1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4220745
    SAN QUINTINO, California (Reuters) - Lo stato della California ha giustiziato Stanley Tookie Williams con un'iniezione letale nelle prime ore di oggi nella prigione di San Quintino, in California, per l'uccisione di quattro persone nel 1979.

    Il governatore Arnold Schwarzenegger ieri aveva rifiutato di concedere la grazia e gli appelli dell'ultimo minuto erano stati respinti da tre alte corti. L'esecuzione è avvenuta alle 9:35 ora italiana.

    Circa 2.000 oppositori della pena di morte si sono riuniti fuori dai cancelli di San Quintino dove il leader dei gruppi a difesa dei diritti civili, il reverendo Jesse Jackson, ha parlato alla folla e la cantante folk Joan Baez ha cantato alcuni spiritual.

    La condanna a morte per iniezione letale nella prigione statale di San Quentin ha fatto seguito a un tentativo frenetico ma fallimentare di riaprire il caso da parte dei sostenitori di Williams, che ha ripudiato le gang durante i suoi 24 anni passati nel braccio della morte.

    Il caso ha generato un ampio interesse e un feroce dibattito sulla pena di morte negli Usa perché Williams, 51enne anni, ha scritto una serie di libri mettendo in guardia i giovani contro le gang e dice di essersi pentito.

    Testimoni hanno riferito che le guardie hanno lottato per circa 12 minuti per inserire l'ago in una vena del suo braccio sinistro. Williams ha più volte alzato la testa, soprattutto verso Barbara Becnel, che lo ha aiutato nella pubblicazione dei suoi libri, e verso i suoi principali sostenitori che hanno fatto molta pubblicità al suo caso.

    Ieri Schwarzenegger ha ribadito che l'uomo non ha mostrato segni di redenzione.

    "Stanley Williams insiste nel dichiararsi innocente e nel dire di non dovere scuse o provare rimorso per l'uccisione delle quattro vittime del caso", ha scritto il governatore. "Senza delle scuse o un pentimento per queste uccisioni senza senso e brutali non ci può essere redenzione".

    "Sulla base di prove sempre più consistenti, non c'è ragione di mettere in discussione la decisione della giuria o del sorgere di dubbi o serie riserve sul verdetto e sulla pena di morte inflitta a Williams".

    IN MIGLIAIA DI FRONTE AL CARCERE

    Alcuni si sono gettati in ginocchio pregando, altri hanno acceso candele ma molti, nella folla di migliaia di persone che si sono riunite per protestare oggi contro la condanna a morte di Stanley Tookie WIlliams, hanno semplicemente atteso in silenzio l'inevitabile.

    La folla ha cominciato a riunirsi ieri ed è rapidamente cresciuta con gente di tutte le età durante l'esecuzione della condanna capitale davanti i cancelli del carcere sulla baia di San Francisco.

    Gli abitanti della zona si sono fermati sulla porta di casa o sono saliti sui tetti per vedere meglio i personaggi famosi intervenuti, come Jesse Jackson, oltre a ex-membri di gang e capi della Nazione dell'Islam.

    Molte persone della folla hanno portato manifesti che chiedono di porre fine alla pena di morte mentre su altri si leggeva semplicemente "Salvate Tookie".

    Shantel Lockhart, che ha 16 anni ed è al liceo nella vicina Fairfield, ha detto di aver seguito il caso di Williams negli ultimi anni e ha voluto mostrare il sostegno all'ex capobanda anche se sarebbe dovuta essere a scuola presto in mattinata.

    "Per tutto il bene che ha fatto, non merita di morire", ha detto.

    Williams è stato condannato nel 1981 per aver ucciso Albert Owens durante una rapina da 120 dollari. Due settimane dopo la rapina, Williams sparò a un'anziana coppia di immigrati di Taiwan che gestivano un motel e alla loro figlia.

    In Vaticano, il consigliere di Papa Benedetto XVI per la giustiza, il cardinale Renato Martino, ha condannato l'esecuzione e ha definito la pena di morte "la negazione della dignità umana".
  2. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4220752
    Originally posted by beckowen
    per me c'entra...
    si sta giudicando il fatto che da loro sia ammessa la pena di morte o la giustizia della sua applicazione?


    Trovo sbagliata la pena di morte per una lunga serie di ragioni. Negli USA però si è sviluppata (come anche da noi, anche se in misura molto ridotta) una sorta di ammirazione per il criminale. Storicamente i serial killer ricevono dozzine di lettere di ammiratrici, comprese quelle che li vogliono sposare a distanza. Quindi alla fine si contrappongono gli amanti della falce che si deve abbattere (sotto forma di ago, gas o elettricità) sui colpevoli e quelli che si dimenticano che questa bestia ha ucciso a sangue freddo un 26enne steso a faccia in giù sul pavimento (con due colpi di fucile) e una coppia più la figlia (facendole saltare via un pezzo di testa con una fucilata).

    La lotta va fatta semmai contro la pena di morte ma non certo, a mio avviso, contro questi personaggi che tra l'altro manco si pentono e al limite costruiscono una vita parallela in cui vogliono sembrare modelli di vita.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4220755
    Originally posted by ScudettoWeb
    Trovo sbagliata la pena di morte per una lunga serie di ragioni. Negli USA però si è sviluppata (come anche da noi, anche se in misura molto ridotta) una sorta di ammirazione per il criminale. Storicamente i serial killer ricevono dozzine di lettere di ammiratrici, comprese quelle che li vogliono sposare a distanza. Quindi alla fine si contrappongono gli amanti della falce che si deve abbattere (sotto forma di ago, gas o elettricità) sui colpevoli e quelli che si dimenticano che questa bestia ha ucciso a sangue freddo un 26enne steso a faccia in giù sul pavimento (con due colpi di fucile) e una coppia più la figlia (facendole saltare via un pezzo di testa con una fucilata).

    La lotta va fatta semmai contro la pena di morte ma non certo, a mio avviso, contro questi personaggi che tra l'altro manco si pentono e al limite costruiscono una vita parallela in cui vogliono sembrare modelli di vita.


    Ti quoto in tutto. Analisi giustissima.
    ...è la natura dell'uomo che spinge a odiare chi sta bene quando è lui a star male...

    [img]http://gif-animate.per-il-mio-sito.com/bandiere_italiane/bandiera-
  4. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4220757
    Originally posted by scudettoweb.Mike
    La pena di morte è sbagliata su uno che ha ucciso casualmente in una rapina come è sbagliata in un serial killer, nessuno ha il diritto di togliere la vita a qualcun'altro :(


    Neanche per legittima difesa? Per la legge sì, eppure non ci scandalizziamo. Sono contro la pena di morte dicevo per tante ragioni ma questa nello specifico non lo è. Lo Stato non può per legge levarti direttamente la vita, tantomeno per punizione: questo è secondo me un primo punto su cui dovremmo concordare.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4220758
    Originally posted by scudettoweb.Mike
    La pena di morte è sbagliata su uno che ha ucciso casualmente in una rapina come è sbagliata in un serial killer, nessuno ha il diritto di togliere la vita a qualcun'altro :(
    ma qui parli della pena di morte in generale non del caso specifico...:sbam:
  6.     Mi trovi su: Homepage #4220759
    Originally posted by ScudettoWeb
    Trovo sbagliata la pena di morte per una lunga serie di ragioni. Negli USA però si è sviluppata (come anche da noi, anche se in misura molto ridotta) una sorta di ammirazione per il criminale. Storicamente i serial killer ricevono dozzine di lettere di ammiratrici, comprese quelle che li vogliono sposare a distanza. Quindi alla fine si contrappongono gli amanti della falce che si deve abbattere (sotto forma di ago, gas o elettricità) sui colpevoli e quelli che si dimenticano che questa bestia ha ucciso a sangue freddo un 26enne steso a faccia in giù sul pavimento (con due colpi di fucile) e una coppia più la figlia (facendole saltare via un pezzo di testa con una fucilata).

    La lotta va fatta semmai contro la pena di morte ma non certo, a mio avviso, contro questi personaggi che tra l'altro manco si pentono e al limite costruiscono una vita parallela in cui vogliono sembrare modelli di vita.


    quoto.
    DALL'ULTIMA VOLTA IL CALCIO E' CAMBIATO , MA ESSER ULTRAS E' ANCORA REATO.

    Memento Audere Semper

  California: Tookie Williams è stato giustiziato

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina