1. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4207712
    L' Italioa ha aperto dibattiti inutili e controproducenti su un fenomeno che allo stadio proprio non esiste , se non in alcune piazze dove l' odio per i ragazzi di colore e' radicato .
    Ilo termine "razzismo" e' molto di piu' profondo e grave di quel che i massmedia e per forza di cose la gente comune, stanno attribuendo ai tifosi dell' Inter ...
    I cori di Messina sono nella logica del tifo come gli epiteti rivolti ai giocatori avversari di ogni razza o colore , a seconda che siano pelati o un po' sovrappeso, o nani , o butterati o spilungoni...
    La logica del tifo che cerca di limitare il valore dell' avversario, colpendolo nei suoi sentimenti.
    Il razzismo comporta azioni molto piu' gravi che un semplice slogan da stadio contro un avversario e meritano rispetto le vere vittime del razzismo, tra i quali ci siamo anche noi occidentali, quando andiamo nei paesi musulmani e siamo discriminati, se non addirittura colpiti fisicamente per il nostro abbigliamento, la nostra cultura, il nostro credo religioso, il nostro modo di vivere.
    La colpa fondamentale di questa situazione, che fa credere ad un ragazzo come ZORO di essere vittima di un razzismo che non esiste e' di tutto il cancan messo in moto dai soliti moralisti da 4 soldi che credono di sapere tutto loro...
    Anche io insulto gli avversari , ho gridato del ciccione di m...da a chi aveva qualche etto di troppo per giocare, mentre io sono almeno 10 chili sovrappeso, ho visto pelati gridare pelato di me...da a giocatori avversari : l' unico scopo del tifoso e' la vittoria e se questa passa attraverso la mortificazione dell' avversario, il destabilizzarlo con l' insulto diventa legittimo, a costo di "coinvolgere " la propria situazione , magari peggiore , di quella dell' avversario ...
    Non mi sorprenderebbe sentir urlare " negro di m...da" da un acceso sostenitore di colore...
    NON E' RAZZISMO, il razzismo e' ben altro ...
    Firma troppo lunga e con offese.
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4207713
    Originally posted by maxubs
    L' Italioa ha aperto dibattiti inutili e controproducenti su un fenomeno che allo stadio proprio non esiste , se non in alcune piazze dove l' odio per i ragazzi di colore e' radicato .
    Ilo termine "razzismo" e' molto di piu' profondo e grave di quel che i massmedia e per forza di cose la gente comune, stanno attribuendo ai tifosi dell' Inter ...
    I cori di Messina sono nella logica del tifo come gli epiteti rivolti ai giocatori avversari di ogni razza o colore , a seconda che siano pelati o un po' sovrappeso, o nani , o butterati o spilungoni...
    La logica del tifo che cerca di limitare il valore dell' avversario, colpendolo nei suoi sentimenti.
    Il razzismo comporta azioni molto piu' gravi che un semplice slogan da stadio contro un avversario e meritano rispetto le vere vittime del razzismo, tra i quali ci siamo anche noi occidentali, quando andiamo nei paesi musulmani e siamo discriminati, se non addirittura colpiti fisicamente per il nostro abbigliamento, la nostra cultura, il nostro credo religioso, il nostro modo di vivere.
    La colpa fondamentale di questa situazione, che fa credere ad un ragazzo come ZORO di essere vittima di un razzismo che non esiste e' di tutto il cancan messo in moto dai soliti moralisti da 4 soldi che credono di sapere tutto loro...
    Anche io insulto gli avversari , ho gridato del ciccione di m...da a chi aveva qualche etto di troppo per giocare, mentre io sono almeno 10 chili sovrappeso, ho visto pelati gridare pelato di me...da a giocatori avversari : l' unico scopo del tifoso e' la vittoria e se questa passa attraverso la mortificazione dell' avversario, il destabilizzarlo con l' insulto diventa legittimo, a costo di "coinvolgere " la propria situazione , magari peggiore , di quella dell' avversario ...
    Non mi sorprenderebbe sentir urlare " negro di m...da" da un acceso sostenitore di colore...
    NON E' RAZZISMO, il razzismo e' ben altro ...


    Però quando ti fanno il verso del gorilla per tutta la partita non è prorio la stessa cosa
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  3. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4207715
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    il gesto di Zoro è stato giustissimo a mio parere. Posso anche darti ragione su quello che hai scritto, ma non vorrei che lo stadio, la curva, diventasse una zona franca. Il vincere non portando rispetto all'avversario equivale ad una vittoria rubando o ad una vittoria aiutati dai farmaci, secondo me :)


    Il bello del tifo sta proprio nel poter gridare e intimorire l' avversario ed e' il fattore fondamentale che crea il cosiddetto " fattore campo " , altrimenti non cambierebbe nulla giocare in casa o fuori...
    Giusto o sbagliato, si puo' aprire un dibattito, di sicuro le partite vinte contro una squadra gemellata, hanno tutt' altro sapore rispetto a quelle vinte con le squadre piu' odiate : e' il folcklore intrinseco nel senso stesso del calcio, altrimenti sarebbe un mero spettacolo da teatro e perderebbe il suo fascino ...
    I cori del gorilla sono folklore e tifo contro, gli stessi che li fanno hanno in squadra giocatori di colore che adorano e hanno amici di colore che nella vita aiutano tantissimo : ripeto, e' solo tifo contro, non razzismo ...
    Firma troppo lunga e con offese.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4207716
    Sono d'accordo anche sul fatto che non bisognerebbe parlare di razzismo, anche perchè se si fosse trattato di questo fenomeno avrebbero dovuto insultare anche Adriano e Martins. Direi che è stato un gesto incivile, insensibile e volgare.
    Non so se Zoro ha fatto bene o male, ma sicuramente il suo gesto è comprensibile. Tuttavia penso chei calciatori meridionali si beccano tanti di quegli insulti razzisti ("meglio nero che terù", per dire quanto sono considerati) eppure non fermano le partite...
  5.     Mi trovi su: Homepage #4207717
    Il punto secondo me è un altro: è giusto nella logica del tifo oltrepassare quelli che sono i limiti della presa in giro goliardica e dell'ironia faceta anche condita di parolacce ed arrivare ad offendere in modo volgare e pesante non curandosi di tralasciando nulla di quanto piu' volgare possa esistere solo per fare da contorno ad una partita di calcio ?
    La nostra cultura esprime questo ?:cool:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  6. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4207718
    Originally posted by Giovanni1982
    Sono d'accordo anche sul fatto che non bisognerebbe parlare di razzismo, anche perchè se si fosse trattato di questo fenomeno avrebbero dovuto insultare anche Adriano e Martins. Direi che è stato un gesto incivile, insensibile e volgare.
    Non so se Zoro ha fatto bene o male, ma sicuramente il suo gesto è comprensibile. Tuttavia penso chei calciatori meridionali si beccano tanti di quegli insulti razzisti ("meglio nero che terù", per dire quanto sono considerati) eppure non fermano le partite...


    E' tutto riconducibile alla guerra in atto tra il tifoso di una squadra contro le altre e detto tra noi, meglio questa soluzione moderna,agli assassinii ed alle guerre dei millenni passati che hanno caratterizzato la storia dell' umanita' ...
    Perche' e' nella natura stessa dell' uomo l' istinto di sopravvivenza che porta ad essere incivili, volgari ed insensibili verso il prossimo come dici tu, ma anche violento e becero ...
    Meglio sfogarsi allo stadio con qualche coro che nella societa' reale con qualche arma...
    Firma troppo lunga e con offese.
  7. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4207719
    Originally posted by maxubs
    E' tutto riconducibile alla guerra in atto tra il tifoso di una squadra contro le altre e detto tra noi, meglio questa soluzione moderna,agli assassinii ed alle guerre dei millenni passati che hanno caratterizzato la storia dell' umanita' ...
    Perche' e' nella natura stessa dell' uomo l' istinto di sopravvivenza che porta ad essere incivili, volgari ed insensibili verso il prossimo come dici tu, ma anche violento e becero ...
    Meglio sfogarsi allo stadio con qualche coro che nella societa' reale con qualche arma...


    La religione e' l' oppio dei popoli, ma non solo : proprio per arginare questa indole intrinseca nell' uomo stesso, si e' cercato di provvedere , promettento in premio la vita eterna a chi avesse smesso di essre violento...
    Firma troppo lunga e con offese.
  8.     Mi trovi su: Homepage #4207720
    Originally posted by lallo
    Il punto secondo me è un altro: è giusto nella logica del tifo oltrepassare quelli che sono i limiti della presa in giro goliardica e dell'ironia faceta anche condita di parolacce ed arrivare ad offendere in modo volgare e pesante non curandosi di tralasciando nulla di quanto piu' volgare possa esistere solo per fare da contorno ad una partita di calcio ?
    La nostra cultura esprime questo ?:cool:


    Ovvio che no, ma a questo punto bisogna battersi perchè entrino allo stadio solo lord scozzesi.
  9.     Mi trovi su: Homepage #4207723
    Originally posted by Giovanni1982
    Ovvio che no, ma a questo punto bisogna battersi perchè entrino allo stadio solo lord scozzesi.
    le mie premesse non erano di avere solo lord scozzesi anzi, solo che non credo sia giustificabile avere atteggiamenti fortemente incivili solo perche' il tutto avviene dentro uno stadio.
    Del resto è il principio che hanno attuato le istituzioni di tollerare atteggiamenti violenti all'interno di uno stadioe sinceramente ne lo condivido ne ha prodotto effetti positivi.
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  10. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4207724
    Originally posted by lallo
    Il punto secondo me è un altro: è giusto nella logica del tifo oltrepassare quelli che sono i limiti della presa in giro goliardica e dell'ironia faceta anche condita di parolacce ed arrivare ad offendere in modo volgare e pesante non curandosi di tralasciando nulla di quanto piu' volgare possa esistere solo per fare da contorno ad una partita di calcio ?
    La nostra cultura esprime questo ?:cool:


    alleluja.

    se i fischi e i "buuu" si hanno quando tocca la palla l'uomo con i colori somatici diversi..è razzismo. punto e basta.
    Firma troppo lunga e con offese.
  11. In questo momento stai...  
        Mi trovi su: Homepage #4207725
    Originally posted by lallo
    Il punto secondo me è un altro: è giusto nella logica del tifo oltrepassare quelli che sono i limiti della presa in giro goliardica e dell'ironia faceta anche condita di parolacce ed arrivare ad offendere in modo volgare e pesante non curandosi di tralasciando nulla di quanto piu' volgare possa esistere solo per fare da contorno ad una partita di calcio ?
    La nostra cultura esprime questo ?:cool:


    Confermo quanto dice Lallo...prendere in giro va bene....dire all avversario che è uno strxxxo ci puo anche stare...ma ci sono limiti che non possono essere superati in una societa civile...quale dovrebbe essere la nostra.
    quando ho pensato di iniziare a capire le donne ho capito che non avevo capito un caxxo
    :azz:

  Il grosso equivoco del presunto razzismo allo stadio : non esiste !

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina