1.     Mi trovi su: Homepage #4223595
    C'è anche una Lazio contro di Canio
    "I suoi gesti non ci rappresentano"

    Aveva detto che il saluto romano era un gesto di appartenenza al popolo biancoceleste. Ma una parte della tifoseria laziale con Di Canio non è proprio d'accordo. "Ribadiamo la nostra condanna rispetto a gesti che non ci rappresentano, né sono condivisi dalla maggioranza del popolo laziale - scrive la redazione di Lazio.net - Non siamo stati fondati per volontà della dittatura fascista. Di Canio saluto il suo popolo, ma non noi".

    Le polemiche sul saluto romano che Paolo Di Canio ha voluto rivolgere alla propria tifoseria non sono ancora cessate e se da una parte è comprensibile che il gesto sia stato stigmatizzato da chi non sente l'appartenenza al gruppo a cui il giocatore ha rivolto il saluto, la questione si fa più complessa quando è la stessa appartenenza del campione al tifo laziale che viene messa in discussione dagli stessi tifosi biancocelesti. Infatti, attraverso un comunicato redatto dalla redazione di Lazio.net una parte cospicua dei supporters laziali condanna Di Canio: "Paolo Di Canio saluta il suo popolo. Ma non noi, laziali da sempre, figli e nipoti di laziali, padri e madri di laziali - si legge sul comunicato -. Non noi che per l'ideale biancoceleste siamo in campo, giorno dopo giorno. In campo senza medaglie, senza riflettori, senza sostegni economici. In campo per difendere la nostra piccola patria, nata il 9 gennaio del 1900. Quell'ente morale che ci rende unici. Per la memoria dei padri, per quello che la Lazio simboleggia nella storia dello sport europeo, ribadiamo la nostra condanna rispetto a gesti che non ci rappresentano, nè sono condivisi dalla maggioranza del popolo laziale...Non siamo stati fondati, come altre squadre cittadine, per volontà della dittatura fascista. Questo il tesserato Di Canio dovrebbe rammentare".

    Poi il comunicato continua dando addosso al giocatore: "Dovrebbe ricordare, ogni volta che ha il privilegio di indossare la maglia biancoceleste, che gioca per noi. Tutti noi. Non una parte, non un popolo che egli intende dividere ad arte da giochi politici che accrescono l'odio, da demagogie vinte dalla storia, l'equazione Lazio fascista non ci appartiene. Di Canio salutando il suo popolo ci offende, traccia uno steccato, si sceglie una parte definita e dimentica la Lazio. Non lo accettiamo. Nè accettiamo che il più antico club della Capitale sia associato alla pagina più nera della storia del nostro Paese", e poi il comunicato conclude con un perentorio: "Giù le mani dalla Lazio". Dunque una situazione che difficilmente si concluderà a breve e che comunque potrebbe davvero incrinare il rapporto tra la tifoseria biancoceleste e Di Canio e compromettere anche i rapporti all'interno di una curva, e la questione è generale, che vive anche di equlibri che poco hanno a che vedere col calcio giocato.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4223596
    Originally posted by Vittore
    C'è anche una Lazio contro di Canio
    "I suoi gesti non ci rappresentano"

    Aveva detto che il saluto romano era un gesto di appartenenza al popolo biancoceleste. Ma una parte della tifoseria laziale con Di Canio non è proprio d'accordo. "Ribadiamo la nostra condanna rispetto a gesti che non ci rappresentano, né sono condivisi dalla maggioranza del popolo laziale - scrive la redazione di Lazio.net - Non siamo stati fondati per volontà della dittatura fascista. Di Canio saluto il suo popolo, ma non noi".

    Le polemiche sul saluto romano che Paolo Di Canio ha voluto rivolgere alla propria tifoseria non sono ancora cessate e se da una parte è comprensibile che il gesto sia stato stigmatizzato da chi non sente l'appartenenza al gruppo a cui il giocatore ha rivolto il saluto, la questione si fa più complessa quando è la stessa appartenenza del campione al tifo laziale che viene messa in discussione dagli stessi tifosi biancocelesti. Infatti, attraverso un comunicato redatto dalla redazione di Lazio.net una parte cospicua dei supporters laziali condanna Di Canio: "Paolo Di Canio saluta il suo popolo. Ma non noi, laziali da sempre, figli e nipoti di laziali, padri e madri di laziali - si legge sul comunicato -. Non noi che per l'ideale biancoceleste siamo in campo, giorno dopo giorno. In campo senza medaglie, senza riflettori, senza sostegni economici. In campo per difendere la nostra piccola patria, nata il 9 gennaio del 1900. Quell'ente morale che ci rende unici. Per la memoria dei padri, per quello che la Lazio simboleggia nella storia dello sport europeo, ribadiamo la nostra condanna rispetto a gesti che non ci rappresentano, nè sono condivisi dalla maggioranza del popolo laziale...Non siamo stati fondati, come altre squadre cittadine, per volontà della dittatura fascista. Questo il tesserato Di Canio dovrebbe rammentare".

    Poi il comunicato continua dando addosso al giocatore: "Dovrebbe ricordare, ogni volta che ha il privilegio di indossare la maglia biancoceleste, che gioca per noi. Tutti noi. Non una parte, non un popolo che egli intende dividere ad arte da giochi politici che accrescono l'odio, da demagogie vinte dalla storia, l'equazione Lazio fascista non ci appartiene. Di Canio salutando il suo popolo ci offende, traccia uno steccato, si sceglie una parte definita e dimentica la Lazio. Non lo accettiamo. Nè accettiamo che il più antico club della Capitale sia associato alla pagina più nera della storia del nostro Paese", e poi il comunicato conclude con un perentorio: "Giù le mani dalla Lazio". Dunque una situazione che difficilmente si concluderà a breve e che comunque potrebbe davvero incrinare il rapporto tra la tifoseria biancoceleste e Di Canio e compromettere anche i rapporti all'interno di una curva, e la questione è generale, che vive anche di equlibri che poco hanno a che vedere col calcio giocato.


    ma se la lazio era il suo popolo perchè è andato a giocare in giro per l'Europa? l'unica vera bandiera era Nesta che se ne è andato per il bene della Lazio.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4223597
    non condivido l'enorme enfasi che danno al loro essere tifosi, ma tutto il resto si .. bravi

    anche perchè confermano quello che ho sempre pensato io, e cioè che la presunta bandiera, della lazio, se ne sbatte altamente, quell'esasperato protagonismo gli serve solo per prepararsi il futuro lavoro.
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4223598
    Originally posted by common

    anche perchè confermano quello che ho sempre pensato io, e cioè che la presunta bandiera, della lazio, se ne sbatte altamente, quell'esasperato protagonismo gli serve solo per prepararsi il futuro lavoro.



    :yy::yy:



    Cordinamento I.N.S.I (Io Non Sono Interista)

    -Simo_Juve-Tony Manero-Giovanni1982-Knaz-Kaiserniky-Massituo-SCA-TTANTE-Joey (gemell.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4223600
    Originally posted by Canemacchina
    ma se la lazio era il suo popolo perchè è andato a giocare in giro per l'Europa?


    E' quello che non capisco.
    Ora si professa la "bandiera" della lazzietta.
    Però non ha esitato un attimo ad emigrare per altri lidi più importanti a suo tempo.
    Dice di essere tornato per amore nei confronti di quei colori.
    La realtà secondo me è che nessuno era più interessato a prenderselo in Inghilterra, nemmeno una squadra come il Charlton.

    Le Bandiere sono tutt'altra cosa...e quelle in attività si chiamano Totti e Maldini.
    ^Mr-Drakula^

    Inquietante Allenatore del temibile Vampiria F.C., il cui Capitano non può che essere il numero 90 (la paura) Canini.
  6. Deus In Macchina  
        Mi trovi su: Homepage #4223601
    Originally posted by ^Mr-Drakula^
    E' quello che non capisco.
    Ora si professa la "bandiera" della lazzietta.
    Però non ha esitato un attimo ad emigrare per altri lidi più importanti a suo tempo.
    Dice di essere tornato per amore nei confronti di quei colori.
    La realtà secondo me è che nessuno era più interessato a prenderselo in Inghilterra, nemmeno una squadra come il Charlton.

    Le Bandiere sono tutt'altra cosa...e quelle in attività si chiamano Totti e Maldini.
    :) :approved:
    ------------------------------------------------
    YOU GOT MUCH COMPLEX THAN THE FIRST MAY CONCERT!
    c'hai più complessi tu ch'er concerto der primo maggio
  7.     Mi trovi su: Homepage #4223602
    Originally posted by ^Mr-Drakula^
    E' quello che non capisco.
    Ora si professa la "bandiera" della lazzietta.
    Però non ha esitato un attimo ad emigrare per altri lidi più importanti a suo tempo.
    Dice di essere tornato per amore nei confronti di quei colori.
    La realtà secondo me è che nessuno era più interessato a prenderselo in Inghilterra, nemmeno una squadra come il Charlton.

    Le Bandiere sono tutt'altra cosa...e quelle in attività si chiamano Totti e Maldini.



    E LUCARELLI .....MR. MILIARDO!!! :cool:
  8.     Mi trovi su: Homepage #4223604
    Originally posted by ^Mr-Drakula^
    E' quello che non capisco.
    Ora si professa la "bandiera" della lazzietta.
    Però non ha esitato un attimo ad emigrare per altri lidi più importanti a suo tempo.
    Dice di essere tornato per amore nei confronti di quei colori.
    La realtà secondo me è che nessuno era più interessato a prenderselo in Inghilterra, nemmeno una squadra come il Charlton.

    Le Bandiere sono tutt'altra cosa...e quelle in attività si chiamano Totti e Maldini.


    E Del Piero, non lo dimenticare!
    ...è la natura dell'uomo che spinge a odiare chi sta bene quando è lui a star male...

    [img]http://gif-animate.per-il-mio-sito.com/bandiere_italiane/bandiera-
  9.     Mi trovi su: Homepage #4223606
    Originally posted by pela10
    E LUCARELLI .....MR. MILIARDO!!! :cool:


    Lucarelli ha rinunciato al miliardo, Di Canio a 750 mila euro per venire alla Lazio. Pari a un miliardo e mezzo
    ...è la natura dell'uomo che spinge a odiare chi sta bene quando è lui a star male...

    [img]http://gif-animate.per-il-mio-sito.com/bandiere_italiane/bandiera-
  10.     Mi trovi su: Homepage #4223608
    Originally posted by npj
    Lucarelli ha rinunciato al miliardo, Di Canio a 750 mila euro per venire alla Lazio. Pari a un miliardo e mezzo


    beh però credo che DiCanio abbia guadagnato (in tutto la sua carriera) molto di più di Lucarelli... può permettersi una cosa simile...
    Lucarelli certe cifre non le ha mai viste
  11.     Mi trovi su: Homepage #4223609
    Originally posted by pela10
    beh però credo che DiCanio abbia guadagnato (in tutto la sua carriera) molto di più di Lucarelli... può permettersi una cosa simile...
    Lucarelli certe cifre non le ha mai viste


    Quindi è l'unico da elogiare?
    ...è la natura dell'uomo che spinge a odiare chi sta bene quando è lui a star male...

    [img]http://gif-animate.per-il-mio-sito.com/bandiere_italiane/bandiera-

  C'è anche una Lazio contro di Canio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina