calcio da domani a domenica coinvolgendo dirigenti, calciatori, allenatori e arbitri impegnati nel turno di Tim Cup e nella prossima giornata di campionato".
    Questa è stata, invece, la reazione del presidente dell'Aic, Sergio Campana: "Ho chiesto al giocatore (Zoro, ndr) di entrare nel consiglio dell'Associazione Italiana Calciatori, non solo per dimostrargli la nostra solidarietà ma anche perchè insieme possiamo cercare altre iniziative. L'obiettivo - ha aggiunto Campana - è trovarci attorno ad un tavolo, anche con la presenza di giocatori di colore, proprio per trovare un'unità di intenti. Mi auguro che la decisione presa dalla Figc possa rappresentare un segnale forte".
    "Non è la prima volta che l'Associazione Calciatori si schiera contro il razzismo nel calcio italiano - continua Campana -. In occasione dell'episodio riguardante Coly (il giocatore del Perugia insultato in occasione di una partita disputata allo stadio Bentegodi contro il Verona, ndr) dedicammo una copertina della nostra rivista proprio a questo giocatore, al quale all'interno è stata riservata un'ampia intervista". Conclude quindi Campana: "Il razzismo è un'ideologia, ma nel caso specifico, come in altri fatti avvenuti nei campi di calcio, l'impressione è che per quella frangia di tifosi che si rendono protagonisti di questi insulti si tratti di forma di stupidità e di scarsa cultura, non certo di ideologia".
    gasport
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog

  Ritardo di 5 minuti contro il razzismo

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina